Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

miriam

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    24
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

111 Excellent

Su miriam

  • Rank
    Guidatore esperto

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Lancia Ypsilon
  • Genere
    Maschio
  1. Fiat Tipo 2016

    beh ...già Linea ,che utilizza il pianale small originale,ha 10 cm in piú di passo rispetto alla grande punto,e penso che il pianale small evoluto che utilizza aegea sia molto più facile da allungare o accorciare rispetto allo small originale. Ovviamente comporterebbe dei costi, ma penso nulla di trascendentale . E Ø , ripeto, imho questi costi sarebbero ampiamente ripagati dalle maggiori vendite .Ma non scordiamoci nemmeno del beneficio di immagine . Una b grossa con le finiture/gadgets/qualità meccaniche della aegea imho potrebbe davvero essere percepito come un qualcosa iso-ikea (si farebbe una operazione simile a quella fatta da suzuki ,con una b grossa e di sostanza come la baleno -ma molto più gradevole della baleno - e una b un pò più compatta -la 500 di segmento b,che penso la farebbero stare sulle misure della punto attuale - ma più sfiziosa e raffinata sia nella meccanica che nelle finiture ), mentre una segmento c con le finiture/gadgets/qualità meccaniche della aegea ,paragonata alle altre generaliste di segmento c ,verrebbe percepita secondo me più come una "quasi low cost " che come un prodotto iso-ikea.
  2. Fiat Tipo 2016

    sì ,a parità di passo dubito anch'io che possa scendere sotto i 4.30 . SE però si riduce il passo di quei 5-7 cm che dicevo si può stare sotto i 4.20 e s questo punto si tratterebbe di vedere se il gioco vale la candela, e cioè se i ricavi derivanti dai modelli in più venduti ( e 10000 al mese non la vedo una quota poi così rrangiungibile,dai...) giustificherebbero lo sforzo economico fatto per accorciare il passo della aegea ... il fatto poi che sarebbe la prima segmento b sui 4.15 -4.20 ,in un momento in cui (come fai giustamente notare) gli altri costruttori tendenzialmente vanno a ridurre ingombri e pesi, secondo me potrebbe risultare paradossalmente un vantaggio: si andrebbe a ritagliare di fatto una nicchia tutta per sé ,come aveva fatto la grande punto nel 2005 ( la nuova nicchia inaugurata dalla gp venne però quasi immediatamente affollata da altri modelli : clio,207 ecc . Dubito che oggi succederebbe lo stesso...)
  3. Fiat Tipo 2016

    io spero che la versione 2 volumi la presentino non come una segmento c "quasi low-cost" ,ma come una grossa segmento b,che in un certo qual modo sarebbe nuovamente la pioniera di un avvicinamento dimensionale al segmento c ( esattamente come la grande punto un decennio fa, che tra la l'altro sembrerebbe essere stata premiata dal mercato per questa scelta). ovviamente se vogliono far questo (seg b grossa) sarebbe opportuno non superare i 4.20 di lunghezza (sarebbe auspicabile imho anche qualcosina meno : fra i 4.16 e i 4.18 diciamo ) ,con una riduzione del passo dela aegea di una cinquina ( o poco più) di cm .Se invece dovessero decidere di fare una segmento c a tutti gli effetti penso che ci troveremmo di fronte ad una lunghezza di 4.30-4.35 col medesimo passo della aegea. I vantaggi della soluzione "b grossa" secondo me sarebbero molteplici : primo] i consumatori hanno dato prova di essere molto più attaccati ai prodotti fiat di segmento b che non a quelli di segmento c , come dimostra il fatto che la punto continua ,sul mercato italiano, a resistere in maniera commovente , mentre la bravo,che pure non ritengo - in relazione al segmento - affatto più obsoleta o meno attraente della punto ) è praticamente sparita ,e da un bel pezzo. Secondo,strettamente collegato al primo] Proponendo una segm b grossa la si potrebbe chiamare proprio -perché no - "punto",e giá solo la scelta di un nome a cui molti clienti si sono ormai fidelizzati garantirebbe a mio avviso un discreto plus di vendite ( la stessa cosa non penso si potrebbe dire rispetto al nome "bravo"). terzo] restare nel segmento b permetterebbe dei confronti con rivali al momento del tutto confrontabili per qualità,finiture e infotainment ( clio ,fiesta ,corsa ,yaris...forse giusto la polo e -soprattutto- la 208 mi sembrano messe un pò meglio da questo punto di vista),rispetto alle quale la nuova b fiat avrebbe però un certo vantaggio di abitabilitá (che verrebbe compensato in parte, è vero, da un certo presumibile svantaggio in termini di agilitá ) ; se invece si decide per una c a tutti gli effetti la distanza rispetto alle altre ( 308 ,golf ,new megane ,new astra ecc) in termini di finiture ,stile degli interni ,qualità , infotainment e ammenicoli vari mi pare si faccia abbastanza importante (naturalmente non l'ho né vista né toccata ,ma già dalle foto ( della aegea,ma non penso che per la 2 volumi destinata al mercato dell'europa occidentale si decidano per cambiamenti stravolgenti) qualcosina si capisce dai...): l'effetto" low cost " sarebbe prossimo,con evidenti strascichi negativi su un'immagine che si sta piano piano cercando di (ri) costruire ( e con un certo successo, a mio avviso). Tutto questo fermo restando che sarebbe ,questo sì , un prodotto dall'eccellente rapporto qualitá-prezzo , un rapp qualitá-prezzo forse addirittura migliore della ""segm b grossa" di cui prima : il mercato ( e un'infinità di studi e analisi economiche,sociologiche e psico-sociali),però , e scusate se non scopro l'acqua calda , ha dimostrato più e più volte di essere tutt'altro che quel luogo perfettamente razionale dove si confrontano costi e benefici di un prodotto e si sceglie SOLO in base all'incrocio di tali costi e benefici. Quarto] questo piú che un " vantaggio" è "non svantaggio" :sono convinta infatti che questa "nuova punto" difficilmente andrebbe a cannibalizzare una quota delle vendite della futura 500 di segm b ( che ,leggendo le recenti interviste,mi pare di aver capito che si dovrebbe fare), in quanto suppongo che evidentemente le andrebbero a caratterizzare in modo del tutto diverso,quasi complementare : pratica ,spaziosa e di sostanza la punto ( oramai l'ho battezzata ) ;rifinita meglio ,con più gadgets (elettronici e non) ,più modaiola ,con una meccanica più raffinata ( ad es : mcpershon o b-link al posteriore invece del ponte torcente), più costosa la 500 plus ( altro battesimo eheh )..... A questo punto azzarderei addirittura le vendite medie mensili dei 2 modelli in Italia : è troppo? e daiii ,fatemelo fare ,ho fatto 30 fatemelo fare 'sto 31 : 10000 per la "punto", 3000 ( tenendosi larghi ! ) per la "c" ...ciao,scusate la logorrea ( e a che ora, tra le altre cose! ) - - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - - io spero che la versione 2 volumi la presentino non come una segmento c "quasi low-cost" ,ma come una grossa segmento b,che in un certo qual modo sarebbe nuovamente la pioniera di un avvicinamento dimensionale al segmento c ( esattamente come la grande punto un decennio fa, che tra la l'altro sembrerebbe essere stata premiata dal mercato per questa scelta). ovviamente se vogliono far questo (seg b grossa) sarebbe opportuno non superare i 4.20 di lunghezza (sarebbe auspicabile imho anche qualcosina meno : fra i 4.16 e i 4.18 diciamo ) ,con una riduzione del passo dela aegea di una cinquina ( o poco più) di cm .Se invece dovessero decidere di fare una segmento c a tutti gli effetti penso che ci troveremmo di fronte ad una lunghezza di 4.30-4.35 col medesimo passo della aegea. I vantaggi della soluzione "b grossa" secondo me sarebbero molteplici : primo] i consumatori hanno dato prova di essere molto più attaccati ai prodotti fiat di segmento b che non a quelli di segmento c , come dimostra il fatto che la punto continua ,sul mercato italiano, a resistere in maniera commovente , mentre la bravo,che pure non ritengo - in relazione al segmento - affatto più obsoleta o meno attraente della punto ) è praticamente sparita ,e da un bel pezzo. Secondo,strettamente collegato al primo] Proponendo una segm b grossa la si potrebbe chiamare proprio -perché no - "punto",e giá solo la scelta di un nome a cui molti clienti si sono ormai fidelizzati garantirebbe a mio avviso un discreto plus di vendite ( la stessa cosa non penso si potrebbe dire rispetto al nome "bravo"). terzo] restare nel segmento b permetterebbe dei confronti con rivali al momento del tutto confrontabili per qualità,finiture e infotainment ( clio ,fiesta ,corsa ,yaris...forse giusto la polo e -soprattutto- la 208 mi sembrano messe un pò meglio da questo punto di vista),rispetto alle quale la nuova b fiat avrebbe però un certo vantaggio di abitabilitá (che verrebbe compensato in parte, è vero, da un certo presumibile svantaggio in termini di agilitá ) ; se invece si decide per una c a tutti gli effetti la distanza rispetto alle altre ( 308 ,golf ,new megane ,new astra ecc) in termini di finiture ,stile degli interni ,qualità , infotainment e ammenicoli vari mi pare si faccia abbastanza importante (naturalmente non l'ho né vista né toccata ,ma già dalle foto ( della aegea,ma non penso che per la 2 volumi destinata al mercato dell'europa occidentale si decidano per cambiamenti stravolgenti) qualcosina si capisce dai...): l'effetto" low cost " sarebbe prossimo,con evidenti strascichi negativi su un'immagine che si sta piano piano cercando di (ri) costruire ( e con un certo successo, a mio avviso). Tutto questo fermo restando che sarebbe ,questo sì , un prodotto dall'eccellente rapporto qualitá-prezzo , un rapp qualitá-prezzo forse addirittura migliore della ""segm b grossa" di cui prima : il mercato ( e un'infinità di studi e analisi economiche,sociologiche e psico-sociali),però , e scusate se non scopro l'acqua calda , ha dimostrato più e più volte di essere tutt'altro che quel luogo perfettamente razionale dove si confrontano costi e benefici di un prodotto e si sceglie SOLO in base all'incrocio di tali costi e benefici. Quarto] questo piú che un " vantaggio" è "non svantaggio" :sono convinta infatti che questa "nuova punto" difficilmente andrebbe a cannibalizzare una quota delle vendite della futura 500 di segm b ( che ,leggendo le recenti interviste,mi pare di aver capito che si dovrebbe fare), in quanto suppongo che evidentemente le andrebbero a caratterizzare in modo del tutto diverso,quasi complementare : pratica ,spaziosa e di sostanza la punto ( oramai l'ho battezzata ) ;rifinita meglio ,con più gadgets (elettronici e non) ,più modaiola ,con una meccanica più raffinata ( ad es : mcpershon o b-link al posteriore invece del ponte torcente), più costosa la 500 plus ( altro battesimo eheh )..... A questo punto azzarderei addirittura le vendite medie mensili dei 2 modelli in Italia : è troppo? e daiii ,fatemelo fare ,ho fatto 30 fatemelo fare 'sto 31 : 10000 per la "punto", 3000 ( tenendosi larghi ! ) per la "c" ...ciao,scusate la logorrea ( e a che ora, tra le altre cose! )
  4. Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2016

