Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

kava5150

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    68
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

186 Excellent

Su kava5150

  • Rank
    Guidatore esperto

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Alfa Romeo Stelvio 2.2 Q4
  • Città
    Bologna
  • Interessi
    Musica, Cucina, Cinema, Viaggi, Auto
  • Professione
    Rappresentante
  • Biografia
    Svolgimento in corso
  • Citazioni
    La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato convincere il mondo che lui non esiste
  • Genere
    Maschio
  1. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Innanzitutto puoi andare nel sito Alfa Romeo e controllare se ci sono richiami* o aggiornamenti (https://www.alfaromeo.it/mopar/aggiornamenti-auto). Gli aggiornamenti delle mappe escono circa ogni 3 mesi e sono gratuiti per 3 anni dalla data di immatricolazione dell'auto. A questo punto i casi sono due: ti scarichi le mappe e ti aggiorni da solo il navigatore, oppure lo fai fare in officina, sapendo però che ti possono addebitare il costo di servizio relativo all'installazione dell'aggiornamento. Nel caso tu decida di fare da solo, procurati innanzitutto una chiavetta usb da almeno 16 Gb e clicca sull'aggiornamento delle mappe: verrai reindirizzato al sito https://maps.mopar.eu/. Registrati e crea il tuo account FCA. Selezioni l'auto compilando i vari campi oppure mettendo il numero di targa o di telaio. Tieni presente che ti servirà anche il numero identificativo VIN che trovi sul libretto dell'auto. Ti si aprirà una schermata con lo Stelvio e le specifiche delle mappe scaricabili: clicchi sia su scarica licenza che su scarica mappa. Scaricherai due file in formato .bin che, a seconda della tua connessione, impiegheranno un po' di tempo per il download: la licenza è di pochi kb, ma la mappa è quasi 9 giga e con un adsl normale ci possono volere anche un paio d'ore. Appena hai scaricato i file, copiali così come sono sulla chiavetta usb. Entrambi, mi raccomando (licenza + mappe). [Piccola parentesi informatica di base: se la chiavetta è formattata con FAT32 non riuscirai a copiare le mappe, in quanto il file system non ti permette di memorizzare file di dimensioni superiori ai 4 Gb. Devi quindi convertire il disco da FAT32 a NTFS. Per farlo apri Esegui (tasto Windows + R) e digita cmd, poi clicca su Ok. Ti si aprirà il Prompt dei comandi. Digita CONVERT X: /FS:NTFS dove X è la lettera dell'unità corrispondente alla chiavetta, poi premi invio. Alla fine del processo la conversione sarà effettuata. Puoi andare nelle proprietà della chiavetta per vedere che il file system è cambiato. Chiusa parentesi informatica]. A questo punto, programmati un momento giusto per fare l'aggiornamento: è necessaria più di un'ora, durante la quale la macchina deve essere sempre in moto. Nel caso la spegnessi, perderesti tutto e dovresti ricominciare da capo (il processo di aggiornamento cancella l'hard disk con le vecchie mappe e sovrascrive le nuove). Io ad esempio l'ho fatto martedì, durante il viaggio da Bologna a Cesenatico. Inserisci la chiavetta usb nella porta del cruscotto e, a motore acceso ma senza essere in movimento, premi il tasto Menù, poi seleziona Impostazioni, Sistema, Aggiornamento Mappe. Segui le istruzioni e appena l'aggiornamento comincerà vedrai sul display la barra di caricamento. Due cose: 1) come detto ci vuole un'ora e un quarto circa per completare il processo 2) sul display viene scritto che la macchina deve essere ferma, ma non è vero (anche perchè un'ora e mezza in moto, ferma nel cortile di casa, è una mezza minchiata). Nel sito Alfa viene spiegato che bisogna essere fermi per far partire il processo di aggiornamento, ma poi ci si può tranquillamente spostare per un viaggio. Alla fine dell'aggiornamento il navigatore sarà nuovamente disponibile e andando nelle info troverai che la versione delle mappe è stata aggiornata alla 996. *By the way, a proposito di richiami: ne ho ricevuto uno riguardo agli specchietti retrovisori. In alcuni casi potrebbero non chiudersi (a me mai successo) e consigliano la sostituzione dei tasti di comando.
  2. Alfa Romeo Stelvio 2017

