pietrob911

Quanto è pericoloso il GPL? Gl'impianti sono sicuri?

21 risposte in questa discussione

Ciao a tutti. L'altro giorno sono andato con un tecnico, parecchio esperto di motori, a vedere una Vw Polo del 1998 con l'impianto per il GPL. Mi ha detto alcune cose su questo gas che mi hanno lasciato esterrefatto. Volevo dunque chiedere, se ciò che mi ha detto questo tecnico che è venuto con me è vero. Lui sostiene che sia il carburante più pericoloso in circolazione, che chi è stato tamponato difficilmente è sopravvissuto per raccontarlo, che sebbene ci siano le valvole di sicurezza il gas quando esce è già in fiamme, che l'incidente ferroviario di Viareggio è una prova della sua pericolosità e che viene venduto perchè non ci si può più permettere di buttare questo gas, che una volta era lo scarto della produzione. Devo dire che le sue parole mi hanno lasciato molto preoccupato, solo che non so a chi credere, se quello che dice lui è vero oppure se fidarmi di quello che si dice in giro, ovvero che è più sicuro della benzina e che le nuove norme di sicurezza rendono il gpl affidabile. Voi cosa dite? A breve comprerò questa Polo ma non so se usarla con la benzina oppure con il GPL. Rispondetemi presto. Grazie.

Mi permetto di ripescare questa vecchia discussione solamente perché ho trovato un video by Quattroruote in cui viene mostrato il funzionamento della valvola di sicurezza in caso d'incendio: Lab | In caso d'incendio - LAB - QuattroruoteTV

Che fiammata... :shock::)

Questo invece è un vecchio video di un altrettanto "antico" impianto, ma già dotato di valvola di sfogo:

Qui Crash Test di un tamponamento di un'Opel Astra H GPL ed incendio in separata sede:

Modificato da J-Gian

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parlando di vetture nuove, il discorso fatto dal tuo tecnico è decisamente catastrofico e eccessivo.

Tutta questa pericolosità non c'è, ne si riscontra nella realtà. Negli incidenti stradali, non c'è evidenza di una maggiore pericolosità o di una maggiore frequenzadegli incendi, sulle auto con GPL rispetto alle auto a benzina.

Certo, il GPL, in quanto gas, ha alcune pericolosità in più rispetto alla benzina in caso di fuoriuscita. Ma non è niente di così mostruosamente terrificante.

Indice del fatto che probabilmente sta esagerando senza motivo è la contraddizione in cui è incorso parlando dell'infiammabilità e dell'incidente di Viareggio.

Dice che il gas appena esce è già in fiamme e che l'incidente di Viareggio ne è la prova.

Ma nell'incidente di viareggio è più che chiarito che il problema maggiore è stato che il gas si è sparso (scorrendo a terra data la sua pesantezza) in una vasta zona e solo dopo c'è stata l'accensione che ha creato grandi fronti di fiamme. Quindi non si è trattato affatto di gas già in fiamme al momento dell'incidente.

Non è poi così facile che il GPL si infiammi se non è esposto a una forte sorgente di calore o a un innesco. Credo che anzi la benzina sia più pericolosa da questo punto di vista, non appena evapora (e lo fa molto rapidamente).

Un dato su tutti, la temperatura di autoaccensione, cioè la temperatura a cui un carburante prende fuoco spontaneamente, senza bisogno di un innesco, cioè di altre fiamme o scintille.

Il GPL, come il metano, hanno una temperatura di autoaccensione superiore ai 500°.

La benzina e il gasolio hanno una temperatura di poco superiore ai 200°.

Quindi in caso di incidente e fuoriuscita, è comunque più facile che prendano fuoco i vapori di benzina che non il gpl.

La questione poi è che la fuoriuscita del GPL è molto meno probabile perchè è maggiore il grado di sicurezza richiesto ai serbatoi e agli impianti.

La pericolosità maggiore del GPL è legata alla sua pesantezza. Rimane in basso e si accumula nei buchi, negli affossamenti e comunque vicino al terreno, invece di disperdersi più rapidamente, come fa il metano. Ma se il gpl non fuoriesce (ed è nettamente più facile che esca la benzina, piuttosto che il GPL), anche questo rischio viene contrastato.

Nel tuo caso specifico, trattandosi di una vettura usata con oltre 10 anni di vita, c'è da verificare ,l'età, la qualità e lo stato di manutenzione del serbatoio e dell'impianto.

Un impianto nuovo garantisce determinati (ed elevati) livelli di sicurezza. Un impianto che forse ha più di 10 anni e di cui non si conosce la storia e la cura nella manutenzione non è detto che li garantisca.

