Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
Sign in to follow this  
Autodelta85

Le navi inquinano più degli aerei

Recommended Posts

Una ricerca del Dk Group rivela che i cargo emettono più CO2 del settore aereo: 1200 milioni di tonnellate l'anno contro 600

LONDRA (GRAN BRETAGNA) - Le navi inquinano più degli aerei, che a loro volta, inquinano più delle auto (anche se non in valori assoluti). Resta il treno, che però, al momento non può andare ovunque. La ricerca di un mezzo di trasporto merci che sia realmente ecologico è sempre più difficile. L'industria globale delle spedizioni via nave emette più anidride carbonica del settore aereo: 1.200 milioni di tonnellate di CO2 l'anno contro 600 milioni. Lo dice una ricerca del DK Group, una compagnia che si occupa delle tecnologie nel settore della marina mercantile. La notizia la pubblica oggi il Financial times.

EMISSIONI - DK Group, che è impegnata nella ricerca di tecnologie sostenibili nel settore delle navi cargo, con la sua indagine «ha rilevato che le emissioni del settore mercantile erano ben più alte del previsto», precisa Ft. La stima precedente, infatti, «largamente accettata», era di 600-800 milioni di tonnellate l'anno di CO2 emessa dalle navi che portano merci in lungo e in largo per i mari del pianeta. La società è arrivata alla nuova valutazione includendo nel conteggio nuove imbarcazioni e studiando le emissioni di 7.749 navi cargo lunghe più di 175 metri.

13 luglio 2007

E' un articolo del corriere,non di certo esce da una facoltà universitaria...però come dire,io già lo immaginavo,qui sembra che si scopra l'acqua calda


nippon.png

花は桜木人は武士

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con il rendimento che hanno i motori delle navi… non mi sembra una cosa strana.


5oonk0.png

Alonso, come ha detto Kimi, è il primo top driver che si fa pagare il posto a Maranello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il trasporto navale può essere il settore più adatto ad utilizzare la tecnologia delle celle a combustibile per alimentare ptopulsori elettrici.Vedi i nuovi U 212 o classe todaro della marina tedesca e italiana.


... Le Alfa del futuro, Mazda a parte, dovrebbero essere ingegnerizzate là. Ma io dovrei comprare un'Alfa fatta dagli ingegneri della Chrysler ?

( Cit . Giugiaro da Quattroruote )

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì però le navi trasportano un tantino più merci degli aerei......

  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah nell'articolo fanno un errore molto grave ovvero considerare i valori assoluti di emissione non quelli relativi. Infatti un criterio di confronto più giusto è paragonare le emissioni specifiche ovvero emissioni di c02 su massa totole del veicolo... come viene fatto per i consumi infatti così si scopre che il consumo specifico di un camion è molto minore di un'autovettura. Solo facendo così il confronto si può dire quale sia la migliore soluzione per trasportare merci col minore impatto ambientale.

Poi voglio dire che le ultime navi hanno rendimenti prossimi al 50%!!! se si considera un centrale elettrico a ciclo combinato raggiunge un rendimento max del 57% ci si rende conto come lenavi moderne siano efficienti.

Un'ultima cosa sulle celle a combustibile. Le celle a combustibile non risolvono il problema dell'inquinamento o meglio in loco non producono inquinamenti ma per produrre l'idrogeno che le alimenta si. La cosa assurda è che l'elemento più diffuso in natura è l'idrogeno che però non esiste allo stato puro ma sempre legato a qualcosa (ad esempio con l'ossigeno per fare l'acqua) attualmente gran parte dell'idrogeno viene ottenuto per steamreforming del metano e altri idrocarburi quindi è di origine fossile.


Fiat Bravo 1.4 TJet 120 CV Emotion (2009)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che il treno non produca CO2 è l'ennesima dimostrazione di quanta miopia ci sia quanto si affrontano questi problemi.

Lo la produce direttamente, ma l'elettricità la dovrà prendere da qualche parte............e visto che il nucleare è tabù e pensare di produrla solo da vento e sole è un'utopia.....vualà........


[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che il treno non produca CO2 è l'ennesima dimostrazione di quanta miopia ci sia quanto si affrontano questi problemi.