    2.2 210 Cv Q4 Executive. Grigio Vesuvio, con Pack Lusso Quercia, cerchi da 20 pollici, tetto panoramico, vetri neri, pedaliera sportiva, cambio al volante, Pack Sound Theatre. Praticamente una First Edition, senza le pinze colorate ma con il tetto apribile.
  3. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Dopo 13milaepassa chilometri, da quanto l'ho ritirata a Giugno, non posso fare altro che confermare la bontà del progetto. Comoda, sicura, veloce e divertente, ma anche parca nei consumi. La media ormai si attesta fra i 6,3 ed i 6,8 lt/100 km. E tutti si fermano a guardarla. Mai successo prima. Appena ho un attimo scrivo una recensione dettagliata
  4. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Se la tua è Grigio Vesuvio, ecco come è dal vero con le cornici cromate ("che fanno troppo checca" - cit.). Ovviamente, su un colore scuro e con i vetri privacy a me piacciono molto di più di quelle nere. Aggiungo anche che mai avrei pensato di mettere degli interni in legno in un'auto, preferendo la sportività di alluminio spazzolato & simili. Mi sono ricreduto: il pack Quercia è bellissimo e lo preferisco di gran lunga al pack Sport con l'alluminio. Non mi piace per niente invece il Noce, troppo chiaro. E nel pack lusso hai anche la cornice cromata dei finestrini.
  5. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Ho notato anche io all'inizio il fatto che la seduta non si potesse abbassare più di tanto. Però devo ammettere che trovando la regolazione giusta ottieni la posizione ideale, anche per uno come me che è alto 1,85.
  6. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Apro e chiudo una parentesi. Non sono un sostenitore Alfa a tutti i costi (ha, come tutte, pregi e difetti che vanno riconosciuti), però mi ha fatto sorridere la prova della Velar su QR. Macchina da 110 mila euri full optionals e, guarda un po', Apple Car Play ed Android Auto non disponibili. Attenzione: ritengo sia ridicolo che su entrambe le macchine non sia disponibile, quando lo si può tranquillamente avere su diverse utilitarie. Però in questo caso non c'è nessuno che grida allo scandalo come per lo Stelvio? Considerando l'aspetto tecnologico e scenico su cui Range (giustamente) punta... E tutti quelli che dicono che l'Alfa costa "troppo", più della concorrenza, poi vai a vedere a parità di allestimento ed è sempre, minimo minimo, meno cara di almeno 3/4 mila euro? Vedi confronto con la nuova X3. E che dire della nuova Volvo XC60, che personalmente apprezzo molto, ma che nella versione provata sempre da QR passa da 59.450 euro di listino ad 81.110 euro. Con 81 mila ancora un po' e si prende la Quadrifoglio
  7. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Tempo fa e qualche pagina indietro c'era un video di prova fatto da un giornalista tedesco in cui elogiava la qualità dinamica dell'auto, ma faceva notare 5 difetti a suo dire quasi imperdonabili: uno era appunto il radiatore che, osservandolo dalla griglia, si scoloriva lasciando righe e macchie bianche/grigie. Un altro era ad esempio il display di solo 8,8" (in realtà più grande della concorrenza).
  8. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Non che un radiatore scolorito, per quanto poco bello anche se poco in vista, sia un problema che non ti fa dormire la notte, però mi sembrava strano. E infatti...
  9. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Dopo 9milaepassa km, il radiatore non accenna a scolorire in nessun modo, al contrario di quanto segnalato dal tester teutonico nel suo filmato di qualche mese fa...
  10. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Perchè banalmente non sono nè una Pagani nè una Koenigsegg, dove l'ultimo dei tuoi problemi è il fatto di percorrere 2 km con un litro I suv sono macchine come le altre. Chi è il cliente tipo di un suv? In linea di massima chiunque. Al di là delle mode e dei luoghi comuni, tipo la mamma fighetta che ci va a far la spesa e porta i figli a scuola o il fenomeno che prende un Range Rover Sport e poi non fa nemmeno una strada con il ghiaino, il suv è la macchina ideale per chi cerchi comodità, sicurezza, migliore visibilità data dalla guida rialzata ed eventualmente capacità di carico senza dover prendere per forza una station. Io lavoro come agente di commercio e alterno tanti chilometri in città quanti in Appennino. Non sono un fan dei suv come categoria, non lo sono mai stato. Banalmente, da appassionato di auto, mi piacciono le macchine che ritengo belle a prescindere dalla categoria alla quale appartengono. Devo però ammettere che dopo aver avuto macchine in cui ero sdraiato per terra, stare un po' più in alto per ore è tutta un'altra cosa e a fine giornata il beneficio si sente eccome. Inoltre, spesso mi capita per lavoro di fare strade bianche che, come nel caso di strade innevate d'inverno, si affrontano decisamente meglio su un 4x4 rialzato. Non si compra certo una sport utility con la pretesa di fare dei Camel Trophy, ma per chi si trova spesso come il sottoscritto a fare strade un pò più sconnesse di quelle cittadine ha innegabilmente i suoi vantaggi. Ciò non toglie il fatto che mi piaccia guidare, anzi. Per questi motivi sono molto interessato al peso (e di conseguenza alla dinamica di guida) ed ai consumi. E non credo di essere il solo. Passando da Mercedes ad Alfa sotto entrambi gli aspetti ho guadagnato tanto. Riguardo ai consumi sono passato da una media effettiva di 7,6 lt/100km a 6,7 lt/100 km, che significa 2 km in più con un litro, ovvero 120 km circa in più ogni pieno (ipotizzando serbatoi con capacità identiche), che facendo i conti della serva significano per me mezzo pieno abbondante al mese che mi risparmio, e in un anno sono i soldi del bollo. E me ne rimangono anche. Per esempio. In più il piacere di guida non è nemmeno lontanamente paragonabile: con Mercedes la guida era comoda e tranquilla, ma finiva lì. Con Stelvio, se ti piace guidare, ti diverti eccome. Che non significa far finta di essere al Nurburing, ma di sicuro si guida in maniera diversa e se piacciono le curve con questo ci vai a nozze. Certo, sono passato da 170 cavalli a 210, e quei 40 di differenza si sentono. Ma ad onor del vero, sembrano molti di più. Sintomo di una bontà di progetto, quello dell'Alfa, da troppi sottovalutato. Per dire, con l'altra non usavo praticamente mai il sequenziale: passando da Economy a Sport le variazioni erano pressoché minime e quasi impercettibili. Ora se mi metto in Dynamic non smetterei mai di usare il cambio al volante, divertendomi tantissimo. E se lo spunto con il DNA in Advanced Efficiency è comunque buono, è altrettanto vero che passando in Dynamic la macchina cambia completamente. E trovo che sia anche il suo bello. Senza considerare che avere una macchina scattante può toglierti da situazioni di potenziale pericolo (sorpassi, per dire la più scontata) in modo molto più agevole di un catenaccio piantato. Parere puramente personale, ci mancherebbe. C'è una macchina giusta per chiunque. Di sicuro ci si può emozionare anche alla guida di un suv se si cerca la sportività. Se invece si cerca altro in una macchina del genere, basta non guardare Macan e Stelvio e sceglierne una a caso dal mazzo.
  11. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Io ho i sensori con la sensibilità media e sinceramente non ho problemi. Anche sulla Mercedes se uno scooter o un auto mi passavano di fianco mentre era in fila suonavano. Sicuramente quando suonano al massimo la distanza non è così ravvicinata come si possa credere (c'è ancora una buona tolleranza per la manovra) ma anche con le altre mie auto era identico. Con la retrocamera vado benissimo. Mai avuto il problema della grafica che inverte anteriore con posteriore.
×