Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Dodicicilindri

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    9818
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

677 Excellent

Su Dodicicilindri

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Compleanno 14/01/1984

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Volkswagen Scirocco 1.4 TSI 160cv
  • Città
    Provincia di Napoli
  • Interessi
    Auto, aerei, treni: tutto ciò che è semovente!
  • Professione
    Ingegnere meccanico - vessel operation engineer
  • Genere
    Maschio
  1. f1 2017 - gp messico

    Per me, se devo fare una classifica, lo sviluppo migliore nel corso del 2017 lo ha fatto la RB. La Mercedes ha avuto difficolta' iniziali, ma un grande step fra Spagna e Canada, coinciso con la prima parziale eclisse Ferrari (che a parte Monaco ha dovuto aspettare Budapest, che ha caratteristiche di carico similari, per rivincere). Capitolo sviluppo Ferrari: benissimo se paragonato agli anni scorsi, ma nella norma in assoluto, secondo me. Il motore non si e'avvicinato al MB, anzi, e a livello di efficienza aerodinamica, non sono stati fatti miglioramenti eclatanti. Dovessi puntare 2 lire, considerate le tendenze 2017, vedo il prossimo anno una RB come prima sfidante MB, mentre la Ferrari mi sembra meno in palla e con grosse macroaree da migliorare (motore sia per potenza che affidabilita', aerodinamica intesa come efficienza generale, sospensioni che con l'addio di Bukowlsky o come si chiama riprenderanno ad essere via via piu' "attive).
  2. f1 2017 - gp messico

    Io sono abbastanza convinto del fatto che la svolta negativa del mondiale sia stata Monza, che ha posto le basi per l'orribile trittico asiatico. Si veniva dalla grande vittoria in Ungheria, da un'occasione persa a Spa, dove forse la Ferrari in gara ne aveva un filo in piu', ma il solito gap di motore ha impedito di cogliere la vittoria, e c'erano le pessime dichiarazioni di Marchionne a caricare l'ambiente (gli faremo perdere il sorriso e amenita' simili). Non si era pronti a perdere cosi' di brutto, e a vedersi raggiunti anche dai bibitari. Perdere la testa del mondiale a Monza, e il modo in cui e' successo, ha di fatto scombussolato tutti i piani, costretto a spingere forte sul lato motoristico, causando la successiva perdita di affidabilita'. Altro evento fatidico, la pioggia prima del via a Singapore. Su una pista dove si era palesata la superiorita' Ferrari, il ricordo cocente della pioggia di Monza ha minato le certezze del sensibilissimo Sebastiano. Aggiungiamoci Versbatten, siamo al completo....:( Forse la rossa avrebbe vinto il mondiale, ma doveva vincere tutte e 3 le gare asiatiche, possibilmente con un paio di doppiette. Io scommetto che la Ferrari non vincera' nessuna delle due restanti gare, come non ha vinto le scorse due neppure. Solo uscire con un bel vantaggio dal trio asiatico avrebbe riportato il titolo a Maranello.
  3. f1 2017 - gp messico

    Concordo con la prima parte della frase, dissento in parte con la seconda. Purtroppo la MB ha ancora un margine in qualifica e un vantaggio di motore tali che le consentono di cogliere molto piu' facilmente le occasioni favorevoli che le si presentano.
  4. F1 2017 - GP Stati Uniti

    Spero sia solo quello. Almeno nel 2018 ci si dovrebbe riavvicinare. Purtroppo non penso sia cosi'.
  5. F1 2017 - GP Stati Uniti

    Miei 2 centesimi: 2017 eccellente rispetto al 2016, macchina indovinata e ottimo slancio iniziale. Purtroppo nella prima meta' dell'anno non si e' capitalizzato sempre, a volte per eventi fortuiti (Safety car), un paio di volte per Bottas che ha tolto al nostro 2 vittorie, a Silverstone per sfortuna, a Monza per vari motivi tra cui pista ostica, a Baku grazie a Vettel. Seconda parte invece, orribile. Riguardo il discorso evoluzioni, mooolto meglio degli anni prima, ma il recupero della Red Bull mi fa pensare che c'era spazio per fare meglio. Inoltre col progredire dell'anno e' andata persa la facilita' e l'adattabilita' della macchina alle gomme e alle condizioni meteo. Invece la PU ha imho accusato un gap via via crescente rispetto a quella MB. Resta il rimpianto per quelle 3 gare pazze che potevano fruttare tanti punti, ma resto convinto che alla luce di quanto stiamo vedendo che forse l'avrebbe spuntata comunque Hamilton.
  6. Probabilmente e' cosi'. A me pero' sembra anche un modo surrettizio di smaltire la produzione e spostare il problema della vendita ai dealers.
  7. Ad ogni modo io questa cosa Americana o Cinese di mandare auto prodotte in stock fatico a capirla. Se volessi spendere decine di migliaia di euro per un auto, di certo non la sceglierei in stock, a meno di sconti vantaggiosissimi.
  8. BMW Serie 3 VII - Prj. G20 (Spy)

    Si sono tutte abbassate come qualita' percepita, le prime due generazioni di A4, o anche la precedente, erano sicuramente migliori dell'attuale che a me sembra molto peggio. Mercedes e' invece piu' appariscente oggi rispetto alla seriosita' un po' dimessa di anni fa, ma probabilmente la sostanza e' anche in questo caso calata.
  9. BMW Serie 3 VII - Prj. G20 (Spy)

    E46 per me e' stata la summa della serie 3, a me piace ancora tantissimo, e gli interni erano di un paio di gradini sopra le attuali. F30 per me pecca nel design e nella qualita' degli interni, e anche lo stile del frontale che comincia ad accusare il tempo che passa.
  10. Mi fa impazzire questa: Qualcuno sa come si chiama?
  11. Polestar 1 (2018)

    Non so perche' il posteriore mi convince meno rispetto al prototipo. Male anche la caratterizzazione tamarra. Il prototipo era perfetto. Spero sia prodotta anche a marchio Volvo con motori normali e umani.
  12. F1 2017 GP Giappone

    Ho espresso lo stesso concetto qualche post indietro. Il monogomma dovrebbe rendere i pneumatici un fattore neutro ai fini delle prestazioni, invece qui nessuno capisce realmente quello che accade, nemmeno Ferrari e Mercedes. Riuscire ad usarle nella giusta finestra e' piu' caso che scienza esatta. E come detto ritengo ridicola questa regola di usare le due mescole in gara, cosi' come eccessive le mescole stesse, e troppo poca la differenza tra due gradazioni, sia a livello di prestazioni che di usura, a volte addirittura invertite rispetto alla durezza della mescola stessa.
  13. Mercato del lavoro o mercato delle prese per il sedere?

    Siamo messi male, nonostante le rassicurazioni dei media. Sinceramente non vedo speranza di miglioramento in Italia. Poco lavoro disponibile, discrepanza fra richiesta e offerta, allungamento dell'eta' pensionabile. Un tempo non troppo remoto un buon titolo di studio poteva garantire una vita dignitosa, oggi mi sembra che, a meno di fortuna/conoscenze, oppure di capacita' davvero ottime, tutto questo non basti e non serva piu'.
×