Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'ibrido'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forum

  • Il sito Autopareri
    • Autopareristi OnTheRoad - Emergenze per Strada
  • Venditori Convenzionati
    • WithCar.it
  • Mondo Auto
    • Scoop e Anteprime Auto
    • Mercato, Finanza e Società nel mondo dell'Auto
    • Prove e Recensioni Auto
    • Pareri e Consigli Auto
    • Tecnologie ed Innovazioni legate al Mondo dell'Automobile
    • Car Design e Automodifiche
    • Auto Epoca
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobilità
    • Mobilità e Traffico nelle Città
    • Traffico Autostrade
  • Off Topics on Autopareri
    • Off Topics
  • TecnoPareri
    • TecnoPareri il Forum della Tecnologia
    • Smartphone - Cellulari - Telefonia - Dispositivi mobili
    • Informatica
    • Audio-Video-Foto e Multimedia
    • Elettrodomestici
    • La Casa Intelligente

Calendari

  • Calendario Eventi Autopareri

Categorie

  • Files

Categorie

Nessun risultato


Trovato 83 risultati

  1. Polestar 1 (2018)

    Messaggio Aggiornato Polestar 1 sarà una sorta di faro per il futuro brand Polestar. Polestar 1 è una Grand Tourer Coupé due porte, 2 posti più 2, spinta da un propulsore Electric Performance Hybrid. In pratica un’auto elettrica supportata da un motore a combustione interna capace di un’autonomia di 150 km in puro utilizzo elettrico – la più estesa autonomia in full electric rispetto a qualsiasi altro ibrido oggi sul mercato. La sua potenza di 600 CV e la coppia pari a 1000 Nm la collocano di diritto – e saldamente – nel segmento delle vetture ad alte prestazioni. Polestar 1 è basata sulla Scalable Platform Architecture (SPA) di Volvo, ma circa il 50% dell’auto è inedito e realizzato specificamente dagli ingegneri di Polestar. Per rendere ancora più efficaci le sue caratteristiche dinamiche, Polestar 1 trae beneficio da una serie di nuove tecnologie mirate a renderla una vera auto tutta da guidare. Polestar 1 è la prima auto al mondo a essere equipaggiata con la sofisticata tecnologia applicata al telaio resa possibile dalle nuovissime sospensioni elettroniche a controllo continuo della Öhlins – Continuously Controlled Electronic Suspension (CESi). Il telaio in fibra di carbonio riduce il peso e aumenta la rigidità torsionale del 45%, contribuendo nel frattempo ad abbassare il baricentro dell’auto. In aggiunta, Polestar 1 utilizza un doppio motore elettrico sull’asse posteriore che permette una distribuzione ottimale della coppia motrice a ciascuna ruota. Questo dà a chi guida un’accelerazione precisa ed efficiente che permette di mantenere aderenza e velocità di percorrenza in curva. Polestar 1 verrà prodotta nel Centro di Produzione specifico di Polestar in via di realizzazione a Chengdu, in Cina. Un impianto all’avanguardia tecnologica che verrà completato per la metà del 2018. Inoltre, Polestar si staccherà dal tradizionale modello di proprietà dell’auto che conosciamo oggi. Le auto verranno ordinate al 100% on line e offerte sulla base di abbonamenti di due o tre anni. La formula, che non prevede alcun apporto o deposito iniziale e sarà del tipo all-inclusive, prevede servizi quali ritiro e riconsegna dell’auto a casa in caso di manutenzione e la possibilità di utilizzare un altro modello della gamma Polestar, il tutto compreso nella rata mensile. L’abbonamento con rata fissa significa che avere una Polestar diventa un’esperienza priva di problemi per il cliente. Ulteriormente facilitata dalla tecnologia Phone-As-Key, che consente al proprietario dell’auto di condividere una chiave virtuale – e quindi l’utilizzo dell’auto – con altre persone di sua scelta e di accedere a una serie di servizi on-demand. Tali servizi di concierge semplificano l’esperienza di utilizzo del cliente, che si può concentrare esclusivamente sul piacere di guida. Tutte le future Polestar avranno motorizzazioni completamente elettriche. Polestar 2 inizierà a essere prodotta sempre nel 2019 e sarà la prima battery-electric vehicle (BEV) di Volvo Car Group. Sarà una BEV mid-size ed entrerà in competizione con prodotti come Tesla Model 3; di conseguenza, avrà volumi di produzione più elevati rispetto a Polestar 1. La fase iniziale della proposta di prodotti Polestar si completerà quindi con il successivo arrivo di Polestar 3, un ulteriore BEV in stile SUV di maggiori dimensioni, che definirà una moderna espressione di prestazioni elettriche e dinamica di guida. Gli ordini e la configurazione delle auto Polestar avverrà on line attraverso una app Polestar o un portale dedicato. Tuttavia, Polestar non è insensibile al fatto che i clienti vogliono ancora venire a contatto con un brand e con i suoi prodotti. Per questo, Polestar aprirà una rete di Spazi Polestar in tutto il mondo. Sono questi i luoghi nei quali i futuri clienti Polestar potranno interagire con il brand e con i suoi prodotti. I Polestar Spaces saranno strutture indipendenti e non collegate a concessionari Volvo. Gli ordini della nuova Polestar 1 si aprono nella giornata di oggi 17 ottobre 2017. Polestar sarà quindi in grado di valutare immediatamente il livello di interesse dei potenziali clienti. Volvo Cars ha creato una joint venture con due aziende all’interno dell’azienda madre, Zhejiang Geely Holding. Tale JV capitalizzata con 640 milioni di Euro di capitale sociale per supportare lo sviluppo di Polestar. Polestar rimane una sussidiaria di Volvo Car Group e sarà interamente consolidate all’interno di Volvo Car Group. Si prevede che oltre il 40% delle vendite globali di auto entro 20 anni sarà dato da veicoli elettrici. Via VolvoCars Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/63851-polestar-volvo-coupé-spy
  2. Inizia a vedersi qualche anteprima del Motor Show 2017 di Tokyo....Toyota presenta un concept ibrido su base GT86....sfruttando il nuovo logo sportivo GR (Gazoo Racing). IMHO a parte il posteriore....i Giap continuano a sfornare prodotti potenzialmente interessanti con estetica potenzialmente migliorabile...sic!
  3. Koenigsegg Regera 2015

    carscoops Press Release: Koenigsegg Plug-in Hybrid da 1500 CV e un'estetica long tail per la nuova Hyper car di Koenigsegg.
  4. Kia Niro 2016

    WCF Ecco il suv ibrido coreano, spinto da un 1.6 benzina abbinato a un piccolo motore elettrico alimentato da una batteria al litio. Grafica dei fari posteriori a parte, non lo trovo affatto male. Discussione Spy:
  5. La prossima CR-V sarà la prima Honda ad introdurre il nuovo sistema ibrido i-MMD (intelligent Multi-Mode Drive), composto da un 2.0 i-VTEC 4 cilindri benzina a ciclo Atkinson (potenza ignota, ma si vocifera di 140 CV per un totale di oltre 180 CV considerando l'elettrico), più 2 motori elettrici, uno dei quali utilizzato solamente come generatore: in pratica un ibrido serie! Questa particolarità fa sì che l'i-MMD non sia necessiti di un cambio tradizionale, essendo alternativamente spinta solamente dal motore elettrico, oppure solamente dal termico (anche se aiutato a volte dall'elettrico). Le informazioni trapelate sono ancora poche, ma pare che fino a 70/80 km/h la forza motrice derivi dal solo motore elettrico, con il termico che si limita a generare energia elettrica a regimi costanti, nel suo range di regimi ritenuto più efficiente. Oltre quella sogli di velocità, subentra la spinta diretta del motore termico, che - soggetto ad un'opportuna ed unica demoltiplica - in queste condizioni risulta più efficiente per il coasting. Per facilitare le riprese (non c'è kick-down), l'elettrico può correre in aiuto come boost, alimentato dalle batterie o dal generatore, il cui carico elettrico (e quindi meccanico) sul motore termico è variabile. La semplificazione meccanica è notevole, sarà da valutarne l'efficienza su strada più avanti. Arriverà poi anche un 1.5 Turbo a benzina accoppiato al CVT, mentre sparirà la versione diesel.
  6. In Giappone è stata recentemente presentata una nuova versione della Swift. Si tratta della variante ibrida della segmento B nipponica, che va ad ampliare ulteriormente la sua gamma. Rispetto alla versione (che va ad affiancare) col sistema SHVS, ovvero mild-hybrid, questa nuova Swift Hybrid è una vera propria ibrida. Al motore 4 cilindri 1.2 da 94 cavalli è abbinata una unità elettrica da 10 kW: la sinergia consente, sulla carta, un consumo (omologazione ciclo giapponese) di circa 32 km/l. Per ciò che concerne la trasmissione, è presente un cambio manuale robotizzato a 5 rapporti. Sul mercato interno sarà proposta in due allestimenti, SL e SG con prezzi che partono, rispettivamente, da 1.650,000 ¥ e 1.944,000 ¥. Per ora non ci sono informazioni in merito all'arrivo sul mercato europeo ma (imho) sarebbe molto interessante vederla proposta anche da noi.
  7. Lexus CT Facelift 2018

    Anche questa sono riusciti a rovinarla pur non avendo toccato praticamente nulla (fari, fendinebbia e alloggiamento fendinebbia e aggiunte prese d'aria finte orribili per la F-Sport sul paraurti posteriore) Dunque 4 restyling su 4 sono stati peggiorativi (IS, GS, NX e questa), in particolare esiti drammatici sui fari anteriori che in generale passano dall'essere bellissimi/ispirati al disastro più completo. Quelli posteriori effettivamente sono molto più moderni e ci stanno. Domanda da 1 milione di dollari: dunque era questa la "nuova" CT che era prevista per fine anno da Quattroruote giusto? Non un modello nuovo.
  8. la versione ibrida a metano comunque c'era anche se mai commercializzata. perdeva però un posto Fonte: http://www.fiatpress.com/press/article/multipla-fiat-hybrid-power-in-dettaglio-1-com-egrave-fatta
  9. Lexus NX M.Y. 2017

    Via: http://newsroom.toyota.co.jp/en/detail/16448333/ --- F-SPORT INTERNI: --- Qualche foto live: --- Niente 2.5 ibrido (300h) aggiornato perchè bisogna aspettare perchè potrebbe debuttare su piattaforma TNGA o come la chiamano in Lexus GA-C, dunque incrociare le dita e sperare che il futuro UX (C-HR in salsa Lexus) avrà questo motore. Nuovi fari, cambiamenti al paraurti e prese d'aria frontali, schermo dell'infotainment più grosso come su IS (apparentemente hanno cambiato la grafica), cambiano i comandi della zona climatizzatore (molto bene), aggiunte delle cromature sui tasti dei comandi degli alzavetro, vedo un manettino del drive mode selector preso dalla IS (avranno ascoltato le mie bestemmie), aggiunta del suono del motore sintetico come sul IS 300h (disattivabile) e aggiunte ai sistemi di sicurezza. Il volante hanno deciso di non aggiornarlo all'ultima versione, soliti misteri inspiegabili di Toyota, ma resta quello di prima. Bene, la trovo sempre molto bella e stranamente non hanno fatto nulla per rovinarla a parte i cerchi dorati del modello grigio scuro che spero siano optional per alcuni mercati.
  10. Salve a tutti. Nella sintesi di seguito vi sono alcuni consigli per chi si avvicina alla guida di sistemi/vetture ibride, in particolare la Toyota Auris, proveniendo da vetture "tradizionali". Si tratta cioè delle prime dritte per usare al meglio il sistema ibrido. Ne puoi ovviamente fare anche senza, ma non fa male saperle. Guido da 6 mesi una Auris ibrida, e ne sono sodddisfattissimo, applicando anche quanto segue (e qualcosina di più). Il vademecum è composto da vari contributi, la maggior parte dei quali provenienti oltre che dai messaggi di utenti di Autopareri, anche (soprattuttto) da forum specializzati, italiani (ce ne è uno validissimo e frequentatissimo) ed esteri, dove si possono trovari ulteriori tantissme integrazioni e approfondimento delle notizie ed informazioni per tutto il mondo ibrido ed elettrico. Nel rispetto del regolamento non cito direttamente i forum suddetti, ma chi li volesse conoscere mi mandi pure una email su posta privata. Se poi i moderatori lo consentono li aggiungerò nel thread. -------------------------------------------------------------------- ==== PRIMISSIMI PASSI ===== Semplice memo iniziale: 1) dimenticati che stai guidando una ibrida e guida come hai sempre fatto; già così avrai consumi migliori di analoghe vetture benzina e diesel 2) non mettere la "N" fino a che non sai cosa significa (e anche quando penserai di saperlo, aspetta ancora un po) 3) non fare partenze a razzo appena accesa la macchina 4) quando accendi e quando spegni la macchina, devi essere in "P" 5) controlla che sia tutto spento (nessuna spia accesa nel cruscotto) prima di scendere: anche se non senti il motore, non vuol dire che la vettura sia spenta 6) Il risparmio nel consumo della vettura ibrida è spettacolare nelle tratte extraurbane ed è sempre consistente nelle tratte cittadine. Anche in autostrada alla peggio consuma come un buon diesel, ma spesso, dove non si è in piano e/o velocità costante, dà grandi miglioramenti anche sul diesel. ==== VADEMECUM ===== Quando hai assorbito i punti precedenti, passa alle seguenti sintetiche e semplificate informazioni, con alcuni semplici consigli aggiuntivi: 1) La fase di avvio della vettura è particolare: dopo circa dieci secondi da quando la accendi (la metti in "READY") il motore termico ("ICE") si accende col compito di portare velocemente la temperatura dell'acqua ad almeno 40° (si chiama "fase