Abarth03

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    11584
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

854 Excellent

Su Abarth03

  • Rank
    HALL OF FAME

Informazioni Profilo

  • Città
    Torino
  1. A voi questo avvistamento del weekend. Non succede tutti i giorni di incontrare una Fulvia Coupè 2a serie. Praticamente una mosca bianca. I pochi che giravano erano per lo più in livrea Polizia e CC, e anche (se non ricordo male) Poste. In versione civile, non ricordo di averne visto uno.
  2. Ok adesso la situazione mi è più chiara Che sbattone pero' dover cambiare tutta la mascherina per montare i fendinebbia. Ma forse a quei tempi gli accessori avevano ancora un costo accettabile...
  3. Ah. Non avevo mai fatto caso al dettaglio di cui mi parli. Quando ero piccolo, a casa abbiamo avuto una 127 900/C dell'80 e ignoravo la presenza dell'alloggiamento per i fendinebbia nella mascherina C'è da dire che all'epoca le case non sceglievano sempre le soluzioni più ottimali per accessori come i fendinebbia o l'impianto radio (pensiamo al vano radio di fronte al sedile passeggero sulla 127 e anche la 126...)
  4. Ma tra l'altro...montati lì in mezzo, erano efficaci?
  5. Giurerei di averne vista qualcuna, di quel colore Ma solo in versione base, che è poi se non sbaglio quella della foto. La più accessoriata Hobby, che alla fine era quella che si vendeva di più, dalle mie parti era sempre in un colore verdino scuro o più raramente blu. Non ricordo con precisione, ma credo che alla fine della carriera la Panda fosse disponibile veramente in pochi colori.
  6. Comunque l'antifurto elettronico mi pare sia ancora proposto, come optional, in molti casi dalle case costruttrici Non so se dealer-installed o direttamente in fabbrica. Un altro accessorio after market che mi viene in mente, ma qui torniamo indietro agli anni ottanta, è il tappo del serbatoio con serratura, che spesso nelle utilitarie mancava (sulla Uno 45 base dell'83 ad esempio non c'era) e io direi anche gli alzacristalli elettrici, che per un certo periodo sono esistit anche come accessorio after market: costavano cari, ma consentivano a chi lo desiderava, di equipaggiare la propria auto con un accessorio che spesso non era previsto neppure a richiesta, e parlo in modo specifico del segmento C. Insieme al "pacchetto", veniva fornita anche una chiavetta che consentiva di azionare manualmente il vetro in caso di guasto del meccanismo. Evento che, all'epoca, non era del tutto improbabile
  7. Vero. Quasi impossibile trovare una Delta 1a serie (intendendo con questo una versione prodotta tra il '79 e l'86) che non fosse una GT o una HF Turbo. Molto bella quella della foto, anche se quei cerchi in lega se non sbaglio sono stati adottati a partire dall'83. La prima serie adottava questi cerchi: Entrambe bellissime. Rimpiango le Honda di quel periodo, ed in particolare se fossi stato in età da patente (mancava poco...) e avessi avuto il grano ( ) una CRX sarebbe stata sicuramente una delle scelte possibili Insieme alla Volvo 480, della quale si può dire tutto, della quale si può criticare la meccanica Renault, pero' oh...faceva la sua porca figura. All'epoca i giapu ci sapevano veramente fare, con i motori. Oggi, non so. Forse meno o forse no. La Volvo...aveva meccanica Renault, come accennavo sopra. E comunque il target di Volvo non sono mai state le prestazioni assolute
  8. Erede di questa? Comunque fatico a comprenderne il senso, vista la presenza del marchio RAM nel segmento...
  9. La stessa cosa era successa negli anni ottanta per Autobianchi. Massimo tre anni e secondo me anche Lancia sarà storia pure da noi
  10. Assolutamente vera e confermata anche dal compianto Ghidella in una delle sue ultime interviste Dell'erede della 127 poi abortita se ne parlava a pag. 41 di questo stesso topic. In particolare, la seconda vettura, nota anche come progetto 144, era effettivamente stata portata in strada per i test fino a quando non è stata abortita a favore della Uno che conosciamo tutti. La prima invece è un progetto precedente che non ha mai superato lo fase di modello statico No, quella era un primo progetto per la Punto.
  11. Con la differenza che, mi spiace dirlo, la Passat mk1 era decisamente più guardabile della Y4 (a proposito, presumo che pure sulla Passat il buon Giugi avesse messo mano, anche se non ufficialmente a differenza della Golf.
  12. Robè, è sempre un piacere ed un onore leggere i tuoi aneddoti. Raccontano un'epoca in cui l'essere umano sembrava avere ancora un suo ruolo... No, ed il motivo lo spiega bene super pax sotto In ogni caso, se fosse stata una targa autentica, avrebbe dovuto avere la lettera M (la Y nelle targhe torinesi è arrivata nell'81/82). Più che probabile
  13. Mah in effetti il volante smontabile mi suona molto strano... Bella la A70. Quando l'ho vista (in foto) per la prima volta nell'88, ho pensato subito a questa: Dai che la somiglianza c'è Quel cofano...quei fari a scomparsa...quel montante ed il lunotto... Ma è sicuramente un caso
  14. Sarebbe??? Una Supra, forse? Scusatemi ma con tutto quel trucco addosso non riesco a capire che faccia ha