Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!
  • 0

Calcolo Consumi: Computer di Bordo (CdB) e Pieno-Pieno


The Summarizer
 Share

Question

,.-

,.-

Messaggio Aggiornato al 23/03/2013

Quel che mi sembra strano è che il CDB segni dei consumi alti nei tratti di pochi metri che faccio in folle per colmare il gap con chi precede quando sono in coda...
Tieni conto comunque che si tratta di una "mappa di funzionamento" che volutamente ha dei tempi di aggiornamento un po' lenti, quindi la fase di assestamento può durare qualche secondo in cui sballa pesantemente ;)

I ogni caso prova a ragionare così: a parità di accessori che richiedono potenza (clima, alternatore) il motore in folle ed al minimo ha sempre lo stesso consumo orario (l/h), quindi...

  • Motore al minimo, fai 0 km/l... Perché non ti muovi, consumi carburante ma non fai strada;

  • Se sei già ad una velocità sufficientemente alta e metti in folle, immagina di essere senza attrito (condizione accettabile ipotizzando un tempo breve dove perdi poca velocità), con quello stesso carburante (motore al minimo, come da fermi) puoi fare tanti chilometri, perché essendo in movimento, nel medesimo lasso di tempo di prima, percorrerai molta più strada (e vorrei vedere, eri fermo :));

  • Se sei ad una velocità intermedia, nel medesimo intervallo di tempo delle 2 situazioni precedenti, con lo stesso carburante consumato (in folle, motore al minimo), potrai realizzare una percorrenza intermedia: meglio che da fermi (comunque ti muovi), peggio che ad alta velocità (sei più lento quindi fai meno strada) ;)

Altro modo di vedere la cosa...

Il calcolo che fa il computer è qualcosa del tipo [km fatti/tempo]/[litri consumati/tempo] = [km fatti/litri consumati], ovvero, per abitudine [km/h]/[l/h] = km/l

  • Quando sei in folle al minimo, il consumo orario [l/h] resta uguale, quindi con velocità crescenti [km/h] finirai per fare più strada con lo stesso carburante (più km con il "solito" litro), viceversa rallentando.

  • Quando ti serve più potenza, il consumo orario [l/h] aumenta, quindi a parità di velocità (es. vuoi mantenere la velocità che avevi in piano quando incontri una salita) calerà la percorrenza [km] che puoi ottenere;
    viceversa se ti serve meno potenza, tipo in una discesa, con meno gas, o con il motore al minimo (in folle), o meglio ancora in cut-off.
    In quest'ultimo caso possiamo addirittura dire che "regali potenza" al motore, che viene dissipata dallo stesso... Ma anche in tal caso sono 0 l/h, quindi consumo zero! ;)
    Se invece hai un'auto ibrida, quella potenza assorbita in decelerazione, viene recuperata in altra forma e concorrerà in seguito a diminuire il consumo orario ;)

http://www.autopareri.com/forum/fiat/60042-punto-evo-consumo-istantaneo-e-spia-riserva.html#post28015675 Edited by J-Gian

56872dbc34708_LogoAutopareri2.0.png.7a01

Link to comment
Share on other sites

  • Answers 117
  • Created
  • Last Reply

Top Posters For This Question

Recommended Posts

  • 0

io con la Golf arrivo anche a 25km/l volendo. Basta trovare le condizioni di contorno adatte

Il fatto che quei marchingegni sia più "scena" che altro lo dice la fisica. Cosa a cui deve sottostare anche bmw.......

[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
io con la Golf arrivo anche a 25km/l volendo. Basta trovare le condizioni di contorno adatte

Il fatto che quei marchingegni sia più "scena" che altro lo dice la fisica. Cosa a cui deve sottostare anche bmw.......

25 km/l... uhm... discesa a folle? :lol:

URL%5Dangelsgh8.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 0
25 km/l... uhm... discesa a folle? :lol:

No, 70-80km/h in sesta in pianura......;)

in discesa (con marcia inserita per sfruttare il cut-off) viene fuori uno spettacolare 0.0 L/100km con autonomia infinita!

I consumi che si dicono, se non si indicano le condizioni in cui si fanno, non è che hanno molta validità scientifica

[sIGPIC][/sIGPIC]

Some critics have complained that the 4C lacks luxury. To me, complaining about lack of luxury in a sports car is akin to complaining that a supermodel lacks a mustache.

Link to comment
Share on other sites

  • 0

strano perchè quello della 147 nelle medesime condizioni segna 0,2 o 2 l/100. Cioè il consumo minimo possibile

... Le Alfa del futuro, Mazda a parte, dovrebbero essere ingegnerizzate là. Ma io dovrei comprare un'Alfa fatta dagli ingegneri della Chrysler ?

( Cit . Giugiaro da Quattroruote )

Link to comment
Share on other sites

  • 0
Sarà, ma sembra ke questi "marchingegni" funzionano visto ke c'è gente ke in rodaggio ad andature normali, con le nuove 120d fà anche 18km/litro....come tra poco neanche una Punto Multijet....:roll:

Tenendo andature regolari e con un piede leggero da rodaggio, i 18 al litro li faccio quasi anch'io con un 2.0 benzina vecchio di 10 anni.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
Tenendo andature regolari e con un piede leggero da rodaggio, i 18 al litro li faccio quasi anch'io con un 2.0 benzina vecchio di 10 anni.

