Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

dabotz

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    40
  • Iscritto il

  • Ultima visita

  • Giorni Popolarità

    1

dabotz è il vincitore del giorno Dicembre 3 2017

I contenuti pubblicati da dabotz, sono stati i più apprezzati della giornata! Complimenti e grazie per la partecipazione!

Reputazione Forum

87 Excellent

Su dabotz

  • Rank
    Neopatentato
  • Compleanno 14/09/1972

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    "Nuova Giulietta" terza serie (1984), 2.0, Mercedes Benz W124 200E (1990),
  • Città
    Finis Terrae Mundis
  • Interessi
    Automobili, disegnare donne, programmazione, piccola elettronica industriale
  • Professione
    Pornografo Grafico
  • Biografia
    Nacque, e forse è vivo. Forse.
  • Genere
  1. Alfa Romeo Giulia 2016

    Va bene... essendo AutoPareri un sito elegante ed aperto ai minori, mi tocca scegliere tra i pochi non V.M. 28 (sic.) che ho in giro, Come al solito, mi sono incasinato con il "cita"
  2. Alfa Romeo Giulia 2016

    Che posso dire, sono d'accordo. Tre premesse 1) Sono un (ex? è umanamente possibile smettere di esserlo? mi sa di no) ingegnere informatico. Disegno illustrazioni porno su tavolette grafiche con schermo integrato che mi assemblo da solo, smontando vecchie tavolette grafiche Wacom, schermi di seconda mano e rimettendoli insieme con la potenza delle mie abilità amanuensi, legno compensato ed una sega a mano (di quelle per metalli, a denti fini). Nei peggiori momenti, medito pure di riscrivere i driver delle fottute tavolette, perché a volte mi pare li abbia fatti un cane. Dove altri vedono moderna tecnologia e glamour, io vedo merdilla che smanetto a colpi di cacciavite e di software Open-Source per poterci pornare pìù in fretta. 2) Ho un Mercedes del '90, comprato di seconda mano da mio padre poco prima di morire, e mi sogno la notte il "Nuova Giulietta III serie" che il resto della famiglia mi ha obbligato a mollare. Mio fratello ha una W212 del 2014 - vale quasi la mia, e al Giulietta ci porta le scarpe. La modernità in se stessa mi dice fava... di tutto mi domando "è funzionale alle mie necessità? Mi serve? mi pìace?". Se sì, bene. Se no, chissene... (a meno che non ci posso metter le mani e "sistemarlo" a mia misura). 3) Spero di comprare la Giulia usata (va contro la religione della mia famiglia comprare le macchine , nuove - non si sa mai se le han montate lunedí, mercoledí [il giorno migliore, la depressione del lune è passata e la distrazione del venerdí ancora deve arrivare] o venerdí] o - orrore - un venerdì; compri una usata di cinque anni, spendi la metà, e puoi guardare la storia dei tagliandi... se presenta rogne superiori alla media del modello, si aspetta la prossima). Mettendo tutto ciò assieme, ne risulta che a me, dell' "infotainment" di Giulia importa sega. Finché le macchine non saranno delle elettriche che si Guidano da Sole, l'Infotainment è principalmente Marketing e coglionaggine dei possibili acquirenti. (Oggi ho parcheggiato il mio antico catafalco tra due macchine, con trenta cm di spazio e senza toccare - potenza dei vecchi sterzi Mercedes... mentre lo facevo, mi ricordavo quel P...a di James Cadogan tessere le lodi - su YouTube - dell'auto-parcheggiante che si parcheggia da sola con "solo" un metro di spazio libero; Un risultato se sei un Australiano che non sa parcheggiare, forse, ma il resto del pianeta probabilmente dubita sia motivo d'orgoglio). In quattro anni, il "Gizmo" più figo messo su una macchina oggi varrà sì e no un ciospo da trenta euro comprato a un bazar Cinese (OK, facciamo sei... con la crisi, l'IT ha tirato un bel colpo di freno a a mano). In realtà, è anche la cosa interessante dei vari Android auto e dei Car-Play - invece di avere della "merda" specifica in cui può mettere le mani solo il produttore dell'auto (con costi spesso assurdi - 700 euro per aggiornare le mappe dei navigatori Mercedes? Ma son Coglioni, questi alemanni! 40 Euro, e hai l'abbonamento tutto l'anno all'aggiornamento automatico wireless dell'app TomTom, con avvisi su imbottigliamenti e cazzi vari), demandi tutto o quasi al telefonino, i cui tassi - e costi - di aggiornamento sono una o due magnitudini più favorevoli. In tre anni, l'acquirente medio avrà un telefonino nuovo che fa - metaforicamente - i giri attorno a quello che aveva comprando l'auto, ed un software migliore. Capisco che Apple e Google si fan pagare una royalty (quanti euro? 30?), resta che chiedere 300 euro per l'ammissione (doverosa?) di una sconfitta (in fondo, permettere l'adozione di CarPlay - o di Android - quello è; L'ammettere che anche quando è buono - e quello del gruppo FCA non è affatto male - il proprio "infotainment "proprietario fa ca....re) è un po' inelegante. Oh, be, tra sei anni, suppongo cambierà la valutazione della "mia" Giulia, di un buon 20 euro... Già lo so -so' bastado, so' !
  3. Alfa Romeo Giulia 2016

