Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Leaderboard


Contenuti più Popolari

Showing most liked content since 22/09/2017 globalmente

  1. 25 points
    Ognuno ha le sue opinioni in base alle esperienze che ha avuto e conoscenze che ha incamerato nel corso degli anni. Non è rispettoso nemmeno, dopo aver messo in saccoccia le maquettes di 916 a metà anni '80, tirare fuori un Proteo a loro ispirato, in ottica lancio nuovi GTV e Spider per gli anni '90, e poi presentarli insieme ad un paio di schizzi realizzati in seguito e dire al mondo che li hai fatti tu. Non è rispettoso nemmeno andare al Salone di Torino, in mezzo alle concept su base Punto '93, a dire che l'unica decente è la Punto di serie. Se ti atteggi a star del car design e manchi di rispetto continuamente al lavoro degli altri, questo è quello che ti torna indietro. Soprattutto quando ci sono altri designer che possono mostrare con dovizia di informazioni quanto hanno davvero realizzato. Un conto è avere la paternità di diverse automobili nate in un Centro Stile, nel senso di averle concepite da una idea nata nella tua testa, un altro conto è essere un grande direttore d'orchestra che sa scegliere ed indirizzare la ricerca stilistica per una vettura nella giusta direzione. Nessuno dice che WDS non lo sia, oltre ad essere persona che indubbiamente sa vendere molto bene la sua immagine. L'affermazione "Pininfarina presentò la solita Peugeot con marchio Alfa" è una cattiveria gratuita. Anzitutto son le Peugeot ad essere Alfa, dato che la 405 nasce in Pininfarina DOPO la 164 (che già prima era 154 cioè la media che avrebbe dovuto sostituire Giulietta secondo le idee di Fumia, e che fu riscalata per diventare ammiraglia) da ALTRE MANI in Pininfarina, le quali si ispirarono a quel che stava facendo Fumia per Alfa, e dato che la 605 cosi com'è nata viene da Peugeot che FORSE si è ispirata in pelino a quanto aveva visto da qualche parte, perchè come ho spiegato nel topic della 605, l'ammiraglia che aveva proposto Pinin ai francesi non era affatto una copia della 164. Eppoi perchè se la proposta Pinin che cita WDS è la 434 che Fumia ha mostrato nel suo libro, sono il primo a dire che non era al top quanto la 164 ma non vedo cosa avesse di "Peugeot". Inoltre, come già detto per la 166, se sei responsabile del design di una Casa per un certo periodo, ti prendi i giudizi per tutto quanto è nato in quel periodo, che l'abbia fatto tu o meno. Non è che puoi dire "la mia 156" quando l'auto è stata un successo, e poi "la morta 146" quando si è rivelata una vettura stilisticamente poco apprezzata, o "il cesso di 155" perchè l'ha scelta la dirigenza. Se la dirigenza ha colpe per aver scelto la 155, allora ha anche i meriti di aver scelto la tua 156. 145 e 146 nascono insieme, sotto la stessa direzione, dopo che il Canta ha chiesto di diversificare 3 e 5 porte come stavano facendo in Fiat con le future Bravo & Brava. Al lancio escono decine di bozzetti riguardo tutti i temi tipici di 145, che la mostrano come grande idea di WDS con il finestrino anteriore a scalino (nato dalla mente di Cressoni per la Cinquecento e poi cassato) e la plancia scavata davanti al passeggero (grazie alla quale abbiamo avuto un enorme spazio che quasi nessuno ha mai utilizzato, a meno che di voler fare la bicicletta con le gambe, ed in cambio un cassetto portaoggetti in cui ci stavano giusto i preservativi), per la 5 porte un paio di schizzi buttati lì senza troppa enfasi. Oggi la prima rimane una delle grandi idee di WDS, la seconda una boiata della dirigenza. Boiata che