Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19
  • Rimanete al sicuro! Rispettate le distanze e le misure igieniche
  • Autopareri è sempre attivo e vi è virtualmente vicino per tenervi compagnia durante la fase di lockdown!

Recommended Posts

Guest

Fuori Produzione; per il Nuovo Modello cliccate sul seguente link:

freccina19rossaiy0.gifFerrari 488 GTB 2015

Ferrari-458-Italia-3.jpg

Ferrari-458-Italia-5.jpg

Ferrari-458-Italia-1.jpg

Ferrari-458-Italia-2.jpg

Ferrari-458-Italia-90060.JPG

Ferrari-458-Italia-90053.JPG

Ferrari-458-Italia-90058.JPG

Ferrari-458-Italia-21.jpg

Ferrari-458-Italia-22.jpg

Ferrari-458-Italia-23.jpg

Ferrari-458-Italia-24.jpg

Ferrari-458-Italia-10.jpg

Ferrari-458-Italia-16.jpg

Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-12.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-11.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-10.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-9.jpg

Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-8.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-7.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-6.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-5.jpg

Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-4.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-3.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-2.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-1.jpg

Ferrari-458-Italia-16.jpg Ferrari-458-Italia-15.jpg Ferrari-458-Italia-14.jpg Ferrari-458-Italia-13.jpg

Ferrari-458-Italia-12.jpg Ferrari-458-Italia-11.jpg Ferrari-458-Italia-10.jpg Ferrari-458-Italia-9.jpg

Ferrari-458-Italia-8.jpg Ferrari-458-Italia-7.jpg Ferrari-458-Italia-6.jpg Ferrari-458-Italia-5.jpg

Ferrari-458-Italia-4.jpg Ferrari-458-Italia-3.jpg Ferrari-458-Italia-2.jpg Ferrari-458-Italia-1.jpg

Ferrari-458-Italia-10.jpg Ferrari-458-Italia-9.jpg Ferrari-458-Italia-8.jpg Ferrari-458-Italia-11.jpg

Ferrari-458-Italia-7.jpg Ferrari-458-Italia-6.jpg Ferrari-458-Italia-5.jpg Ferrari-458-Italia-24.jpg

Ferrari-458-Italia-23.jpg Ferrari-458-Italia-22.jpg Ferrari-458-Italia-21.jpg

Foto Live Francoforte 2009 :

Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-40.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-39.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-38.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-37.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-36.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-35.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-34.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-33.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-32.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-31.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-30.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-29.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-28.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-27.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-26.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-25.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-24.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-23.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-22.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-21.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-20.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-19.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-18.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-17.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-16.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-15.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-14.jpg Ferrari-458-Italia-Frankfurt-Show-13.jpg

Riassunto innovazioni introdotte:

  • telaio di nuova concezione, in alluminio e diversi tipi di leghe

  • tecniche di giunzione e lavorazione di derivazione aerospaziale

  • aerodinamica che genera un carico verticale di 140 Kg a 200 km/h

  • le alette posizionate davanti ai radiatori che generano al contempo carico verticale e, con l’aumento delle velocità, si deformano aero-elasticamente allo scopo di ridurre la sezione d’ingresso ai radiatori e la resistenza all’avanzamento

  • sospensioni anteriori a triangoli sovrapposti
  • posteriori con schema multilink
  • rapporto di sterzo più diretto

  • integrazione sistemi elettronici E-Diff e F1-Trac, ora nella stessa centralina
  • aumento del 32% dell’accelerazione longitudinale in uscita dalle curve rispetto alla 430

  • pinze freno con sistema di precarico dei pistoni per una risposta ancora più pronta all’attivazione del comando.
  • spazio di frenata che da 100 km/h a zero è di soli 32,5 metri

  • 4499 cm3 V8 albero piatto
  • rapporto di compressione di 12,5:1
  • iniezione diretta
  • 570 CV a 9000 giri/minuto, di cui 5 ottenuti sfruttando "l'effetto ram"
  • potenza specifica di 127 CV/litro
  • 540 Nm a 6000 giri/minuto, di cui più dell’80% è disponibile fin dai 3250 giri/minuto
  • coppia specifica è da record: 120 Nm/litro

  • 13,7 l/100 km e un valore di emissione di CO2 pari a 320 g/km
  • consumo inferiore alla F430, nonostante l’incremento di cilindrata e di potenza, il migliore valore nel mercato di riferimento

  • 0-100 km/h in meno di 3,4 secondi
  • velocità massima superiore ai 325 km/h

Si chiama ITALIA la nuova Ferrari 8 cilindri concentrato di innovazioni

La 458 Italia, nuova generazione delle berlinette a motore posteriore, sarà presentata al prossimo Salone dell’Auto di Francoforte

Maranello, 28 luglio 2009 – Se è vero che ogni Ferrari è innovativa per definizione è altrettanto vero che alcune vetture nel corso della storia del Cavallino Rampante hanno rappresentato una vera e propria discontinuità rispetto alla gamma precedente. E’ questo il caso della nuova Ferrari 458 Italia, che fa compiere un salto generazionale alle 8 cilindri a motore posteriore–centrale con forte vocazione sportiva della Casa di Maranello.

La nuova vettura è una sintesi di innovazione tecnologica, creatività, stile, passione . Una sintesi che rappresenta anche il nostro Paese, al quale Ferrari ha voluto rendere omaggio aggiungendo accanto alle tradizionali cifre di cilindrata e numero cilindri, il nome Italia.

La Ferrari 458 Italia è completamente nuova da ogni punto di vista: gruppo moto-propulsore, design, aerodinamica, handling, strumentazione e interfaccia uomo-macchina; solo per elencare alcuni aspetti.

Berlinetta due posti, la 458 Italia, come ormai tradizione sulle vetture Ferrari per uso stradale, beneficia dell’esperienza maturata in Formula 1, come si evince ad esempio dalla precisione e immediatezza di risposta ai comandi del pilota e dalla particolare attenzione che è stata riservata alla riduzione degli attriti interni al propulsore per ottenere valori di consumo inferiori alla F430, nonostante l’incremento di cilindrata e di potenza. L’esperienza derivata dalle competizioni è presente sulla 458 Italia non solo in virtù di un trasferimento puramente tecnologico, ma anche “emozionale” grazie al forte accento posto sul connubio quasi simbiotico pilota-vettura. La 458 Italia, infatti, si caratterizza per una nuova impostazione di guida con volante e cruscotto di nuova concezione, frutto dell’esperienza proveniente dalle corse. Anche in questa area di sviluppo è stato di fondamentale importanza l’apporto ormai consolidato di Michael Schumacher che, anche questa volta è stato coinvolto fin dall’inizio del progetto.

Il design, realizzato da Pininfarina, è un ulteriore conferma della profonda cesura che questa nuova vettura crea rispetto al passato. Lo stile si basa su una forma compatta e filante, espressione dei concetti di essenzialità, efficienza e leggerezza cui il progetto è ispirato. Come per tutte le Ferrari, l’estetica è strettamente dipendente dall’efficienza aerodinamica che su questo nuovo modello genera, tra l’altro, un carico verticale di 140 Kg a 200 km/h. Il frontale è monobocca con prese d’aria laterali, con le sezioni dei profili studiate per convogliare l’aria verso i radiatori dell’acqua e il nuovo fondo piatto. La 458 Italia presenta inoltre alette posizionate davanti ai radiatori che generano al contempo carico verticale e, con l’aumento delle velocità, si deformano aero-elasticamente allo scopo di ridurre la sezione d’ingresso ai radiatori e, di conseguenza, la resistenza all’avanzamento.

Il nuovo motore da 4499 cm3 è il primo V8 a iniezione diretta della Casa di Maranello montato in posizione posteriore- centrale con un’altezza di compressione dei pistoni estremamente ridotta, tipica dei motori da competizione e che contribuisce ad ottenere un rapporto di compressione di 12,5:1. Dotato del tradizionale albero piatto, il propulsore eroga 570 CV a 9000 giri/minuto e con una potenza specifica di 127 CV/litro raggiunge un valore da primato assoluto non solo per la gamma e la storia Ferrari ma per tutto il segmento di riferimento. La coppia massima è di 540 Nm a 6000 giri/minuto, di cui più dell’80% è disponibile fin dai 3250 giri/minuto. La coppia specifica è da record: 120 Nm/litro. Un altro straordinario risultato raggiunto consiste nell’elevato livello di coppia disponibile pur mantenendo anche ai regimi più bassi una grande potenza.

Chiara, potente e coinvolgente è la sonorità del motore, convogliata nella fase di scarico verso i tre codini posteriori. La 458 Italia adotta il cambio F1 a doppia frizione a 7 marce che affianca a un forte incremento prestazionale un eccezionale comfort di marcia. Per il suo impiego sulla 458 Italia gli ingegneri sono intervenuti sulla rapportatura per meglio interpretare la curva di potenza e di coppia del nuovo motore. Fortemente sportivo, il cambio è così in grado di garantire maggior coppia già dai bassi regimi e il raggiungimento della velocità massima con la marcia più alta.

Questa nuova Ferrari rappresenta poi un ulteriore importante passo verso l’obiettivo di riduzione delle emissioni. Nonostante il sensibile aumento di potenza del nuovo motore rispetto ai V8 precedenti, la 458 Italia è omologata con un consumo nel ciclo ECE+EUDC di 13,7 l/100 km e un valore di emissione di CO2 pari a 320 g/km, il migliore valore nel mercato di riferimento.

Anche in quest’ottica, nella progettazione gli ingegneri si sono concentrati sull’obiettivo del contenimento del peso, che si attesta a 1380 kg a secco per un rapporto peso/potenza di 2,42 kg/CV e una distribuzione ottimale dei pesi con il 58% sul posteriore. Il risultato di questo lavoro è sintetizzato da due semplici dati capaci di esprimere l’attitudine spiccatamente prestazionale della 458 Italia: accelerazione 0-100 km/h in meno di 3,4 secondi mentre la velocità massima è superiore ai 325 km/h.

Per il telaio di nuova concezione, sempre in alluminio, i tecnici di Maranello hanno fatto ricorso a diversi tipi di leghe e a tecniche di giunzione e lavorazione di derivazione aerospaziale.

Per quanto riguarda la dinamica, le sospensioni anteriori a triangoli sovrapposti e quelle posteriori con schema multilink sono state ridisegnate per ottenere un comportamento fortemente prestazionale che, insieme all’adozione di un rapporto di sterzo più diretto, garantisce prontezza di risposta della vettura mantenendo un comfort elevato.

L’integrazione dei sistemi elettronici E-Diff e F1-Trac, ora nella stessa centralina, e delle loro strategie è ancora maggiore, con un aumento del 32% dell’accelerazione longitudinale in uscita dalle curve rispetto a quanto avveniva nei precedenti modelli.

L’evoluzione dei controlli elettronici e la loro innovativa disposizione consentono di innalzare il livello prestazionale raggiungibile in condizioni di guida estrema grazie anche a un controllo più immediato della ripartizione della coppia motrice in uscita dalle curve più immediata.

La stessa centralina gestisce anche l’ABS prestazionale che consente una migliore rilevazione delle necessità di intervento e un’attuazione ancora più efficace. Le pinze freno hanno un sistema di precarico dei pistoni per una risposta ancora più pronta all’attivazione del comando. Tutto ciò porta a uno spazio di frenata che da 100 km/h a zero è di soli 32,5 metri. Fortemente caratterizzanti gli interni che presentano una nuova impostazione di guida e una rivoluzionaria interfaccia uomo- macchina con i comandi principali tutti sul volante.

Con la nuova Ferrari 458 Italia la Casa di Maranello completa la gamma degli 8 cilindri con una vettura dal puro DNA Ferrari che si rivolge a Ferraristi diversi rispetto a quelli per cui è pensata la Ferrari California. Quest’ultima è dedicata a chi cerca una grande versatilità abbinata alla Gran Turismo più prestazionale presente oggi sul mercato. La 458 Italia è concepita per i Ferraristi che hanno la pura prestazione come requisito principale, e che vogliono ritrovare sportività e comfort anche nell’utilizzo quotidiano, così come è ormai tradizione dei modelli Ferrari più recenti.

Ho avuto modo di girare sulla 458 Italia. E' davvero impressionante da tutti i punti di vista. Rispetto alla F430 c'è un abisso come era avvenuto tra 360 e F430.

Il che, per alcuni punti, può sembrare assurdo.

Ha un anteriore direttissimo ed è rapidissima nei cambi di traiettoria, al limite la tendenza al sottosterzo praticamente non esiste più (ancora meglio della F430 Scuderia) e in uscita di curva, grazie al retrotreno rivisto nella geometria e all'evoluzione dell'F1 Track, la motricità è a livelli da Porsche.

Il motore poi è fantastico. Spinge fortissimo già ai bassi, sembra, per fare un paragone, il V12 della 599, con un filo meno di spinta, ma ben più allungo in alto con una spinta che aumenta sempre di più fino al limitatore di giri.

