Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
Touareg 2.5

Alfa Romeo MiTo Multiair [Nuova Motorizzazione]

Recommended Posts

200320_3563_big_MiTo-MA_big11.jpg

200320_3661_big_MiTo-MA_big2.jpg

200320_4199_big_MiTo-MA_big3.jpg

Il MultiAir, il rivoluzionario sistema di azionamento delle valvole messo a punto dalla Fiat Powertrain, fa il suo debutto ufficiale sul 4 cilindri di 1.4 litri dell'Alfa MiTo che è la prima auto del Gruppo a beneficiare di questa innovativa tecnologia.

Grazie agli attuatori elettroidraulici gestiti in modo completamente elettronico, il MultiAir aziona in modo indipendente, cilindro per cilindro, le valvole di aspirazione. È in grado di regolare non solo la fasatura, ma anche il grado di apertura delle valvole (in gergo, l'"alzata"). Le innumerevoli strategie di azionamento delle valvole (apertura e chiusura anticipata o ritardata, doppia apertura…), permettono di migliorare la risposta all'acceleratore, aumentare la coppia e la potenza massima e, soprattutto, di ridurre sensibilmente il consumo di carburante (oltre il 10%) e le emissioni allo scarico.

Due le versioni disponibili fin dai prossimi giorni: aspirato da 105 cavalli e turbo da 135 cavalli di potenza massima a cui seguirà, all'inizio del prossimo anno, una versione ancora più potente e cattiva (170 cavalli) che equipaggerà il modello top della gamma, cioè la Quadrifoglio Verde.

La MiTo Multiair turbo da 135 cavalli è attualmente nelle mani dei nostri collaudatori (troverete la prova completa sul prossimo numero di "Quattroruote"). Ma bastano pochi chilometri per accorgersi che la risposta ai comandi dell'acceleratore è molto più pronta e vivace con una grande disponibilità a riprendere fin dai regimi più bassi. Cambia anche il rumore: adesso è molto più Alfa.

MiTo 1.4 aspirato 105 CV MultiAir: 15.800 euro nell'allestimento Progression; 17.400 euro in allestimento Distinctive;

MiTo 1.4 turbo 135 CV MultiAir: 17.400 euro nell'allestimento Progression; 1.600 euro in più per la versione Distinctive;

MiTo 1.4 turbo 170 CV Quadrifoglio Verde, infine, che sarà in commercio nel corso del prossimo anno, avrà un prezzo di listino di poco inferiore a 21 mila euro.

Tutte le versioni benzina della MiTo MultiAir hanno di serie il dispositivo stop & start, che spegne e riavvia automaticamente il motore dopo una breve sosta, e il Gear Shift Indicator, uno strumento che suggerisce la strategia migliore per ottimizzare i consumi. I motori da 105 e 135 CV saranno presentati e messi in vendita a partire da lunedì 14 settembre.

4r.it
In occasione del lancio dei motori MultiAir la gamma colori Alfa Romeo si amplia grazie all’introduzione di un nuovo colore metallizzato. Si tratta del nuovo Blu Tornado che va ad aggiungersi agli attuali colori disponibili aumentando le possibili combinazioni tra ambienti esterni ed ambienti interni.

Da sottolineare che oggi Alfa Romeo MiTo propone alcune novità che ne migliorano ulteriormente il livello qualitativo. Infatti, grazie al costante contatto con i clienti e all’attento lavoro di messa a punto continua del team di ingegneri dedicato, sono state studiate e realizzate numerose evoluzioni tecniche nei campi delle finizioni interne e degli accoppiamenti vettura. In più, è stata migliorata la manovrabilità del cambio, grazie alla ridefinizione e all’accorciamento della leva di comando fino a 25 mm a seconda delle versioni. Infine, per ottimizzare il comfort di guida percepito dal cliente è stata introdotta una nuova taratura dello sterzo e delle sospensioni, oltre ad alcuni interventi sul sistema frenante.

In sintesi, Alfa Romeo MiTo offre 2 turbodiesel (1.3 JTDM da 90 CV e 1.6 JTDM da 120 CV) e aggiunge all’offerta dei motori a benzina attuali (il 1.4 da 78CV, 120CV e 155CV) i due nuovi motori MultiAir: il 1.4 105 CV e il 1.4 Turbobenzina da 135CV.

Vero e proprio “concentrato di tecnologia”, il modello propone due allestimenti (Progression e Distinctive); due Pack specifici disponibili su versioni Distinctive uno caratterizzato dai contenuti sportivi, l’altro più improntato al confort; 7 diversi rivestimenti dei sedili più una selleria in preziosa “Pelle Frau” in tre differenti colori; 2 colori di ambiente interno con plancia Sprint sull’allestimento Progression; 3 colori di ambiente interno con plancia Competizione sull’allestimento Distinctive. Inoltre, sono disponibili 5 differenti cerchi in lega (da 16”, da 17’’ e da 18”) e 10 tinte di carrozzeria, che rispecchiano ogni sfaccettatura dell’anima sportiva della nuova Alfa Romeo. A questo vanno poi abbinati i molteplici colori delle cornici dei fanali e dei proiettori: cromate, satinate, in grigio titanio o in tinta carrozzeria, dando così al cliente molteplici possibilità di personalizzazioni.

