Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19 - E' un momento particolarmente difficile
  • ma grazie alla collaborazione di tutti
  • ne usciremo sicuramente vincitori! Nel quotidiano occorre rispettare alcune regole ed accortezze
  • ma nel mondo virtuale non c'è pericolo
  • ed Autopareri vi è virtualmente vicino ed attivo
  • per tenervi compagnia!
vpn

Avvistamenti vari di auto storiche o quasi-storiche

Recommended Posts

4 ore fa, stev66 scrive:

La cilindrata del lampredi era 1116 approssimata per entrambi, uguale a quella del brasile, ma il fire era diversa : 1108 cc. 

Le misure erano diverse:

 

Alesaggio per corsa :

lampredi  80x55.5 = 1115.893

Brasile 76x61.5 = 1115.969

fire 70x72 = 1108.353

 

Notare come il Lampredi sia a corsa talmente corta da poter arrivare a 1.6 ( motore di Stilo ) restando sottoquadro .

 

80x78.4 = 1596

 

Se le misure sono corrette, l'unico motore sottoquadro tra quelli che hai elencato è il Fire 1100......

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, stev66 scrive:

Notare come il Lampredi sia a corsa talmente corta da poter arrivare a 1.6 ( motore di Stilo ) restando sottoquadro .

 

80x78.4 = 1596

 

...il Lampredi 1.6 ha avuto piu di una specificazione:

Fiat 125 - 1608ccm - 80mm x 80mm

Lancia Delta GT - 1585ccm - 84mm x 71,5mm

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, 4200blu scrive:

 

...il Lampredi 1.6 ha avuto piu di una specificazione:

Fiat 125 - 1608ccm - 80mm x 80mm

Lancia Delta GT - 1585ccm - 84mm x 71,5mm

 

Dovrei scrivere un articolo...

Questi due sono i lampredi derivati dal motore di 124 , poi ci sono due derivati dal lampredi 128.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

innanzitutto va separat il bialbero dal monoalbero, ignoro se ci fosse qualche parentela o accorgimento comune, ma sostanzialmente erano motori con una storia diversa.

Quello che non sapevo è che anche il 1049 Brasile era stato disegnato in collaborazione con Lampredi, pur essendo diverso (come? perché?) dal monoalbero.

 

Questo è quanto dice al momento Wikipedia sul bialbero

 

Quote

Tutte le versioni del motore furono create sullo stesso basamento. Di conseguenza, con l'aumento dell'alesaggio dei cilindri, fu facile aumentare la cilindrata senza stravolgere l'architettura di base del motore. Furono anche prodotte versioni ad iniezione, sovralimentate, a quattro valvole per cilindro, con contralberi d'equilibratura.

 

Una prima famiglia di motori bialbero ebbe origine dal basamento di alesaggio di 80 mm., con cilindrate di 1438 cm³ (corsa 71,5 mm) e 1608 cm³ (corsa 80 mm): dopo la fine della produzione della "125" il motore 1.6 sviluppò 1592 cm³ (corsa 79,2 mm).

Durante gli anni '70, questo basamento si sviluppò con un nuovo alesaggio di 84 mm. e progressivamente rimpiazzò l'edizione precedente in Fiat e Lancia. Esso ora poteva dare origine alle cilindrate di 1756 cm³ (corsa 79,2 mm), poi 1585 cm³ (corsa 71,5 mm) e infine 1995 cm³ (corsa 90 mm), raggiungendo così la soglia dei "2 litri".

 

A quest'ultimo gruppo si aggiunse, nei primi anni '70 in pieno clima di "austerity", un bialbero da 76 mm. di alesaggio che realizzò la cilindrata di 1297 cm³ (corsa 71,5 mm), poi leggermente incrementata a 1301 cm³ (alesaggio 76,1 mm, per poter toccare il limite di 140 km/h imposto allora sulle autostrade italiane a vetture di 1300 cm³ e oltre) e infine aumentata a 1367 cm³ (alesaggio 78 mm, per le ultime Fiat "131 Supermirafiori").

 

Nei rally la Fiat-Abarth "124 Spider" adottò un motore da 1839 cm³, di alesaggio 86 mm e corsa 79,2 mm (poi incrementato a 1946 cm³), mai utilizzato con questa cubatura nella produzione di serie. Altra cilindrata sperimentale fu realizzata per il prototipo Abarth 035 con compressore volumetrico: alesaggio 82 mm, corsa 67,5 mm e cilindrata di 1425 cm³.

 

La Lancia "Delta S4" invece, contrariamente a quanto spesso riportato, non utilizzava un'evoluzione del bialbero Lampredi ma un motore del tutto inedito completamente in lega di alluminio, appositamente progettato per l'utilizzo in questa avveniristica auto e con dimensionamenti tali da rendere questo motore in grado di sopportare pressioni di sovralimentazione vicine alle Formula 1 turbo in configurazione gara.

 

Curioso fu il fatto che dal basamento del bialbero Lampredi fu derivato il motore diesel che poi equipaggiò numerosi modelli Fiat.

 

mi sembrava ricordare che il 1297 della Beta fosse bialbero, ma non che ce ne fosse una versione 1301 cc. Davo per scontato che era lo stesso 1301 monoalbero di Delta Ritmo Regata Uno.

 

Altra cosa a cui non avevo mai pensato è che il 1301 turbo della Uno (e poi il 1372, Uno e Punto) derivava dal monoalbero. Era troppo costoso derivarlo dal bialbero?

 

PS: adesso che ci penso forse c'era da qualche parte un topic sui vari motori Lampredi...

Edited by v13

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, Mazinga76 scrive:

 

Hai ragione, pensavo che fossero dati ufficiali. Leggendo, mi era sfuggito che @Renault si riferiva a una sua personale classifica "a occhiometro". Che a livello puramente locale può anche avere qualche fondamento, ma in effetti mi sembrava strano che a livello nazionale certe versioni stessero più dietro di certe altre. Il dubbio ce l'avevo proprio sulla CS, che non credo proprio abbia venduto così tanto in totale.

 

Esattamente, come ho detto i dati sono ad occhiometro sulla zona, che poi in definitiva è anche la tua. :D

Comunque io mi baso, per ovvi motivi, su un paio di decenni fa, quando le Uno prima serie avevano già una decina d'anni abbondanti (vabbé che nei primi anni 2000 era forse la vettura più diffusa in assoluto, quindi le stime hanno discreta validità). 

Per quanto riguarda i dati ufficiali, non ho nulla sottomano, ma ti dico che a memoria la 45 base era ovviamente la versione più venduta, seguita dalla 45S, come conferma l'occhiometro. Le differenze sono appunto con la CS che vendeva meno delle versioni Diesel, che però erano perlopiù aziendali, quindi stavano quasi tutte al Nord, certo alcune sono scese anche da noi, ma molte direi che hanno terminato la loro vita nei paesini del settentrione. La CS mi pare vendesse un migliaio di unità al mese, nel '90 però ricordo fu venduta molto grazie al suo prezzo di listino nettamente basso, mi pare fu quinta versione più venduta dietro a 45, 45S, 60, 60sx (che erano già della seconda serie). ;)

  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 13/2/2020 at 13:36, Abarth03 scrive:

 

Brematurata la supercazzola anche come fossimo in due con scappellamento a sinistra sul monoalbero Fiat?:mrgreen:

No, seriamente...aiutami perchè non riesco a leggere la frase, mi sembra un po' disarticolata...:18:

scusa uso il portatile e a volte mi sposta il cursore ed io non correggo ( chiedo venia )

 

ora cerco di spiegare , la produzione di fire era insufficiente per la richiesta per cui decisero di "spalmare" la produzione sulle 3 vetture ma essendo attenti agli incassi ed avendo maggiore margine di redditività su Y misero il 100% della richiesta sulle Y fire la quota rimanente venne spalmata fra uno e panda , avendo queste 2 vetture numeri importanti rimanevano vetture senza motore per cui decisero di mettere di nuovo in produzione il 903 per le sting ( non mi voglio sbagliare ma la uno MK1 aveva il 903 ) ed il 750 per le young , sono stato pigro e non ho fatto ricerca se pure su panda rimontassero il 903

 

( sono stato più chiaro? ) 

  • Thanks! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, giopisca scrive:

scusa uso il portatile e a volte mi sposta il cursore ed io non correggo ( chiedo venia )