    infatti...il cx di m3 f80 ,ad esempio, è di 0.34 ,mentre quello della serie 3 normale (f30) è di 0.29, e scende fino a 0.26 per le versioni efficient dynamics...se la versione quadrifoglio di giulia ha un cx di 0.32 un cx di 0.25 (come si vociferava) per le versioni normali ci può stare benissimo
  5. Lancia Thema 2011

    tra l'altro se vedi la prova che ho postato la 300 c va da 0 a 100 in 7.54 e copre il km in 28 e 42...se nella prova di AUTO "decidiamo" per un 7 55 fila tutto:dove fa lo 0 100 in 7.54(motor terra) copre il km in 28.42,dove fa lo 0 100 in 7.55(AUTO) copre il km in 28.48... sì che è morricone!però non "per un pugno di dollari" ma "per qualche dollaro in più"
  6. Lancia Thema 2011

    si è parlato prima del 6.55 rilevato da auto sulla precedente 300 c sw da 218 cv.sembrerebbe effettivamente un dato eccezionale ,soprattutto considerando la massa rilevante e il cambio 5 g-tronic (mi smbra si scriva così) che sicuramente non è un mostro di efficienza.purtroppo però mi sembra evidente che si tratti di un refuso:penso che il dato esatto sia 7.55,considerando che il km nella stessa prova viene coperto in 28 sec e mezzo .tra l'altro tutte le altre prove confermano più o meno questo dato(non mi ricordo il tempo esatto ma mi sembra che anche qr e alvolante abbiano rilevato uno 0 100 sul 7 e 5 alto.ecco invece un 7.54 della berlina Coches nuevos y segunda mano en Autopista.es)... tra l'altro anche 7.55 mi sembra un tempo buono:col 3.0 "iso grand cherokee" da 240-250 cv prossimo venturo (che spero verrà abbinato al nuovo 8 rapporti ben più efficiente del 5) penso riuscirà a stare tranquillamente sotto i 7 sec,che non sarebbe male per un bestione lungo più di 5 metri...
  7. premesso che considero il modello marchionne nient'altro che un vile ricatto ai lavoratori italiani (o si fa come dico io o si chiude..)oltrechè un eccezionale passo indietro sulla strada che porta al riconoscimento dei più basilari ed ineludibili diritti del lavoro ,e che ,inoltre,non amo particolarmente la mito, anch'io francamente ho trovato molto discutibile il confronto mito-ds3-mini per dimostrare l'inferiorità dell'industria automobilistica italiana.questo per diversi motivi : 1)(e più importante)non si può prendere solo una fra le migliaia di prove automobilistiche effettuate sulle alfa(o sulle fiat) negli ultimi anni per dimostrare la mediocrità dei prodotti fiat.è un procedimento davvero capzioso. 2)non si può da quella prova estrapolare il solo tempo sul giro.2-a)il tempo sul giro già in assenza di esp non viene considerato un indicatore attendibile(o quantomeno IL PIù attendibile) della bontà delle qualità stradali di un'automobile(con l'eccezione,ovviamente,delle auto da competizione): quello che conta di più su un'auto stradale,infatti,è(e se non lo è dovrebbe esserlo)la SICUREZZA,e sicurezza significa soprattutto prevedibilità,quindi stabilità(lo so,le cose non stanno così al 100 %,ma sto provando a semplificare..)e la stabilità non sempre risulta decisiva per la realizzazione di un buon tempo,a differenza del grip e dell'agilità;anzi,molto spesso cozza proprio con l'agilità,che come detto è invece uno degli ingredienti base per l'efficacia su pista.ma,sempre in assenza di esp,e al di là della sicurezza,un buon tempo sul giro non è nemmeno sempre sinonimo di auto dalla guida divertente:la 147,ad esempio,non ha mai fatto gridare al miracolo per i tempi in pista,eppure veniva unanimamente giudicata come una delle auto più divertenti del segmento c. 2-b)Ora,se alla luce di queste considerazioni risulta evidente come il tempo sul giro dica poco sulle effettive qualità di guida di un'automobile stradale,figuriamoci quanto poco possa contare se si mettono a confronto auto dotate di esp(che può essere tarato in maniera diversa sulle auto confrontate)o ,peggio ancora, 2 auto con esp disinseribile(mini e ds3 appunto)e 1 con esp non disinseribile (mito).qua ci troviamo di fronte ad un rovesciamento totale e completo di quello che avrebbe dovuto essere il giudizio auspicabile;sarebbe solo da lodare,infatti,la politica della fiat di dotare le sue vetture (tranne ferrari e maserati...e vabbè,qua ci può stare dai!)esclusivamente di esp non disinseribile ,in quanto come ho già fatto notare (imho ,ovviamente) la priorità nelle caratteristiche di handling di un'autovettura dovrebbe essere rappresentata dalla sicurezza,ed esp non disinseribile significa appunto maggiore sicurezza.invece la mito ,venendo giudicata severamente sulla base del giro di pista ,viene ,per la proprietà transitiva,giudicata severamente (anche-o soprattutto)per il suo esp non disinseribile, essendo il giro di pista inevitabilmente penalizzato dall'esp. 3)molte sono anche le omissioni(volontarie?):perchè non si è detto che la vincitrice(con un punteggio,mi sembra di 85/100 contro gli 83/100 di ds3 e gli 82/100 di mini)di quella prova su strada è stata proprio la mito(per quanto possa valere una prova su strada...)?perchè non si è detto che la mini costa un qualcosa,credo,come 5mila euro in più della mito a parità di dotazione(senza contare che forse la mini che è più diurettamente confrontabile con mito e ds3 è la clubman,se consideriamo spazio interno,bagagliaio e dimensioni esterne.e la mini clubman costa circa 1800 euro in più della mini)? mi sembra di ricordare,poi,che la mini in prova era dotata dell'assetto sportivo opzionale.non sono sicuro di questo,ma se era così perchè non è stato detto(qualcuno che abbia conservato il quattror con la prova incriminata potrebbe smentire o confermare questo punto?grazie)? perchè ,soprattutto,non è stato detto che proprio alla voce "su strada" vince la mito con 5 stelle contro le 4 e mezzo di ds3(mi sembra)e mini?perchè,soprattuttissimo:D,è stata presa in considerazione proprio -e solo-questa prova?perchè non è stata mostrata ,ad es, la prova comparativa tra la 500 1.2 e le altre citycar su auto(prova completa,tra l'altro,dei giri di pista a lui-il giornalista di annozero-tanto cari)o magari il confronto fresco fresco di alvolante tra punto evo abarth e ds3?o,ancora ,il confronto tra cinquecento abarth ,twingo rs e c2 sport?(e siamo tornati al punto 1)) perchè il giornalista non ha evidenziato ,come fatto notare da castelli(mizzica ,io d'accordo con castelli!!),che mini e ds3 erani delle 1.6 e mito 1.4(anche se questo ,francamente,era l'omissis meno importante)?....raga scusate la lunghezza eccessiva ma ,nonostante io non sia assolutamente un tifoso di fiat(in realtà non lo sono di nessuna casa automobilistica;semplicemente mi piacciono le macchine) e nonostante sia-questo sì!-un "tifoso" di santoro e di annozero sentivo il bisogno di sfogarmi!proprio non le tollero insincerità e cattiva fede!ciao...
×