S1"), raggiunta la quale ICE si spegne, sempre se non ha altri compiti da fare. In questa fase vi è minore potenza disponibile alle ruote, quindi meglio non forzare l'andatura in questi primi secondi. Ma se S1 supera il minuto, allora allo scoccare del minuto sentirai un netto cambio di regime del motore (la centralina elettronica ne cambia alcuni parametri), che diventa quindi molto più pronto a darti potenza e da questo punto ti puoi muovere più liberamente. Postilla: se accendi la vettura e l'acqua ha temperatura già tra 40° e 65°, alla prima occasione che capita ICE rimarrà acceso per portare la temperatura a 65° circa; ci mette comunque pochissimo. Imparerai, anche leggendo il forum, a dosare questa fase e gestirla in maniera ottimale, se vuoi. 2) Hai una vettura "ibrida", non "elettrica": la migliore efficenza si ha quando i tre (non due!) motori lavorano insieme. Ovvero: 2.1) Non forzare la guida in elettrico puro se non è necessario (altrimenti, dopo, il motore lavorerà quasi solo come "generatore", con consumi momentanei piuttosto alti) 2.2) E' meglio se fai partire ICE (vedi dopo) sia in accelerate, anche dolci, sia quando vai a velocità costante sopra i 30-40 km/h 2.3) Hai un sistema ibrido piuttosto intelligente, attento ai consumi e che si autoprotegge: difficile fare danni (a parte l'uso della "N", vedi più avanti) 3) sopra i circa 70-75 km orari ICE è sempre acceso, magari con consumi bassissimi, ma i motori elettrici ti aiutano sempre, anche a ICE acceso, intervenendo spesso e facendoti risparmiare carburante. ICE si accende, e consuma un po', anche se hai riscaldamento vettura acceso e la temp. acqua è scesa sotto un certo livello (circa 40°, non fissi), ad esempio per sosta prolungata, freddo intenso fuori, ... 4) Vedi un indicatore (su CdB e Touch) con 8 tacche che indicano il livello della batteria ("SOC"): due tacche accese corrispondono a circa 40% della carica, 8 tacche a circa 80%. L'efficenza maggiore si ha con la batteria a 6 tacche o più: - quando sei "sotto" il sistema cerca di caricare la batteria, e più sei distante dalle 6 tacche e più assorbe potenza da ICE, quindi consumi un po' più del solito (sempre meno che con un benzina e/o diesel classico!); - quando sei "sopra" vai alla grande: il sistema usa l'energia elettrica molto più liberamente con consumi da favola. - sotto le due tacche (40% di SOC), ICE parte comunque per caricarti la batteria anche se sei fermo (capita a volte nelle code), riportando il livello batteria almeno ad un valore di circa il 50% 5) L'indicatore a lancetta di sinistra è importantissimo, ed è proporzionale (in linea di massima) all'uso dell'acceleratore: - lancetta in CHG carichi la batteria (rallentamenti, frenate, ...) - nella parte bassa di zona ECO vai in genere "a batteria", quindi la stai consumando (all'inizio, in linea di principio: evita! Poi imparerai a dosarla bene) - da circa metà in su della zona Eco in effetti fai partire ICE (bene rimanere a lungo in questa zona), che lavora in simbiosi con i motori elettrici con ottima gestione dei consumi - in zona POWER ci finisci solo in forti accelerate o quando chiedi molta potenza, ma cerca di rimanerci poco. Se serve avrai comunque ottime accelerazioni, con 136CV se hai batteria sufficente! 6) Se devi frenare, cerca frenate lunghe e dolci: sono eccezionali per caricare la batteria. Sotto i 12 km/h, o nelle frenate di emergenza, la frenata è fatta praticamente solo con le pinze classiche (frenata "idraulica"); altrimenti è tutto o quasi freno-batteria (frenata "rigenerativa") dove perdipiù le pastiglie ed i dischi dei freni non vengono utilizzati e non si consumano. 7) Hai alcuni tasti a disposizione, ma considera che: - Il tasto "EV" serve soprattutto per impressionare gli amici e parenti, ma cerca di evitarlo perchè poi ti fa consumare di più (fino al ripristino dei valori adeguati della batteria). Usalo, con moderazione, solo per piccoli spostamenti, tipo in garage. - il tasto "PWR" serve per far tenere sempre pronti i motori ad erogare massima potenza, quindi consumi di più ma hai subito la massima potenza disponibile: ottimo per salite in montagna. Ma non esagerare nel suo uso. Sono in corso comunque dei test tra utenti del forum per capire alcuni maggiori dettagli e trucchi dell'uso del tasto; quando sentirai meglio la vettura avrai modo di usare al meglio anche il tasto PWR, se occorre. - il tasto "ECO" ha due effetti principali: diminuisce la sensibilità (e il tempo di risposta) dell'acceleratore e riduce la potenza del climatizzatore (lo mette in "SLOW"). Quindi non c'è differenza di consumi se, a pari di posizione della lancetta di sinistra e pari condizioni del climatizzatore, hai premuto "ECO" o no. Attenzione: a volte avere "ECO" premuto porta persino a maggiori consumi, perchè si tende inconsciamente ad accelerare maggiormente.... 