Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

kava5150

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    85
  • Iscritto il

  • Ultima visita

  • Giorni Popolarità

    1

kava5150 è il vincitore del giorno Gennaio 21

I contenuti pubblicati da kava5150, sono stati i più apprezzati della giornata! Complimenti e grazie per la partecipazione!

Reputazione Forum

297 Excellent

Su kava5150

  • Rank
    Collaudatore
  • Compleanno Giugno 27

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Alfa Romeo Stelvio 2.2 Q4 210 CV
  • Città
    Bologna
  • Interessi
    Musica, Cucina, Cinema, Viaggi, Auto
  • Professione
    Rappresentante
  • Biografia
    Svolgimento in corso
  • Citazioni
    Don't get high on your own supply
  • Genere
    Maschio
  1. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Beh, quello della foto è lo Stelvio di un amico che le aveva ordinate ai tempi. C’hanno giusto messo 8 mesi ad arrivare. Sinceramente non grido allo scandalo, non mi dispiacciono. Insultate pure anche me Del resto sono semplicemente luci che si accendono quando si aprono gli sportelli anteriori. Trovo più cafone le fiamme da messicano sulle fiancate (cit.) Posso farne a meno? Certamente sì. Come posso fare a meno del tetto panoramico, per dire. Ma se uno ha voglia di metterle, chissene... Comunque sì, ci sono sia per Giulia che per Stelvio, e credo siano negli accessori. Se non ricordo male una volta c’erano anche nel configuratore, ma adesso sono sparite. E dovrebbero costare un centino o giù di lì.
  2. Alfa Romeo Stelvio 2017

    In realtà a questo giro niente suv: la scorsa stagione sciistica sì, c'era una XC90, ma quest'anno hanno messo in bella mostra appena si arriva in paese una S90
  3. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Una piccola incongruenza di Stelvio, forse qualcuno ne ha già parlato: possibile che con la macchina ferma si possa aprire il portellone del baule dall'interno dell'auto con il comando sulla portiera, ma non si possa anche richiuderlo? E' una cosa che avevo notato le prime volte, ma poi passava in secondo piano, perchè è quasi scontato che se apri il baule c'è qualcuno che fisicamente ci va a mettere le mani e poi lo richiude con il comando sul portellone. Con la chiave invece si può aprirlo ma anche chiuderlo a distanza.
  4. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Noi italiani a volte siamo strani: siamo bravissimi a fare le cose, ma siamo dei veri fuoriclasse nello sputtanarcele. In tutti i campi. Io non so se Fiat faccia macchine così pessime come qualcuno vuol far credere: non ne ho mai avuta una e sinceramente nemmeno mi interessa. So solo che Alfa ha fatto finalmente due auto, Giulia e Stelvio, decisamente belle e ben fatte, che possono riportare il marchio dove probabilmente merita di essere. Se ne sono accorti praticamente tutti tranne una parte di noi italiani. Bisogna comprare Alfa perchè dobbiamo essere nazionalisti? No, per niente. Bisogna farlo perchè se piace ora è una buona auto. Stelvio è una macchina perfetta? Assolutamente no. Anche io mi associo a Davialfa riguardo al navigatore. Non è eccezionale, c'è chi ha fatto certamente meglio, ma fa il suo dovere e venendo da Mercedes lo trovo comunque migliore, come grafica, come velocità e come precisione. Sono anche d'accordo sul fatto che Audi, avendola avuta, come qualità di assemblaggi sia un gradino sopra. Ma rispetto a Mercedes (GLA e GLC) no. Audi, Bmw, Mercedes producono tutte ottime auto. Ma nessuna di loro è esente da critiche, nè tantomeno da problemi. Lo stesso dovrebbe valere per Alfa. Si è liberi di pensare quello che si vuole, ma bisogna ammettere che Giulia, A4, serie 3 e classe C giocano lo stesso campionato. Così come fanno Stelvio, Q5, X3, GLC. E proprio come per le tifoserie migliori si può tenere per una squadra (leggasi marca) piuttosto che un'altra, ma bisogna avere almeno l'obiettività di capire che queste quattro se la possono giocare alla pari. Le opinioni, le critiche ed i confronti sono ben accetti, sempre, a patto che siano fatti con intelligenza e in modo costruttivo. Allora sì che si è disposti ad accettare anche pareri opposti al proprio. Insinuare ben due volte, e neanche troppo tra le righe, che prima o poi chi ha avuto la malaugurata idea di comprare uno Stelvio avrà delle grane non è un gran modo di confrontarsi. La solita minestra "Alfa è Fiat" "Fiat ha un sacco di problemi" "Le tedesche sono meglio" e così via è solo mancanza di argomentazioni.
  5. Alfa Romeo Stelvio 2017

    No è proprio qui che ti sbagli: io non difendo Alfa perchè l'ho comprata. E non l'ho pagata tanto: l'ho pagata il giusto prezzo per quello che offre. Semplicemente non la reputo inferiore alle altre a prescindere. Perchè non posso paragonare Alfa a Bmw o Audi? Perchè se tu con Fiat hai avuto infiniti problemi, Alfa facendo parte del gruppo FCA per la proprietà transitiva è ugualmente responsabile? Se è così, allora per la mia esperienza dovrei posizionare Mercedes un gradino sotto a Zastava, ma sarebbe un po' limitativo come ragionamento. Comunque su una cosa hai ragione: non ho certo la pretesa di convincere nessuno. Per ora l'unica cosa di cui veramente mi sono accorto è di quanto la macchina sia valida, al punto che la ricomprerei ad occhi chiusi. Una cosa però vorrei capire: se sei così prevenuto al punto da dire che non sono credibili, che negli anni ti sei troppo rotto, che hai avuto infiniti problemi, sei andato a provare e a farti fare un preventivo per lo Stelvio per puro masochismo o perchè non avevi niente di meglio da fare per impiegare una mezz'ora?
  6. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Giusto così, per fare la punta agli spilli, quando si afferma che "almeno negli Stati Uniti FCA occupa da anni gli ultimi posti a livello di affidabilità" - ed è vero, per carità - andrebbe però ricordato che Alfa Romeo, perchè di Alfa si sta parlando e non dell'intero gruppo FCA, ha lasciato il mercato americano nel lontano 1995, per poi tornarci a novembre 2014. Leggasi ultimi vent'anni. Va anche tenuto presente che queste classifiche non si basano su difetti veri e propri, ma piuttosto sul gradimento della clientela. Se si rompe un cambio, o una turbina, per dire, conta come un difetto, al pari di una lampadina che si brucia, di una plastica troppo dura, di un rivestimento ritenuto troppo ruvido o di una cassa dell'impianto audio che frigge. Ecco perchè le classifiche lasciano il tempo che trovano e vanno comunque interpretate. Almeno diamo il beneficio del dubbio ad Alfa Romeo. Proprio gli americani l'hanno fatto, eleggendo Giulia Auto dell'anno 2018 in Nord America. Lungi da me essere paladino di questa o quell'altra marca, ma non spariamo a zero per luoghi comuni. E' indubbio che Alfa abbia fatto grandissime cose in passato e belle porcate in un passato più recente, ma è altrettanto vero che il corso è decisamente cambiato. Non per fare paragoni, ma Jaguar mi sembra abbia avuto una storia molto simile negli ultimi decenni, però non vedo tutta questa diffidenza, per non dire peggio, nei suoi confronti. Nonostante proprio gli inglesi nella loro classifica di affidabilità la piazzino in fondo alla lista, insieme a tutto il gruppo Land Rover. Non solo, nella lista nera c'è anche un'altra grande made in UK, la Nissan Qashqai. Però vedrai che non lo dicono di Volkswagen, nonostante abbia la funzione cornering abbinata all'accensione del fendinebbia su gran parte dei loro modelli da almeno 10 anni
  7. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Nella classifica inglese 2017 sull'affidabilità delle auto Alfa Romeo incredibilmente si trova al 5° posto. La prima tedesca, Audi, la troviamo al 12° posto. Per quanto valgano le classifiche... https://www.express.co.uk/life-style/cars/871866/Most-reliable-car-brands-2017-UK-Lexus-Toyota Sono un po' dei luoghi comuni che andrebbero sfatati no? Tedesche tutte fantastiche, le altre no. Quanta gente però è scontenta di Bmw Audi e Mercedes per testate fuse, pompe esplose e cambi spezzati... Gli unici di cui personalmente non ho (quasi) mai sentito parlare male sono quelli di Toyota. 150.000 km? Scusa, mi gratto un secondo... In compenso a 150.000 chilometri con una Mercedes che sulla carta avrebbe dovuto essere perfetta avevo già sbriciolato un cambio automatico (difettoso), un giunto della trasmissione (difettoso), oltre ad aver rotto dopo pochi mesi un paio di manicotti, perso la guarnizione del parabrezza, staccato una guarnizione dello sportello, spellato e scucito la pelle del sedile e rotto diverse bocchette dell'aria nonchè lo sblocco del freno a mano per via della pessima plastica con cui erano fatte. E che non si dica che è nata sfigata, perchè se le plastiche si rompono significa che sono di scarsissima qualità. Il grande capo dell'officina Mercedes, ormai amico, si è lasciato andare che Stelvio è superiore, e non di poco, a GLC. Avendo anche una carrozzeria molto importante mi ha confermato la qualità costruttiva anche di Giulia. Riguardo al discorso fanali, non ne ho mai vista una con i led non funzionanti. E ultimamente qui ne girano parecchie, sia di Giulia che di Stelvio. A meno che non confondi il malfunzionamento con la funzione cornering. PS: La voce "Qualità" nella pagella di Quattroruote non esiste.
  8. BMW X3 2017