1tscw2.jpg

281t384.jpg

15gfn6s.jpg

Era giusto metterlo anche qui.. ma vi supplico, non fate 240852 pagine in una serata; ci sono pure le altre novità.

Era già annuciato, stra previsto, super saputo :lol: .

Vi meno :|

Edited by J-Gian

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque abbiamo la prova ch ela mito è un'ALFA vera...come potete leggere nel topic della mito su sezione alfa si dice che abbiano accorciato la leva del cambio....era una pratica fai-da-te molto in voga ai tempi delle alfa Tp :lol:

(seriamente in parecchi segavano la leva...compreso mio padre)

Share this post


Link to post
Share on other sites

La q.v. sarà caratterizzata da paraurti, cerchi e interni specifici o avrà solo il quadrifoglio appiccicato qua e la, della serie "va già bene che ha 170cv" :mrgreen:?

Un'altra cosa.. è da illusi pensare che possa avere il portellone della gta (perchè mi piace lo spoiler integrato, che rende il tutto più filante :D)

Share this post


Link to post
Share on other sites
[...] nuova taratura dello sterzo e delle sospensioni, oltre ad alcuni interventi sul sistema frenante
Quindi lo sterzo non dovrebbe più avere quello strano effetto al centro (sarà quello della GPA ora?), i freni non dovrebbero più creare effetti strani su fondi ad aderenza differenziata...

E le sospensioni? SDC? Che magari abbiano ridotto un po' anche l'effetto SUV dietro? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

io leggendo questo comunicato se fossi in un acquirente della Mito appena commercializzata sarei furioso perchè la Fiat non può sempre testare le vetture nuove sui clienti invece di testarle prima, vedere i tedeschi ad esempio. Accoppiamenti, finiture, leva accorciata, manovrabilità del cambio e frzione.....praticamente un'auto nuova fatta sulle disgrazie altrui :lol::roll:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma ti riferisci alla frase "La MiTo Multiair turbo da 135 cavalli è attualmente nelle mani dei nostri collaudatori"?

Io l'ho intesa che è in mano ai collaudatori per fare poi il resoconto su quattroruote.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma ti riferisci alla frase "La MiTo Multiair turbo da 135 cavalli è attualmente nelle mani dei nostri collaudatori"?

Io l'ho intesa che è in mano ai collaudatori per fare poi il resoconto su quattroruote.

no mi riferisco a questo passaggio.....

Da sottolineare che oggi Alfa Romeo MiTo propone alcune novità che ne migliorano ulteriormente il livello qualitativo. Infatti, grazie al costante contatto con i clienti e all’attento lavoro di messa a punto continua del team di ingegneri dedicato, sono state studiate e realizzate numerose evoluzioni tecniche nei campi delle finizioni interne e degli accoppiamenti vettura. In più, è stata migliorata la manovrabilità del cambio, grazie alla ridefinizione e all’accorciamento della leva di comando fino a 25 mm a seconda delle versioni. Infine, per ottimizzare il comfort di guida percepito dal cliente è stata introdotta una nuova taratura dello sterzo e delle sospensioni, oltre ad alcuni interventi sul sistema frenante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By RiRino
      Messaggio Aggiornato al 02/07/2018
       
       
      Fonte: press. FCA presentazione Jeep Renegade
       
       
      1.0 Multiair III - 3 Cilindri
       









       
       
       
      1.3 Multiair III - 4 Cilindri
       













       
       
       
       
       
      Messaggio Originale 06/05/2018
       
      In FCA debutteranno i GSE(GlobalSmallEngine) 3 e 4 cilindri modulari in alluminio, 3 cilindri 1.0 aspirato e probabilmente turbo che coprirà la fascia di potenza 70-100cv all'incirca e 4 cilindri 1.3-1.4 aspirato e turbo con potenze tra i 100 e 150cv circa. In base alle applicazioni avranno 2 o 4 valvole per cilindro, variatori di fase o multiair, iniezione diretta o indiretta.
       
      Poi ci sarà il GME (GlobalMediumEngine) a 4 cilindri 2.0 in alluminio che a spanne starà sui 180cv in sù, ci potrebbero essere anche ipotetiche versioni aspirate per gli USA anche con potenza minore.
       