9) Oltre la "D" e la "R" hai tre marce particolari (ed una sola delle cinque può essere attiva in un determinato momento): - "B" (sta per "brake", freno) da usare in discesa da montagna ma solo quando hai già ricaricato bene la batteria (8 tacche) e questa quindi non può più aiutarti nel "freno-motore", altrimenti scendi in "D" normale che va bene. - "N" (sta per "Non mettermi se Non mi conosci bene"), da usare solo quando saprai gestire bene i suoi effetti, il cui più importante è che che in "N" non carichi più la batteria e rischi veramente di rimanere a piedi. Tecniche per usare "bene" la "N" esistono, ma le scoprirai con calma nel forum. Per non sbagliare dimenticati che la "N" esiste e fallo dimenticare anche a chi fa autolavaggi, al tuo meccanico ed al tuo carrozziere. - "P" é una vera propria marcia, anche se è a pulsante. Tiene ferma la macchina con un meccanismo particolare, ma il sistema lo sa: il motore ICE può girare anche in "P" senza problemi (a volte vedrai che può essere utile). Ricordati che per inserire la "P" devi essere fermo altrimenti il sistema ti va in "N" (vedi sopra), con anche alcuni rischi di tipo meccanico. Ogni volta che accendi la vettura da fermo, ti ritrovi in "P", e per cambiare marcia devi premere il pedale del freno. Usa la "P" se devi rimanere in coda fermo e non vuoi stancare il piede sul freno (quindi non usare la "N" per questo!). Non usare neanche l'accoppiata "D" con freno a mano: così sforzeresti troppo il motore con rischi di tenuta. In parcheggio in pendenza usa "P" + freno a mano 8) Hai due batterie: - La batteria HV (alta tensione) dà energia ai motori elettrici, alla batteria 12V (solo se sei in READY), e al condizionatore. E' caricata in tre modi: 1) dal motore ICE (con surplus di potenza non usata dalle ruote), 2) da rallentamenti della vettura, 3) dalle frenate. Sotto i 12 km/h le due ultimi modalità non sono attivi. - La batteria da 12V, come tutte le altre vetture, che a sua volta gestisce le utenze elettriche normali ed è alimentata solo dalla batteria HV. Se ti si scarica la 12V (perchè HV non ce la fa più o non è attiva) la vettura non parte. Quindi se da fermo, non in READY, giochi troppo con luci, touch o radio, allora rischi di scaricarla completamente, senza poter più ripartire (come su un auto tradizionale, ma qui la 12V è un po' più piccola). 9) Il consumo dipende dalla efficenza delle batterie, e questa è legata anche alla loro temperatura. Ti accorgerai che in estate i consumi migliorano anche parecchio rispetto all'inverno. 10) Esistono varie tecniche per ottimizzare ancora di più i consumi come, ad esempio, P&G e P&N , ma queste tecniche vengono dopo aver acquisito una sufficiente padronanza base dell'ibrido e aver letto, magari, i dettagli nel forum. ==== I MOTORI DEL SISTEMA IBRIDO ===== Mooooolto semplificato.... 1) Hai tre motori e un magnifico cambio coassiale, governato da una centralina elettronica; le ruote sono collegate ad un motore elettrico (MG 2) "esterno" dedicato principalmente alla trazione, a sua volta connesso col motore termico ICE "intermedio" ad infine un altro motore elettrico (MG 1) "interno" cha ha compito principale di caricare la batteria, ma aiuta gli altri due se serve e se/quando può. La centralina elettronica distribuisce coppia e potenza sui tre motori, secondo le situazioni. 2) Hai fino a 136 CV a disposizione, ma tieni presente che se sei sotto le 6 tacche di SOC una piccola parte di potenza viene dirottata sulla ricarica della batteria HV, ma se ti avvicini alle due sole tacche di SOC, allora la potenza che ti rimane disponibile per la trazione può scendere velocemente anche del 30%. Sopra le 5-6 tacche sentirai veramente tutti i 136 cavali, se li richiedi. Alcune simpatiche simulazioni, anche se un po' datate, si trovano in: http://eahart.com/prius/psd/ Prius driving simulator -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