Ilmio consiglio quindi è: fai controllare la macchina ad un officina con un po' di esperienza su vetture GPL. (purchè non abbia a che fare con questo "tecnico" che mi sembra troppo prevenuto ;)). Saranno loro a saperti dire se la macchina è a posto o è meglio lasciarla perdere. ;)

Modificato da Regazzoni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma poi anche la bomba che "chi è stato tamponato non è riuscito a raccontarlo" :roll: ma che cazz dice :roll: ? ma è davvero esperto o è uno di quegli "esperti" che prende la laurea al bar?

Per il resto Regazzoni ha detto tutto quello che c'era da dire ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io vado a GPL dal 2002, con la macchina che avevo prima ho fatto/subito 3 incidenti tra il 2002 e il 2005 e sono ancora vivo :D (renault 5 con impianto non recentissimo).

Concordo su tutta la linea con regazzoni, ha spiegato tutto quello che c'è da dire.

Questo tuo amico mi pare eccessivamente prevenuto, credo sia rimasto fermo a 30 anni fa quanto gli impianti a gas venivano montati quasi in maniera casalinga, li si potevano essere pericolosi.

L'intero impianto a GPL va revisionato completamente ogni 10 anni. Nel caso di bombolone classico si revisiona, nel caso di ciambella mi pare vada sostituita. Quindi attenzione che se l'impianto di questa polo è vecchio dovrai pensare a revisionarlo.

Inoltre gli impianti di ultima generazione sono dotati di un permesso che consente di parcheggiare l'auto anche nei parcheggi interrati fino al primo piano interrato anche in presenza di divieto, che rimane valido invece per le auto con impianti piu vecchi. Questo secondo me è emblematico della sicurezza raggiunta da questi impianti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domanda: se le auto a GPL sono così pericolose in caso di tamponamento, come fanno a superare i crash test previsti dalle normative d'omologazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'impianto è praticamente nuovo perchè ha un anno di vita, dato che alla macchina rimangono ancora due anni di bollo gratuito.

Io vado a GPL dal 2002, con la macchina che avevo prima ho fatto/subito 3 incidenti tra il 2002 e il 2005 e sono ancora vivo :D (renault 5 con impianto non recentissimo).

Concordo su tutta la linea con regazzoni, ha spiegato tutto quello che c'è da dire.

Questo tuo amico mi pare eccessivamente prevenuto, credo sia rimasto fermo a 30 anni fa quanto gli impianti a gas venivano montati quasi in maniera casalinga, li si potevano essere pericolosi.

L'intero impianto a GPL va revisionato completamente ogni 10 anni. Nel caso di bombolone classico si revisiona, nel caso di ciambella mi pare vada sostituita. Quindi attenzione che se l'impianto di questa polo è vecchio dovrai pensare a revisionarlo.

Inoltre gli impianti di ultima generazione sono dotati di un permesso che consente di parcheggiare l'auto anche nei parcheggi interrati fino al primo piano interrato anche in presenza di divieto, che rimane valido invece per le auto con impianti piu vecchi. Questo secondo me è emblematico della sicurezza raggiunta da questi impianti.

Ma sei stato anche tamponato? Mi potresti spiegare le dinamiche dei tuoi incidenti? Grazie.

Domanda: se le auto a GPL sono così pericolose in caso di tamponamento, come fanno a superare i crash test previsti dalle normative d'omologazione?

C'è la possibilità di vedere i crash test?

Modificato da Regazzoni
--- uniti messaggi multipli ---

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
C'è la possibilità di vedere i crash test?

I crash-test per omologazione non vengono filmati e diffusi, come invece capita per i test indipendenti come l'Euroncap.

C'è l'omologazione a comprovare e tanto basta.

I serbatoi stessi devono essere sottoposti a specifiche prove di urto e danneggiamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I serbatoi stessi devono essere sottoposti a specifiche prove di urto e danneggiamento.

Che essendo componenti di sicurezza sono decisamente stringenti.

Piuttosto che dei serbatoi GPL, io mi preoccuperei di quelli dei veicoli pesanti, che NON sono catalogati come componenti di sicurezza :shock:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il bombolone in effetti può essere pericoloso in caso di tamponamento violento, in quanto verrebbe spinto nella cabina. Ma sono casi un tantino limite, e che varrebbero più per il metano che per il GPL per il quale si usa il serbatoio toroidale (a ciambella) da tempo immemore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma sei stato anche tamponato? Mi potresti spiegare le dinamiche dei tuoi incidenti? Grazie.

Niente di grave, per fortuna :)

Una volta ho tamponato causa frentata sul ghiaccio, una volta sono stato tamponato, un 'altra volta mi è entrato uno scoterista nella portiera :?. In tutti e tre i casi i danni sono stati di lieve entita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora