TonyH

Mercato del lavoro o mercato delle prese per il sedere?

1880 risposte in questa discussione

Oh che dire io spero che non ci sia l'obbligo per gli uomini... tutto qua. Vorrei una società più in stile USA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alerpm è molto chiaro come la penso io

Permessi per il padre ma solo su base volontaria, possibilità di tornare prima a lavoro anche per la madre se vuole. Gli obblighi non mi piacciono, siamo in un paese libero se voglio lavorare e non fare ferie e permessi sono cazzi miei e non del governo.

Ora libero di pensare l'opposto di quello che penso io ma non dirmi che non sia chiaro eh... :):):)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccola esperienza personale.

1) alle avvocatesse sono riconosciuti per maternità i 5/12 del reddito dell'anno precedente (o qualcosa di simile).

TUTTE se la gravidanza va liscia stanno a casa massimo un mese, quasi rischiano di partorire in tribunale.

E non è per un doppio guadagno (i 5/12 sono riconosciuti comunque), è la paura che la clientela si disperda.

2)Il mio figlio più piccolo è nato dopo metà luglio.

tempo due settimane e ho preso un mese abbondante di ferie e sono stato sempre con mia moglie nella nostra seconda casa.

Che poi io avevo già esperienza, dal precedente matrimonio (ma non di allattamento al seno :D) per lei era il primo.

Quel supporto le è stato prezioso.

Ergo:

1) se non è obbligatorio non ne fruisce nessuno

2) è importante che il padre ci sia, per il bimbo, ma soprattutto per la madre, specie se il supporto familiare (nonne, zie, sorelle, ecc...) non c'è.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nel mondo ideale il congedo, per il padre e per la madre, dovrebbe essere un diritto e non un obbligo con sanzioni feroci nei confronti dei datori di lavoro che attuino pressioni psicologiche nei confronti dei lavoratori maschi o femmine che siano.

Io sono dell'idea che se una donna vuole tornare a lavorare dopo il parto deve poterlo fare, previa visita medica.

Alerpm è molto chiaro come la penso io

Permessi per il padre ma solo su base volontaria, possibilità di tornare prima a lavoro anche per la madre se vuole. Gli obblighi non mi piacciono, siamo in un paese libero se voglio lavorare e non fare ferie e permessi sono cazzi miei e non del governo.

Ora libero di pensare l'opposto di quello che penso io ma non dirmi che non sia chiaro eh... :):):)

Ragazzi, è cosa nota che io sia di matrice liberista e veda poco bene l'estensione della legiferazione... :D però c'è il problema oggettivo che su questo specifico aspetto serve un cambio di cultura, e o lo cali dall'alto oppure chi ci prova volontariamente deve sempre scontare quel po' di gogna sociale per far valere il suo diritto.

Diciamo che in questo caso un obbligo di 15 giorni non mi accende l'allarme del governo ficcanaso :) e neanche fosse stato un mese ;) mettiamola così: preferisco che si parta introducendo questo standard e fra qualche anno, quando sarà consuetudine, rendere la cosa opzionale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io posso portare l'esempio della PA del paese in cui vivo (CH) e vi posso assicurare che qui la burocrazia è veramente ridotta e la maggior parte delle cose sono a portata di clic. Basta andare sui siti preposti e si riescono a recuperare tutti i certificati, formulari, cazzimazzi vari che possono servire senza dover nemmeno alzare la cornetta...

Che poi nella PA si lavori meno che nel privato non ci sono dubbi, qui vale la stessa cosa. Ma io onestamente sono piuttosto contento del mio stato da questo punto di vista. Parliamoci chiaro, ovviamente nulla è perfetto, ma se guardo in relazione ad altri paesi devo ammettere che si utilizza un sistema burocratico snello ed efficiente.

Il tutto a vantaggio di soldi/tempo e fegato ovviamente ;)

PS: una volta ho dovuto cercare per dei conoscenti un formulario per dei sussidi (o qualcosa del genere) che vivono in un altro cantone :| dove pure si utilizza un'altra lingua...

Risultato??? :pen:

In 2 (DUE) minuti l'ho trovato :lol:

Questo a dimostrazione che se c'è la volontà non è cosa impossibile :agree:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah io son contrario ma capisco pure che le esperienze impongano in italia scelte drastiche o lo rendi obbligatorio o nessuno, se tu vuoi, te lo concede... Però che vi debbo dire io sono per. Un altro approccio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma alederme fammi capire.

Se ti nasce un figlio di un giorno (e' appena nato) e tu magari stai fuori casa 12 ore al giorno (i miei orari in pratica), 8 ore le dormi, un'ora ceni..

Cioè tu con un figlio di un giorno e una compagna che magari gradirebbe aiuto, le diresti "arrangiati"?

Zio Bill se lo racconto alla mia ragazza domani mi molla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guarda fosse per me ci saremmo già estinti...

Però ecco più seriamente vorrei che fosse una libera scelta e non un'imposizione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guarda fosse per me ci saremmo già estinti...

Però ecco più seriamente vorrei che fosse una libera scelta e non un'imposizione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ripetoti.

Quando ti capiterà e sarai costretto a stare a casa dal lavoro piuttosto che stare in famiglia ti chiuderai 8 ore in biblioteca per i successivi 15 giorni? ?

Non chiedo liberale o no, chiedo come si comporterebbe alederme.

Io accumulerei ferie permessi par e perfino malattie pur di stare a casa più tempo possibile, ad esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora