Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
vpn

Avvistamenti vari di auto storiche o quasi-storiche

Recommended Posts

2 hours ago, Abarth03 said:

 

 

 

Pezzo interessante, l'R21. Pero' più che di versione sportiva, io parlerei di una "alto di gamma". Il 4L 2.2 Renault non è che fosse sto fulmine; da noi comunque non è mai arrivata perchè per i motori a benzina, fino ad inizio anni novanta, oltre i 2 litri di cilindrata scattava l'IVA al 38%.

 

il 2.2 era il motore giusto per far muovere in scioltezza una segmento D, ma sportivo, appunto, non lo era di certo :-)

A maggior ragione inuna fase storica in cui motori ormai con una certa età venivano dotati di iniezione e catalizzatore e ne risentivano un po'.

2 hours ago, Abarth03 said:

 

 

E' un pastrocchio unico, tanto che risulta praticamente impossibile risalire alla sua vera identità :pen:

beh, dài, è una 30 base, quello è chiaro. Vista l'abbondanza di pezzi da sfasciacarrozze le Panda venivano spesso riparate con due lire con quello che si aveva sottomano visto che la maggior parte dei pezzi delle varie versioni erano intercambiabili. Forse solo i fanali posteriori della seconda serie "Supernova" non calzavano bene...

  • I Like! 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
 

Vero, il dettaglio della guarnizione merita anch’esso attenzione: in effetti la soluzione riportata per i vetri fissi è molto meno moderna di quella incassata per gli apribili a compasso.

Guardando bene anche il tergilunotto ha una sua valenza: la soluzione della seconda serie è più moderna, avendo l’attaccatura direttamente sul lunotto anziché sul portellone.

A livello tecnico è più efficace quella adottata dalla seconda serie, mentre la soluzione per la prima versione è più economica oltre ad essere leggermente meno comoda nella visuale, ma nulla di drammatico.

Il tergilunotto in posizione laterale verticale è stato molto utilizzato anche dalle auto giapponesi degli anni ‘80 e ‘90, ma non solo.

Pensandoci bene anche tra le versioni di base e le S (come le successive SL, SX, Smart etc) i ripetitori angolari anteriori, rispettivamente di color ambra e bianco, avevano una resa differente, secondo me a vantaggio delle seconde, nonostante la tendenza/moda (in generale, per molte auto dei primi anni ‘80) di averle di colore arancio.

Paradossalmente il decennio precedente, ma non solo, vedeva la preferenza (salvo eccezioni) di frecce bianche o, per il nostro mercato e per un periodo, con una parte bianca e una arancione per i ripetitori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Abarth03 scrive:

Queste, invece, se le danneggi rischi di doverle buttare via.

 

E rischi anche di farti piuttosto male...

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, v13 scrive:

 

il 2.2 era il motore giusto per far muovere in scioltezza una segmento D, ma sportivo, appunto, non lo era di certo :-)

A maggior ragione inuna fase storica in cui motori ormai con una certa età venivano dotati di iniezione e catalizzatore e ne risentivano un po'.

...

Decisamente non era sportivo. Era forse un motore di impronta europea, ma sicuramente non adatto al mercato Italiano.

Nelle versioni non cat e a carburatore, erogava 115CV: con questa potenza, in Italia non c'era storia. Negli anni ottanta, il 2 litri Fiat erogava grosso modo la stessa potenza e l'IVA al 38% rendeva improponibile un motore del genere; non a caso, e vado a memoria, le uniche case che si permettevano il lusso di tenere a listino versioni con motori a benzina di cilindrata superiori ai 2 litri (diciamo nella fascia tra i 2 e i 2,5 litri) e potenze "normali" erano guarda caso BMW e Mercedes, le cui 325i e 525i oppure 230E e 260E erano normalmente in vendita (quante ne abbiano vendute, è un altro discorso).

Perfino Volvo e Saab preferivano vendere le loro berline con motori 2 litri, anzichè il 2,3 litri previsto per i mercati nordeuropei.
Unica eccezione la Citroen, che commercializzava in Italia la sua CX GTi con lo stesso 4L da 2,4 e 2,5 litri (in un secondo momento) previsto per tutti i mercati, probabilmente perchè non potevano fare diversamente.
Tornando al "nostro" 2.2 Renault, la potenza delle versioni a iniezione (non cat, sempre) oscillava tra i 110 e i 130CV a seconda dell'applicazione, e più che altro anche in relazione all'impianto di iniezione montato, con la versione più potente che andava nel cofano delle ammiraglie come la Renault 25 o la Peugeot 505. Sicuramente avevano più coppia di un 2 litri (dovrei verificare rispetto ai 2 litri Fiat, il bialbero Alfa non lo inserisco nel confronto perchè sarebbe come sparare sulla croce rossa) ma come dicevo precedente, le caratteristiche fiscali del nostro mercato lo mettevano fuori gioco.

3 ore fa, Pandino scrive:

 

E rischi anche di farti piuttosto male...

Sì beh, anche. Ma senza andare a considerare casi così estremi, penso solamente ad un radiatore rotto o un pezzo della meccanica, o per esempio le gomme...io non dico che siano introvabili, ma più passano gli anni e più chi le ha se le fa pagare.

Non è certamente il caso della 127, ma qualcuno ha presente le Michelin TRX? Gomme diciamo "singolari" diffuse su alcune auto degli anni ottanta tra cui una certa Alfa Romeo Giulietta Turbodelta.
Ecco, mi risulta che oggi vengano vendute non dico a peso d'oro, ma poco manca...

Edited by Abarth03
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avvistamento un pochino curioso fatto sull'A1, una vecchia Opel Corsa A  GSI, ante restyling sopra ad una bisarca piena di 500X e Renegade nuove!!