Non abbiamo fatto un confronto diretto ma, in progressione, grazie anche alla trasmissione a sette rapporti, va almeno come il 599.

Il sound è bello, diverso rispetto all'attuale V8, più cupo ai bassi regimi e urla di più agli alti. Come note intendo, perchè a livello di intensità sonora, è più silenziosa della Scuderia, decisamente.

Press Release :

The 458 Italia is the latest incarnation of the mid-rear engined berlinetta and will be unveiled at the next Frankfurt Motor ShowMaranello, July 28th 2009 - While it's true that every Ferrari is innovative by definition, it's equally true that in the course of the Prancing Horse's history, certain cars have marked a genuine departure from the current range. This is very much the case with the Ferrari 458 Italia, which is a massive leap forward from the company's previous mid-rear engined sports cars.

The new model is a synthesis of style, creative flair, passion and cutting-edge technology, characteristics for which Italy as a nation is well-known. For this reason Ferrari chose to add the name of its homeland to the traditional figure representing the displacement and number of cylinders.

The Ferrari 458 Italia is a completely new car from every point of view: engine, design, aerodynamics, handling, instrumentation and ergonomics, just to name a few.

A two-seater berlinetta, the Ferrari 458 Italia, as is now traditional for all Ferrari's road-going cars, benefits hugely from the company's Formula 1 experience. This is particularly evident in the speed and precision with which the car responds to driver inputs and in the attention focused on reducing internal friction in the engine for lower fuel consumption than the F430, despite the fact that both overall displacement and power have increased. However, Ferrari's track experience makes its presence felt in the 458 Italia not only in terms of pure technological transfer but also on a more emotional level, because of the strong emphasis on creating an almost symbiotic relationship between driver and car. The 458 Italia features an innovative driving environment with a new kind of steering wheel and dashboard that is the direct result of racing practice. Once again input from Michael Schumacher - who was involved from the very start of the 458 Italia project - played an invaluable part.

The Ferrari 458 Italia's Pininfarina design provides further evidence of the complete departure from the past that this new car hails. The Ferrari 458 Italia has a compact, aerodynamic shape, underscoring the concepts of simplicity, efficiency and lightness that inspired the project. As with every Ferrari, the car's styling has been very heavily influenced by the requirements for aerodynamic efficiency, as can be seen from the downforce of 140 kg at 200km/h generated by the new model. The front features a single opening for the front grille and side air intakes, with aerodynamic sections and profiles designed to direct air to the coolant radiators and the new flat underbody. The nose also sports small aeroelastic winglets which generate downforce and, as speed rises, deform to reduce the section of the radiator inlets and cut drag.

The new 4499 cc V8 is the first Ferrari direct injection engine to be mid-rear mounted. It has a very low piston compression height typical of racing engines which contributed to achieving its compression ratio of 12.5:1. Equipped with the traditional flat-plane crankshaft, the engine delivers 570 CV at 9000 rpm and, with an outstanding power output of 127 CV/litre, sets a new benchmark not only for the whole Ferrari range and the history of company, but also for the entire market segment. Maximum torque is 540 Nm at 6000 rpm, over 80 per cent of which is available from 3250 rpm. Specific torque is a record 120 Nm/litre. However, what is truly extraordinary is the amount of torque available while still maintaining high levels of power at low revs.

The car's soundtrack is also typical Ferrari, with an exciting, powerful growl emerging from the engine before it channels through to the exhaust's three rear tailpipes.

The 458 Italia is equipped with the seven-speed dual-clutch transmission which increases performance whilst providing very smooth shifts even at full throttle. The engineers have developed specific, sportier gear ratios to match the power and torque curves of the new V8, guaranteeing high torque even at lower engine speeds and allowing the car to reach its maximum speed in top gear.

This new Ferrari is also a major leap forward when it comes to cutting emissions. Despite the fact that the new engine is significantly more powerful than the V8s that preceded it, the Ferrari 458 Italia produces just 320 g/km of CO2 and fuel consumption is 13.7 l/100 km (combined cycle), the best in the entire segment.

The engineers also focused on weight reduction during the design phase for similar reasons. Consequently, the Ferrari 458 Italia has a dry weight of 1380 kg with a power-to-weight ratio of 2.42 kg/CV. Weight distribution is also optimal with 58 per cent over the rear axle. The result of the engineers' endeavours can be summed up in to two simple statistics which together perfectly encapsulate the Ferrari 458 Italia's exceptional performance: 0-100 km/h acceleration in under 3.4 seconds and a maximum speed in excess of 325 km/h.

