Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuti sul nuovo tema grafico! Scegli il tuo tema preferito in fondo alla pagina: chiaro (light) o scuro (dark).
Omphalos

Le automobili francesi di grande prestigio

Messaggi Raccomandati

4 ore fa, recuvision dice:

 

per Grandeur i francesi furono disposti a girare in carriola pur di poter gridare al resto del mondo "abbiamo vinto".

 

mi sembra un po' un controsenso, ma tant'è...

 

tanto che per riprendere il discorso di shadow, i tecnici tedeschi al soldo dei francesi si negli anni '50-'60 svilupparono il Caravelle, il Mirage III, la bomba atomica... e niente auto di lusso?

 

semplicemente in quegli anni c'era la motorizzazione di massa, erano i grandi numeri che facevano sviluppare le case automobilistiche

 

molte case di lusso con numeri medio-piccoli (chi ha detto Lancia?) sparirono, furono assorbite o cercarono accordi industriali

Fixed :)

Detto questo non dimentichiamo la ds , che 4da ammiraglia fungeva.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Vero. Ma l'"auto di lusso" come si concepiva prima della 2a guerra mondiale, rimasero solo Bentley e Rolls Royce.

Tutto il resto scomparve o si ridimensionò.

IMHO, In UK sopravvissero solo perché erano le auto dell'élite nobiliare, che aveva vinto la guerra ed aveva ancora (anche se per poco) un impero coloniale alle spalle.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

In effetti nel dopoguerra l'auto di lusso, rolls e bentley escluse, diventa l'auto sportiva, i francesi avrebbero potuto creare delle supersportive a partire dai loro marchi storici anteguerra ma decisero di no, tutto il loro interesse, tutti i finanziamenti furono indirizzati verso l'industria aeronautica, i loro migliori tecnici si dedicarono agli aerei e non alle auto come invece fecero gli italiani, c'è anche da dire che i francesi come vincitori della WWII non avevano limitazioni nel costruire aerei e tecnologie militari come invece li aveva l'italia per aver fatto la guerra dalla parte sbagliata, di fatto quindi per necessità e per scelta i francesi si concentrarono sull'aviazione e gli italiani sulle auto sportive di lusso, quanto alla Deesse più che di lusso si può parlare di quello che oggi si definisce premium, ed è stato un unicum la cui importanza è dovuta almeno per il 60-70% alla futuristica carrozzeria stilizzata da flaminio bertoni

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Tanto per ribadire la "grandeur" dei cugini d'oltralpe: la corazzata Jean Bart, impostata prima del '39, non terminata, danneggiata in battaglia nel '43 dalle navi USA per lo sbarco in Marocco, venne riparata e terminata (oltre che modernizzata) e tenuta in servizio fino al '55 per cifre difficilmente spiegabili in periodo di ricostruzione postbellica.

L'Italia fu costretta a demolire le due superstiti "Vittorio Veneto" (e lo fece con estrema lentezza, nella speranza di salvarle in qualche modo) e si tenne così com'erano la Duilio e la Doria fino all'entrata in servizio degli incrociatori portaelicotteri che portavano il loro nome... ma il mondo stava cambiando e cambiavano anche le necessità, ormai diverse da quelle del '45.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
10 ore fa, Sandro dice:

Tanto per ribadire la "grandeur" dei cugini d'oltralpe: la corazzata Jean Bart, impostata prima del '39, non terminata, danneggiata in battaglia nel '43 dalle navi USA per lo sbarco in Marocco, venne riparata e terminata (oltre che modernizzata) e tenuta in servizio fino al '55 per cifre difficilmente spiegabili in periodo di ricostruzione postbellica.

L'Italia fu costretta a demolire le due superstiti "Vittorio Veneto" (e lo fece con estrema lentezza, nella speranza di salvarle in qualche modo) e si tenne così com'erano la Duilio e la Doria fino all'entrata in servizio degli incrociatori portaelicotteri che portavano il loro nome... ma il mondo stava cambiando e cambiavano anche le necessità, ormai diverse da quelle del '45.

 

noi avevamo anche perso la guerra..

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

E le corazzate non servivano più a niente almeno dal 1943 ( e lo sapevano tutti )

Tanto che alcuni storici pensano che la disperata difesa delle Vittorio Veneto fatta dall'Italia fosse solo una "false flag" per ottenere vantaggi in altri campi ( Es. Aviazione che già nel 1950 passò ai reattori con il Vampire , soprannominato "la bicicletta" per la facilità di pilotaggio )

 

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

uno dei primi aggeggini che ho montato da bambino

 

Risultati immagini per Vampire aereo

 

era venuto una schifezza :mrgreen: 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

quello è il T 11 biposto abbastanza più brutto del monoposto Macchi_DH_100_Vampire_Museo_scienza_e_te

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.