Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Andreab21

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    115
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

29 Excellent

Su Andreab21

  • Rank
    Collaudatore

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Giulia
  • Città
    Tradate
  • Interessi
    Pesca,auto,scienze,aerei..
  • Professione
    Tecnico manutentore aeromobili
  • Genere
    Maschio
  1. 1368 vs 1332, non è grande l differenza di cubatura. Secondo me sarà la stessa coppia massima, però disponibile da più basso a più in alto del fire multiair.
  2. Qui parla di 240/250 nm. Ma non è la stessa del 1.4 multiair 170cv? Forse io valore sarà raggiungibile prima dei 2500 rpm del 1.4, chissà
  3. https://revistaautoesporte.globo.com/Noticias/noticia/2018/03/jeep-renegade-tera-motor-13-turbo-e-cambio-de-dupla-embreagem-na-europa.html Anticipazioni brasilere
  4. Potrebbe essere anche per questo motivo che quando hanno lanciato la Giulia, in concessionaria non c’era traccia della versione benzina, è la prima prova è uscita dopo mesi. Forse volevano sfruttare quel poco di onda del diesel che si sarebbe infranta dopo pochi mesi.
  5. Se la tendenza più o meno globale è quella (parliamo di professionisti che studiano e sperimentano, non di una tendenza popolare), sarà che con ogni probabilità è complessivamente meglio così. A partire da multiair ed iniezione diretta common rail ad alta pressione.
  6. L’evoluzione e la crescita dell’efficienza, in progettazione, avviene sia per grandi svolte che per costanti piccole migliorie di cose assodate. Curioso come, ahimè molte volte, il pubblico bollasse come inculate le grandi svolte ( multiair, id) e additasse le piccole migliorie come cose sensibilmente inutili. È come una riluttanza a prescindere all’evoluzione, tecnologica motoristica in questo caso, ma si potrebbe far calzare il discorso su molti ambiti. Detto ciò, chiudo per quanto mi riguarda questa parentesi sul materiale del basamento.
  7. Ma che capre questi ingegneri e queste aziende che producono motori in alluminio! (o perché non cambia praticamente nulla o perché è addirittura peggiore, mi pare di capire). Altrettanto capre quelli che mettono l’iniezione diretta piuttosto che indiretta, che produce particolato. Pur di giustificare delle pecche comprensibilissime di un motore glorioso progettato 33 anni fa, oggi chiaramente obsoleto, si trasformano in pregi. Così ragionando saremmo ancora con i pc in MS-DOS, con i cellulari come i Nokia ecc. ecc. Tanto la loro funzione di calcolatore e di telefono la sbrigano, sono affidabili. Perché evolverli?
  8. Non è questione di buttare, la strada giusta, secondo me, è: avere tecnologie all’avanguardia e renderle affidabili come quelle precedenti. Ps su che auto è longitudinale il 1750? Comunque non è solo il peso (che comunque togli dall’anteriore ed è grasso che cola, 5 kg qui, 5 la ed è già qualcosa). Ha una inerzia termica minore l’alluminio rispetto alla ghisa, quindi si riscalda prima ed ha meno tempo di utilizzo in condizioni di efficenza non ottimale. Direi che comunque al basamento in alluminio si stia dando eccessivo...peso! Le caratteristiche più importanti per un motore otto turbo sono la fasatura/alzata variabile e l’iniezione diretta.
×