Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Autodelta85

Tutto sull'aviazione civile

Recommended Posts

Non è propriamente aviazione civile... ma ci sono i TG che stanno ripetendo a pappagallo che non si capisce il mancato arrivo dei Canadair per spegnere Notre Dame.

 

Certo, se vuoi raderla al suolo e far sparire anche la polvere mi sembra un ottimo metodo :disp:

  • I Like! 5

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Wilhem275 scrive:

Non è propriamente aviazione civile... ma ci sono i TG che stanno ripetendo a pappagallo che non si capisce il mancato arrivo dei Canadair per spegnere Notre Dame.

 

Che poi non si sa da dove sia partita questa voce che dovessero arrivare gli aerei per spegnerla...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non è propriamente aviazione civile... ma ci sono i TG che stanno ripetendo a pappagallo che non si capisce il mancato arrivo dei Canadair per spegnere Notre Dame.
 
Certo, se vuoi raderla al suolo e far sparire anche la polvere mi sembra un ottimo metodo :disp:
La cattedrale e pure tutto il circondario...

☏ LG-H870 ☏

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Il Presidente degli Stati Uniti ha osservato che forse con l’intervento degli aerei anti incendio Canadair, usati spesso per spegnere i roghi nei boschi, si sarebbero potuti evitare i danni.

 

8d009df0abb48f2791f3eed349c765ee.jpg

 

Sinceramente, non ricordo.

Usarono i Canadair a Venezia?

do prese fuoco la Fenice decollò immediatamente

Roberto Tentellini, pilota, che quando prese fuoco la Fenice decollò immediatamente per andare a spegnere l’incendio dell’antico Teatro dell’Opera in laguna. “Di quella notte rammento un intervento molto impegnativo e inevitabilmente rischioso. Giù c’erano cento colleghi, mentre lassù eravamo in tre”.

 

“Quello l’avremmo saputo dopo – precisa il 74enne al quotidiano lagunare – in quel momento dovevamo solo pensare agli sganci: ne facemmo 220, da mille litri d’acqua ciascuno, di continuo. Non potevamo fermarci, se volevamo rendere efficace l’opera di raffreddamento della massa di legno che costituiva la Fenice, un po’ come sarebbe stato con Notre-Dame”. 

 

 

 

 

 

per andare a spegnere l’incendio dell’antico Teatro dell’Opera in laguna. “Di quella notte rammento un intervento molto impegnativo e inevitabilmente rischioso. Giù c’erano cento colleghi, mentre lassù

erav in tre”

A Parigi, dove l'avrebbero "pescata" l'acqua?
 
Tra i ponti della Senna?
 
 

 

downloadfile.jpg

Edited by Damynavy

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

comunque alla fenice sganciavi credo su una cavea già compromessa... ieri nessun commentatore per ore ha fatto notare che la chiesa ha anche delle volte interne (le principali poi) in pietra e la priorità era fare in modo che non crollassero loro! se fossero crollate allora veramente della chiesa non sarebbe rimasto niente, già il crollo della guglia ottocentesca è stato un grosso rischio e se avessere buttato acqua random anche solo dagli elicotteri ciao...

io quando ho visto le prime foto dell'interno verso le 23:30 e le fiamme che diminuivano in cima me ne sono andato a dormire abbastanza fiducioso di ritrovare la chiesa in piedi stamattina.

 

comunque Donaldo che da consigli ai pompieri di un altro continente su twitter... impagabile!🤦‍♂️

Edited by saven

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fonti tecniche qualificate :lol: 

 

 

A proposito di Madonne volanti, ricordiamo questo:

 

 

 

Quello col finestrino aperto... :muto: 

 

  • Haha! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Comunque, hanno tolto le statue che, secondo leggenda, proteggevano la cattedrale,  tempo 5gg. e si è incendiato il tetto.

 

images?q=tbn:ANd9GcQEfqZAgvL2dm5mya1NBsD

Edited by bik
  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Wilhem275 scrive:

Fonti tecniche qualificate :lol: 

 

 

A proposito di Madonne volanti, ricordiamo questo:

 

 

 

Quello col finestrino aperto... :muto: 

 

oddio e cos'era? un revival di jackass?🤣

 

 

  • Haha! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By ISO-8707
      Concordo sul fatto che sia più filante ed equilibrato nelle linee, ma deriva pur sempre da un aereo di linea, anche se è costruito in scala lievemente maggiorata per permettere l'imbarco di pallet, container, fuoristrada etc.
       
        
       

       
       
      C-17, C-2 e KC-390, oltre ad essere più grandi sono stati concepiti dall'inizio col fine di massimizzare il volume di carico, anche se a discapito di una maggiore resistenza aerodinamica
       
       
      Per ovviare all'inconveniente la prossima generazione di aerei da trasporto sarà all'incirca così...
       

       

       
      Mentre quelli strategici...
       

       

       
       
       
       
      Invece il pare proprio che il primo sarà a volare sarà quello parcheggiato a Kiev da 15 anni (o almeno queste sono le intenzioni dei cinesi)
       
      https://www.flightglobal.com/news/articles/an-225-revival-proposed-in-new-antonov-china-pact-428949/
    • By Autodelta85
      E' un articolo del corriere,non di certo esce da una facoltà universitaria...però come dire,io già lo immaginavo,qui sembra che si scopra l'acqua calda
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.