l'hanno costretto a fare, con il fucile puntato, cancellando qualche altra sua meravigliosa idea? Beh, la sua idea iniziale era di fare la 145 a 3 e a 5 porte, e la 5 porte riprendeva in pieno il carry over della Tipo. Stesse identiche portiere. Una Tipo con il muso Alfa e un posteriore differente. Come quel cesso di 155 nei confronti della Tempra. Tutte vetture imposte da una dirigenza taccagna che imponeva l'utilizzo di una scocca comune? Certo. Però non è che la 145 che ha avuto più successo è una tua GRANDE IDEA e la sorella una porcheria di cui non hai colpe. Presentiamo la 164 Super e diciamo che abbiamo ideato questo e quello per rinnovare la sua immagine, e poi viene fuori che le abbiamo messo addosso i paraurti ed i fascioni che Fumia aveva proposto sulle coupè e cabriolet che non sono venute alla luce? Va tutto benissimo, perchè alla fine il mondo del car design è questo. C'è un risultato finale e quando hai la possibilità di andare a ritroso a scoprire i dietro le quinte, trovi che c'è tanta fuffa che gira. Nessuno escluso. Però c'è chi ci vive bene sapendo come funziona la faccenda, si muove con rispetto e silenzio perchè sa che ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio. E poi c'è chi fa la star, spara alto e di conseguenza si prende le sue bordate.
  2. 20 points
    Quello manca perché deve ancora finirlo, esce nel prossimo numero
  3. 18 points
    Una delle diverse quadrifoglio che girano a Brooklyn.. zona Williamsburg.. fa sempre effetto vederle girare qui ☏ iPhone ☏
  4. 18 points
  5. 17 points
    ciao gente. Visto che qui si parla per 958 pagine di pippe mentali sulla Thesis (dicono che ne avessero fatta una specifica per il mercato giapponese con il V12 della Cimbali M21 e un tasto sotto il prosciutto di sterzo per trasformarla in un Gundam in 17 secondi a meno di 20km/h..) io mi sono informato per i fatti miei. Ho scoperto qualche mese fa d'avere tra il parentame acquisito uno skunk del progetto 952, ora in Maserati. Chiaccerando mi ha detto chiaramente che la precedenza assoluta ce l'ha il "pianale E", modifica del Giorgio che è di seg. D. Con questo pianale svilupperanno quasi in parallelo la berlina E e il suv E, ma verosimilmente presenteranno prima la Berlina per non appesantire con due suv di fila, ma il suv arriverà alcuni mesi dopo (entro la fine dell'anno di presentazione della berlina); gli dico io allora <<questo lo fanno probabilmente per alzare il livello d'immagine e di presenza sul mercato del brand, poi magari solo in un secondo momento torneranno su giulietta e c-suv come hanno fatto altri brand tipo MB>> e lui mi disse <<esattamente>>. questa è una breve cronaca di come i miei sogni di vedere una Berlina Alfa del 2018 costruita sul pianale della Thesis si sono infranti.
  6. 17 points
    restyling lancia fulvia
  7. 16 points
    Scusate, eh, ma abbiamo una Stelvio Pandoro Quadrifoglio che ha fatto lo stesso tempo di una BMW M4. Quella stessa BMW M4 che prende 20 secondi dalla Giulia Quadrifoglio. Parliamo di quello stesso marchio che, nelle comparazioni con Giulia avrebbe dovuto presentare una M3, per poi scoprirsi quasi doppiata in 3 min di giro in pista, e invece ha presentato la M4 GTS pronto pista, per giunta prendendole pure. So di ripetermi, ma Fabio Francia, anche scendendo dalla Stelvio, pare abbia detto ad un ingegnere tedesco: "7.51 SEGNI I PUNTI, COGLIONAZZO!"
  8. 16 points
    It's funny how nobody put in the question Panamera's lap time which never had full lap available on You Tube.
  9. 16 points
    Famosa attrice Americana....
  10. 16 points
    diciamo che forse, nel mulino che vorrei, la 66 nella testa dei designer era più così:
  11. 16 points
  12. 16 points
    e sei subito dragostea din tei
  13. 15 points
    io non riesco a capirvi. Se l'hanno fatta è perchè semplicemente piace. Puoi permetterti di avere una berlina con il motore di una supercar (e che suona benissimo tra l'altro) ? La prendi.. tutto qui. Anzi, meno male che esiste. Vuol dire che in australia c'è gente a cui piacciono questi giocattoloni. E' più impacciata di altre in pista? E un bel chissenefrega? Probabilmente la pista la vedrà poco o niente nella sua vita. Comunque curva anche lei, ve lo posso garantire: ho guardato bene le foto e le schede tecniche e ho visto il volante
  14. 14 points
    si ricordo, un 3.5 da quasi 300 cv se non ricordo male.. comunque il mio insider si è anche lasciato andare in commenti sul lavoro fatto dal teem skunks per 952, e questa è una bella storia per me e vorrei scriverla: Lui raccontava con tono sprezzante del fatto che Marpionne ha messo totalmente da parte i pezzi grossi Fiat che avevano idee troppo arenanti secondo lui, gli ha detto "non scassate la minchia, ad Alfa ci penso io", ha preso un bel po di soldi, un pugno di tecnici validi (all'inizio solo 200, dopo 3 mesi altri 150 tra cui il mio compare) e gli ha dato carta banca. Solo che questi, definiti da lui un "gruppo male assortito di alfisti euforici e ingegneri molto molto bravi", hanno iniziato a perdere di vista il vero obbiettivo del progetto, cominciandosi a concertare su roba tipo "Tempone al 'Ring", migliore nella categoria, sterzo diretto ecc.. lasciandosi trascinare dall'idea di sfogare le proprie passioni con la cosiddetta "carta bianca". Ad un certo punto i pezzi grossi Fiat vanno da Marpionne e gli dicono "allora, tutti sti soldi stanno fruttando bene spero.." e lui col fiato sul collo a quel punto è costretto a riprendere con forza il gruppo, in alcuni casi bocciando molte cose. Questo è coinciso con quel momento di cui noi abbiamo letto sui giornali in cui lui ha bocciato la "prima" Giulia, rinviando di conseguenza la presentazione. Bene: il mio compare parlava di tutto questo con accezione negativa perché lui è una persona molto pragmatica; ma a me questa storia mi ha fatto pensare molto su come si costruiscano le auto oggi e quello che un uomo veramente e magari sommessamente cerca da un auto, e ci vedo una contraddizione palese grande quanto una casa, tant'è che i fatti parlano: se lasci carta bianca ad un appassionato ti tira fuori roba che non si vede più in giro da almeno un ventennio. E qualcosa di questo nella Giulia volente o nolente ci è finito dentro.
  15. 14 points
    Facciamo un riassuntino. Impianti coinvolti nel riassetto industriale in NA: I) Sterling Heights; II) Toledo North & South; III) Belvidere; IV) Windsor; V) Toluca. Sterling Heights: impianto dedicato alla produzione della 200. Produzione arrestata un anno fa per la conversione da unibody a body on frame per la produzione del RAM 1500 di nuova generazione che inizierà nel gennaio del 2018. L'attuale RAM è ancora in produzione nello stabilimento di Warren. Il cambio di stabilimento si è reso necessario per una serie di motivi: 1) impossibilità di arrestare la produzione della corrente generazione del RAM (per ovvi motivi.....); 2) conseguente impossibilità di riattrezzare Warren (per gli stessi motivi di cui sopra); 3) necessità di disporre di un impianto sensibilmente più grande per far fronte alla aumentata domanda: nei fatti FCA, da quando è nata e da quando il mercato americano è in ripresa - anni - , non è mai stata in grado di prendere parte con continuità al mercato delle flotte (sia quelle molto buone, soggetti istituzionali fondamentalmente che quelle meno, flotte puramente commerciali). FCA non sarebbe in grado di portare a casa un incremento delle vendite RAM, tipo quello realizzato da Ford e GM, per gentile concessione dell'uragano Harvey, neanche se volesse. Ricordo a tutti che sia GM che Ford hanno una capacità installata pro trucks, normali ed HD, di 1.5 mln, contro quella FCA che è meno della metà, motivo per cui sia GM che Ford possono permettersi anche una fiorentissima politica di esportazione dei propri bestioni in particolare in Asia (leggi Cina). Fortunatamente, con l'entrata in funzione di SterHigh. anche FCA potrà godere di tutti i vantaggi finora avuti dal duo Ford-GM, in quanto il suddetto stabilimento avrà una capacità produttiva quasi doppia rispetto a Warren. Toledo North: impianto in cui si produce il Cherokee. La produzione di quest'ultimo è stata arrestata circa 8 mesi fa, per consentire la conversione da unibody a body on frame per la produzione della Wrangler di nuova generazione. Anche qui il cambio di impianto si è reso necessario per le stesse motivazioni addotte nel caso del RAM 1500. Ovviamente, se la produzione di un mezzo si ferma, una casa costruttrice ha solo un modo per non prosciugare la rete vendita: 1) ridurre sensibilmente o azzerare la scontistica e contemporaneamente ridurre o azzerare il businesss con le flotte. Toledo South: in funzione (e guai a chi lo ferma .....). Wrangler, basta la parola. L'impianto sarà arrestato a marzo 2018, ossia dopo che Toledo North avrà in produzione la nuova generazione da 5 mesi. L'impianto sarà aggiornato per la produzione del Wrangler pick-up; Belvidere: impianto in cui si producevano Dart, Compass e Patriot. E' in funzione da poco più di un mese per la produzione del Cherokee attuale (stanno costruendo un minimo d'inventario del MY 2018 che avrà vita molto breve in quanto è in arrivo il restyling) dopo essere stato fermo per circa 7 mesi per conversione piattaforma. Ovviamente niente Compass, Patriot e niente Dart; anche in questo caso il passaggio a Belvidere da Toledo North consentirà un sensibile aumento della capacità produttiva di circa il 35/40%. In seguito, dal 2018, arriverà un SUV Chrysler; Windsor: Pacifica e Gran Caravan. Stabilimento fermo da 2 mesi causa adeguamenti alla linea resisi necessari per renderla compatibile con l'update strutturale del Gran Caravan, causa nuova normativa riguardante gli airbags. Prima che l'impianto fosse arrestato, FCA aveva la miseria di 19 giorni di inventario del GC, motivo per cui le vendite sono in caduta libera. Fortunatamente (ed intelligentemente, date le differenze in termini di redditività), FCA ha deciso di favorire il Pacifica a scapito del GC; ergo nei mesi precedenti, sapendo di dover chiudere fino alla fine dell'anno, hanno prodotto esemplari di Pacifica in grande quantità, in modo tale da non rimanere scoperti; Toluca: New Compass in interessante ascesa. La 500 non è più prodotta, idem il Journey, per il quale si è fatto provvista in precedenza come per il Pacifica, anche se oramai l'inventario comincia a scarseggiare. Impianto fermo più o meno per 6 mesi per prepararlo alla produzione del nuovo Compass. Comunque a breve sarà sostituito da un SUV a marchio Chrysler, mentre nella line-up Dodge sarà sostituito da un CUV dalla impostazione più sportiva. In conclusione, se prendete queste infos e le miscelate bene, si può comprendere il perchè dell'evo (o involuzione) dei numeri FCA dell'ultimo anno, la cui diminuzione (tra l' 8 ed il 10% di mese in mese) è programmata al 99%.
  16. 14 points
    minchia.. la lidl.. t'attacchi alla palina per non inquinare e ti compri la confezione di prosciutto fatto dai maiali importati dall'uzbekistan su di un tatra dell'85 che va a zolfo
  17. 14 points
    Visti i 12 anni sul groppone....
  18. 13 points
  19. 13 points
  20. 13 points
    L'ultimo post di @nubironaSW sul thread dei restyling mi ha fatto tornare in mente una cosa veloce che ho fatto un mesetto fa, ecco a voi MiStelvio
  21. 13 points
    attenzione proprio lui 'cezzionale ☏ iPhone ☏
  22. 13 points
    Con l'evoluzione del mercato sto perdendo la passione, una volta conoscevo tutti i modelli minuziosamente e i vari optional in commercio. Ora quando esce un SUV guardo la foto e basta manco leggo i motori e gli accessori. quando leggo le prove su strada la parte dell'infotaiment mi mette depressione, è un'auto, serve per spostarsi che me ne frega della velocità di connessione? una volta che si interfaccia con lo smartphone per musica e navigatore a che serve il resto? le sportive ormai si stanno estinguendo (mi riferisco a roba per comuni mortali non Ferrari, Lamborghini ecc.). Arrivano dei nuovi costruttori che al posto dei clienti hanno dei fan-boy. boh...
  23. 13 points
    Il motore è in rettifica. Solo alcuni cenni: - testa Tipo 1600 con valvole maggiorate (Punto 90) e condotti allargati; - albero a camme ; - due carburatori verticali Weber DCNF36 (Ferrari Dino) con collettore Alquati; - pistoni stampati ad alta compressione; - Bilanciamento albero e volano; - Scarico sportivo Inox CSC fatto su misura; - accensione elettronica. Previsti 110/115 cv mantenendo invariata la cilindrata 1300. In origine sono 75. Spesa: non riuscirete mai a strapparmi di bocca un simile segreto. Se mia moglie dovesse scoprire il foglio excel dove ho annotato tutto...
  24. 12 points
    Non è che da una Ypsilon riescano proprio a ricavarci lo stesso che ricavano da una Giulia o da una Stelvio eh... Sarebbe come paragonare le vendite di una Serie3 bmw a livello globale, con quelle di Ford Fiesta....tanto per dire. A me, più si va avanti, più mi sembra che Alfa Romeo sia un brand sulla bocca di molti....che se ne parli con costanza...youtube è completamente invaso di contenuti, settimanalmente. è evidente che l'interesse si sta generando...con un po' di pazienza, i risultati verranno fuori. Mi viene sempre da sorridere ogni volta che emerge questa grandissima impazienza e frettolosità nello sparare sentenze su un marchio che è in fase di rilancio dopo tantissimi anni sotto-tono. Non è che le vendite siano il solo e unico indicatore di successo eh... e non è che i risultati arrivino nel giro di 1 anno e mezzo. Ma vabè...Alfa è regina indiscussa dell'universo gossipparo automotive, nel bene e nel male le aspettative, le gioie e le delusioni sono sempre al top e sempre velocissime a palesarsi.
  25. 12 points
  26. 12 points
    ti contesto solo questa frase: non basta che venga scritta su vari siti per essere vera. Alle volte non è vera nemmeno selodice marchionne 😁
  27. 12 points
    Tornando in casa Alfa per la discussa ammiraglia 166 seguito della (IMHO) stupenda ed irripetibile 164 ecco un'alternativa che avrebbe avuto un fil rouge alla maniera tedesca.
  28. 12 points
    "Pininfarina presentò la solita Peugeot col logo Alfa" "Quel cesso della 155" "la SZ disegnata da un paranoico" Ragazzi, io sono allibito. In pratica tutto ciò che non ha fatto lui è merda. Alfisti, non vi sentite offesi da queste parole? Senza dubbio non è uno stupido, e magari avrà avuto i suoi contrasti col Gruppo, ma comunque da un professionista mi aspetterei un atteggiamento meno supponente e soprattutto un linguaggio meno offensivo.
  29. 12 points
    Skoda Favorit "Ventimiglia" (purtroppo non è arrivata a Montecarlo)
  30. 12 points
    Per il mio personalissimo palato questo è un frontale bellissimo. Sintesi di eleganza, sportività e personalità. Unico, inconfondibile, fuori da ogni cliché, e dannatamente Alfa. Sono sicuro che sarà grandemente rivalutato col passare degli anni.
