Jump to content

Ferrari 599 GTO (Topic Ufficiale - 2010)


The Summarizer
 Share

Recommended Posts

Riassunto Aggiornato al 26/07/2011

car_photo_365134_25.jpg

car_photo_365131_25.jpg

car_photo_365143_25.jpg

car_photo_365137_25.jpg

car_photo_365131_25.jpg

car_photo_365140_25.jpg

Picture15.png

Picture6.png

Picture11.png

Felisa che illustra l'auto:

La cerimonia di presentazione "privata", che si è tenuta a Modena, nel palazzo dell'Accademia Militare:

http://www.youtube.com/watch?v=PsSXqMhMTgQ&feature=player_embedded

Al Salone di Beijing la presentazione ufficiale della Ferrari più prestazionale di sempre

Maranello, 8 aprile 2010 – Diffuse oggi su www.ferrari.com le prime immagini della nuova 599 GTO, berlinetta V12 estrema che nasce con obiettivi unici e precisi. La 599 GTO è infatti la vettura più prestazionale della storia della Ferrari; una serie speciale limitata che come vuole la tradizione Ferrari si ispira a una vettura di gamma ma con un concept totalmente innovativo. In particolare la nuova nata del Cavallino Rampante si basa sulla 599XX, la vettura laboratorio ad uso esclusivo in pista al di fuori delle competizioni, quasi a rappresentarne la versione stradale.

Destinata a soli 599 clienti che ricercano la sportività più pura e che traggono la massima soddisfazione dalla guida più estrema, la 599 GTO, che sul giro a Fiorano ha realizzato il tempo record di 1 minuto e 24 secondi, beneficia del massimo transfer tecnologico dalle competizioni alla strada. Il riscontro cronometrico a Fiorano rappresenta l’indicatore sintetico delle potenzialità di questo esclusivo modello, ma altrettanto significativi sono i dati tecnici che lo caratterizzano: 670 CV spingono infatti 1495 kg, per un rapporto peso/potenza di 2,23 Kg/CV, consentendole un'accelerazione 0-100 km/h in 3,35''e una velocità massima superiore ai 335 km/h.

Tra le unicità della 599 GTO vi è sicuramente l’innovativo metodo di sviluppo che ha integrato fin dall’inizio un assetto meccanico portato “al limite” e i più sofisticati controlli elettronici, un sistema mai utilizzato prima per le vetture di gamma. Il risultato è un sottosterzo ridotto al minimo e una vettura estremamente reattiva in ogni situazione.

Come ogni nuova Ferrari, la 599 GTO presenta molte soluzioni che rappresentano una prima assoluta per vetture di uso stradale: freni carbo-ceramici di seconda generazione, più leggeri e performanti rispetto ai precedenti, soluzioni aerodinamiche come i wheel doughnuts che hanno la duplice funzione di aumentare l’efficienza aerodinamica e migliorare il raffreddamento dell’impianto frenante. Gli pneumatici sviluppati con Michelin, i Supersport, hanno un rapporto tra posteriori e anteriori e dimensioni che garantiscono una maggiore reattività e spinta laterale.

Nuova anche l’interfaccia uomo macchina che con il Virtual Race Engineer (VRE) comunica costantemente al pilota il livello di prestazioni ottenute.

La grande sportività della 599 GTO viene espressa nello stile grazie a elementi che richiamano la 599XX e dal suono potente del propulsore V12.

La sigla GTO (acronimo di Gran Turismo Omologata) evoca due modelli Ferrari entrati nell'immaginario collettivo come simbolo di sportività estrema: la 250 GTO del 1962, pluri-vittoriosa nelle categorie Gran Turismo negli anni ’60, oggi ambitissima dai collezionisti, e la GTO del 1984, vettura iconica che ha di fatto inventato il genere delle moderne supercar.

Lo speciale su internet offre agli appassionati foto, video e interviste della nuova vettura, mentre, come sempre, ai propri clienti provenienti da tutto il mondo la Ferrari mostrerà la 599 GTO in anteprima nell’esclusiva serata in programma il 14 aprile all’Accademia Militare di Modena. Per tutti, l’appuntamento è invece a fine aprile con il debutto ufficiale della 599 GTO al Salone Internazionale dell’Auto di Beijing.

I CONTENUTI DELLA 599 GTO

MOTORE E CAMBIO

Il motore è strettamente derivato da quello della 599XX, con le modifiche necessarie all’omologazione. In particolare, è stato inserito il catalizzatore, uno per bancata, e il silenziatore di scarico, che consentono l’omologazione secondo le normative Euro 5 e Lev 2. Il motore 12 cilindri a V di 65° da 5.999 cm3, con alesaggio di 92 mm e corsa di 75,2 mm, eroga 670 cavalli a 8.250 giri. La coppia massima è di 620 Nm a 6.500 giri. La curva di potenza è così sempre in crescendo senza però perdita di elasticità ai medi e bassi regimi. Questo risultato è stato ottenuto lavorando sulla fluidodinamica e sulla meccanica per ridurre gli attriti interni. Anche il sistema di aspirazione è di tipo racing, con un nuovo collettore a imbocco divergente e condotti corti disegnati allo scopo di intonare la potenza massima ad alti regimi e ridurre le perdite di carico. Per massimizzare il rendimento volumetrico cilindro per cilindro, è stata inserita una compensazione tra le due bancate tramite un collegamento anteriore: in questo modo si è riusciti a ottenere il massimo delle prestazioni ad alti regimi. Un’accurata scelta dei materiali e della

geometria ha permesso di portare all’interno dell’abitacolo, in corretta proporzione, ed enfatizzando alcune frequenze, la sonorità di aspirazione

armonizzata al suono dello scarico, che presentano uno schema dei collettori 6 in 1, esattamente come sulla vettura da pista. Il tempo di cambiata è di 60 ms ed il software rende possibile la scalata multipla.

DINAMICA VEICOLO

Una delle innovazioni più significative è la stretta connessione tra l’assetto meccanico, portato “al limite”, e i sistemi elettronici, la cui funzione è rivolta innanzitutto al miglioramento della prestazione. Fin dalle primissime fasi dello sviluppo, i tecnici di Maranello hanno lavorato perché queste due aree della vettura fossero totalmente integrate, estremizzando così la reattività della vettura a tutto vantaggio del divertimento di guida e con evidenti effetti positivi riscontrabili al cronometro. Insieme a nuove molle e barra posteriore antirollio più rigida, l’assetto elasto-cinematico si caratterizza per l’adozione di sospensioni a controllo magnetoreologico di seconda generazione (SCM2). Le componenti meccaniche

lavorano insieme al controllo di stabilità VDC (Vechicle Dynamic Control) e al controllo di trazione F1-Trac evoluto, rendendo la vettura estremamente reattiva ai comandi del pilota, anche grazie all’adozione di un rapporto sterzo molto diretto, quindi stabile in frenata, rapida nell’inserimento e nella percorrenza di curva, pronta in uscita.

CONTENIMENTO PESI

Il carattere sportivo della 599 GTO è esaltato da uno sviluppo che ha seguito la filosofia di lavoro propria della F1, permettendo di ottenere la riduzione del sottosterzo e contestualmente l’incremento del contributo alla prestazione da parte dei sistemi di controllo. Fondamentale in questo approccio il lavoro minuzioso volto al contenimento dei pesi, che ha richiesto il largo utilizzo di materiali compositi e tecnologie di lavorazione tipicamente racing in tutte le aree della vettura: carrozzeria (riprogettata in molti punti) e superfici vetrate (i cui spessori sono stati ridotti), freni (più piccoli e leggeri), trasmissione (alleggerita) e scarichi (realizzati con la tecnologia dell’idroformatura) solo per citare qualche esempio. Il risultato è una vettura da 1495 Kg (peso a secco) che assicura lo straordinario rapporto peso potenza di 2,23 kg/CV.

