ilmerovingio

Inquinamento città: soluzioni a lungo termine

462 risposte in questa discussione

Inviato (modificato)

31 minuti fa, TonyH dice:

i risultati sono:

- bici: 12-15 minuti

- mezzo pubblico (metro e piedi) 15 minuti medi

- piedi : 25-30 minuti

- auto: 20-35 minuti (a seconda della fortuna nel trovare posto)

 

Vi risparmio su quale sia più costoso...

Il mezzo pubblico (almeno a Roma è così)*.

Comunque io stesso sono un fautore dei mezzi pubblici e li ho usati finché ho potuto, e sono pronto ad usarli di nuovo se/quando sarà possibile. Purtroppo in Italia vengono considerati un costo da abbattere (come la sanità e le pensioni, del resto) e questo è il risultato.

*EDIT: Per chi ha l'abitudine di pagare il biglietto, quanto meno.

Modificato da jameson

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eh no. ;) 

Mensile GTT 38€

mensile sosta aperta 102€.

Posti auto interni dai 180€ a salire...

 

Più il carburante...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 
Visto che si parla di mobilità cittadina ho fatto un po' di esperimenti nel tragitto casa-ufficio. Tempo preso dalla chiusura della porta di casa a quello di apertura di quella dell'ufficio.
Sono 2,5km.
 
i risultati sono:
- bici: 12-15 minuti
- mezzo pubblico (metro e piedi) 15 minuti medi
- piedi : 25-30 minuti
- auto: 20-35 minuti (a seconda della fortuna nel trovare posto)
 
Vi risparmio su quale sia più costoso...
 


Vedi non hai fatto bene i calcoli!

Se tu avessi una vettura motorizzata diesel risparmieresti molto ma semplicemente perché consuma meno rispetto alla tua...
"E poi vuoi mettere la coppia del diesel...?"

Ragionamento dell'italiano furbo :)

:disp2:

☏ SM-A310F ☏

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, TonyH dice:

Eh no. ;) 

Mensile GTT 38€

mensile sosta aperta 102€.

Posti auto interni dai 180€ a salire...

 

Più il carburante...

Per me che sto nell'hinterland (per 200 metri) il mensile costa una sessantina di €, ma mi riferivo in particolare ad un viaggio occasionale più che al pendolarismo quotidiano.

Poi considera che se a viaggiare è più di una persona il mezzo pubblico diventa proibitivo.

Detto questo, spero che il mezzo pubblico dalle mie parti torni fruibile com'era qualche decina di anni fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me se facessero dei parcheggi di interscambio all'esterno delle città in cui uno si paga il suo bel abbonamento annuale e nel quale integrerei l'uso dei mezzi (un abbonamento unico insomma di cui hai tra l'altro la certezza che chi usa i mezzi pubblici li paga)sarebbe la quadratura del cerchio...e in città non circoli salvo tu sia residente e o mezzo pubblico o taxi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, jameson dice:

Per me che sto nell'hinterland (per 200 metri) il mensile costa una sessantina di €, ma mi riferivo in particolare ad un viaggio occasionale più che al pendolarismo quotidiano.

Poi considera che se a viaggiare è più di una persona il mezzo pubblico diventa proibitivo.

Detto questo, spero che il mezzo pubblico dalle mie parti torni fruibile com'era qualche decina di anni fa.

 

Se l'utilizzo fosse davvero occasionale, e se la gran parte delle auto avesse a bordo almeno 2 o più passeggeri.....

...

...

non staremmo a parlare di problemi di traffico e inquinamento cittadino.

a 1 persona è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se in una casa di 100 metri quadri il 50% dello spazio fosse occupato da un locale con dentro solo il WC,

 

L'automobile è uno strumento di mobilità individuale. Ma non è detto che uno lo strumento debba per forza acquistarselo, spendendo decine di migliaia di Euro per qualcosa che rimane parcheggiato la maggior parte del tempo e che dopo 5-10 anni è obsoleto e vale un decimo di quello che l'hai pagato. Il futuro è la condivisione, da quando a Milano c'è il car sharing, in molti hanno rinunciato alla seconda auto. Meno spese e meno stress. Se per la mia generazione la macchina propria (anche vecchia e scassata) era un traguardo, vedo i figli di amici che non ci pensano nemmeno, usano il car sharing quando gli serve e la macchina dei genitori quelle volte che devono uscire da Milano. Probabilmente in futuro, quando le auto saranno a guida autonoma, il numero di persone che utilizzano vetture condivise anziché proprie crescerà ancora di più, soprattutto se a questo nelle grandi aree urbane dovesse accompagnarsi un piano di disincentivazione dell'auto privata, ad esempio con l'obbligo di avere un box o un posto auto privati, come in Giappone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Phormula dice:

Se in una casa di 100 metri quadri il 50% dello spazio fosse occupato da un locale con dentro solo il WC,

 

L'automobile è uno strumento di mobilità individuale. Ma non è detto che uno lo strumento debba per forza acquistarselo, spendendo decine di migliaia di Euro per qualcosa che rimane parcheggiato la maggior parte del tempo e che dopo 5-10 anni è obsoleto e vale un decimo di quello che l'hai pagato. Il futuro è la condivisione, da quando a Milano c'è il car sharing, in molti hanno rinunciato alla seconda auto. Meno spese e meno stress. Se per la mia generazione la macchina propria (anche vecchia e scassata) era un traguardo, vedo i figli di amici che non ci pensano nemmeno, usano il car sharing quando gli serve e la macchina dei genitori quelle volte che devono uscire da Milano. Probabilmente in futuro, quando le auto saranno a guida autonoma, il numero di persone che utilizzano vetture condivise anziché proprie crescerà ancora di più, soprattutto se a questo nelle grandi aree urbane dovesse accompagnarsi un piano di disincentivazione dell'auto privata, ad esempio con l'obbligo di avere un box o un posto auto privati, come in Giappone.

Parli però sempre di automobili....a mio avviso il futuro è privo di auto. Bisogna investire in mezzi pubblici e in collegamenti efficienti tra treni, servizi extraurbani e urbani e biciclette. Questo almeno all'interno dei centri delle città.  In periferia le cose si complicano ma mai marmo avviso una programmazione accurata delle accurata rete di lavoro potrebbe aiutare aiutare a incentivare accurata reflue direttrici.. ( i nostri nonni lavoravano in accurata reflue rete in d'utilizzo e chissà come facevano tutti ad accuratareelcunereendare accuratareelcunereendare lavoro senza auto...)

a 1 persona è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Infatti io sono convinto che l'automobile non sparirà, ma diventerà uno dei tanti elementi all'interno di un sistema di mobilità. E probabilmente quando sarà a guida autonoma, sarà l'equivalente di un noleggio con conducente, la chiami quando ti serve, ti fai portare dove ti serve e poi la lasci libera per il prossimo utente. Il tutto pagando solo per il servizio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, albe101 dice:

 ma mai marmo avviso una programmazione accurata delle accurata rete di lavoro potrebbe aiutare aiutare a incentivare accurata reflue direttrici.. ( i nostri nonni lavoravano in accurata reflue rete in d'utilizzo e chissà come facevano tutti ad accuratareelcunereendare accuratareelcunereendare lavoro senza auto...)

 

 

What?????????

a 1 persona è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora