Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'test'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forum

  • Il sito Autopareri
    • Autopareristi OnTheRoad - Emergenze per Strada
  • Venditori Convenzionati
    • WithCar.it
  • Mondo Auto
    • Scoop e Anteprime Auto
    • Mercato, Finanza e Società nel mondo dell'Auto
    • Prove e Recensioni Auto
    • Pareri e Consigli Auto
    • Tecnologie ed Innovazioni legate al Mondo dell'Automobile
    • Car Design e Automodifiche
    • Auto Epoca
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobilità
    • Mobilità e Traffico nelle Città
    • Traffico Autostrade
  • Off Topics on Autopareri
    • Off Topics
  • TecnoPareri
    • TecnoPareri il Forum della Tecnologia
    • Smartphone - Cellulari - Telefonia - Dispositivi mobili
    • Informatica
    • Audio-Video-Foto e Multimedia
    • Elettrodomestici
    • La Casa Intelligente

Calendari

  • Calendario Eventi Autopareri

Categorie

  • Files

Categorie

Nessun risultato


Trovato 14 risultati

  1. F1 2017 - Test

    http://www.formulapassion.it/2017/02/f1-test-barcellona-day-1-sfida-bottas-vettel-ricciardo-live/ Twitter Twitter #f1 https://twitter.com/hashtag/F1?src=hash
  2. Buongiorno Ho una opel Astra 1.7CDITD SW del 2007. Ho sostituito due alternatori (costo circa 700 euro ognuno) in 9 anni e 90.000. E' un'auto che costa più in alternatori che in carburante. E' una cosa semplicemente vergognosa e scandalosa ! Ho letto di decine di casi del genere nell'ultimo decennio su Astra, Meriva e Zafira. Ho contattato più volte Opel che si limita a dire che sono un automobilista sfortunato e nega che sia un problema diffuso. Ho la necessità di ricevere più contatti possibili di automobilisti che hanno avuto le medesime disavventure per valutare l'ipotesi di una class-action nei confronti di tale marchio. Invito inoltre chiunque debba acquistare un'auto nel futuro prossimo o remoto a leggere attentamente quanto sopra al fine di evitare danni alla propria salute ed al proprio portafoglio !!! Grazie Saluti a tutti
  3. Buonasera Sono nuovo del forum, mi chiamo lorenzo, e possiedo una golf iv mk4(del 1999) 1900cc tdi 90cv alla quale tengo tantissimo, soprattutto perché adoro i suoi bassi consumi e la sua natura scorbutica fin dai bassissimi regimi(dati principalmente dai rapporti corti e al motore a pompa rotativa). Sono un perito meccanico e me né intendo molto anche di elettrotecnica e automazione, lavoro in una grande azienda come gestore della manutenzione. Amo viaggiare, guidare e leggere. Siccome è il mio primo post, vi racconto un po delle auto della mia famiglia motivo per il quale ho molte esperienze di guida su diverse auto. Mio padre possiede una L200 2500cc del 2009 da 135 cv, mia zia e mio nonno possiedono entrambi una punto 1300cc multiget 90cv, l'altra mia zia una grande punto 1300cc multijet 95 cv, mio zio una 147 da 110 cv, e mia cugina una pejout 208 da 75 cv. Abito in una zona in cui ci sono estraurbane non troppo “dritte” e moltissime strade e stradine strette e tortuose, ogni weekend faccio 100 km per prendere e portare a casa la mia ragazza, passando per l'appunto in una di queste tortuosissime maledette strade(che poi in verità amo follemente percorrere) Oggi per cominciare volevo parlare un po della grande punto 95 cv siccome questa settimana la mia golf è rimasta ferma perché sto ripulendo l'impianto d'aspirazione dai residui della valvola egr. Guidabilità: Il 1300 multijet è un propulsore molto premiato per i parchi consumi e osannato per la comodità, posso confermare il primo punto, ma non il secondo, il turbolag è enorme(nonostante avessero promesso grandi miglioramenti rispetto alla versione precedente) e se si è abituati ad avere abbondante coppia fin dai bassi regimi risulta scomodo, inoltre la sovralimentazione è “esplosiva” e avviene da un momento all'altro, portando il guidatore a dover frenare. Il cambio è a sei rapporti molto corti, ben sfruttabili tranne la sesta in quanto il motore tende subito a “morire” al minimo falsopiano, l'assetto è abbastanza morbido forse un po troppo e va a compromettere la tenuta di strada, l'elettrosterzo fa bene il suo dovere ed è molto comodo anche se ha tratti l'ho trovato un po poco comunicativo. L'auto in se è ottima per i brevi spostamenti è per la città, poco adatta però ai sorpassi e a una guida “allegra”, non ho gradito molto il motore piccolo è poco dinamico, la modernità è bella, ma la cilindrata è anche meglio. Comfrort: I numerosi pulsanti sul volante sono molto comodi, è sufficientemente spaziosa per quattro persone, i sedili non sono molto contenitivi. Interni: Non troppo curati qua e la si vedono delle plastiche un po economiche e gli assemblaggi non sono perfetti, ma il tutto ha un effetto molto moderno e gradevole. Conclusioni: Ho gradito le numerose chicche comprese nel pacchetto di base. Siccome era un auto che avevo preso in considerazione per un lontano futuro, questa esperienza mi ha dissuaso dall'acquistarla, non nè sono rimasto molto colpito, soprattutto lo trovata poco reattiva durante la guida e senza sprint, ma questo è un mio problema nonostante questo per brevi e medi spostamenti con molto urbano sarebbe una buona auto, grazie ai parchi consumi. So che non condividerete le mie teorie, ma questo è ciò che ho provato IO alla guida di quest'auto che tra l'altro mi piaceva molto.
  4. YOUTUBE e le auto