 

ora cerco di spiegare , la produzione di fire era insufficiente per la richiesta per cui decisero di "spalmare" la produzione sulle 3 vetture ma essendo attenti agli incassi ed avendo maggiore margine di redditività su Y misero il 100% della richiesta sulle Y fire la quota rimanente venne spalmata fra uno e panda , avendo queste 2 vetture numeri importanti rimanevano vetture senza motore per cui decisero di mettere di nuovo in produzione il 903 per le sting ( non mi voglio sbagliare ma la uno MK1 aveva il 903 ) ed il 750 per le young , sono stato pigro e non ho fatto ricerca se pure su panda rimontassero il 903

 

( sono stato più chiaro? ) 

chiarissimo. Aggiungo che anche panda torno al 903 con la versione Dance e poi le successive nel 1989., che , poco alla volta, esclusa la 4x4 sostituì le fire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By PaoloGTC
      Inauguro questo topic perchè ho visto che specifico Porsche non c'era, cominciando con una rara immagine del progetto 902, che ovviamente era variante del 901 (che come si sa, era il primo nome della 911, prima che Peugeot facesse notare di aver depositato tutti i numeri di tre cifre con lo zero al centro).
      Questa era la 902. Cos'era? Una 911 (o 901 che dir si voglia) allungata e ampliata, a quattro comodi posti.

      Proseguendo, una 924 Targa. Se non erro i tempi erano antecedenti l'avvento della 944 e della sua versione scoperta.

      E per ora chiudo con questo stranissimo muletto Porsche che apparve nel 1992 insieme alla notizia di un interessamento a Zuffenhausen per un nuovo modello spider di gamma inferiore alla 911, che si concretizzò poi ovviamente nella Boxster prima serie.
      Non saprei dire se questo accrocchio fosse un muletto di collaudo per la Boxster o una specie di laboratorio mobile per test avanzati.
      Di sicuro, di un'auto definita aveva ben poco.

    • By PaoloGTC
      Sono d'accordo, anche se devo dire che tutto sommato pure l'Idea in vendita non mi dispiaceva, davanti.
      Casa Lancia, siamo nel periodo pre-Beta. Quattroruote pubblicava le foto di questa berlina, indicata come una 1500, forse appunto uno studio Beta poi accantonato, o soltanto un muletto con carrozzeria fatta a caso.


      Sempre Lancia ma tempi più recenti, un'alternativa per la fanaleria posteriore della Dedra SW. (fonte Quattroruote)

      Ecco la plancia scartata per la Lybra che mi era stata chiesta l'altra sera.

      Questa invece non l'ho mai capita. Non so se fosse un fotoritocco o meno. Una plancia Thesis molto diversa. Il display acceso col modello della macchina.. VP sta per vettura prova? E' reale questa cosa, o è stato un PS su una plancia coperta con un telo?

      Ora invece finiamo a parlare del Kappone, o meglio, di quella ipotesi per la sua sostituta che viene citata in un altro topic, dove Robinson fa riferimento a certe maquette scartate con decisione da parte di una commissione che poi si buttò sulla Dialogos senza mezze misure. (fonte Quattroruote)
      Meno male... cioè voglio dire, non che la Thesis sia stata un dono divino... ma questa... se possibile era ancora più banale della K, a mio parere.



      Riguardo la Thesis mi sento di fare un piccolo pensiero personale. Sicuramente molto del suo flop è dovuto a quel frontale, perchè per il resto trovo che l'auto potesse andare più che bene (il posteriore mi piaceva molto e gli interni beh... Lancia sa come fare, e si vede). In questi anni prima Y, poi Musa e ora Delta, ci hanno aiutato a digerire il nuovo mascherone Lancia anteriore, e io credo che se Thesis arrivasse oggi, venderebbe qualcosa in più. Parere mio.
      Continuiamo con la K2, anche station.


      Lancia Lybra prima versione, col frontale monofaro. Una scocca, e in prova alla Mandria. Ricordo che l'articolo (Quattroruote) riportava le impressioni di uno dei collaudatori di questa 839, che si rammaricava perchè al momento il progetto era stato sospeso e le auto rimesse via, dopo che secondo lui, stava venendo fuori un'auto veramente ben concepita, forse la migliore fra quelle che aveva provato fino a quel momento.


    • By Beckervdo
      Stesso motore 3 cilindri 1.0 MHEV con sistema ISG P0 che ha debuttato su Panda e 500.
       
       

       
      Via Lancia
       
      Configuratore Lancia ➡️Clicca qui!
      ______________________________________
      Topic Spy ➡️ Clicca qui!
      ______________________________________
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.