Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Stephanus

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    59
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

72 Excellent

Su Stephanus

  • Rank
    Foglio Rosa
  • Compleanno 15/08/1982

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Lancia Delta
  • Città
    Broccostella
  • Interessi
    Auto
  • Professione
    psicologo
  • Genere
  1. New STRATOS 2018

    Per me questa è l unica strada che Lancia avrebbe per sopravvivere, vetture di nicchia sportive, un po' sperimentali, a tiratura limitata.
  2. Mercedes-Benz Classe A 2018

    Già la vecchia classe A era più agile e guidabile del binomio Golf e A3, non credo che alla fine questa l'avranno peggiorata su questo punto. Anche con una meccanica semplificata si possono ottenere comunque buoni risultati, se alleggeriscono e lavorano bene con l'elettronica. Avranno valutato che con il risultato così semplificato si possono ottenere lo stesso una buona guidabilità, più che buona per l'utente medio che cerca una classe A 116 cv diesel.
  3. Mercedes-Benz Classe A 2018

    In generale l'auto l'ho apprezzata abbastanza, ma al confronto con la precedente c'erano più equilibri nelle forme esterne, il frontale della vecchia è più equilibrato nei rapporti. La nuova, vista a confronto è troppo pesante. Ma sicuramente ci si farà l'occhio e venderà lo stesso.
  4. Mercedes-Benz Classe A 2018

    Il pannello porta è spettacolare però. Bisogna aspettare e vedere materiali e assemblaggi dal vivo, certamente, ma come interni è promossa per me, tra le C al momento è l'interno migliore, anche se bisogna ancora fare l'occhio ad alcune cose. L'utente premium cerca questo tipo di cose, c'è poco da dire.
  5. Quoto chi dice che il problema non è il prodotto. Il punto è che per vedere qualche numero più consistente in Europa, devi avere C hatch e C suv appetibile, con prezzo intorno ai 30.000, tanto è circa la spesa che più o meno si può permettere il cliente premium di massa. E a questa cifra Alfa non propone niente, solo una berlna classica che viene da 40.000E e un suv sportivo che parte da 45.000, ergo che i numeri sono quelli che sono.
  6. Non è solo un tablet piazzato lì, ma è principalmente un interno ben fatto e appagante, elegante e moderno. Oramai il tablet è la principale interfaccia che usiamo per gestire le informazioni, normale che lo si cerchi anche in un'auto. Altrimenti vedremmo ancora le tv con i tubi catodici in bianco e nero. L'importante è che oltre gli effetti speciali, forse un pò pacchiani, ci sia anche la sostanza, e la meccanica di classe A e i motori più in alto sono più che buoni. In realtà, vedendo questi interni, io li avrei visti bene per una nuova identità Lancia, che ha sempre sperimentato molto negli interni, prima di virare su questo classic retrò che non ha portato da nessuna parte. Scusate l'OT.
  7. Io aggiungerei anche che, a quanto pare, Alfa Romeo tornerà in F1 come sponsor Sauber. Mi sembra un segnale che si voglia continuare ad investire sul rilancio Alfa, altrimenti è una mossa che avrebbe poco senso, investire sulla F1 per due soli modelli.
  8. Anche il lancio di berline come Dart, 200, Ottimo, e da quest'altra parte Delta/Bravo, auto discrete ma non sufficienti per emergere, sono risultate una scelta perdente. Già allora il mercato chiedeva Suv, e ad oggi nè Chrysler, nè Dodge, ne Fiat e Lancia ancora non hanno un Suv, 500x e Durango a parte.
  9. Ma il posizionamento del brand non lo fa A1, ma TT, A7, A5, Q5, RS e via dicendo. A1 è l'ultima ruota del carro, non tira lei l'impatto del marchio. Ora lo stanno facendo anche con Alfa con le versioni Q, ben venga, ma c è ancora molto da fare.
  10. Certo, ma quando vedi i marchi tedeschi non pensi a queste auto base, perché hanno lavorato sul posizionamento del marchio con altri modelli più al top, motivo per cui poi riescono a vendere anche queste base (poche per la verità).
  11. Il discorso secondo me è semplice, Giulia e Stelvio sono ottimi prodotti, certamente perfettibili. Il problema è la percezione del marchio: se vedo una Stelvio, associo immediatamente il Marchio Alfa con Mito e Giulietta base, se vedo Stelvio penso a una Giulietta 1.6 diesel base, se devo spendere 40 -50.000E, preferisco andare su un marchio percepito come più Premium, anche se poi l auto vale meno. È solo un discorso di posizionamento del marchio nella mente delle persone, stanno lavorando nella giusta direzione, ci vuole solo tempo e prodotti al top.
  12. Volkswagen Polo 2017

    In base al suo posizionamento sul mercato, alla forza del marchio, del nome, razionalità degli interni e esterni capace di accontentare un pò tutti i gusti, caratteristiche che la faranno vendere a 360°, come al solito. Poi se vai a vedere rapporto qualità prezzo, sicuramente ci sarà di meglio, come handling anche. Poi io una Polo non me la comprerei mai, noto solo come hanno lavorato nel tempo per mantenere vendite elevate.
  13. Volkswagen Polo 2017

    Va bene, auto noiosa e anche cheap, ma comunque al momento è la migliore offerta nel segmento B. Ma chi cerca di più, oramai va sul Bsuv, qui la battaglia credo sarà più sul prezzo, per cui una certa economicità ci sta. Piuttosto vedevo un video brasiliano dove mettevano a confronto la Argo con la nuova Polo, e la Polo la spuntava nettamente anche secondo i brasiliani, che sembra la preferiscano. Anche come frontale il paragone mi è sembrato imbarazzante.
×