    Come saprete, in Italia le reti televisive non propongono praticamente nulla per soddisfare la voglia di auto che può avere un appassionato come quelli che scrivono in questo forum, ma anche la persona "comune" semplicemente interessata a vedere qualcosa di diverso (tipo top gear). D'altra parte i siti internet delle riviste automobilistiche nostrane non hanno contenuti granchè entusiasmanti. Non resta quindi che affidarsi ai video che si trovano in rete, in particolare su Youtube. L'intenzione di questa discussione è quella di riunire i canali (non singoli video!) più interessanti riguardanti il mondo-auto (anche sportivo, non mi dispiacerebbe se qualcuno conoscesse qualche canale che segua per esempio i rally, la Dakar e altro). Intanto vi riporto due canali scoperti quest'anno che ho trovato molto ben fatti: MOTOR TREND Motor Trend - YouTube Hanno iniziato a "trasmettere" proprio quest'anno e se il buongiorno si vede dal mattino non si può che essere fiduciosi. Tante rubriche: - IGNITION: primissime prove - THE DOWNSHIFT: rubrica dedicata al "diverso" con video curati da personaggi di riviste associate. Si va dal video del monster truck, alla ibrida, dal processo di produzione di cerchi in lega, al lowrider. Di tutto e di più! - ON TWO WHEELS: il nome dice tutto! - WIDE OPEN THROTTLE: eventi vari come saloni, prove di gruppo organizzate dalla rivista - EPIC DRIVES: una specie di easydriver, solo con auto interessanti! - HEAD 2 HEAD: anche qui, non c'è bisogno di spiegazioni! - HOT ROD UNLIMITED: cavalli americani, sostanzialmente! - ROADKILL: David e Mike cercano di arrivare alla loro destinazione con i veicoli più disparati. Da non perdere! CAR AND DRIVER CAR and DRIVER - YouTube Rubriche: - ABROAD: i video visti anche qui sul sito parlano da soli... - SUPERCARS - TESTED: prove delle novità automobilistiche - DRIVEN: uno sguardo alle migliori auto (mix tra Abroad, Supercars e Classic and vintage cars) - COMPARAISON TESTS - CLASSIC AND VINTAGE CARS - TRUCKS SUV AND CROSSOVERS - MOTORSPORT - REHAB: su segnalazione degli utenti, prendono i peggio guidatori e cercano di "redimerli" - EVO: prove, viaggi e testa a testa della famosa rivista anglosassone. Bene, avanti! Se avete scovato canali interessanti è ora di condividerli con il resto del mondo!
  5. Test pre-stagione 2011

    da F1, news Formula 1, ultime notizie di F1 - F1GrandPrix.it
  6. [Impressioni di Guida] Z4 Sdrive 35i