  11. Nella Suzuki Baleno 2016 troviamo un'interessante e semplice applicazione microibrida battezzata come SHVS, abbinata al 4 cilindri 1.2. DUALJET. Il cuore del sistema si basa su un ISG (Integrated Starter Generator) a cinghia, in altre parole un alternatore debitamente potenziato che svolge anche la funzione di starter (motorino di avviamento) e di booster, ovvero un motore elettrico a bassa potenza che aiuta in certe situazione di guida gravose, quali accelerazioni e riprese. Questo tipo di starter a cinghia, oltre a consentire avviamenti molto dolci e silenziosi, permette di rinunciare al classico motorino di avviamento nei pressi del volano. La soluzione SHVS non necessita di un impianto elettrico speciale, la tensione di alimentazione resta infatti a 12 V, ma le necessità energetiche e l'architettura dell'impianto impongono la presenza di un piccolo accumulatore agli ioni di litio particolarmente compatto. Esso si occupa principalmente del recupero di di energia (ricarica) durante le fasi di frenata e dell'alimentazione del ISG durante le accelerazioni, oltre che fornire energia elettrica al resto dell'impianto durante la marcia a velocità costante, situazione in cui l'alternatore non deve necessariamente generare energia, almeno fino a quando lo stato di carica degli accumulatori risulti sufficiente. La normale batteria a 12 V al piombo, si occupa invece delle fasi di avviamento del motore e dell'alimentazione base del classico impianto elettrico.
  12. Segnalo due interessanti paginette nel sito di una compagnia dove vengono pubblicate sequenze ed immagini dello smontaggio di alcuni modelli di recente costruzione. Qui è il caso di una Jazz ibrida di ultima generazione, con la quale si son focalizzati soprattutto sul powertrain. https://www.marklines.com/en/report_all/rep1235_201312#report_area_2 https://www.marklines.com/en/report_all/rep1236_201312#report_area_2 Curioso, nell'elenco dei fornitori, vedere come la parte meccanica e meccatronica del dct a 7 marce venga da fornitori tedeschi mentre l'ibrido sia stato gestito in casa o comunque in Giappone. Altre auto hanno ricevuto lo stesso trattamento, compresa una Aqua HSD ovvero la sorella delle nostrane Yaris.
  13. Il cambio della Volvo 40.1 & 40.2 Concept 2016 ibrida, doppia frizione 7 marce con modulo elettrico dovrebbe essere questo 7HDT300 Zoom Specifications Max. torque capacity (in Nm) 300 Weight (in kg) 95 Installation length (in mm) 368 Input shaft - differential axial distance (in mm) 188-197 Gear speed ratio 8,6 Used in these cars: Otto and electro In automobile manufacture, hybrid drives usually combine a combustion engine with an electric motor. Both drives can take on different tasks such as supporting acceleration via boosting, recovering energy during braking (recuperation) or charging a battery – through to pure electric driving. The GETRAG PowerShift dual clutch transmission can be hybridised according to the torque-split principle. This means the original drivetrain does not have to be changed as the electric motor is mounted directly on the transmission. Fuel savings of up to 80 % This design is very economical and extremely flexible for car manufacturers since it makes it easy to use electric motors with various power levels. The result is a wide variety of hybrid drive types to meet different customer requirements: from mild hybrid to full hybrid through to plug-in hybrid. For example, a mild hybrid may manage with a 15 kW electric motor while a plug-in hybrid that is recharged from the socket may need a 90 kW motor. PowerShift transmissions in a torque split design allow fuel savings of up to 15 % for a mild hybrid and up to 80 % for a plug-in hybrid. http://www.getrag.com/media/media/videos_1/2015_8/20150915_GETRAG_7HDT300_001.mp4 Animation HybridDrive Learn more about hybrid transmissions at GETRAG. The video shows the current 7-speed hybridised dual clutch transmission 7HDT300 as mild hybrid with 48V as well as the plug-in version with up to 400V. http://www.getrag.com/en/products/hybriddrive/hybrid_transmissions.html Caratteristiche e specifiche tecniche http://www.getrag.com/media/products/hybriddrive/7hdt300/7HDT300~1.pdf http://www.getrag.com/media/products/hybriddrive/7hdt300/Press_information_7HDT300.pdf http://www.getrag.com/media/media/text/cti_2015/2015_12_GETRAG_Lecture-Modular-Hybrid-Transmission-Kit.pdf
  14. [USA] Chevrolet Volt 2016

    carscoops Press Release: Chevrolet USA Decisamente meno futuristica dell'attuale, ma imho - dettagli grigio met. all'anteriore a parte - non è poi così terribile. 1.5 quattro cilindri da 101 CV più motore elettrico con batterie a ioni di litio da 18.4 kWh.
  15. Range Rover 2013

    Messaggio Aggiornato al 16/08/2015 carscoop Press Release : Land Rover Prezzi: ------ Elegante, diverso, particolare.
  16. Opel Ampera 2010

    Fuori Produzione. es.autoblog Versione Preserie : autoblog.com carscoop Neanche a farlo apposta, ecco la versione di serie della nuova Ampera, gemellina Europea della Volt.
  17. Patent US20140221143 - Hybrid powertrain unit for motor vehicles - Google Patents Venghino geni dell'ingegneria (di cui Autopareri pullula).............venghino !!!!!! Necessito di qualche spiegazione in quanto non c'ho capito (quasi) una mazza !
  18. Toyota Auris 2013

    Fuori Produzione; per il Nuovo Modello cliccate sul seguente link: Toyota Auris Facelift 2015 Auris Hybrid es.autoblog - carscoop Press Release : (1) Toyota (2) Toyota Davvero na zozzeria unica sta Auris; risulta essere imbarazzante a 360° e non è cosa da poco .
  19. Toyota Auris I HSD (Topic Ufficiale - 2010)

    Messaggio Aggiornato al 16/03/2012 km77 carscoopPrezzi : -----------
  20. Lexus CT200h (Topic Ufficiale - 2010)

    Non più in vendita; per il Nuovo Modello cliccate sul seguente link Lexus CT200h Facelift (Topic Ufficiale) km77 & carscoop (Lo Sviluppo) Press Release : Lexus
  21. carscoops Press Release : Subaru Debutterà al salone di New York il primo ibrido di serie (probabilmente presentato come pre serie) per Subaru. Ancora nulla riguardo le specifiche tecniche del modello.
×