Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

elmad

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    588
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

213 Excellent

1 Seguace

Su elmad

  • Rank
    Pilota Ufficiale
  • Compleanno 22/01/1971

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Fiat Punto 2001
  • Genere

Visite recenti

1701 visite nel profilo
  1. Torino: incroci, semafori e svolte

    Se ci sono già due macchine ferme dove mi fermo? Occupo la sinistra lasciata libera? Rinuncio e vado dritto? Comunque devo andare proprio lì, all'inizio di via Frejus entrando da quell'incrocio, la prima traversa. Ci ho provato, ma ognuno pare che interpreta in modo diverso... Vorrei trovare infatti l'interpretazione corretta per poi adattarla alle contingenze. Confermo, ci sono. Hanno provato a spiegarmi che alcuni sono ripetizioni per chi è fermo come nei casi che citavo di svolta, ma non l'ho mica capito bene.
  2. Torino: incroci, semafori e svolte

    Nell'attesa di trovare un'alternativa, che spero di trovare, dal controviale invece come svolto a sinistra? Quando scatta il verde non posso svoltare perché il viale ha il verde, dove mi fermo ad aspettare che gli diventi rosso? Fermandomi tra viale e controviale, devo lasciare libera la destra o la sinistra? E se c'è già una macchina che occupa il posto giusto?
  3. Torino: incroci, semafori e svolte

    Ancora ho problemi con quell'incrocio.... Svoltando dal viale verso sinistra, da codice della strada, dove mi dovrei fermare per aspettare che non transiti nessuno per attraversare? Devo lasciare la destra libera o la sinistra? Oggi ho lasciato la destra libera e dietro di me si è fermata un'altra macchina che voleva girare a sinistra, non consentendo così a chi voleva andare dritto nel viale di usare la corsia di sinistra, e via di clacson a ripetizione. Ero in torto? Dovevo lasciare la sinistra libera e consentire alla macchina dietro di me di finire di occupare il centro dell'incrocio? Sempre consentito? Non capisco gli obblighi di andare dritto quando c'è un incrocio con semaforo: posso andare a destra nel controviale dando la precedenza? Oggi uno sparato a 70 km/h nel controviale mi ha cominciato a suonare da 1 km . Avevo torto? (a parte la precedenza, potevo immettermi in sicurezza, lui doveva solo un po' alzare il piede). La zona era corso Lecce, uscendo da Torino, poco prima di Corso Regina Margherita (volevo andare nel controviale per poi arrivare al semaforo per la svolta a sinistra in corso Regina). P.S. Mai avuti tutti questi dubbi alla guida, e parlando con altri "immigrati" la cosa è comune per chi arriva a Torino
  4. Torino: incroci, semafori e svolte

    Grazie per il benvenuto. Mi sto allenando ma ho ancora dubbi e non c'è niente di peggio dei dubbi nella guida per me, devo fissarmi una regola, possibilmente giusta. Oggi ho provato a svoltare dal controviale. Di nuovo confusione. C'era già un po' di gente ferma all'incrocio del controviale per andare a sinistra. Mi sono messo accanto a loro non avendo dove andare e riempiendo praticamente la corsia, pensando "ok, tanto per noi è rosso, il viale ha il verde e nessuno può attraversare"... solo che è spuntato un furgone che voleva girare a destra dal viale e si è trovato la corsia occupata da me. Pensandoci ora però, quel furgone voleva girare a destra dal viale e dalla segnaletica non è consentito, quindi ci potevo stare lì, sì? Ma a Torino pare che vige la regola che da viale a controviale si può andare perché è solo un cambio di corsia... MI ARRENDO, a Torino c'è qualcosa che non va con la segnaletica
  5. Ciao a tutti, è da un po' che non seguo il forum ma lo ricordo sempre con piacere. Mi sono trasferito da poco a Torino perché ho trovato lavoro qui (settore automotive naturalmente ) e devo dire che alla voglia di lavorare in questo settore ha contribuito anche la lettura di questo forum, colpa vostra . Vengo al dunque: guidare a Torino Viabilità fluente e spettacolare, ma regole 'apparentemente' diverse da quelle che conoscevo. Da viale a controviale: anche se c'è il segnale di obbligo di andare dritto, si può sempre andare nel controviale (a meno di divieti e controsensi...) perché equivale ad un cambio di corsia. Non capivo come fare, ma a quanto pare è così, l'ho letto cercando su Internet. Se è sbagliato correggetemi please. Svolta a sinistra dal viale centrale, con segnale di obbligo sinistra e dritto, corsia dedicata a sinistra per la svolta a sinistra (segnaletica orizzontale) e semaforo unico: voglio andare e sinistra posizionandomi nella corsia dedicata e .....? che faccio quando scatta il verde? Esempio del secondo caso: In questa foto non c'è la segnaletica orizzontale di "obbligo di svolta a sinistra" nella corsia di sinistra, ma attualmente c'è. Quando scatta il verde, scatta pure per quelli che vengono in senso opposto. Qual è la regola da seguire? Ovviamente bisogna dare precedenza nell'attraversamento perché gli altri vengono da destra, ma che fare? Fermarsi in mezzo all'incrocio e dare semplicemente precedenza: attraversare poi appena lo si può fare in sicurezza Fermarsi in mezzo all'incrocio ed aspettare che diventi rosso a chi ha precedenza, orientandosi col semaforo pedonale (così mi hanno detto) Io propenderei per la 1, ma in ogni caso basta un po' di traffico che sembra a rischio ingorgo. Mi sapete dire qualcosa? Ho cominciato con questo caso "facile" ma ne ho incontrato di più difficili, mi sa che farò altri post . P.S. Nel caso di "torna a scuola guida ", sappiate che "da dove vengo io" gli incroci con semafori ed attraversamento permesso hanno solo semafori separati ed a 3 tempi, e l'abitudine vince sempre
  6. denuncio o no?