    Oggi sono riuscito di straforo a fare un giretto sulla nuova Z4, col 3.0 biturbo e cambio a doppia frizione. Un pò di impressioni. Dal vivo devo dire che mi piace di più che in foto, ben proporzionata che nasconde l'aumento delle dimensioni. Aumento delle dimensioni che si ripercuote in bene anche negli spazi interni. Anche persone di corporatura non mignon trovano l'assetto di guida ideale senza essere sacrificati. Baule con buona volumetria, specie da chiusa. Da aperta è solo ostico infilarci dentro qualcosa..... Plancia in netto miglioramento, la preferisco nettamente a quella della mia 3, dà meno l'impressione da barbone (specie negli allestimenti più curati). Passiamo alla guida. La visibilità non è granchè...necessitano i sensori di parcheggio....si, ma davanti! cofano lunghissimo:shock: dal posto guida non si vede dove finisce Sterzo di alto livello, preciso, sufficientemente pesante (opzione sport....). Freni all'altezza (non ho fatto staccate però...) Eccellente anche il cambio, dolce in modalità normale, secco in sport e velocissimo. Bella la doppietta in scalata. Un pò cervellotiche le levette sul volante (fanno la stessa cosa entrambe...non te lo aspetti all'inizio). Handling: niente curve allo spasimo, però per quel poco che ho visto ce ne è. Assetto consistente, la macchina non si scompone sulle giunzioni e non ha reazioni strane (che sarebbero tarpate ovviamente e giustamente dal DSC). Mi piacerebbe provarla nel misto stretto, per vedere l'agilità e la cattiveria nell'andare a corda rispetto alla mia;) Vi chiederete del motore....il famoso 3.0 biturbo.....lo dico in francese... PORCA PUTTANA...è una roba da URLO. Attacca a tirare fortissimo già a bassissimo regime, e molla solo a 7000, dove arriva velocemente e con un sound pazzesco (scoppietta pure nei cambi marcia ...una goduria!). E come prestazioni siamo a livelli di 911, un aereo! Mi è piaciuta un sacco, ma credo che le 60 cucuzze richieste per averla così, e il fatto che mi sa che mi farei molto male con un'oggetto del genere (bruciare ogni limite, sia del c.d.s. che del buonsenso è un attimo) mi riportano con i piedi per terra, al mio appagante barattolo
  7. [Test Drive] Nissan Pixo

    La piccola giapponese offre tanta sostanza, un prezzo allettante e la variante GPL: un osso duro per Fiat Panda, Chevrolet Matiz e tutte le altre regine della città Nissan Pixo - Test Drive. Parigi. Nei pressi della capitale francese si è svolto il primo contatto tra la stampa internazionale e la nuova Nissan Pixo. SImpatica e solare, la piccola citycar giapponese può contare su un formidabile rapporto qualità / prezzo. Grazie all’economia dei consumi e a valori di CO2 tra i più bassi del mercato, PIXO si presenta con un ottimo biglietto da visita. Consideriamo anche il prezzo e l’ago della bilancia pende indiscutibilmente in suo favore. PIXO si confronterà con altre piccole city car, ma con un cartellino del prezzo che mette le sue credenziali ecologiche alla portata di una clientela ancora più vasta. Oltre a dimensioni compatte, bassi costi di esercizio e rispetto per l’ambiente, PIXO regala tranquillità d’animo ai suoi acquirenti, perché non dà grattacapi. La filosofia di PIXO è incentrata sui concetti di semplicità e convenienza. Gli schemi di allestimento sono facili da capire – nessuna concessione al superfluo, nessuna sorpresa. Oltre la metà delle vetture vendute in questo segmento ha una potenza compresa fra 60 e 70 CV. PIXO eroga 68 CV, situandosi perfettamente nella media del settore. Per la stragrande maggioranza, si tratta di auto con cambio manuale – ma più per scarsità dell’offerta di automatiche che per debolezza della domanda.Proponendo l’opzione di una “vera” trasmissione automatica con convertitore di coppia, PIXO si prepara a dominare una nicchia di mercato potenzialmente molto redditizia. Sarà una delle automatiche più economiche d’Europa. Fabbricata in uno stabilimento d’avanguardia a Delhi, in India, PIXO è una quattro posti totalmente nuova che scende in campo nell’ultracompetitivo segmento A. A differenza di alcune immediate rivali, però, Pixo non è una minicar. Ha quattro porte laterali che facilitano la salita a bordo anche ai passeggeri di coda, ma è abbastanza compatta per assicurare agilità e scatto nella guida in città. La Pixo è lunga 3565 mm, alta 1470 mm e larga 1600 mm. Il passo è di 2360 mm. Grazie al design innovativo e a moderne tecniche di costruzione, pesa circa 855 kg (in base a versione e allestimento) ed è quindi una delle vetture più leggere della categoria – con tutti i vantaggi che ne derivano sul piano di performance, consumi ed emissioni. Gli spazi interni sono sufficienti ad alloggiare comodamente quattro adulti e il loro bagaglio. Con i sedili posteriori installati, il volume di carico è di 129 litri, che salgono a 367 abbattendo la seconda fila. Questi dati mettono in luce la grande versatilità degli interni. Su strada Il motivo conduttore del progetto Pixo è l'abbinamento tra semplicità e qualità costruttiva nonchè dei materiali. Pixo viene offerta con un solo motore, un tre cilindri compatto a benzina da 1 litro, interamente in lega, 12 valvole, che sviluppa 68 CV (50 kW) a 6000 giri e 90 Nm a 3400 giri. Questa unità ultraleggera, conforme alla normativa Euro 5, vanta caratteristiche di basso attrito per ottimizzare prestazioni ed efficienza. Di particolare interesse per gli acquirenti europei sono i consumi, eccezionalmente bassi, e il ridotto inquinamento. La versione manuale a cinque marce percorre 100 km con 4,4 l di carburante nel ciclo combinato, 3,8 l nel ciclo extraurbano e solo 5,5 l nel ciclo urbano. Le emissioni di CO2 sono di appena 103 g/km. Il cambio di serie è manuale a cinque rapporti, particolarmente fluido; ma PIXO è disponibile anche con trasmissione completamente automatica a quattro velocità – una cosa insolita nella categoria – per evidenziare il suo carattere di briosa “cittadina”. Su strada la piccola citycar giapponese è docile e prevedibile, confortevole anche sul pavè più sconnesso di Parigi pur senza omettere una certa precisione nell'impostare le traiettorie in curva. Chi si orienta verso questa vettura non cerca certo una guida sportiva, eppure i 68 cavalli del suo tre cilindri garantiscono spunti e progressioni dignitosi, al prezzo di una certa rombosità avvertibile nell'abitacolo. La frenata è soddisfacente, anche quando si richiedono alla vettura gli arresti più bruschi. Il cambio manuale è facile da manovrare,il peso della frizione praticamente nullo. Le marce non sono troppo lunghe, in modo da garantire quando necessario, ad esempio durante un sorpasso, la grinta necessaria. Grazie agli incentivi statali sommati alla rottamazione, la Nissan Pixo può essere acquistata a soli 5980 Euro. Una cifra appetibile, che consente di mettersi al volante di una vettura moderna, fresca e sicura, senza incorrere nelle mille incognite celate dietro l'acquisto di un usato. fotogallery fonte: Nissan Pixo - Test Drive - Infomotori.com
  8. [MotoGP 2009] Pre-stagione e Test

    Visto che tra non molto inizieremo a disquisire della nuova stagione, dei risultati dei primi test, di come e quanto Rossi sia finito e marziano, Stoner sia un missile con 3 secondi nel polso ma sensibile alla pressione, di quanto sia scarso Melandri che infatti ha costretto la Kawasaki al ritiro piuttosto che correre con lui in sella e chi più ne ha più ne metta...* Direi che sia appropriato allestire un bel Topic pre-stagione con la prima, risaputissima, ma ancora mancante di ufficilità sui dettagli, notizia della stagione:
  9. MotoGp - Test Valencia

    Quando deve testare la nuova moto Stoner , non era oggi ??
  10. Bugatti Veyron 16.4 2006

    Messaggio Aggiornato al 03/10/2010 Veyron Veyron Blue Centenaire
  11. BMW Serie 6 Facelift (Topic Ufficiale - 2007)

    Messaggio Aggiornato al 24/01/2011 Coupé Cabrio (Fuori Produzione) : M6 Coupé : M6 Cabrio (Fuori Produzione) : Prezzi : -------------------------------
  12. Torno ora a casa dopo aver provato l'm3 coupè con cambio a doppia frizione per circa mezz'ora in un tracciato misto città-strade di scorrimento veloce a tre corsie. La trasmissione è molto dolce in auto dove non ci accorge delle 6 cambiate con cui si arriva nel traffico ai 50 all'ora. Ho avuto la possibilità di svariate partenze da fermo con lunghi rettilinei vuoti davanti: nella modalità manuale più sportiva il cambio è efficacissimo anche se, portando il motore al limitatore, nelle prime marce l'effetto è molto simile all'f1 ferrari, con interruzione o comunque calo della spinta e conseguente "calcio" all'innesto del rapporto superiore, penso dovuto al fatto che occorre comunque un lasso di tempo affinchè il motore scenda di giri per innestare il rapporto successivo. In sintesi non si ha la sensazione, anche a livello acustico, che si percepisce ascoltando il suono n°2 sul sito della California. In ogni caso stupisce per la capacità di passare con la sola pressione del tasto m da un settaggio straordinariamente confortevole (D) a quello più sportivo. Sempre molto emozionante l'allungo del propulsore, con l'aggiunta in questo caso delle "shift ligths" che si accendono in sequenza. A livello globale rispetto al cambio manuale la nuova trasmissione secondo me rappresenta un passo avanti abissale in termini di comfort e facilità di guida.
  13. Test drive Peugeot 308

    Oggi sono passato dal concessionario peugeot della mia città e come prevedevo una peugeot 308 era già esposta, anche se ancora con gli interni incelofanati e comunque da preparare per l'esposizione. Il giudizio estetico è assolutamente positivo: è una bella macchina di sostanza. Gli interni sono la cosa più riuscita: la strumentazione è molto bella, la console centrale con le tre bocchette circolari di più, belli i comandi del clima, anche se un po' bassi...sembra che sia una moda. A mio modesto parere gli interni mi sembrano molto ben fatti: la plancia è piacevole da toccare e da vedere, il tessuto dei sedili mi pare ottimo. L'unica cosa che non mi è piaciuta degli interni sono i comandi al volante della radio, integrati in un terzo satellite, ma forse è solo questione di farci l'abitudine. Il test drive è stato quasi un imprevisto: ero andato là per farmi fare un preventivo e il gentilissimo venditore mi ha convinto a provarla. Ho provato il 1.6 benzina da 120 cavalli, con cambio manuale a 5 marce. Premetto che il test drive non è stato molto approffondito, ma le impressioni sono state decisamente buone. Innanzitutto mi ha colpito la silenziosità: il venditore ha fatto manovra con l'auto per spostarla dal salone alla strada, poi si è seduto al posto del passeggero e mi ha invitato a salire. Io sono montato al posto guida (veramente comodo imho), ho fatto per accendere l'auto...solo che la macchina era già accesa! Ho guidato l'auto nelle stradine secondarie dietro al concessionario e sono rimasto favorevolmente stupito dalle prestazioni: il 1.6 da 120 cavalli spinge benissimo, anche senza tirarlo troppo. Comfort ottimo. Passiamo ai prezzi: mi sono fatto fare un preventivo per un 1.6 THP (quindi la versione da 150 cavalli) nell'allestimento Feline+navigatore satellitare*+fari allo xeno+impianto hi-fi JBL+vernice metallizata+cerchi da 18: totale 25.700 euro che scontati (niente permuta, pagamento in contanti) diventano 23.400 euro che, secondo la mia modesta opinione, è un ottimo prezzo. Secondo la mia modesta opinione la 308 è destinata a un buon successo; direi che il rapporto prezzo/dotationi è ottimo. Un plauso alla gentilezza del venditore che mi ha fatto provare un'auto non ancora ufficialmente lanciata, senza nemmeno chiederlo... *: l'impianto satellitare rt4 è favoloso. Disco rigido da 30 gb, mappe installate sul disco rigido, lettore cd rippa cd per archiviazione sul disco rigido, comandi vocali, schermo grande e reclinabile, caricatore cd, telefono gsm. Perchè il gruppozzo non si decide a montare sulle sue auto un impianto decente? Ne basta UNO messo su tutta la gamma con qualche lieve ritocco grafico a seconda delle versioni...
  14. [TEST DRIVE] Lexus RX400h

    Come promesso, ho appena finito il test della suddetta: Premessa trattasi di prova veloce con conc. 25km in tutto, per la precisione in città , statale + strada mista di campagna. La macchina: finiture eccellenti....la pelle dei sedili molto bella plastiche di alta qualtà...non sfigura assolutamente con un x5, la strumentazione elettroluminescente azzurra è stupenda e leggibilissima. Un minimo di training sui comandi e regolazione sedile e specchi e si gira il quadro....nessuna risposta () ne senso che l'unica variazione è l'accensione della strumentazione e di una scritta sul display del tachimetro "ready"...leva della trasmissione in D e.....sorpresa la macchina è UN RAZZO nelle partenze da fermo.....secondo me lo 0-40km/h è un tempo di riferimento assoluto, quando si parte così veloce ovviamente il motore termico entra in funzione molto presto con un suono da V6 molto ovattato....zero vibrazioni cmq seconda sorpresa: c'è da fare benzina (non ridete, è vero... l'auto era a secco :D:D:D:D:D), ci fermiamo e il solito gesto di spegnere il quadro (per spegnere il motore) è del tutto inutile perchè il motore sotto i 20km/h è SEMPRE spento .... sterzo e comportamento stradale sono come un buon SUV di categoria...l'auto pesa ben 2200 kg ma sterzando e frenando non paiono incidere più di tanto....un suv normalissimo in questo motore (o motori?) e trasmissione.....in tre parole: coppia, silenzio prestazioni alte. c'è tanto di tutti e tre, anzi pure troppo perchè ci si ritrova a velocità altissime anche tra una curva e l'altra del misto e il sistema di controllo della stabilità Toyota VDIM (che aggiunge un livello maggiore di integrazione e sofisticazione del software rispetto a un ESP standard) è interveuto in una S che non mi pareva di aver preso così veloce....salvo poi buttare un'occhio alla spia "VDIM" che si era accesa ed aver visto una velocità ben oltre i 110 km/h...:D:D:D:D:D:D:D:D..il venditore mi guardava un pò stranito e mi ha detto " guardi che non ci si rende conto bene della velocità che si raggiunge...è capitato anche a me poi mi sono reso conto facendo gli stessi percorsi con una rx 300 che ero semplicemente troppo veloce in quei punti" in effetti...... trasmissione : è un CVT (cambio a variazione continua) ma non ha cinghie in gomma o metalliche....l'effetto elastico un pelo c'è ma molto leggero e non fastidioso....se non si schiaccia a fondo il passaggio tra i motori è inavvertibile capitolo consumi....allora il venditore mi ha posizionato il display multifinzione sui flussi energetici dei tre motori e delle batterie, la cosa che mi ha colpito è la continua variazione di direzione della forza motrice tra ruote , motori e batterie...segno che il sw ha una logica di funzionamento sofisticata e velocemente "switcha" tra elettrico, termico e batteria (in carica e in utilizzo alle velocità medio basse).....in basso il display segnala il consumo istantaneo ho letto da 20lt/100km in accelerazione a tavoletta e anche 4,4 lt/100km a 60-70 all'ora su statale trafficata . il venditore (gentilissimo) mi ha detto che ne ha vendute tre e i clienti riportano tutti 10-10,5 con un litro ma fanno anche autostrada e non a velocità codice...ritiene che facendo poco o niente autostrada (quindi solo città e statale) i 12,3 di media dichiarati sono alla portata veramente non ci si rende conto di quante sono le situazioni in cui il motore termico viene SPENTO, ci si muove lo stesso (cantiere, colonna) e poi riprende vita oltre i 60-70 all'ora..... problemi: le consegne . Gli avevano promesso 4 macchine al mese da settembre in poi, gliene stanno dando solo 2 al mese (tre vendute e una test), è in ritardo con le consegne e ritiene che un pelo "fotte" un pò rx300....perchè alcuni vogliono apettare proprio la ibrida e sono meno intenzionati a firmare per la 300
×