AERODINAMICA

L’aerodinamica della 599 GTO beneficia in maniera determinante dell’esperienza accumulata dai tecnici Ferrari in F1 e successivamente con la 599XX, un patrimonio di conoscenza che ha permesso di migliorare significativamente il carico verticale della vettura senza impattare sulla resistenza all’avanzamento. Grazie alle soluzioni trasferite dalla vettura da pista a quella omologata stradale, la downforce raggiunge sulla GTO il valore di 144 kg a 200 km/h. Gli interventi hanno riguardato la parte anteriore, la fiancata, il fondo piatto e i flussi di raffreddamento. In quest’ultimo caso, in particolare, sono stati ottimizzati i condotti di raffreddamento dischi e pastiglie e installati dei wheel doughnuts, una paratia posizionata all’esterno del disco freno che ha la funzione di ridurre le perdite di energia nella scia che si stacca dal passaruota a tutto vantaggio della penetrazione aerodinamica. Nella parte anteriore gli interventi hanno riguardato la carrozzeria con l’obiettivo di ridurre la larghezza della scia e quindi ridurre la resistenza. Lo splitter anteriore è invece diventato una vera e propria ala con la duplice funzione di aumentare il carico verticale e migliorare il raffreddamento del radiatore dell’olio. Sulla fiancata il brancardo presenta un profilo a spigolo per migliorare l’efficienza della parte centrale del fondo. Modificato anche il disegno del fondo aerodinamico grazie a nuovi scivoli anteriori posizionati davanti alle ruote e diffusore con profilo a doppia curvatura.

CERCHI E PNEUMATICI

Nel gruppo cerchio-pneumatico è stata rivista la proporzione tra dimensionamento anteriore e posteriore. Davanti uno pneumatico da 285/30 su un canale da 9.5’’, dietro da 315/35 su un canale da 11.5’’. I cerchi sono da 20’’. La distribuzione di rigidezza-rollio è sbilanciata sul posteriore, per minimizzare il sottosterzo. Queste soluzioni garantiscono maggiore tenuta laterale e quindi più facilità in inserimento.

IMPIANTO FRENANTE

La 599 GTO adotta l’impianto frenante carbo-ceramico Brembo CCM2. Rispetto alla generazione precedente, il sistema CCM2 è più leggero e ancor più costante in condizioni di alto carico di lavoro. La costanza del coefficiente di attrito dei freni CCM2 ha permesso di sviluppare una calibrazione particolarmente prestazionale dell’ABS, che concorre all’abbassamento del tempo sul giro in circuito grazie al miglioramento dei valori di decelerazione e degli spazi di arresto. La frenata da 100 a 0 km/h si attesta così sul valore di 32,5 metri, una misura di assoluta eccellenza.

Le wheel doughnuts, dispositivo a disco di derivazione F1 che si adatta all’esterno del profilo dello pneumatico, hanno una funzione principalmente aerodinamica ma contribuiscono anche all’efficacia e all’efficienza della frenata grazie anche all’ottimale raffreddamento dei freni che garantiscono.

INTERFACCIA UOMO/MACCHINA

L’interfaccia uomo/macchina è stata progettata per permettere al pilota di raggiungere le massime prestazioni, grazie a un posizionamento dei comandi funzionale a un controllo immediato e senza distrazioni. Il manettino, di tipo racing, privilegia le impostazioni di guida sportiva specifiche da pista, offrendo maggiori possibilità di configurare i parametri relativi ai controlli elettronici (eliminazione della posizione ICE in favore dell’introduzione CT-Off). La vettura è dotata di palette cambio F1 specifiche in carbonio più lunghe rispetto a quelle tradizionali per una migliore ergonomia nella guida prestazionale. Sulla 599 GTO inoltre il Virtual Race Engineer (VRE) offre il monitoraggio continuo delle

condizioni dello stato della vettura fornendo al pilota le informazioni sul livello di prestazioni del veicolo.