    Connettvità illimitata con Apple CarPlay e Android Auto, disponibili ora [/già] su Giulia e Stelvio. Scopri la forma più facile e sicura di godere dell'accesso diretto a musica, mappe ed applicazioni nel tuo smart phone. Nota: è un po' colloquiale, per cui qualche piccola ambiguità semantica in effetti la lascia.
  4. Alfa Romeo Giulia 2016

    Notoriamente, gli Americani hanno un atteggiamento particolare verso le cose meccaniche. Nel senso che, se usare una cosa nuova gli costa un adattamento mentale che non sia proprio minimo... lo sforzo non lo fanno, e si lamentano che è "disegnato male". Nella notte dei tempi, a finire massacrata perché pigiavano insieme freno ed acceleratore, "troppo vicini" tra loro, era stata Audi. In futuro toccherà a qualcun altro, per chissà cosa.
  5. Alfa Romeo Giulia 2016

    Sulla batteria - la storia mi ricorda i dischi fissi, che o si rompono il primo mese d'uso - se hanno dei minuscoli difetti non rilevabili durante il test in fabbrica, però presenti e fatali - o durano una decina d'anni, fino a quando il materiale magnetizzabile inizia a rifiutarsi di svolgere le proprie funzioni. Che sia un altro esempio dell'inquietante ravvicinamento tra informatica ed automobilistica? (Già mi girano le scatole che, "frego" la macchina "nuova" a mio fratello per vedere come va sulla straducola di montagna dietro casa e quella, prima mi si rifiuta di mettere gli abbaglianti a ranza come valtellinese arrogante in fregola da tornante comanda, dopo di che - a mezza strada - mi si mette a piagnucolare che "si è rotto il controllo anabbaglianti intelligente", solo perché in quattro km di tratturo non c'è manco una linea di segnaletica, orizzontale o verticale che sia; se a quello e ai controlli di stabilità che non si disinseriscono si aggiungono pure le batterie psicotiche, faccio davvero il Cironi e mi metto ad agognare la Nuova Giulietta 3ª serie che avevo nel '95... vabbuo', ad agognarla più del solito, intendo)
  6. Alfa Romeo Giulia 2016

    Fosse solo noi Italiani... non è che Dodge, Ram e Jeep siano esattamente famose per qualità costruttiva ed affidabilità (regolarmente ultime nel sondaggio di JD Power, tre anni in fila, e Chrysler arriva solo in zona "media). Diciamo che è tutto il gruppo FCA che ha una nomea da togliersi di dosso... che credo sia uno degli scopi - non dichiarati, giacché dichiararlo vuol dire pubblicizzare le rogne attuali - del progetto Giorgio, che si incarni esso nelle Alfa, in future Chrysler "comodose" o in Dodge "nerborute". C'è tutta una cultura aziendale da riformare, per non dire due - qui, e di là dell'Atlantico - e le relazioni con i fornitori. Probabilmente è questa la vera missione impossibile dell'Alfa, in un'epoca in cui manco la proverbiale Toyota riesce a evitare svaccamenti.
  7. Alfa Romeo Giulia 2016

    Ma vieni in Galizia, dove 300 giorni all'anno di pioggia e la mancanza d-industrie garantiscono che nessuno senta la necessità di spaccare la ... solo perché uno ha una Seat 124 Abarth, una Toyota Corolla del '74, la Celica Supra dell'anno dopo o una Mercedes più vecchia della sua ragazza (il W123 diesel spopola)... Chiaro che se il problema è l'assetatezza del veicolo, su quello c'è poco da fare...
  8. Alfa Romeo Giulia 2016

    "They say [my friends at the pub] that it's not as sporty as the Jaguar XE", al che, in effetti, ad uno viene da dire "poppycocks!" Peró, in chiusura, quel "Surprisingly Good Car, go out and buy one, so Alfa can make more cars!" assomiglia abbastanza ad una dichiarazione d'amore. È salito sopra con i suoi pregiudizi e "sentito dire" [dal cuggino al bar], però in una mattina ( o quel che è) che ci gira, la macchina di effetto gliene ha fatto. Sarà interessante vedere che ne dirà quando e se si deciderà a farne una disamina più approfondita, dopo averla conosciuta meglio.
  9. Alfa Romeo Giulia 2016