For the new chassis, once more in aluminium, Maranello's engineers incorporated various types of advanced alloys along with aerospace industry-derived manufacturing and bonding techniques.

With regard to vehicle dynamics, the Ferrari 458 Italia's suspension features twin wishbones at the front and a multi-link set-up at the rear tuned for maximum roadholding and superlative handling. Along with a more direct steering ratio, the 458 Italia thus offers extremely rapid turn-in and body control whilst maintaining superior ride comfort.

The integration of the E-Diff and F1-Trac (now controlled by the same ECU) and their respective mappings is even greater, resulting in a 32 per cent increase in longitudinal acceleration out of corners compared to previous models. The evolution of the control logic, with even faster and more accurate calculation of levels of grip, ensures even greater roadholding, better handling and ease of control on the limit.

The same ECU also governs the high-performance ABS, providing even more precise control over the logic threshold and greater efficiency. The brakes also feature a prefill function whereby the pistons in the callipers move the pads into contact with the discs on lift off to minimise delay in the brakes being applied. This combined with the ABS has cut the 100-0 km/h braking distance to a mere 32.5 metres.

The Ferrari 458 Italia's interior is another area of the car that exalts its sporty personality. The driver is welcomed by a new layout and a revolutionary ergonomic interface where the main controls are all clustered on the steering wheel.

With the Ferrari 458 Italia, Maranello has brought a highly distinctive new car to its 8-cylinder range. The company now offers two models that share a common, race-derived DNA, both exceptionally sporty and fun to drive in true Ferrari tradition, but aimed at two very different kinds of client. While the Ferrari California was created for owners requiring a more versatile sports car with a practical edge, the 458 Italia is designed for owners for whom the priority is uncompromising on-road performance with occasional track day capability, but who still demand a car that is useable in day-to-day driving like all Ferrari's recent models.

Ferrari

Edited by Touareg 2.5

Share this post


Link to post
Share on other sites

sembra che si sia un po' sciolta al sole.. effetto bolla anche qui?


CI SEDEMMO DALLA PARTE DEL TORTO VISTO CHE TUTTI GLI ALTRI POSTI ERANO OCCUPATI

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me, me piace!


5oonk0.png

Alonso, come ha detto Kimi, è il primo top driver che si fa pagare il posto a Maranello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

azz,me ne avevano parlato talemnte bene che ci sono rimasto male :|..non mi piace...:( mpoi dico io, am dei cerchi decenti in ferrari no eh???l

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sinceramente dopo la Fiorano avevo delle aspettative talmente basse che non mi sono meravigliato più di tanto..

Ma è design Pininfarina anche questa o è opera del nuovo cs?


Come se fosse antani per lei

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pininfarina, comunque ecco alcuni dati (per ora in inglese):

From Auto Express

With a top speed of 203mph and a 0-60mph sprint of less than 3.5 seconds, this is the fastest car Ferrari has ever built.

So say hello to the F458 Italia - officially revealed in these first pictures.

Offering a staggering 570bhp at 9,000rpm it's also fitted with an advanced engine, and a new double-clutch, seven-speed gearbox.

Like all Ferraris, the new name references the engine - in this case a 4.5-litre V8. But what's equally important is important is the bit that comes next. Called Italia, this is the car Ferrari hopes will be the new pride of Italy.

While Ferrari is unlikely to admit it, the firm has been under huge pressure from rivals like the Audi R8 and Lamborghini Gallardo. Offering similar chassis technology and superior engine technology both cars offer a winning blend of performance, reliability and drivability.

The F458 is the car that insiders claim is set to change all that - stamping the famous firms authority on a class it has dominated for the past 15 years.

As a result, the F458 is much more than simply a refreshed F430 - sporting new engine, chassis and suspension technology - using exotic materials like magnesium and carbon fibre to keep the weight down.

It's also got a radical new look. Designed by Pininfarina, the car's signature lights include LED technology - pioneered by Audi - and a distinctive black front grille.

However, what makes the F458 so different to its predecessor is science behind its svelte bodywork. Look closely and there's an obvious lack of openings in the bodywork.

Reducing aerodynamic drag has been key to this cars performance - both on track and on the petrol station forecourt.