Foto della 599 GTO sono scaricabili dal Ferrari Media Centre, all'indirizzo

www.media.ferrari.com

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa Ferrari

tel. 0536 949 337 - fax 0536 949 049

media@ferrari.com

www.ferrari.com - www.media.ferrari.com

SCHEDA TECNICA 599 GTO

DIMENSIONI E PESI

Lunghezza 4710 mm

Larghezza 1962 mm

Altezza 1326 mm

Passo 2750 mm

Carreggiata anteriore 1701 mm

Carreggiata posteriore 1618 mm

Peso a secco* 1495 kg

Peso in ordine di marcia* 1605 kg

Distribuzione dei pesi 47% Ant – 53% Post

Capacità serbatoio 105 l

Capacità vano baule 320 litri

MOTORE

Tipo V12 – 65°

Alesaggio e corsa 92 x 75,2 mm

Cilindrata unitaria 499,9 cm3

Cilindrata totale 5999 cm3

Rapporto di compressione 11,2:1

Potenza massima 500 kW (670 CV) a 8250 giri/min.

Coppia massima 620 Nm (63 kgm) a 6500 giri/m

CAMBIO

F1 a 6 marce + RM

SOSPENSIONI

SCM2 a Controllo di Smorzamento Magnetoreologico

PNEUMATICI

Anteriori 285/30 ZR20’’

Posteriori 315/35 ZR20’’

FRENI CARBO CERAMICI

Anteriori 398 x 38 mm

Posteriori 360 x 32 mm

CONTROLLI ELETTRONICI

CST con sistema F1-Trac Controllo stabilità e trazione

TPTMS Sistema di Controllo Pressione e Temperatura Pneumatici

PRESTAZIONI

Velocità massima oltre 335 km/h

0-100 km/h 3,35 s

CONSUMI

Combinato ECE* 17,5 l/100 km

EMISSIONI CO2

Combinato ECE* 411 g/km

*Allestimento base Europa

Prezzo :

Benzina :

6.0 (670Cv) :

GTO F1 : 320.000€

Edited by Touareg 2.5

56872dbc34708_LogoAutopareri2.0.png.7a01

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 63
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ve l'avevamo mostrata qualche settimana fa, ancora camuffata, e ora eccola qui, nelle foto ufficiali, la 599 GTO. La accompagna una dichiarazione della Casa di Maranello di quelle da mandare in estasi qualsiasi appassionato: "È la vettura più prestazionale della storia della Ferrari". La GTO, in effetti, è derivata direttamente dalla 599XX, la vettura laboratorio da 730 CV che può muoversi solo in pista.

670 CV. Il V12 della 599XX è stato "addomesticato" con catalizzatori e silenziatori per renderlo adatto all'uso su strada. Con 670 CV e soli 1.495 kg di peso, la 599 GTO accelera da 0 a 100 km/h in 3,35 secondi e raggiunge la velocità massima di 335 km/h. Sul giro di Fiorano ha fatto fermare il cronometro dopo un minuto e 24 secondi. Come sulla 599XX, l'assetto è stato portato al limite: a tenere in pista la vettura sono i controlli elettronici, la cui funzione è prima di tutto quello di migliorare le prestazioni. La gommatura (285/30ZR20 davanti, 315/35ZR20 dietro) garantisce reattività e spinta laterale ma non aiuta la stabilità.

Chicche. Il cambio della 599 GTO è lo stesso della 599XX: il tempo di cambiata è di 60 millisecondi. L'equipaggiamento comprende numerose "chicche" derivate direttamente dalla pista, come i freni carboceramici di seconda generazione e i "wheel doughnuts", soluzioni aerodinamiche che migliorano il Cx e il raffreddamento dell'impianto frenante. Nuova anche l'interfaccia uomo-macchina Virtual race engineer, che informa costantemente il pilota delle prestazioni.

Solo 599. La 599 GTO sarà prodotta in soli 599 esemplari, non uno di più. Debutterà ufficialmente al Salone di Pechino di fine aprile, ma un gruppo di fortunati clienti da tutto il mondo potrà vederla già il 14 aprile all'Accademia Militare di Modena. C. Bal

Ferrari 599 GTO - LA PIÙ PRESTAZIONALE DI SEMPRE - Auto novità - Quattroruote
Link to comment
Share on other sites

Notare il pulsante Launch Control storto... :lol: e l'ampio uso di carbonio con finitura satinata, chissà da dove han preso l'idea :§

Dalla Mito?