    Guidatore: "Devo recarmi a Roma. Ho sentito dal bollettino dei naviganti che è in arrivo un'aria depressionaria di 982 millibar – e questo, purtroppo, mi è anche confermato da un fastidiosissimo mal di testa che sopraggiunge ogni qualvolta c'è un brusco calo di pressione – d'altro canto, caro amico, questo è il prezzo che dobbiamo pagare noi meteoropatici. Senta, io le domandavo questo, secondo lei, partendo fra circa... 3 minuti e mantenendo una velocità di crociera di circa 80/85 chilometri orari... secondo lei faccio in tempo a lasciarmi la perturbazione alle spalle, diciamo nei pressi di Parma?" Navigatore BMW: "Ma va a cagher"
  9. Alfa Romeo Stelvio 2017

    No, non inventiamoci le cose: Quattroruote ha dato alla nuova X3 4,5 stelle alla voce Comandi e strumenti, esattamente tante quante ne ha date a Stelvio. Ne ha invece date 5 ad entrambe le voci Infotainment e Finitura, mentre Stelvio si è fermata "solo" a 4. Quindi le differenze *effettive* sono minime. Cerchiamo di essere più obiettivi, su. Invece di dire che un interno è lontano anni luce da un altro solo perchè, ad esempio, non ha il cruscotto digitale (optional) ammettiamo che semplicemente ci piace meno di un altro. Non c'è nulla di male. Altrimenti ragionando in questo modo tutti sono lontani anni luce da quello di Tesla, per dirne uno che prima degli altri ha piazzato un iPad al posto di tutti i comandi Ci sono studi di progettazione pieni di professionisti che si occupano del design e degli interni delle auto: ogni marca cerca di seguire le innovazioni e la praticità d'uso al meglio, seguendo i criteri dell'immagine che essa stessa ha nel panorama automobilistico. Bmw ha comandi semplici e razionali ed il classico cruscotto rivolto al conducente, ormai suo marchio di fabbrica. Audi ha linee nette, comandi ridotti al minimo ed un assemblaggio che è il riferimento per tutti. Mercedes cercando di ringiovanirsi ha rinfrescato negli ultimi anni gli interni e puntato su molte (troppe, ma è un mio parere) cromature ed opulenza. Alfa ha creato un cruscotto sportivo pulito, con ottimi materiali come quelli della concorrenza, pochi comandi semplici ed intuitivi e se non altro si è distinta con un infotainment integrato perfettamente nella plancia, piuttosto che utilizzare schermi e schermetti appiccicati alla meglio. Porsche Macan ha un tunnel che è un casino: una miriade di tasti che sono l'opposto della praticità e dell'intuitività, ma quando poi la si guida viene subito il sorriso. Jag e Land sono una la copia dell'altra, come del resto è normale che sia. Infine non dimentichiamoci Volvo, quella che attualmente secondo me da forse la paga a tedesche, italiane ed inglesi riguardo a qualità degli interni. Ogni marca decide su cosa puntare ed in questo modo c'è la scelta giusta per ognuno di noi. Ma di certo non fanno a gara per fare il cruscotto più sfigato. Non sono un alfista e non voglio difendere ad ogni costo Alfa Romeo, tutt'altro. Anzi vengo proprio da due tedesche e appunto per questo non posso che ammettere quello che gente molto più esperta di me ha scritto su tutte le riviste specializzate: la Stelvio non avrà come le sue concorrenti un navigatore che permette di andare in rete e i fari a led (intendiamoci, sono lacune da colmare), ma come prestazioni, dinamica e piacere di guida obiettivamente se le mette dietro tutte. Parlassimo, chessò, di una workstation anche anche, ma dal momento che si parla di auto non mi sembra cosa da poco. Poi certamente non può e non deve per forza piacere a tutti, ci mancherebbe. Mi permetto di aggiungere anche che 20 minuti di prova non bastano per capire come funziona un infotainment. Dopo 25.000 chilometri, per esperienza, posso tranquillamente dire che l'impianto di Stelvio è tutto tranne che non intuitivo: il rotary pad è semplicissimo da utilizzare e con i comandi veloci, spostandolo in alto, in basso e a sinistra, si accede a tutto in in attimo. Ci vuole semplicemente quel tempo necessario ad abituarsi, soprattutto quando si arriva da un altro sistema. Un pò come quando si passa da un sistema operativo ad un altro, su un pc o uno smartphone.
  10. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Guarda, quello significa poco: la mia Glk in caso di furto era assicurata fino a giugno per 23.500 euro, e non ero io che potevo scegliere i massimali. Se la mia non avesse avuto ai tempi del contratto 180mila km, ma 130mila come da condizioni ideali per la quotazione eurotax, sarebbe stata valutata comunque meno, intorno ai 19/20 mila.
  11. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Beh, è logico pensare che il cliente tipo di Stelvio, alfista incallito a parte, sia tendenzialmente quello che finora in garage ha avuto le varie Q5, X3, GLK e XC60. Volendo anche Macan. Volendo anche Land Rover, nonostante sia certamente il più vocato per il vero fuoristrada, dove non ha praticamente concorrenza se non Jeep. Lexus gioca un campionato a parte, per ora. Poi, da lì a preoccuparsi, ce ne passa...
×