Jump to content

Question

 

On 25/10/2018 at 20:26, J-Gian scrive:

Ciao, ricordo alcune fasi di utilizzo e come legano il moto ai consumi

 

1) Le accelerazioni sono la fase in cui l'auto consuma di più: tanto più sono brusche e repentine, tanto più energia (carburante) usi.

 

2) A velocità costante si consuma di meno, ma man mano che la velocità cresce (soprattutto dai 70-80 km/in in su), i consumi aumentano in modo quadratico al variare della velocità. Anche a velocità bassissime però, l'energia utilizzata (specie sulle endotermiche) viene "spalmata" su un percorso minore, quindi l'efficienza sarà bassa. 

 

3) In frenata e nei rallentamenti non si consuma, o si consuma molto poco, ma frenare equivale a sprecare l'energia che hai duramente accumulato accelerando: meno freni, meno sprechi il lavoro fatto in precedenza.

 

4) Le pendenze influenzano i consumi: salendo si consuma molto, in discesa invece si consuma poco o nulla (sfruttando il cut-off).

 

5) Da fermi e con il motore acceso, consumi pochi litri/ora, ma fai 0 km/l, quindi è comunque uno spreco: minimizzare le soste a motore acceso.

 

 

 

  Di conseguenza, i consigli base sono quelli di sempre:

 

- non esagerare con le accelerazioni, premi poco il gas e cambia intorno ai 1.500 giri (2.000 per un benzina), o comunque ad un regime basso, ma adeguato alla tua accoppiata motore/auto/massa a bordo;

 

- una volta guadagnata velocità, alleggerisci la pressione sul pedale dell'acceleratore il prima possibile, così da essere sicuro di mantenere la velocità costante; talvolta, infatti, si dà più gas di quanto serva per viaggiare uniformemente, specie in 5a o in 6a marcia, quando risulta più difficile percepire le accelerazioni;

 

- guarda in distanza (prevedi) e lascia scorrere l'auto senza accelerare non appena vedi dei rallentamenti davanti a te, così non sprecherai l'energia accumulata e consumerai meno i freni e le gomme;

 

- mantieni ampiamente le distanze di sicurezza, in tal modo non dovrai mai frenare o adeguare repentinamente la velocità a quella degli altri, ti basterà mollare il gas appena vedi degli stop accendersi, per poi riaccelerare dolcemente non appena ripartono;

 

- controlla spesso la pressione degli pneumatici, affinché non scenda sotto a quanto previsto dal costruttore, con il rischio di aumentare la resistenza all'avanzamento e quindi ai consumi;

 

- tieni i finestrini chiusi ad alta velocità, così da ridurre la resistenza all'avanzamento dovuta all'aerodinamica;

 

- in discesa, mantieni innestata la marcia più opportuna e sfrutta il freno motore: il motore trascinato, andrà in cut-off e non consumerà carburante, anche se raggiunge regimi elevati;

 

- non scaldare il motore con l'auto in sosta, ma parti dolcemente senza forzare, eviterai un inutile utilizzo di carburante, senza ottenere benefici sulla meccanica. 

 

 

 

 

Ricorda inoltre che:

 

- sulle tratte brevi (sotto ai 10 km), si tende a consumare molto di più, uno dei motivi (specie in inverno) è che il motore lavora sotto temperatura per diversi km;

 

- in città si consuma molto a causa dell'andatura irregolare (tante accelerazioni e frenate), si fanno pochi km a velocità costante e spesso con il motore non in temperatura;

 

- in autostrada, i consumi aumentano tantissimo con il crescere della velocità: a 130 consumi molto di più che a 110 km/h, di parecchi km/l.



 

 

Ieri sera sono stato in centro per l'uscita del sabato sera con gli amici. non ho voluto assomigliare al "branco" di auto della giungla cittadina, e mi sono messo a guidare, per tutta la sera (spostandoci da un pub a un altro, da quello verso altre parti ecc...) di minimo o con un filo di gas (non intendo il solito filo di gas, ma proprio tenere il pedale dell'acceleratore pressato di un cm o meno dalla sua posizione iniziale, un microfilo di gas, usato solo per partire, perchè una volta partiti ci vuole molto meno gas per cambiare velocità) usando marce alte arrivando alla massima velocità di 35-40 km/h in quinta (aiutandomi al massimo col microfilo di gas, e il motore non soffriva affatto, avrebbe sofferto se avessi premuto a tavoletta).

