Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it
infallibile_GF

Piste ciclabili ben fatte e mal fatte

Recommended Posts

SALVE! sono un cicloamatore e un automobilista pendolare. Percorro per andare (e tornare) dal lavoro circa 60 km al giorno. Poi mi piace nel week end girar ein bici. Fatta questa premessa, da automobilista odio le piste ciclabili che stanno costruendo accanto alle strade di grande circolazione e le odio per un semplice motivo.

Quando c'è una strada molto trafficata e pericolasa per un ciclista e parallelamente ad esse è stata costruita una bella pista ciclablie (stringendo la carreggiata trafficata e quindi rendendola uancora più caotica e pericolosa) i bravi ciclisti non ci pensano nemmeno per l'anticamera del cervello di percorrere la pista ciclabile, ma se ne vanno imperterriti sulla strada trafficata, causando gravi disagi, rallentamenti, e sacramenti agli automobilisti che son costretti ad evitarli.

Cioè è inmutile costurire ste piste ciclabili se poi i ciclisti non le suano e anzi, sembra che lo facciano apposta, per sfregio, a percorere la strada riservata ai veicoli a motore! ASSURDO! e non solo i cliclisti agghidanti da professionisti e con bici da corsa al carbonchio di minkia, ma anche la sciura che con la sua scassa graziella, o il bombomikya con smartphone d'ordinanza si ostinano a non usare la piosta ciclabile adiacente.

Si dovrebbe loro ricorcadare che quando ci sta una pista ciclabile accanto alla carreggiata i ciclisti sono OBBLIGATI ad utilizzarla e contemporaneamente è fatto loro divieto di percorere la strada motorizzata.

PEr questo forse è meglio che invece delle piste ciclabili, lasicino le strade trafficate belle larghe, senza costuire inutili ciclovie i marciapioedi a 4 corsie ai lati, che servono solo come latrine per cani.

 

Modificato da Wilhem275
  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non abbiamo ancora la cultura delle piste ciclabili. Qualcosa si sta muovendo, ma c'è da educare una generazione. Prevedo tempi lunghi.

 

P.s. 

Dalle mie parti ce n'è una che finisce contro il muro di una fabbrica :mrgreen: 

 

 

Immagine.jpg

Modificato da Cosimo
  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche da noi a Tortona la strada che porta verso il centro commerciale fuori città è stata dotata di una pista ciclabile mista pedonale quindi è come se fosse un marciapiede largo.

Morire se i ciclisti la usano...eppure è quasi 10 anni che c'è.

Invece negli anni 90 hanno creato una pista ciclabile nei 2 sensi di marcia ma dal momento che nessuno la usava è stata eliminata ed ora si può parcheggiare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lungo il po, un largo viale sterrato è stto suddiviso in una parte ciclabile ed una pedonale:

la situazione + che i pedoni stiano sulla ciclabile e  i ciclisti sulla pedonale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, owluca dice:

lungo il po, un largo viale sterrato è stto suddiviso in una parte ciclabile ed una pedonale:

la situazione + che i pedoni stiano sulla ciclabile e  i ciclisti sulla pedonale

quando posso vado a lavoro in bici, 7,5 km tutta di ciclabile, ho detto che devo filmare con una go pro cosa mi succede tutte le mattine, tra pedoni, cani portati a fare i bisogni sulle ciclabili, fossi, attraversamenti ad S (quando la pista ciclabile è tra il viale ed in contro viale, l'attraversamento ciclabile quasi mai è continuo, ma ad ogni semaforo bisogna aspettare il verde per andare da controviale a viale, poi per attraversare l'incrocio, e poi di nuovo per tornare sul viale dal controviale, per un incrocio aspetti 3 semafori). piste che finiscono nel nulla, macchine che non rispettano la tua precedenza....  concordo con @Cosimo, non abbiamo al cultura della bicicletta, idem per i ciclisti che camminano in gruppo da 4-5 affiancati in carreggiata, o quelli che in città prendono le strade contromano 

Modificato da Aymaro
  • Like! 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wp_ss_20161018_0001.png

