Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Pare ancora di no, sono i attesa della certificazione, comunque sarà ANA la compa di lancio, se non cambia qualcosa nel frattempo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brutta faccenda, ma quello che mi chiedo (similmente a quanto accade in campo automobilistico) è: come li fanno i collaudi? Per me ci possono stare guasti imprevisti su componenti secondarie, oppure guasti e anomalie che vengono fuori sulla durata, ma che un aereo appena consegnato sia bloccato il giorno dopo la consegna...

Non voglio dire che ci sia stato dolo nella certificazione, ma di certo qualche leggerezza è stata compiuta (il programma era già in ritardo di 3 anni e mezzo, bisognava partire con le consegne).

Tra l'altro, per le batterie al litio è stato scelto un fornitore (Yuasa) privo di esperienza nel campo dell'aviazione. Di certo è un azzardo.

Ho sentito che il CEO Boeing ha detto testualmente che "le batterie al litio non sono l'unica scelta possibile". Non vorrei che fossero costretti a rimpiazzare le attuali con un pacco convenzionale più grande e ingombrante. Vedremo, mi dispiace perchè l'aereo in sè è bello e avanzato, ma la sicurezza delle persone viene prima di tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest EC2277

Ho l'impressione che la Boeing abbia spinto troppo nell'ambito della tecnologia avanzata, nel tentativo di dimostrarsi tecnicamente superiore all'Airbus ed ora ne paghi le conseguenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sapevo che la boeing fosse un "gruppo aeronautico italiano". Comunque penso che tutti questi problemi siano "normali" nel senso che in Boeing hanno attuato una strategia di rottura e salto teNNoloGGIco che di solito in aeronautica non paga/paga poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questi sono quelli che pigliavano/pigliano per il cucù Airbus per il 380... al confronto il 380 è andato quasi liscio come l'olio.:roll:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questi sono quelli che pigliavano/pigliano per il cucù Airbus per il 380... al confronto il 380 è andato quasi liscio come l'olio.:roll:
Beh anche l'A380 mi pare che almeno una volta si sia piantato in volo perdendo buona parte dell'assistenza dei calcolatori di bordo... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me era un passo necessario a un certo punto DEVI lasciare completamente

il vecchio e andare su una nuova tecnologia se vuoi ristabilire il primato tecnologico.

Ora questo costa e quindi è normale che accada. Ricordo che un aereo di linea

credo sia il prodotto singolo forse più complesso che esista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tra l'altro, per le batterie al litio è stato scelto un fornitore (Yuasa) privo di esperienza nel campo dell'aviazione. Di certo è un azzardo.

Il B787 è il primo aereo ad usare delle batterie agli ioni di litio in ambito commerciale (verranno impiegate anche dall' A350) ed immagino che se Thales abbia scelto le batterie della Yuasa sia quindi per motivi oggettivi (considerando che Yuasa ha una lunga esperienza nel campo delle celle agli ioni di litio) e non un "azzardo".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By xyzteam
      Venduto l'esemplare numero 8.000 del Boeing 737.
       
      Qui l'articolo: La Stampa - La Boeing fissa il nuovo record 8 mila vendite per il suo 737
       
      Qua un riassunto delle caratteristiche delle diverse versioni che si sono succedute dal 1967 ad oggi:
       
      Misure 737-100/200 737-400 737-500 737-600 737-700 737-800 737-900ER Numero Piloti 2 Capacità passeggeri 118
      (1-classe) 168
      (1-classe) 132
      (1-classe) 149
      (1-classe) 189
      (1-classe) 215
      (1-classe) Configurazione posti Classe turistica:3-3, Prima classe: 2-2 Lunghezza 28,6 m 36,5 m 31,1 m 31,2 m 33,6 m 39,5 m 42,1 m Apertura alare 28,3 m 28,9 m 35,7 m Angolazione ala 25° 25.02° Larghezza fusoliera 3,76 m Larghezza cabina 3,54 m Peso a vuoto 28 120 kg 33 200 kg 31 300 kg 36 378 kg 38 147 kg 41 413 kg 44 676 kg Peso al decollo 49 190 kg 68 050 kg 60 550 kg 66 000 kg Basic: 70 080 kg
      ER: 77 565 kg 79 010 kg 85 130 kg Capacità cargo 18,4 m³ 38,9 m³ 23,3 m³ 21,4 m³ 27,3 m³ 45,1 m³ 52.5 m³ Quota di volo max. 10 668 m 11 228 m 12 496 m Velocità di servizio Mach 0.74 Mach 0.785 Velocità massima Mach 0.82 Raggio d'azione con peso max 3 440 km 4 005 km 4 444 km 5 648 km Basic: 6 230 km
      WL:6 276 km
      ER: 8 650 km 5 665 km 4 996 km config. 1 classe
      5 925 km in 2 classi con 2 serbatoi ausiliari Motori Pratt & Whitney CFM International Boeing 737 - Wikipedia
    • By J-Gian
      E' successo ormai quasi 2 anni fa, perciò molti di voi conosceranno già la storia, ma l'episodio è mio avviso curioso e merita di essere riportato
       
      Il 20 luglio 2012, un Boeing C-17 Globemaster III confuse l'aeroporto Peter O'Knight con la poco distante MacDill Air Force Base. L'errore costò la responsabilità di un atterraggio su una pista che è lunga meno di 1/3 rispetto a quella dell'aeroporto predestinato, per la precisione 1.038 m VS. 3.481 m.
       
      Come potrete apprezzare da questa panoramica su Maps, le due piste sono praticamente allineate e poco distanti (ad occhio non più di 10 km) il che deve aver tratto in inganno il distratto equipaggio del C-17...
       
      L'atterraggio è stato ripreso in diretta da un amatore che alle 13:30 si trovava all'interno del Peter O'Knight Airport. Come sentirete nel video, il cameraman era assai preoccupato dall'episodio in cui era incappato, timoroso che il grosso quadrimotore non potesse riuscire ad arrestarsi in tempo:
       
      Il velivolo è poi ripartito alle ore 20 della stessa giornata, dopo le dovute verifiche tecniche ed essere stato debitamente alleggerito del carico.
      Curiosa la retromarcia autonoma grazie all'inversione dei turboventola, caratteristica che contraddistingue questa interessante aeromobile:
    • By Cibus
      Non pensavo lo sviluppassero ancora, non era morto e sepolto?
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.