Edited by nucarote
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Toyota Celica T200, molto bella ma un po’ trascurata e con la vernice opacizzata:
23cd1abe4847892ed31f5b48397830ba.jpg
Mitsubishi Colt 1.3 GL, molto ben tenuta:
8a8d4697e1ab2f75c7708671edcc87fc.jpg
Volvo 240 GLE Injection, un po’ trasandata:
afb66060223dc4286dc94c309ec069ea.jpg
Vw Passat (B3) Variant 1.8 GL, in condizioni ottime:
99630feb458e7d1948bac9322fe9f0bb.jpg

  • I Like! 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

MB 190 E, già versione post-restyling:
51e0355e8cd12fd4034ccb339296707d.jpg
VW Golf III 1.4 GL, in buono stato, paraurti posteriore a parte:
b4c0ec0fe5ac397e29a7b3e03ef78ed2.jpg
Mitsubishi Space Wagon II 1.8 GLX:
f4914fbbce40bfd9aa78a4abdaee71b2.jpg
Ford Fiesta MK3 1.3 Newport:
24fcdee7f9ef489667c73b7280dd25cb.jpg
Chiudo con una incredibile BMW 502, in questo color crema e in condizioni pazzesche:
be058ee39c2cebfd61426b9db8cf48b9.jpg
5f7827c29921d2c69bf92f5b021a44f7.jpg

  • I Like! 5
  • Wow! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minutes ago, MarcoGT said:

MB 190 E, già versione post-restyling:
51e0355e8cd12fd4034ccb339296707d.jpg

 

 

la più bella serie della 190

 

54 minutes ago, MarcoGT said:

 

VW Golf III 1.4 GL, in buono stato, paraurti posteriore a parte:
b4c0ec0fe5ac397e29a7b3e03ef78ed2.jpg

 

con questa VW fece il compitino di svecchiare la Golf 2. Risultato così così (sia dentro che fuori), anche se devo dire che la peggiore Golf per me rimane la 5.

 

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 2/12/2018 at 22:48, Roy De Rome scrive:

Madonnina ! 94 anni e ancora guida ?!? 😱

Ragazzo devo correggerLa : la 127 non è "turchese farfalla", benchè quello sia realmente un turchese Fiat lo chiamò "blu adriatico"  mentre il "farfalla" apparve con la presentazione di 126, 500R e sulla 127 solo dal novembre del '72 fino alla fine della 1a serie, ma soprattutto era ben più chiaro dell' Adriatico, era questo :

 

8289955521_62092c182f_z.jpg

 

 

 

A Nocera ne gira una identica e apperentemente verniciata da poco. Prima o poi riuscirò ad immortalarla.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Beckervdo
      Ecco la nuova Porsche 911 RSR che parteciperà al campionato WEC 2020.
      Come la precedente RSR, il motore Boxer 6 cilindri  da 4.2 litri è posizionato centralmente, e non più a sbalzo sul posteriore. La potenza, ufficiosa, è di 384 kW / 522 CV e dipende dai restrittori che saranno utilizzati sui tromboncini di aspirazione. Ovviamente, trazione posteriore e cambio sequenziale a 6 rapporti. 

    • By Pawel72
      Quanti di noi si sono chiesti.., ma il grande Drake oltre alle sue magnifiche Ferrari , quali automobili apprezzava e guidava nella vita privata ? 
      La E-Type  è rimasta in vendita per 14 anni, e ne sono stati assemblati oltre 70 mila esemplari.
      Ma quando si parla di macchine così eleganti i numeri non contano. Le parole però sì, come quelle di Enzo Ferrari, che nel 1961 vedendo una E-Type Roadster disse che era “l’auto più bella mai costruita”.
      Enzo Ferrari aveva una Renault 5 Turbo e ora va all’ asta per un prezzo base di 80.000 euro.
      Si tratta di un’ unità prodotta nel 1982, anno in cui “il commendatore” l’ha acquistata. E’ dotata di un quattro cilindri da 1,4 litri di cilindrata e turbocompressore. Associato ad un cambio manuale a cinque marce, eroga 160 CV e accelera da 0 a 100 km/h in 7,7 secondi. La velocità massima è 218 km/h.
      Una caratteristica speciale di questo modello è che Enzo Ferrari ha ordinato l’installazione di una radio Pioneer Ferrari originale. Inoltre, ha ordinato con la vernice rosso granata e tappezzeria dello stesso colore, e tappeti blu.
      Era 1960 all’epoca Ferrari aveva l’abitudine di viaggiare sei mesi su una Fiat, poi sei mesi con una Lancia e sei mesi su un’Alfa Romeo. Guidava anche una Peugeot 404, di proprietà di un suo cognato che viveva in Francia. Inoltre, aveva una Ferrari regolarmente acquistata e per la quale il direttore commerciale Gardini gli aveva praticato uno sconto, peraltro contenuto.
      Il grande Drake ha sempre apprezzato le Peugeot per il loro comfort, il design e la qualità costruttiva, al punto che aveva diverse 404 e 504 per uso personale e addirittura una versione Sw per l’assistenza in pista. Era anche un modo per stuzzicare i vertici della Fiat – erano gli anni successivi alla famosa trasformazione dell’accordo di collaborazione tecnica del 1965 in partecipazione societaria paritetica – che ovviamente non apprezzavano per nulla la cosa…
      Ma Ferrari era caparbio, si sa, e continuava ad andare con una Peugeot 404 all’Autodromo di Modena per assistere ai test di collaudo delle sue macchine… La Fiat, però, fingeva con eleganza di non accorgersi delle divertite provocazioni del Grande Vecchio. E in tanti anni di passeggiate in Peugeot a Ferrari non venne mai contestato nulla…
       






×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.