Lo la produce direttamente, ma l'elettricità la dovrà prendere da qualche parte............e visto che il nucleare è tabù e pensare di produrla solo da vento e sole è un'utopia.....vualà........

si hai ragione e riguardo il nucleare al momento sembra essere l'unica alternativa "seria" agli idrocarburi infatti tra le tante problematiche legate al nucleare risulta essere assente quella relatova all'emissione di anidride carbonica. Inoltre le fonti rinnovabili sono costituite essenzialmente dall'idroelettrico poca cosa sono il solare ed l'eolico. Addirittura fino ad un paio d'anni fa l'eolico era rifiutato da molte associazioni almbientalistiche perchè dicevano che deterpuva il paesaggio e uccideva i volatili...


Fiat Bravo 1.4 TJet 120 CV Emotion (2009)

Share this post


Link to post
Share on other sites
si hai ragione e riguardo il nucleare al momento sembra essere l'unica alternativa "seria" agli idrocarburi infatti tra le tante problematiche legate al nucleare risulta essere assente quella relatova all'emissione di anidride carbonica. Inoltre le fonti rinnovabili sono costituite essenzialmente dall'idroelettrico poca cosa sono il solare ed l'eolico. Addirittura fino ad un paio d'anni fa l'eolico era rifiutato da molte associazioni almbientalistiche perchè dicevano che deterpuva il paesaggio e uccideva i volatili...

Mi ricordo un discorso di vittorio sgarbi a tal proposito... che imbecille... le pale eoliche per lui deturpavano il paesaggio, quindi erano inconcepibili...


URL%5Dangelsgh8.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è che una pala di 20m su una torre di 75 sia una bellezza architettonica :D

Siamo mica in Olanda qua....

Che poi veramente per ottenere energia sufficiente dobbiamo tappezzare tutta l'italia.

C'è niente da fare. L'unico modo per ottenere energia sufficiente per il fabbisogno di una nazione evoluta, a basso costo e con emissione di CO2 nulle è il nucleare.

Oltretutto con le nuovi centrali il problema degli scarti si è ridotto drasticamente, usando direttamente isotopi radioattivi presenti in natura.


[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non è che una pala di 20m su una torre di 75 sia una bellezza architettonica :D

Siamo mica in Olanda qua....

Guarda che è splendida. :mrgreen:


5oonk0.png

Alonso, come ha detto Kimi, è il primo top driver che si fa pagare il posto a Maranello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By J-Gian
      A seguito delle restrizioni alla circolazione delle persone, introdotte a partire dal 09/03/2020 per il contenimento del virus Codvi-19, anche il numero di veicoli in circolazione è sensibilmente sceso.
       
      Secondo la "logica dell'amministratore locale tipo", la riduzione del traffico veicolare, assieme alla chiusura di molte attività, avrebbe dovuto ripercuotersi positivamente sulla qualità dell'aria delle città.

       
       
      Il miglioramento della qualità dell'aria effettivamente sembrava esserci stato, almeno nel milanese, precedentemente al 15/03/20:  
       
      Lo scenario però presto è cambiato nelle giornate del 17 e 18 marzo 2020: 
       
       
      Cos'è successo?
      Iniziale "merito" delle particolari condizioni meteorologiche? Successivo contributo dei riscaldamenti domestici, a veicoli fermi?
      Sono le ipotesi che faremmo un po' tutti, ma ARPA Lombardia giustamente frena, suggerendo la necessità di approfondimenti:
       
       
       
      Si sbilancia un po' di più ARPA Veneto, evidenziando come il meteo sia il principale attore nel ristagno o nella dispersione degli inquinanti. E che il gran numero delle persone chiuse in casa durante il periodo di restrizioni 08/03-13/03/20, potrebbe aver inciso attraverso l'utilizzo dei riscaldamenti domestici. A far eco alle ipotesi, si è riscontrato che proprio in quei giorni, la qualità dell'aria in Veneto è stata decisamente pessima.
      Un estratto:
       
    • By ISO-8707
      Il 767 potrebbe tornare in produzione
       
       
       
       
       
    • By Autodelta85
      http://www.airfleets.net/
      A questo link trovate veramente di tutto dagli anni '70 ad oggi...qualsiasi compagnia registrata (attiva e non),qualsiasi aereo registrato alla IATA e persino il calcolo dell'età media della flotta...inutile dire che Alitalia è vecchia,ma ci sono compagnie ben più grandi ancora più vecchie
      Guardate Virgin o easyjet da far paura,hanno aerei comprati l'altro giorno
      Anche la sezione dei disastri aerei è ben fatta


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.