  31. 11 points
  32. 11 points
    Per la serie "non mi piacciono secche" e per "la forma segue la funzione":
  33. 11 points
    siete finiti a parlare di Delta integrale su base Giorgio... ma davvero? cioè ragazzi ne vogliamo parlare? qual è il problema? dai parliamone che lo superiamo assieme, in un momento di psico-analisi collettivo
  34. 11 points
    4c potenziata di un 40 cv, con motore e cambio attuale (che regge tranquillamente anche a uso intensivo, bastava migliorare un po' il raffreddamento) , più aggiornamenti meccanici è deliberata da quasi un anno e mezzo, ma messa in frigo.
  35. 11 points
    Diciamo che il mio meccanico/carrozziere/elettrauto... sono io e mi stimo moltissimo.
  36. 11 points
    Però siete meravigliosi... non credete ai piani industriali presentati da marchionne, ma siete pronti a credere ad una foto sbilenca scattata ad una specie di calendario realizzato da chissà chi e per chissà quale motivo.
  37. 11 points
    Prova COCHE ACTUAL (SPAIN) Stelvio 2.2d Q4 210 cv GLC Coupe 250d 204 cv 0-100 km/h: 6,9 - 7,5 s 0-1000 m: 28,1 - 28,8 s 80-120: 5,3 - 5,8 s Frenos 120-0: 54,6 - 54,9 m Consumo carretera/ciudad: 5,9/7,8 - 6,2/7,8 Peso: 1795 - 1956 kg APARTADO DINAMICO: STELVIO 9,2. GLC COUPE 8 Le dan 10 al Stelvio en ACELERACIÓN Y CAMBIO NOTA FINAL: STELVIO 8. GLC COUPE 7
  38. 11 points
    E' piuttosto normale, le auto vengono modificate in continuazione, per vari motivi (contenimento costi, miglioramento qualitativo, semplici modifiche estetiche, correzione di eventuali problemi riscontrati, richieste pervenute da feedback clienti...). La gran parte delle volte sono piccoli cambiamenti sottopelle che non si vedono. Altre volte invece si possono notare. Ad esempio, qualche mese fa è stata modificata la plancetta comandi clima, sostituendo il pittogramma del fiocco di neve sulla manopola centrale con la scritta A/C, perché a quanto pare gli americani sono confusi dai pittogrammi.
  39. 11 points
    Ma perchè non si chiude il topic e lo si riapre quando ci saranno delle news?
  40. 11 points
    Possiamo decretare la Polo 1.0 65CV l'auto perfetta per i vegani? Manco i moscerini in autostrada riesce ad ammazzare
  41. 11 points
    Claudia de Falchi ---------------------------------------------------------------------------- Ed ORA passiamo asd altro!!!!!!!! Signori , carissimi amici,ho trovato, dopo un lungo peregrinare la mia musa ispiratrice. Miriam Leone è la perfezione!