4 minuti fa, Aymaro dice:

quando posso vado a lavoro in bici, 7,5 km tutta di ciclabile, ho detto che devo filmare con una go pro cosa mi succede tutte le mattine, tra pedoni, cani portati a fare i bisogni sulle ciclabili, fossi, attraversamenti ad S (quando la pista ciclabile è tra il viale ed in contro viale, l'attraversamento ciclabile quasi mai è continuo, ma ad ogni semaforo bisogna aspettare il verde per andare da controviale a viale, poi per attraversare l'incrocio, e poi di nuovo per tornare sul viale dal controviale, per un incrocio aspetti 3 semafori). piste che finiscono nel nulla, macchine che non rispettano la tua precedenza, concordo con @Cosimo, non abbiamo al cultura della bicicletta, idem per i ciclisti che camminano in gruppo da 4-5 affiancati in carreggiata, o quelli che in città prendono le strade contromano 

Quando sono in gruppo e belli larghi non corrono il rischio di essere asfaltati! L'ingombro fa rallentare le auto. A me però rompono le scatole!

2013

 

Per quel che riguarda le strade (vedi tabella), anche nel 2013 la via di maggiore incidentalità risulta Via Bologna (considerando il solo tratto che va da Piazza Travaglio all’incrocio con Via Sammartina), con 47 incidenti e 52 feriti. L’incidentalità di questa via è caratterizzata da un maggior coinvolgimento di ciclisti rispetto alla media comunale: sono il 28% di tutti i veicoli le biciclette coinvolte in Via Bologna (rispetto al 15% del totale comunale), mentre i ciclisti feriti in Via Bologna rappresentano il 46% del totale infortunati (contro una media comunale del 21%).

 

http://m.lanuovaferrara.gelocal.it/ferrara/cronaca/2014/08/30/news/via-bologna-e-la-strada-piu-pericolosa-1.9841583?refresh_ce

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Aymaro dice:

... idem per i ciclisti che camminano in gruppo da 4-5 affiancati in carreggiata ...

 

19 minuti fa, mikisnow dice:

... Quando sono in gruppo e belli larghi non corrono il rischio di essere asfaltati! L'ingombro fa rallentare le auto. A me però rompono le scatole! ...

 

 

14183969_922796441197636_869004429541199

 

:§

 

 

  • Like! 8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a volte io ho l'impressione che chi traccia e progetta le ciclabili non sia mai andato in bici..sulla via di casa mia hanno ristretto la strada del 30% per fare una ciclabile che è costruita in pendenza,realizzata sampietrini e intervallata da scivoli che portano agli ingressi delle abitazioni..il risultato sono ciclisti in strada su una strada strettissima:angry:

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che topic assurdo....più che odiare le ciclabili bisogna odiare l'idiozia dell'utenza delle strade.

 

i "ciclisti" non sono una categoria antropologica , siamo noi che guidiamo di merda alternativamente bici, moto, auto e camion.

 

 

  • Like! 10

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Aymaro dice:

quando posso vado a lavoro in bici, 7,5 km tutta di ciclabile, ho detto che devo filmare con una go pro cosa mi succede tutte le mattine, tra pedoni, cani portati a fare i bisogni sulle ciclabili, fossi, attraversamenti ad S (quando la pista ciclabile è tra il viale ed in contro viale, l'attraversamento ciclabile quasi mai è continuo, ma ad ogni semaforo bisogna aspettare il verde per andare da controviale a viale, poi per attraversare l'incrocio, e poi di nuovo per tornare sul viale dal controviale, per un incrocio aspetti 3 semafori). piste che finiscono nel nulla, macchine che non rispettano la tua precedenza, concordo con @Cosimo, non abbiamo al cultura della bicicletta, idem per i ciclisti che camminano in gruppo da 4-5 affiancati in carreggiata, o quelli che in città prendono le strade contromano 

 

Aggiungo i paletti in prossimità delle intersezioni per impedire il parcheggio (via Bertola, c.so Matteotti) e le belle pavimentazioni esteticamente gradevoli a autobloccanti com tombini incassati (sicurissimi :azz:)

 

Che poi sono le classiche situazioni dove basterebbe un minimo...ma proprio minimo minimo buonsenso per andare tutto regolare. E invece non ce la si fa.

 

Ci si dimentica sempre che il pedone è solo un automobilista che ha trovato parcheggio. E il ciclista è un automobilista o pedone che pedala.

  • Like! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×