    Cautelarti da cosa? Qual è il pericolo che vedi? In ogni caso, per il fatto che ti hanno fatto un fermo senza paletta all'inizio, facendoti spaventare, e rischiando un incidente, se hai la coscienza pulita, seguirei il consiglio di @stev66 di andare a chiacchierare con la polizia (o carabinieri, nel senso, nella caserma di quelli che ti hanno fermato), aggiungendo "serenamente", per fargli capire che vai a chiedere informazioni perché ti sei spaventato e si è rischiato. Poi se la vedranno loro internamente, ma questo diciamo non ti riguarda in questo caso. Se invece vuoi 'combattere', non so che dirti, tranne che forse è meglio appoggiarsi ad un (onesto) avvocato. Ma se non è successo alla fine niente, io non te la consiglierei questa strada, ma è solo una mia opinione basata sui buoni rapporti che ho sempre avuto con i poliziotti o carabinieri che mi hanno fermato. Nel senso, se in buona fede, come qualcuno ipotizzava sopra, per esempio ti hanno scambiato per qualcun altro che stavano cercando ( od hanno scambiato la macchina), io perdonerei e lascerei stare. Ma sta a te, soprattutto dipende da come si è comportato una volta che ti ha fermato. Se subito ti ha lasciato andare, direi che è capitata una cosa del genere.
  7. denuncio o no?

    Non ho capito bene qual è il fatto da denunciare, cosa è successo una volta che ti hanno fermato? Ma poi erano effettivamente un adulto ed un ragazzino quelli che ti hanno fermato? Non so, a me è capitata una volta che mi si mettesse dietro una macchina al semaforo con fare 'sospetto'. Era notte, non c'era nessuno e vedevo solo i fari dallo specchietto. Questo dietro di me comincia a sgasare a folle. Ho pensato che fosse un cretino che voleva provocarmi a fare lo sparo al semaforo. Io sono ripartito normalmente pensando 'che scemo', anzi, forse più piano del solito. Questo mi segue e comincia a sfanalarmi, lì ho cominciato a preoccuparmi che questo volesse portarmi guai. Mi metto un po' di lato per fargli capire 'passa', e continua a starmi dietro a sfanalare. Ad un certo punto accende i lampeggianti e lì finalmente ho capito che erano i carabinieri e mi sono rassenerato . Mi fermo, il carabiniere mi chiede patente e libretto, e per prima cosa gli faccio presente serenamente che non avevo capito che erano loro, una sorta di umile 'rimprovero' velato. Comunque gli do i documenti, controllano e finita lì. Certo, un po' ci sono rimasto che ho avuto l'impressione che prima di fermarmi mi hanno provocato (lo sgasare al semaforo) per vedere come reagivo, ma va be', io non ci sono 'cascato' e finita lì.
  8. Seat Ibiza 2017

    È la prima volta che sento DPF su un benzina. Ci sono già altri motori nel mercato così? Sono avanti coi tempi e nel futuro per tutti i benzina sarà così? [emoji33]
  9. Va be', e che è, un politico? Mi pare ovvio che deve fare sempre e comunque gli interessi dell'azienda e degli azionisti, quindi è coerente, punto e a capo.
  10. Alfa Romeo Stelvio 2017