      Sia i GSE che i GME avranno +o- le stesse caratteristiche e tecnologie:
       

       
       
      Entrambi sono motori completamente nuovi, tempo fà qualcuno ipotizzava che il GME fosse derivato alla lontana dal basamento Tigershark/Gema, può essere che lo abbiano utilizzato come base di partenza per progettare il nuovo motore, ma di fatto sono motori diversi.
       
       
       
       


    • By ale75
      Prime immagini Alfa Romeo Giulia e Stelvio M.Y. 2020
      Nuovi interni ed infotelematica, oltre agli aggiornamenti per gli aiuti alla guida di Livello 2.
      Sempre presente lo schermo tra i due "cannocchiali" da 7" che raggruppa buona parte delle informazioni utili per la vita di bordo, mentre tutto nuovo è lo schermo a 8.8" che sostituisce il sistema telematico precedente. Il nuovo sistema sviluppato da Marelli ed H/K, ora prevede l'interfaccia Touch con menù organizzato in blocchi (Tile). 
      Per migliorare la fruibilità e ridurre l'effetto di riverbero della luce solare, in Alfa hanno previsto l'applicazione di un'ulteriore pannello sull'interfaccia touch.
      Debuttano i sistemi "Alfa Connected Services" , tra cui quattro applicazioni seriali: chiamata di emergenza "My Assistant" , "My Remote" per accedere alle funzioni del veicolo, " My Car " per controllare la manutenzione del veicolo o " My Navigation " per inviare destinazioni dal tuo smartphone o web.
       
      Debutta anche una nuova "paletta" di colori, sono ben 16, che sono suddivise in 4 collezioni:
       
      Competizione - Bianco Trofeo, Rosso Competizione Metallic - Verde Visconti, Grigio Vesuvio, Grigio Stromboli, Grigio Silverstone, Grigio Vulcano, Blu Misano, Blu Monte Carlo, Blu Anodizzato e Bianco Luna Pastello - Bianco, Rosso Alfa, Nero (non disponibile su Stelvio) Oldtimer - Ocra Junior GT, Rosso Villa d'Este 6C (disponibile da metà 2020)  
      Quattro livelli di personalizzazione sono previsti per l'Alfa Romeo Giulia e Stelvio.
       
      Super 
      Touchscreen da 8,8 " Quadro strumenti con display TFT da 7 " Frenata di emergenza automatica Avviso di superamento della corsia Cruise control Fari allo xeno Sensori di parcheggio posteriori Cerchi in lega da 18" (solo per Stelvio)  
      TI - Turismo Internazionale (si aggiunge a Super)
       
      Inserti in legno e pelle sul cruscotto Sedili riscaldati con regolazione elettrica ad 8 posizioni in Alcantara Sedile posteriore diviso Chrome line esterna Pedali in alluminio Cerchi in lega da 20" (Stelvio) Applicazioni a contrasto "Dark Miron" o "Vesuvius Grey" su minigonne laterali, passaruota e paraurti posteriori (Stelvio)  
      Sprint (aggiunge a TI)
      Volante sportivo con rivestimento in pelle Cerchi in lega da 19 " Dettagli decorativi "Dark Miron" Inserti decorativi in alluminio Sedili rivestiti in pelle e tessuto Cruscotto rivestito in pelle (Stelvio) Pinze dei freni verniciati in nero (Stelvio)  
      Veloce (si aggiunge a Sprint)
      Sedili sportivi rivestiti in pelle riscaldata e 6 posizioni elettriche Dettagli in fibra di carbonio Cerchi in lega da 20 " Decorazione specifica su parafanghi posteriori, passaruota e minigonne laterali (Stelvio)  

       
      Alfa Romeo Giulia M.Y. 2020



















       
      US-SPEC
       










       
       
      Alfa Romeo Stelvio M.Y. 2020 
       

       











       
       
      US-SPEC



       
      Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio Verde US-SPEC


       







       
       
      Telematica di bordo ed Highlights
       











       
       
       
      Topic Spy ➡️ Clicca qui!
       
       
      Elenco prove testate
      Primo contatto da parte di Autocar.co.uk - Alfa Romeo Giulia Veloce 280 Q4 Primo contatto da Motor1 Italia - Alfa Romeo Giulia Primo contatto da Motor1 Italia - Alfa Romeo Stelvio Primo contatto da MotorAuthority - Alfa Romeo Giulia e Stelvio Primo contatto da Motor1 - Alfa Romeo Stelvio Primo contatto da Autoblog.com - Alfa Romeo Stelvio Primo contatto da Autoblog.com - Alfa Romeo Giulia  
       
      Foto LIVE

    • By Aymaro
      si vede che l'interesse è scemato per aprire il topic il venerdì 
      come già detto in altre sedi Leclerc monterà un motore nuovo (si dice un'anticipazione del 2020) e quindi partirà con 10 posizioni di penalità
      https://it.motorsport.com/f1/news/f1-leclerc-col-motore-nuovo-ferrari-allattacco-in-brasile/4595924/
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.