 

Mi direte che sarò stato una lumaca? non proprio, ho spesso dovuto scalare in quarta o in terza per arrivare a 20 km/h (sempre di minimo), poi in coda addirittura camminavo al minimo di prima o seconda. Ma la cosa che mi ha fatto pensare di più sapete qual'è? che pur procedendo massimo a 35-40 all'ora, si, mi superavano, ma al primo semaforo o anche incrocio senza semaforo, tutti quelli che prima mi avevano superato affondando il pedale e tenendo il motore in seconda a giri abbastanza più alti dei miei (avrò fatto massimo 1000-1500 giri/minuto al massimo), me li ritrovavo accanto, e in alcuni casi li superavo! cioè io andavo pressochè col motore a giri bassissimi tenendo una velocità pressochè costante, tutti gli altri e dico tutti, usavano marce basse, salivano di giri, sgasavano inutilmente, per poi ritrovarci un pò più avanti, affiancati! diciamo che io sono andato sempre alla velocità media del traffico, tenendola costante, con marce alte, a giri bassissimi, gli altri non sono andati alla velocità media ma hanno toccato velocità istantanee molto più alte e basse (se mi superavano a 50-60 poi si fermavano se li raggiungevo, a un certo punto la loro velocità era zero!), ma la stessa velocità media ovviamente, facendo però velocità istantanee molto variabili hanno dovuto tenere marce basse e giocare molto col gas.

 

Alla fine loro, a parità di motore, avranno consumato il doppio di me, ma io ho un 1.1 e un'auto leggera, loro chissà, quindi chissà quanto hanno consumato più di me! io personalmente ieri sera ho consumato pochissimo in città, e consiglio a tutti di evitare questi inutili picchi di velocità istantanee con conseguenti marce basse, gas premuto e consumi elevati (e emissioni nocive che respiriamo nella città stessa), tanto poi chi in centrocorre si deve fermare prima degli altri, questo è poco ma sicuro.

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

Recommended Posts

  • 0
On 20/4/2021 at 09:18, martul scrive:

tendenzialmente anche io so che per risparmiare conviene andare a marce alte con un filo di gas e che le marce dello start sono quelle che affondono di più. Ma le discese a folle come le vedete? Rischiose?

la mi amacchina col "manettino" in A va in folle da sola in discesa o sui rilasci prolungati

PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Link to comment
Share on other sites

  • 0
5 ore fa, mikisnow scrive:

Si si vero, non avevo sottolineato il fatto che paragonavo il veleggiamemto in pianura ma usato da alcune vetture con cambio automatico 😉. Non lo farei mai neppure io. 

Poi hai sottolineato due aspetti importanti, il regime di coppia su auto diesel che ce l'hanno in un range limitato ed il tipo di guida a seconda delle condizioni del traffico e tipo di strada. Per esempio su strade extraurbane per consumare meno senza stressarsi 😅, si cerca di mantenere la velocità media di quel percorso. Nel senso che pur non potendola ovviamente calcolare, se ci sono tratti in cui si possono raggiungere i 90 ma molti tratti con curve da 60, magari in quei rettilinei si arriva al massimo ad una velocità fra i 70 ed 80. Inoltre  usando molto il rilascio e non i freni non so se mi spiego 😅. Stessa cosa in città come hai già detto. 

Per curiosità, con che pendenza e velocità di percorrenza? 

guarda ti posso dire che lo fa pure senza pendenza ...magari quando lasci il gas perchè si avvicina una rotonda (almeno non mi pare ci sia pendenza) o uno stop. dipende mi sa pure dalle condizioni meteo...con la macchina fredda lo fa meno. la velocità? si attiva a tutte le velocità credo...sia che vai a 50 che 130. controllerò meglio le prossime volte. Io spesso mi "diverto " a veere la scorrevolezza "meccanico\aerodinamica" in superstrada...avendo fatto mille mila km con varie vetture sempre sullo stesso tratto sorridevo nel vedere quanto fosse poco aerodinamica la mia punto cabrio....nel tratto di discesa perdeva abbastanza repentinamente la velocità mai come la tucson (ovviamente). Ottimo risultato per la tipo 4p invece.

