Sign in to follow this  
Followers 0
Autodelta85

Kawasaki Z1000 2007

7 posts in this topic

art_17859_2_01.jpg

art_17859_2_02.jpg

art_17859_2_03.jpg

art_17859_2_04.jpg

La Casa di Akashi lancia la versione 2007 della sportiva Kawasaki Z1000. Le novità non coinvolgono la livrea della naked nipponica, confermando così le precedenti forme, perfettamente adatte ad esprimere il DNA sportivo ed accattivante di Kawasaki Z1000.

Se nell'apparenza nulla è cambiato, è nella sostanza che si nascondono le grosse novità. Prima fra tutte il nuovo motore: il quattro cilindri in linea che spinge la nuova Kawasaki Z1000 deriva direttamente da quello impiegato nella ZX-10R. Dati tecnici ancora non se ne conoscono, ma, vista la fonte ispiratrice del nuovo cuore della Z1000, non c’è che da attendersi grossi numeri da vera supersportiva.

Telaio e sospensioni derivano dal modello precedente, anche se delle piccole modifiche - rispetto all'attuale ciclistica - sono sicuramente attese, a maggior ragione vista l'accresciuta cubatura e potenza.

Una novità importante è invece rappresentata dall'impianto frenante, che comprende freni a triplo disco a margherita e pinze ad attacco radiale, che vede come optional anche l'ABS.

Altri dettagli al momento non sono noti. Non resta quindi che attendere altre info dalla Casa di Akashi, osservando la nostra galleria fotografica della Kawasaki Z1000 2007

da infomotori

Possono metterci un motore di un aereo..ma quella marmitta è presa copiata sputata dalla Griso...col risultato che qui è solo sproporzionata e posticcia,sulla Griso sta proprio bene.....per me se non la toccavano era meglio

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte il fatto che la somiglianza con la griso ce la vedi tu e basta:D .....guarda da dietro la forma è completamente diversa.

Cmq complessivamente il design di questa z mi fa schifo, troppo "pompata" esteticamente, una moto da tamarri. :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me quel tromboncino me la ricorda troppo.

Effettivamente è molto pompata...e anche con pooco equilibrio specieall'anteriore

Share this post


Link to post
Share on other sites

bel...... cesso di moto!

poi hanno iniziato sta moda dei fianchetti, con la ER6, che non si possono proprio vedere... :? :? :?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solo a me piace una cifra? (io non capisco un cazzo di moto) ma la trovo stupenda...

Share this post


Link to post
Share on other sites

poi hanno iniziato sta moda dei fianchetti, con la ER6, che non si possono proprio vedere... :? :? :?

è vero i fianchetti spesso rovinano... però a me non dispiace affatto!

la somiglianza con la griso effettivamente c'è.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la vecchia è mille volte meglio

per non parlare della mia bmba ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Posts

    • Alfa Romeo Giulia 2016
      ESP disinseribile? .....quanti programmi? Non ricordo d'averlo letto.
    • Ibride vs. Diesel - BMW - Toyota - VW
      "il futuro che avanza" Cit.     p.s. ...a piccoli passi 
    • Eliminare il bollo auto e tassare i carburanti?
      Attenzione: per me il cambio di tassazione non è legato all'evasione del bollo. Cioé, il fatto che non si possa più evadere è un gradito effetto collaterale, ma il punto focale della questione è di fare in modo che gli utilizzatori (anche indiretti) dei veicoli inizino a pagare per tutte le esternalità che oggi producono con noncuranza: - rischi per la sicurezza - occupazione del suolo (prezioso) - manutenzione delle infrastrutture - inquinamento atmosferico - inquinamento ambientale   E tutte queste cose, in maniera più o meno proporzionale, sono direttamente collegate al consumo specifico del veicolo (km percorsi ed efficienza di guida e motore).   La questione di base è: il fatto che molti dipendano dall'uso dei veicoli a motore non riduce in alcun modo l'impatto che questi producono. Se uno mi viene addosso mi faccio male alla stessa maniera, che stesse andando a farsi una passeggiata o che stesse consegnando un carico. Col sistema del bollo una parte di queste compensazioni cade sotto "spesa fissa", che non ha nulla di collegato con gli effetti davvero prodotti. In qualche articolo si citava "Ma quello che ha la Ferrari e la usa una volta al mese pagherebbe meno dell'impiegato che usa la macchina ogni giorno" Risposta: embé? Quello con la Ferrari mi crea un ventesimo del problema che mi crea l'altro...   La cosa, per il sistema economico, si traduce nel far pagare di più chi ha comportamento poco efficienti (tipo vivere in culo ai lupi e volere comunque i servizi moderni) e automaticamente far pagare di meno chi ha comportamenti più virtuosi.     Si limita la qualità della vita solo se si vede la qualità della vita nella possibilità di vivere in posti male accessibili avendo comunque un alto livello di servizio. Io questa cosa la classifico semplicemente come "lusso", e i suoi costi devono andare di conseguenza. L'indipendenza costa, e parecchio. Mentre il sistema attuale a spesa fissa tende a livellare le scelte di tutti, e anzi è iniquo perché scarica i veicoli*km aggiuntivi, generati da chi sceglie male, anche su chi si è impegnato per scegliere bene.   Esempio di dinamica territoriale simile. Una comunità con venti case radunate in un quartiere, più una sul picco della collina perché al proprietario piace stare per gli affari suoi. Arriva la fibra ottica, bisogna portarla anche alla comunità. Portarla al quartiere costa 100, per portarla anche al tizio in collina ne servono 50 in più. E' giusto che si faccia un totale di 150 da spalmare su tutti? (tipicamente nel nome del "diritto alla connettività")     In realtà in tutto questo non è tanto la dimensione delle imprese a spostare la questione (anche se senz'altro è d'aiuto sfruttare qualche economia di scala). Tutto si gioca su quanto si è efficienti nella geografia della propria residenza e delle proprie attività. Se tu hai base in una regione più in là di quella in cui operi è normale che tu sia più competitivo di uno che abita due regioni più in là, e meno di uno che abita sul posto   Comunque la tassazione a consumo non si basa su questi aspetti, ma si attiene solo al principio che 60k km sono sempre 60k km a prescindere dal motivo; e alla collettività creano danno per il doppio di 30k e per la metà di 120k e si pagano di conseguenza. Mentre, mi ripeto, annegando parte di questi costi nel bollo fisso (calcolato su un parametro scollegato da qualsiasi aspetto pratico!) tutte queste scelte sono molto meno disincentivate, e anzi paradossalmente si premiano comportamenti dannosi (il grande classico "Ormai il bollo è pagato, tanto vale sfruttarla").   Di sicuro per alcuni aumentano i costi, mentre per altri dimuniscono. Per questo un periodo di transizione ci vuole, è corretto dare la possibilità di riadattarsi; ma dall'altra parte deve esserci la disponibilità a cambiare, non può restare tutto immutabile per l'eternità (i citati giganti si muovono, nel frattempo).   Mi sono rimasti nel cuore quelli degli autogrill sulla A1 storica in Appennino... vent'anni di discorsi e cantieri per la variante, e il giorno che apre "OOOOPS! Non abbiamo più un cliente e ce ne accorgiamo adesso!"
    • [CHN] Mazda CX-4 2016
      francamente non ci arrivo: a me sembra continuare nel segno degli ultimi modelli. sicuramente non ci sono novità, ma cosa esattamente trovate vecchio sia internamente che esternamente ?
  • Topics

  • Images