    No, mio padre aveva il motore prima, quello che il 200D ereditò dalle W114 (al cui confronto quello del 190 era già una roba cavalluta ed inaffidabile[?!]). È vero, i cavalli erano ben 55, non 50 , però, mi sembra fossero cavalli SAE e non DIN - ai 55 in questione si dovrebbero quindi togliere le "utenze" ... servosterzo, pompa dell'acqua, alternatore e tubo di scappamento... O forse no. Risparmio il conteggio dell'efficienza tipica delle trasmissioni (75%, in quegli anni), però aggiungo che io e il babbo passavamo tutti e due i cento kg, per cui i 1485 di libretto erano abbastanza teorici. Comunque, mi ricordo che l'autoblindo, a Naja, mi pareva più prestante (180hp/6 tonnellate= 30 hp/ton) - in effetti, entrambi i mezzi sfioravano il muro degli 0-100 in trenta secondi. Poi, passai da quello a un Giulietta da due litri, e fu così che scoprii che i sorpassi si possono fare anche senza pregare nel mentre..
  10. Alfa Romeo Giulia 2016

    Hmmm benzina super-barbon con un 1.5? Se posso dire la mia, a me una macchina sotto-potenziata e col motore piccolo non la vende più nessuno. Il ricordo del MB 200D da cinquanta cavalli (/1485kg) di mio padre, e dei suoi sorpassi del TIR occasionale sulla strada vecchia del lago, mi perseguirà finché scampo (non finivano mai, in compenso i rettilinei si che finivano). E poi non beveva neppure tanto meno del mio Giulietta benza due litri (era sempre in giro a tavoletta, il poveretto). Ammetto di non fidarmi troppo di me sopra i 120 hp/ton - l'età avanza ed i miei riflessi sono al massimo quel che erano, cioè mica stupendi - però, sotto i cento, no grazie.
  11. Alfa Romeo Giulia 2016

    A dire il vero,se ricordo bene, 250 all'ora è il limite tra due categorie di pneumatici, con costi abbastanza diversi. E probabilmente ci saranno posti dove a 240 cambiano le classi di rischio dell'assicurazione etc. - che è poi la ragione per cui i tedeschi si "autolimitano" a 250 all'ora. È interamente possibile che i 240 siano sorpassati allegramente, o limitati elettronicamente (come i 250 su tante tedesche). Ha senso che dichiarino 251 all'ora invece di 240, se il 90% dei clienti che a 240 non ci andrà mai o quasi deve perdere un bel po' di euro ad ogni cambio gomme - premio assicurativo? (il mio record è 160, ai tempi in cui avevo ancora la Giulietta [tipo 116]... per me il divertente di una macchina è un bel misto medio in montagna, non la velocità di punta in autobahn) Data potenza e CX, a meno di un errore nelle rapportature del cambio o proprio sulla velocità riportata, penso anch'io che sia una velocità "politica".
  12. Alfa Romeo Giulia 2016

    Nei restyling si toccano i fari perché non implica ridefinire le lamiere, nella maggior parte dei casi. Che poi il faro nuovo tecnicamente sia meglio di quello pre-facelift, già è un altro discorso, credo. Casi a parte, quelli in cui il restyling dei fari rimette "in forma" la macchina. A me viene in mente la MB W212 - pre-restyling, aveva proprio dei fari atroci. Post-restyling (costato un'enormità), la macchina è carina, però continuo a trovare nettamente più bella la precedente W211. Però, non è che il faro ammodernato (anche se lo è, nettamente, dal punto di vista tecnico)da solo avrebbe fatto miracoli ... han dovuto ridisegnare mezza macchina, perché c'era da sparare a chi ha disegnato la prima versione.
  13. Alfa Romeo Giulia 2016

    (Arrivo in ritardo su questa, però, ricordate, vale su tutto... non solo per gli articoli e le riviste di auto. Scopri da dove arrivano i fondi, e le politiche editoriali si spiegano. Alla fine, il giornalista è un altro di quei lavori che, a farlo bene devi essere - o diventi - un po' un santo, a farlo male... Per lo meno, sulle auto qualche "dato reale" si ha in mano, per dedurre la presenza di biases, in gran parte degli altri casi son volatili per diabetici.) Visto la prima Giulia per strada, in quel di Noia (ridente cittadina, dal nome terrificante, nell'estremo occidente della Spagna, dove al momento vivo). Bianca... invero, pensavo fosse più massiccia. Dal vero, tutta 'sta somiglianza con le BMW non ce l'ho vista. Bella macchina. Che devo dire... grazie, Marchionne.
  14. Alfa Romeo Giulia 2016

    https://it.wikipedia.org/wiki/Furniphilia Sospetto che qualcuno, in FCA, conoscesse già la pagina - o l'Histoire d'O di Guido Crepax.
×