  42. 11 points
    Video ufficiale Porsche per il record della Panamera Turbo... 1:25 di video!!! Credo nessuno abbia messo in dubbio il tempo fatto! Penso sinceramente che metter in dubbio le dichiarazioni ufficiali da parte di un costruttore sia da troll, haters, persona in malafede... e non lo dico a te, a scanso di equivoci, ne in riferimento solo ad Alfa Romeo. Che il video (a fini commerciali) potesse essere fatto meglio ci sta, andare ad analizzare fotogramma per fotogramma, ed anche qui non parlo di te, visto che ne stai criticando solo il montaggio, per cercare di dimostrare la presunta falsità delle dichiarazioni non può che essere un comportamento da fanboy! Adesso aspetto che VAG porti Urus al Ring per abbattere il record di Stelvio Q per vedere il tenore dei commenti della rete... 😂
  43. 11 points
    Ricordo che parecchio tempo fa venne fuori una discussione qui su Autopareri.com, riguardo la vera natura di questa automobile, che anni addietro pure a me era sempre parsa (in altre fotografie, divulgate dopo la nascita della 164) una maquette priva di vita. Poi, un giorno, tornando su queste immagini pubblicate da Quattroruote, mi resi conto di un paio di cose cui non avevo mai fatto caso, preso dallo studio della carrozzeria. In primis, vedendo non solo questa foto ma tutte quelle pubblicate da Quattroruote in quel servizio (riprese da AUTO anni dopo - e per forza, perchè AUTO viene alla luce nel 1985, mentre Quattroruote le pubblica sul finire del 1983 se non vado errato) si capiva che l'auto era stata fotografata nel compiere un'inversione di marcia, e in alcuni scatti (tipo questo) si poteva scorgere la sagoma di un uomo al volante. Quindi essa marciava. Ora, non sono sicuro che lei sia mai uscita dai cancelli per compiere dei veri e propri collaudi. Ci sono grandi somiglianze con il muletto nero che Quattroruote pubblicò su due pagine nel 1986 (le famose foto con Moroni al volante che si incapperò abbestia simulando il desiderio di investire il fotografo Piero Mulone), ma non possiamo essere certi che sia lei riverniciata oppure una simile. Comunque sia, questa poteva anche essere un'auto incompleta, ma marciante lo era. Ora... Quattroruote le pubblica a fine 1983, come detto. Sappiamo grazie alla dettagliata genesi raccontata da Fumia che a fine settembre di quello stesso anno viene scelta la "sua" 164. Ciò che non possiamo sapere è QUANDO il fotografo ha scattato realmente le fotografie (la data di pubblicazione vale fino ad un certo punto... ok che era un super-scoop ma questo non significa che non siano state tenute nascoste fino a che magari Alfa abbia dato il permesso di pubblicarle - le Case e le riviste si sono sempre parlate riguardo queste cose, i veri SCOOP sconcertanti e conditi da querele e minacce sono ben pochi alla fine) ma ipotizziamo che quando sono andate in stampa fossero abbastanza "fresche". Siamo quindi nel 1983 e i giochi sono fatti, come sappiamo. Su che base meccanica e quale tipo di trazione avrà la nuova ammiraglia Alfa Romeo ormai è già deciso da un po'. Fossero quindi uscite nel 1981, per dire, queste foto, potrei avere qualche dubbio riguardo il telaio che si nasconde sotto quella linea... ma sinceramente stando così le cose io dubbi non ne ho. Anche perchè, ricordando pure le parole del compianto Chirico al ventennale della 75 ad Arese, riguardo cosa stavano pensando di fare prima di dover virare su 90 e 75, e cioè le famose 154 e 156, ne viene fuori che "...queste vetture erano a trazione posteriore ovviamente, e cominciammo subito a disegnare e progettare la prima delle due, la più importante, la 156. La 156 era a trazione posteriore, come detto, e aveva il cambio anteriore a 6 marce, che fu disegnato tutto, fabbricato e credo pure provato perchè, non so se Moroni si ricorda (Moroni annuì) ci fu un MULETTO sul quale montammo questo cambio." Un muletto sul quale montarono quel cambio: è tutto quello che sono riuscito a scoprire riguardo ciò che arrivò sulla strada dei progetti 154 e 156 (subito dopo Moroni passava al punto in cui dovette andare con Surace a Torino per ricevere il capitolato della T4). Di conseguenza... quanto è finito effettivamente su strada di quelle vetture che stavano immaginando? Sono mai usciti dei muletti di un'ammiraglia a trazione posteriore? Il fatto che ci fosse un muletto sul quale montarono il 6 marce ci aiuta? Boh... poteva anche essere un'Alfa 6 quel muletto. Lei aveva il cambio anteriore. Poteva essere un'Alfa 6 col cambio a sei marce e niente di più. Quello che so è che sia questa vettura, sia tutti i muletti che sono venuti dopo con la carrozzeria "cassata", sono finiti su strada DOPO che la direzione da seguire dal punto di vista tecnico era ormai certa. Per me quella è una Tipo4. Anche perchè, sta bene usare una carrozzeria che era stata impostata anche a livello di costruzione (almeno artigianale... altrimenti i muli non li fai mica così con la plasticard e il nastro americano) per iniziare i collaudi di una meccanica a grandi linee DEFINITA, ma che senso avrebbe avuto nel 1983-84 far girare qualcosa che tecnicamente era già morto? A che pro? Per testare dei motori? I motori se vogliono li montano dappertutto, senza costruire un powertrain destinato ad essere gettato alle ortiche. E poi, longitudinali quando la vettura definitiva li avrà trasversali? Sbaglierò perchè alla fine non sono mica LA VERITA', ma per me di "164 a trazione posteriore 156" sulla strada non è arrivato niente.