The holes but into the front and flanks of the bodywork feed air to the engine and radiators, but just as importantly, they also push it under the car's flat under tray, into a series of aerodynamic venturi tunnels.

This has the effect of sucking the car down onto the tarmac - in fact, the set up is so effective, that at around 120mph the car is generating around 140kg of downforce.

Another subtle, yet effective trick can be found at the front of the car, where two movable wings are hidden against the black of the radiator air intakes. This is part of the car's active aerodynamic package and helps to reduce drag at high speeds.

Performance is delivered to the rear wheels, and controlled using Ferrari's "e-diff" limited slip differential and adjustable F1-Trac traction control system.

Backed by lightweight carbon ceramic brakes, the car is said to be the fastest point-to-point machines the firm has ever built.

At the rear of the car you'll find the distinctive three-tailpipe arrangement, first seen in our spyshots. According to insiders, the exhaust note has been modelled on the firm's F1 car - sounding every bit as high-pitched.

The car makes its public debut at the Frankfurt Motor Show in September - while first examples are set to hit UK roads early next year. As yet, there's no word on price, but as the car is even faster than the F430 Scuderia - priced from £172,250 - it's unlikely drivers should expect change from less than £175,000.

SPECIFICATION

Ferrari 458 Italia

Engine: 4.5-litre V8

Max power: 570bhp@9000rpm

Max torque: 470 Nm at 5250rpm

Top speed: 203mph

0-60mph: 3,4 sec


5oonk0.png

Alonso, come ha detto Kimi, è il primo top driver che si fa pagare il posto a Maranello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davanti avrei preferito che le prese d'aria laterali fossero divise da una parte colorata come la carrozzeria, un pò come succede sulla 430. Così c'è questa "BOCCONA" perfettamente rettangolare che fa molto anni 80 e che tra l'altro cozza un pò con le linee generali della vettura. Però tutto sommato mi piace senza farmi impazzire.

La linea laterale è semplicemente fantastica senza se e senza ma. Davvero clamorosamente bella. Nient'altro da aggiungere.

Dietro invece è brutta. Sembra un PS, un lavoro di studenti di design, o una modifica fatta da qualche atelier.

Linee confuse, che non hanno nessun collegamente tra di loro. Trovo sia un posteriore davvero poco pulito e generalmente poco armonioso. Non mi piace... no no...

Interessantissime le prese d'aria vicino ai fari anteriori, sul montante posteriore, ed ai lati del cofano motore.

Complessiamente? è una Ferrari, quindi il fascino non si discute.

Ma dopo aver clamorosamente cannato il posteriore della California... non mi aspettavo potessero cannare anche questo posteriore. Soprattutto perchè qui è solamente una questione di design.


nexus_s_boot_animation.gif

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By ale75
      Per la SF 90 spider era prevista la presentazione a giugno a Maranello nel secondo Universo Ferrari 
      Per il momento adesso la data più probabile è settembre,ma si "scontra" con MC20 e costringe a rimodulare la scaletta di 812 Vs e Portofino 



    • By pennellotref
      Update 06.12.2019 
       
      • Modelli in presentazione nel corso del 2020
         - F152 “S” -> 812 Coupé “Lighweight”
         - F164 “H” -> Portofino “Assetto Fiorano”
         - F173 “A” -> SF90 Spider
       
      • Altri modelli fino a 2022
        - F171 -> Sport MC V6 Hybrid (NEWS TOPIC)
        - F175 -> FUV ~ Purosangue (NEWS TOPIC)
       
      • Modelli presentati nel 2019
        - F142M FL -> F8 Tributo - PRESENTATA
        - F173 -> SF90 Stradale - PRESENTATA
        - F142M FL -> F8 Spider - PRESENTATA
        - F152M -> 812 GTS - PRESENTATA
        - F169 -> Roma - PRESENTATA
      ______________________________________________________________
       
      Update 18/09/2018
       
      Imho, inevitabile. Tra un SUV/Crossover/FUV () ed un'elettrica pura, imho meglio la prima ipotesi. Una delle due imho è inevitabile.....
       
      http://www.autonews.com/article/20170801/COPY01/308019959/ferrari-said-to-plan-utility-vehicle-to-double-profit
       
       
       
      Dal piano 2018-2022
       






    • By giangi.1970
      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2439651119679696&id=100009044969614
       
      Ferrari Portofino restyling
       
      ☏ 5024D_EEA ☏
       
       
       

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.