C'è un ragazzo ke passando dalla vecchia alla nuova 120d ha riscontrato un consumo di circa 2/3km in - al litro...e nn mi sembra x nulla poco!!!:D

BMW for ever........i cavalli non bastano MAI!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 0

Magari il problema del consumo c'era prima? ;-)

È possibile avere il nuovo 2.0d senza tutta questa rumenta aggiuntiva? Probabilmente è sufficiente lo Stop&Go…

5oonk0.png

Alonso, come ha detto Kimi, è il primo top driver che si fa pagare il posto a Maranello.

Link to comment
Share on other sites

  • 0
Magari il problema del consumo c'era prima? ;-)

È possibile avere il nuovo 2.0d senza tutta questa rumenta aggiuntiva? Probabilmente è sufficiente lo Stop&Go…

Ti dirò, nel test di Qr di qlc anno fà contro l'A3 2.0tdi e l'Alfa 147 1.9Multijet, quella ke n'è uscita con un consumo migliore pari a oltre 15km/litro di media è stata proprio la Serie 1 xciò...nn direi! :wink:

BMW for ever........i cavalli non bastano MAI!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By J-Gian
      Un tempo, il metodo di calcolo dei consumi nel ciclo NEDC per un auto ibrida plug-in, era frutto di una formula matematica che teneva conto del presunto utilizzo medio, quindi una buona parte in modalità elettrica ed una piccola parte in modo ibrido. 
       
      La formula era questa: C = (De·C1 + Dav·C2)/(De + Dav)
       
      Dove:
      C = consumo di carburante in l/100 km  
      De = autonomia rilevata in modalità elettrica
      C1 = consumo carburante rilevato con la batteria carica (perché in certe condizioni del ciclo prova potrebbe accendersi il termico)
      C2 = consumo carburante rilevato con la batteria scarica (modalità ibrida)
      Dav = 25 km, presunto utilizzo medio in modalità ibrida, su percorrenze di 100 km
       
       
      Ad esempio, una Prius ibrida plug-in del 2009, il calcolo era questo 2,1 = (25 x 0,5 + 25 x 3,7) / (25+25)
      2,1 l/100 km, corrispondono a 49 g/km di CO2: questo bastava per stare sotto i 50 g/km ed ottenere certe agevolazione in alcuni paesi. Ecco che a quel punto non aveva nemmeno senso eccedere nella taglia della batteria, sarebbero stati solamente costi e peso che poteva incidere su C2.
       
      La fonte di quanto sopra è questa: km77.com - Va de consumos, perdón, emisiones
       
       
       
       
      Con il ciclo WLTP non ho ancora trovato informazioni dettagliate riguardo al nuovo metodo di calcolo. 
      Il ciclo WLTP per una ibrida plug-in comunque prevede questo (fonte: How are plug-in hybrids and electric cars measured? )
       
      inizio ciclo di omologazione WLTP a batteria completamente carica; si tratta delle medesime prove sui rulli che fanno le auto a motore termico (anche le elettriche) con il nuovo iter;
        ripetere il ciclo fino alla scarica completa della batteria di trazione, misurando costantemente le emissioni di CO2 (quindi, complementarmente, i consumi di carburante); 
        notare che durante i test, il motore termico potrebbe accendersi autonomamente per svariate esigenze (es. velocità elevata); l'apporto del termico diverrà via via predominante man mano che ci si avvicinerà alla scarica totale; il tutto viene misurato e contribuisce al calcolo finale delle emissioni di CO2;
        a batteria di trazione totalmente scarica, si effettua un ulteriore ciclo WLTP in modalità totalmente ibrida (termico e frenate rigenerative);
        a questo punto il test si dichiara concluso; si calcolano matematicamente le emissioni di CO2 facendo una media sul rapporto tra autonomia elettrica e totale. 
        La difficoltà nel restituire un dato realistico con questa tipologia di auto, sta nel valutare quale sia poi l'effettivo uso medio dell'utente, ovvero quanto la utilizzerà effettivamente come elettrica, quanto come ibrida. 
       
       
       
      Sicuramente quindi, i nuovi cicli di omologazione hanno messo un po' a soqquadro i piani delle case che puntavano sulle ibride plug-in come artifizio per farla franca. Tuttavia, una volta trovati i nuovi parametri per far rientrare il conteggio entro la soglia desiderata, le case hanno rapidamente adeguato accumulatori e/o sono ricorse a termici più efficienti, per raggiungere nuovamente un risultato che potrebbe non essere lo specchio reale dei consumi ed emissioni.
       
       
       
    • By J-Gian
      Spesso discutendo di prove e consumi ci chiediamo come facciano i centri prova delle più importanti testate automobilistiche ad effettuare le misurazioni sulle auto testate. Il riferimento che più spesso utilizziamo, sono i dati rilevati da Quattroruote. Proviamo a fare un po' di chiarezza sulle procedure che il loro centro prove utilizza...
       
       
       
       
       
       


       


       
       
    • By AlexMi
      Per andare nella direzione che dici tu, bisognerebbe alzare molto le tasse sui carburanti (tutti), e in questo modo tasseresti in maniera proporzionale alle emissioni di CO2, e chi compra auto più ecologiche risparmierebbe.
      Ma quanti sarebbero daccordo? Credo in pochi.

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.