  44. 11 points
    Sparo i miei 2 cents, per quel che riguarda la guida autonoma. Potete star tranquilli bagai che di acqua sotto ai ponti ne deve ancora passare, ma parecchia. Sicuramente sono il più somaro del gruppo, ma due cazzate penso di saperle in quanto sto per prendere la laurea magistrale in ing informatica e in questi mesi sto smadonnando come un animale su una tesi che usa le tecnologie e le idee di IA impiegate nell'autonomous driving, ma con altre finalità. Punto 1, le tecnologie di cui stiamo parlando derivano dal machine learning e in particolare fanno massiccio uso delle cosidette neural network, per andare letteralmente ad apprendere come guidare un veicolo. Tecnologie bellissime e affascinanti ma che per loro concezione non possono avere un errore = 0. Problema mica da poco quando di mezzo ci stanno le vite umane, per quanto piccola possa essere la percentuale di errore. Secondo, sono tecnologie che per via della loro complessità sono in mano a 4 o 5 persone al mondo probabilmente, che sono veramente in grado di capirle. Tutti gli altri si limitano ad andare a tentoni testando e sperimentando. Tanto è vero che chiunque millanti di saperne di più viene coperto d'oro se per caso azzecca qualche cosa. Ci sono veri e propri concorsi in cui chi ottiene l'errore più basso in determinate task vince x milioni di dollari. Per finire c'è il dibattito legale, che probabilmente è l'argomento più spinoso. Per cominciare, se succede qualcosa chi si prende la colpa? L'autista? L'azienda produttrice del veicolo? La macchina no di certo, quella potete metterla pure dietro alle sbarre ma non penso risolva la questione. Chi risarcisce chi? E badate bene che di casi del genere se ne sono verificati già a bizzeffe nel passato. Un esempio su tutti il sistema MYCIN realizzato già negli anni 70 e in grado di battere statisticamente ogni dottore sulla faccia della terra nell'individuare i batteri causa di un infezione. Perché non fu mai usato? Perché imbroccava le terapie nel 69% dei casi, più di ogni altro dottore, ma non nel 100%. Se sbagliava chi finiva dentro? Di chi era la responsabilità? Detto questo verrò sicuramente smentito nel giro di 2 anni [emoji7] ☏ iPhone ☏
  45. 10 points
    Non per fare il fico maaaaa... foto di oggi render di 6 mesi fa
  46. 10 points
  47. 10 points
    Dilettanti!! Hanno ancora molto da imparare in brand-killing
  48. 10 points
    Il problema di Alfa Romeo è che non deve abbandonare il prodotto come hanno sempre fatto, ma aggiornarlo continuamente. Però non migliorarlo, altrimenti chi l'ha comprato prima si arrabbia. E poi ci si stupisce che il prodotto italiano non guadagna fiducia. E comunque io con quei soldi mi compro una tedesca!!1!!! ☏ Nexus 5 ☏
  49. 10 points
    Pussycat Compact "124" restyling
  50. 10 points
×