Sign in to follow this  
Followers 0
Andrea18

Da dove vengono i motori Alfa Romeo???

18 posts in this topic

Da parecchio tempo mi chiedo: ogni tipo di motore montato su un Alfa Romeo da dove viene?è progettato e costruito dall Alfa?o è solamente progettato?o solamente costruito?o magari solamente modificato?e questo vale per tutti i motori?

Lo chiedo perchè sento la presenza inquietante di fiat...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo chiedo perchè sento la presenza inquietante di fiat...

:rotfl::b1:pop:

"you don't know the power of the dark side" (cit.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

I motori Alfa Romeo "veri" sono defunti nell'ordine:

- 1997 fine produzione dei boxer per 145/146 (prodotto a Pomigliano)

- 1998 fine produzione del 2.0 Twin Spark (ultimo discendente dei bilabero a catena in alluminio Alfa prodotto ad Arese)

- 2005 fine produzione del V6 Busso sempre ad Arese

I Twin Spark a 16 valvole erano in parte Alfa come progettazione, ovvero testata specifica con 2 candele (di diverso diametro) ma con basamento in comune (e imposizioni tecniche) con altri motori fiat (in ghisa) e distribuzione a cighia dentata. Questi motori erano prodotti a Pratola Serra (ex fabbrica A.R.N.A.)

L'attuale 1750 TBi anche se fatto a Pratola Serra e con distribuzione a cighia e basamento in ghisa è un motore che è stato progettato ad Arese.

Dopo i TS 16v in ogni caso non vi è stato nessun motore ad uso specifico delle auto Alfa.

I FIRE (turbo e non) di Mito e Giulietta sono motori fiat e sono prodotti a Termoli.

Edited by Maggio80

Share this post


Link to post
Share on other sites

aggiungo che il Pratola Serra 1.400 cc per i modelli fiat e lancia era un monoalbero a 12v , 3 valvole per cilindro, senza variatore di fase e inoltre è da stabilire se aveva l'angolo delle valvole pari a 47 gradi . La versione di medesima cilindrata per alfa romeo era opportunamente differenziata grazie al variatore, doppio albero a camme ,angolo tra le valvole pari a 47 gradi, doppia accensione.

Il 1.600 cc usato sui modelli fiat era della serie precedente ,con modifiche per renderlo competitivo, quindi il Pratola serra da 1.600 cc non trovava spazio nei cofani fiat /lancia ma solo in quelli alfa romeo in versione base twin spark.

Il 1.800 cc Pratola serra esisteva in ben tre versioni. Due versioni per fiat con potenze differenti e chiaramente in versione Twin spark . La versione base da 113 cv per fiat aveva l'angolo tra le valvole di 47 gradi ed era bialbero ma non erano presenti il variatore di fase e la doppia accensione . La seconda versione e cioè la VVT-ì per uso lancia e fiat , tra l'altro fu la prima versione lanciata dei Pratola serra, era quella che aveva le minime differenze con i Twin spark . Dapprima il vvt-ì differiva dai twin spark 1.8-2.0 per l'assenza della sola doppia accensione e per il suo esclusivo plus del collettore variabile in lunghezza e inoltre rispetto ai twin spark 1.4-1.6 disponeva dei controalberi nel basamento per la riduzione delle vibrazioni.In seguito sui twin spark 1.8-2.0 da 145cv-155 cv fu introdotto il collettore aspirazione variabile in lunghezza e quindi le differenze meccaniche divennerò realmente minime , solo la doppia accensione . Se confrontiamo invece il Pratola serra Fiat -lancia da 2 litri con il pratola serra 2 litri twin spark le differenze aumentano di nuovo , difatti il primo 2 litri era a 5 cilindri e con un solo albero controrotante mentre il secondo aveva i doppi alberi controrotanti, era solo 4 cilindri, aveva la doppia accensione . In un secondo tempo il 2 litri twin spark fu affiancato dal 2 litri jts , questo perdeva la doppia accensione ma guadagnava l' iniezione diretta. Insomma una oculata differenziazione ,senza stravolgere le economie di scala ,mentre oggi abbiamo una miope generalizzazione

L'attuale Pratola serra per alfa romeo 1.8 tbi è stato pensato pure per l'uso su veicoli lancia ed è indifferenziato dall'omologo della casa di chivasso .

,

Edited by simonepietro

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'attuale Pratola serra per alfa romeo 1.8 tbi è stato pensato pure per l'uso su veicoli lancia ed è indifferenziato dall'omologo della casa di chivasso .

,

Dimetichiamo che il basamento del 1.8 TBI è lo stesso del 1.6 Diesel di derivazione dal 1.9 Diesel, dove è stato rivisto il manovellismo (Albero,bielle, pistoni).

I Fire, starJet, Tjet e MultiAir di origine FIAT vengono differenziati per le potenze (5cv) in più o in meno..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dimetichiamo che il basamento del 1.8 TBI è lo stesso del 1.6 Diesel di derivazione dal 1.9 Diesel, dove è stato rivisto il manovellismo (Albero,bielle, pistoni).

era sottointeso e comunque avveniva anche prima .

Una curiosità dall'australia :

CHRYSLER’S marriage with Fiat SpA is set to spell the end of GM Holden V6 exports to Alfa Romeo in Italy.

Holden’s Port Melbourne engine plant has supplied a 3.2-litre 191kW version of the Commodore ‘High Feature’ Alloytec V6 for the Alfa Romeo flagship 159, Brera coupe and Spider sportscar models since 2006.......

( Go auto )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente gli Holden non vengono di fatto più comperati da un bel po'.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne i 4L ne' i V6.

curiosita' : per quanto riguarda i 4L , ad oggi nessun modello GM ha una versione del 2.2 con doppio variatore di fase ( scarico-aspirazione ) e 185 Cv.

Segno che almeno le specifiche erano alfa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non vorrei essere offensivo, ma davvero si possono porre questioni in questo modo nel 2010?

"puzza inquietante di Fiat" in AR? Oggi? La realtà è nota a tutti, io chiuderei il topic.

mods, scusate per l'invasione di campo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
"puzza inquietante di Fiat" in AR? Oggi? La realtà è nota a tutti, io chiuderei il topic.

mods, scusate per l'invasione di campo.

Ha scritto "presenza inquietante", non puzza e la sua è una domanda legittima, non tutti nascono "imparati", eh.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0