    A parte le sigarette arrotolate o normali, che dico da ex fumatore che sono ambedue un fallimento[emoji18], direi che il cliente tipo di Stelvio che può spendere 60000€ in un auto non è o dovrebbere essere uno che fa quei confronti del menga su fb con Macan, quindi direi di passare oltre [emoji28] ☏ LG-H440n ☏
  11. Ma ok che ci auguriamo tutti che le emissioni siano sempre più basse possibile, ma non mi sembra facile dichiarare tutti questi AECD contestati dall'EPA. Come diceva @owluca, anche io non penso che siano routine nascoste, come quelle di VW, ma input che nella logica di funzionamento del motore determinano output. Come si fa? Si potrebbe fare la norma che il software della centralina deve essere open-source e testato e certificato dall'ente omologatore, io sarei anche d'accordo, naturalmente le industrie no, ma mi farei due risate a vedere gli enti che si prendono questa grossa responsabilità, e gli hacker che ogni giorno trovano un bug di cui non si sono accorti. Oppure, realisticamente, si cambiano i test di omologazione, si fanno test che durano anche 24h o anche di più, comprendendo tutti i casi d'uso possibili ed immaginabili, ogni caso d'uso con durata proporzionale alla probabilità stessa che ha questo caso d'uso di capitare, e poi si fa una bella media sulle emissioni e sui consumi. Un po' di sbattimento all'inzio da parte degli enti per definire questi casi d'uso, ma non c'è più il rischio di sbagliarsi e/o giocare con le norme.
  12. Dakar 2017

    Per quello che riguarda la PanDakar, avevo letto diversi articoli che la cosa mi intrigava, da quel che ne so io: è lo stesso prototipo iniziale, su base Panda 169, pesantemente rimaneggiato e con l'estetica di Panda nuova fatta quest'anno. Orobica Raid ha comprato il progetto e tutto l'ambaradan dalla Fiat che l'aveva preparato per quella prima edizione in cui ha corso la PanDakar. In seguito ci sono state collaborazioni ufficiose da parte di personale Fiat per la preparazione del motore, ed in particolare per l'inserimento anni fa di un 1900 Multijet invece del 1300, e leggevo ultimamente di accorgimenti per l'alta quota in cui si correva la dakar. Per quanto riguarda la targa, mi ricordo che qualche giorno fa, avevo letto la targa e ho provato nella pagina del bollo auto, e mi risultava un 1900, non 1300, con omologazione apposita. Evidentemente esistono foto con targhe diverse, adesso vedo se recupero quella che avevo visto io. EDIT: avevo sbagliato io a leggere l'ultima lettera, mi era sembrata una C e fortuitamente mi usciva giusto giusto un 1910 di cilindrata
  13. E vai con il "sono tutti uguali, come VW, anzi peggio" Ansa e "noto editoralista": http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/attualita/2017/01/13/ecco-come-software-auto-possono-modificare-emissioni_35a05ea6-5ad1-44ce-a082-ea6be4492f65.html Quante cose ho appreso: tutti i motori hanno la mappa nascosta che si attiva durante i test di omologazione. Tutti i motori a benzina staccano la sonda lambda superati i 120 km/h. Le auto con il tasto eco, una volta attivato, erogano al massimo 30 cavalli... Il caso VW è nato perché era solo dal 2008 che era vietato modificare la mappatura durante il test, mentre in Europa è una cosa tacitamente consentita che utilizzano tutti... Non si finisce mai di imparare...
  14. Ah ok. Allora essendo questo ancora il topic VW, posso dire che almeno loro non lo pubblicizzavano come scelta ultra mega Green [emoji28]. Comunque letto l'articolo mi sembra che si contestino strategie di controllo e non un defeat device. Vedremo come andrà a finire, mi ricorda l'accusa che si faceva qui dei 20 minuti o di controllo delle temperature. Cose che, da quello che ho capito, qui erano permesse dalle norme, vedremo lì. EDIT: letto ora il documento dell'EPA sommariamento e mi corrego, l'accusa è che hanno individuato 8 procedure che non erano state presentate all'atto dell'omologazione che ritengono qualificanti come "defeat device", cosa che FCA nega, a parte la numero 1 per cui hanno fatto un richiamo volontario ad inizio 2015: http://www.repubblica.it/economia/2017/01/12/news/il_documento_che_accusa_fiat-155908055/
×