La giulia (messo in N così non va in folle) ,nonostante i gommoni su cerchi da 19 è quella che arriva più lontano di tutte :D

PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Link to comment
Share on other sites

  • 0
16 ore fa, mikisnow scrive:

Si si certo, ma chiedevo perché leggendo "lo fa in pendenza" mi riferivo a che tipo di comportamento avesse scendendo da un Passo per esempio 😉

purtroppo causa covid l'ho usata poco...comunque creo che rimane in folle...poi se freni o sterzi un po torna "in presa". Magari uno li per non sforzare freni ecc mette in Drive e tiene il rapporto che vuole :D

PETIZIONE 125 in Superstrada e Autostrada

La Desmosedici è una moto difficile, quando dai gas vibra e si muove, ma è una sua prerogativa perchè se non ti fai spaventare vedi che tutto funziona. [Casey Stoner]

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Buonasera a tutti, ogni giorno devo fare una salita molto ripida (>20%) lunga circa 400 metri che con la mia macchina riesco a fare solamente in prima. Per limitare al massimo i consumi, secondo voi a quale regime dovrei tenere i giri motore, considerando che praticamente mai ho auto davanti o dietro a me?

Edited by francescopaganii
Link to comment
Share on other sites

  • 0
9 minuti fa, francescopaganii scrive:

Buonasera a tutti, ogni giorno devo fare una salita molto ripida (>20%) lunga circa 400 metri che con la mia macchina riesco a fare solamente in prima. Per limitare al massimo i consumi, secondo voi a quale regime dovrei tenere i giri motore, considerando che praticamente mai ho auto davanti o dietro a me?

Manca una parte fondamentale... Che macchina è?

In genere comunque al regime di coppia massima. Se è a benzina, cercando di tenere l'acceleratore più premuto possibile.

Link to comment
Share on other sites

  • 0

se hai l'indicatore consumo istantaneo guarda quello ;-)

il miglior compromesso tra velocità e consumo è appunto tenere il motore attorno al regime di coppia massima, ma non c'è bisogno di schiacciare più del necessario. In salita va sempre schiacciato tanto quanto è necessario per non perdere velocità.
Per consumare ancora meno, puoi andare sempre in prima, ma più lento :-)

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
10 ore fa, francescopaganii scrive:

Buonasera a tutti, ogni giorno devo fare una salita molto ripida (>20%) lunga circa 400 metri che con la mia macchina riesco a fare solamente in prima. Per limitare al massimo i consumi, secondo voi a quale regime dovrei tenere i giri motore, considerando che praticamente mai ho auto davanti o dietro a me?

 

Io miglior aiuto in questo caso è l'indicatore del consumo istantaneo: imposta l'andatura che ti serve e regolati con il piede del gas finché non trovi il risultato più accettabile.

 

In questo tipo di circostanze, questo modo di procedere aiuta più di tante teorie.

 

Considera comunque che questi 400 m non saranno quelli che ti svoltano l'economia annuale, a meno che non si tratti di una parte prevalente del tuo percorso giornaliero 😅

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

  • 0

Allora la macchina è una citroen c3 a benzina con 82 cv, il consumo istantaneo a velocità basse come queste non lo rileva, quindi è difficile basarsi su quello. In ogni caso, nonostante siano solo 400 m, fanno una bella differenza visto che generalmente non faccio percorsi lunghissimi. Vedrò se riesco a trovare qualche modo per sperimentare empiricamente. Grazie a tutti per le risposte, comunque.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
On 26/3/2023 at 20:16, francescopaganii scrive:

Buonasera a tutti, ogni giorno devo fare una salita molto ripida (>20%) lunga circa 400 metri che con la mia macchina riesco a fare solamente in prima. Per limitare al massimo i consumi, secondo voi a quale regime dovrei tenere i giri motore, considerando che praticamente mai ho auto davanti o dietro a me?

Scusa, ma per soli 400mt di strada è inutile che ti fai mille problemi sui consumi di quella salita.

  • I Like! 5
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.