Abarth03

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    11611
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

897 Excellent

Su Abarth03

  • Rank
    HALL OF FAME

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Peugeot 206
  • Città
    Torino
  • Genere
    Maschio
  1. Concordo, anche perchè le prestazioni iniziavano a diventare interessanti, trattandosi di un diesel. Non dimentichiamo che le diesel del segmento D/E di quel periodo difficilmente toccavano i 160 di velocità di punta. La prima Alfetta Turbo D se non sbaglio dichiarava 155. E per il 1980 sembrava già tanta roba. Le diesel aspirate lasciamole proprio perdere. Con quelle non rischiavi neppure lontanamente di superare i limiti di velocità autostradali (beh, forse era possibile con la MB 300 D, ma dovrei verificare...)
  2. Confermo, era una Opel. Anche se le versioni più potenti montavano effettivamente un V8 Chevy. Ma non aveva nessuna relazione con modelli americani, per intenderci... PS. Stupendi gli avvistamenti. La 505 break sembra una Dangel, a giudicare dall'altezza da terra.
  3. Miii che bella questa GT! Praticamente un salto indietro nel tempo, anche gli interni sembrano immacolati! (PS. Trovo che il blu Pervinca doni veramente tanto a questo modello)
  4. A giudicare dalle condizioni, direi che la sua carriera è finita già da un bel po'
  5. Giuro che non l'avevo mai vista, una Regata, con quelle coppe lì
  6. Se ricordo bene l'avevano poi sostituita con una più patriottica Datsun/Nissan 280ZX Pero' non so se soltanto nel cartone animato o anche nel manga; Il cartone animato tra l'altro conteneva un errore perchè presentava una 928 con guida a destra e cambio meccanico, ma stando a quanto avevo letto in un volumozzo sulla storia della Porsche, in Giappone la 928 era arrivata esclusivamente con guida a sinistra e cambio automatico. Ma a questi dettagli, francamente ho sempre dato poca importanza. Guardavo altro
  7. Con ruote non originali Tra l'altro se è del Dicembre '86 deve essere un esemplare rimasto invenduto, perchè nel primo semestre era stata presentata e messa in vendita la seconda serie Bellissima. Nei post precedenti si parlava degli alettoni della 928; questa è la prima serie, con motore da 4,5 litri, in cui salta subito all'occhio l'assenza dello spoiler. Che sarà aggiunto qualche anno più tardi sulla successiva 928 S: Peraltro abbastanza discreto, a mio avviso. E infine c'è la 928 S4 dell'87: E niente, io adoro questa auto
  8. Precisamente. L'erede avrebbe dovuto essere la 928, ma i Porschisti si sono sempre ostinati a filarsi solo gli oggetti 911-like. Infatti hanno snobbato le varie 924 e 944, oltre all'apprezzabilissima (IMHO) 928, nonostate avessero tutto sommato uno schema meccanico indubbiamente più decente della 911. Ci è voluta la prima Boxster per far sì che qualcosa di diverso dalla 911 attirasse l'attenzione del pubblico... Tra l'altro, in un 4R dell'epoca, avevo letto che la 924 nasceva proprio come progetto da commercializzare a marchio Audi, tanto più che inizialmente il motore era il 2 litri dell'Audi 100 potenziato. Solo a progettazione in corso il "pacchetto" fu ceduto a Porsche, ora non so bene i dettagli dell'operazione. La 944 (che a me non è mai dispiaciuta) per quanto simile esteticamente alla 924, era meccanicamente diversa in quanto il motore derivava dal V8 della 928, in pratica ne costituiva una singola bancata (suppongo che avessero ritenuto più economico fare un 4L di grande cubatura, che non disegnare da zero un V6 che sarebbe risultato sicuramente più adatto alla vettura).
  9. Opel Insignia GSi 2017

    Qualche dato tecnico? Sarà erede spirituale dell'Omega Lotus o della più civile Omega 3000? (occhio, la 3000 era una versione sportiva, non una semplice Omega con motore 3 litri )
  10. Uhmmm non mi pare di ricordare problemi di affidabilità particolari sulla Acclaim (notevole perchè eravamo ancora in epoca British Leyland eh). Ma puo' essere che ricordo male anch'io Vero, la 213/216 era decisamente piccola dentro, per la sua categoria (ma io direi soprattutto per il suo prezzo) Era il motore del furgone VW TL, e abbiam detto tutto
  11. La Acclaim da me era rara già ai suoi tempi, qualcuna comunque ricordo di averla vista. Molto più diffusa era stata la sua erede, la Rover 213/216, che peraltro era anche più caratterizzata rispetto alla coeva Honda Civic sedan (che nel frattempo aveva perso la denominazione Ballade) da cui derivava. Le differenze tra la Triumph Acclaim e la Honda Ballade, almeno a livello estetico, erano veramente minime. Diciamo che il primo esperimento di collaborazione con i Giap in qualche modo era riuscito, e con i prodotti successivi (la 213/216, ma anche la 800...) ci fu una maggiore libertà nel differenziare i prodotti. La Volvo 700 per me rimane un'icona degli anni ottanta, adoravo la sua linea squadrata in completa controtendenza con il progressivo "ammorbidirsi" del design dell'epoca.
  12. Eccezionale la 1500. Le manca solo la targhetta ASI sul frontale. Molto bella la Supercinque, tra l'altro in un colore abbastanza diffuso all'epoca per quel modello. Sulla facile riparabilità dei danni sull'esemplare fotografato avrei pero' qualche dubbio: l'entità del danno su quel paraurti è effettivamente irrilevante, ma se ne trovano ancora in giro, oggi, di paraurti per una Supercinque prima serie? Non penso siano di facile reperibilità. Poi, è fuori discussione il fatto che la sostituzione del pezzo in sè non dovrebbe comportare un esborso astronomico. Non c'è neppure da riverniciare...
  13. Probabilmente l'unica Toyota che mi sia mai piaciuta davvero, insieme forse alla MR2 e la Supra dello stesso periodo. Ma quella serie lì della Celica era veramente stupenda, il non plus ultra in termini di estetica e anche meccanicamente era apprezzabilissima. Talmente apprezzabile che la 4wd per un certo periodo è stata importata tramite canali paralleli direttamente dagli USA, così capitava di incontrare per strada non poche All Trac (così si chiamava la Turbo 4WD negli USA) con side markers d'ordinanza e targa quadrotta...che teoricamente da noi non potevano circolare così, e infatti se non ricordo male pochi anni partirono sequestri di carte di circolazione a manetta...ma questo è un altro discorso Non vinci solo oggi ma per tutto l'anno, con questo pezzo da museo Sfido chiunque a incontrare roba simile... Opel Omega A...onestissima. Di quella serie mi piaceva particolarmente la versione Lotus col sei cilindri biturbo da 388CV. Ah no un momento, quella non era una Omega, era proprio una Lotus
  14. Al volo, sempre a proposito della Thema 2a serie: non ricordo con precisione, ma direi che almeno fino all'89 il modello montava gli specchietti retrovisori con braccetti doppi della prima serie, pero' con il guscio verniciato; questo, indipendentemente dal fatto che fossero elettrici o manuali. Occhio che la seconda serie non aveva allestimenti; esisteva una sola versione per motorizzazione, che poteva essere completata attingendo da una lista kilometrica di optional. Gli allestimenti LE/LS/LX furono introdotti solo con l'ultima serie. La Turbo LX del '91 era più che altro un allestimento speciale, forse pensata per offrire gli interni della 8.32 agli acquirenti della più umile (ma forse più utilizzabile) 2 litri Turbo 16v