:D

PS: Oltre alla funzione aerodinamica spero che i Wheel donuts impediranno alla ghiaia di rigare i dischi in carbonio da 4000 € l'uno...

Link to comment
Share on other sites

Questi files purtroppo sono protetti da password :(

Comunicato Stampa

Svelata su www.ferrari.com la 599 GTO

Al Salone di Beijing la presentazione ufficiale

della Ferrari più prestazionale di sempre

Maranello, 8 aprile 2010 – Diffuse oggi su www.ferrari.com le prime immagini della

nuova 599 GTO, berlinetta V12 estrema che nasce con obiettivi unici e precisi.

La 599 GTO è infatti la vettura più prestazionale della storia della Ferrari; una serie

speciale limitata che come vuole la tradizione Ferrari si ispira a una vettura di

gamma ma con un concept totalmente innovativo. In particolare la nuova nata del

Cavallino Rampante si basa sulla 599XX, la vettura laboratorio ad uso esclusivo in

pista al di fuori delle competizioni, quasi a rappresentarne la versione stradale.

Destinata a soli 599 clienti che ricercano la sportività più pura e che traggono la

massima soddisfazione dalla guida più estrema, la 599 GTO, che sul giro a

Fiorano ha realizzato il tempo record di 1 minuto e 24 secondi, beneficia del

massimo transfer tecnologico dalle competizioni alla strada.

Il riscontro cronometrico a Fiorano rappresenta l’indicatore sintetico delle

potenzialità di questo esclusivo modello, ma altrettanto significativi sono i dati

tecnici che lo caratterizzano: 670 CV spingono infatti 1495 kg, per un rapporto

peso/potenza di 2,23 Kg/CV, consentendole un'accelerazione 0-100 km/h in

3,35''e una velocità massima superiore ai 335 km/h.

Tra le unicità della 599 GTO vi è sicuramente l’innovativo metodo di sviluppo che

ha integrato fin dall’inizio un assetto meccanico portato “al limite” e i più

sofisticati controlli elettronici, un sistema mai utilizzato prima per le vetture di

gamma. Il risultato è un sottosterzo ridotto al minimo e una vettura estremamente

reattiva in ogni situazione.

Come ogni nuova Ferrari, la 599 GTO presenta molte soluzioni che rappresentano

una prima assoluta per vetture di uso stradale: freni carbo-ceramici di seconda

generazione, più leggeri e performanti rispetto ai precedenti, soluzioni

aerodinamiche come i wheel doughnuts che hanno la duplice funzione di

aumentare l’efficienza aerodinamica e migliorare il raffreddamento dell’impianto

frenante. Gli pneumatici sviluppati con Michelin, i Supersport, hanno un rapporto

tra posteriori e anteriori e dimensioni che garantiscono una maggiore reattività e

spinta laterale. Nuova anche l’interfaccia uomo macchina che con il Virtual Race

Engineer (VRE) comunica costantemente al pilota il livello di prestazioni ottenute.

La grande sportività della 599 GTO viene espressa nello stile grazie a elementi che

richiamano la 599XX e dal suono potente del propulsore V12.

La sigla GTO (acronimo di Gran Turismo Omologata) evoca due modelli Ferrari

entrati nell'immaginario collettivo come simbolo di sportività estrema: la 250 GTO

del 1962, pluri-vittoriosa nelle categorie Gran Turismo negli anni ’60, oggi

ambitissima dai collezionisti, e la GTO del 1984, vettura iconica che ha di fatto

inventato il genere delle moderne supercar.

Lo speciale su internet offre agli appassionati foto, video e interviste della nuova

vettura, mentre, come sempre, ai propri clienti provenienti da tutto il mondo la

Ferrari mostrerà la 599 GTO in anteprima nell’esclusiva serata in programma il 14

aprile all’Accademia Militare di Modena. Per tutti, l’appuntamento è invece a fine

aprile con il debutto ufficiale della 599 GTO al Salone Internazionale dell’Auto di

Beijing.

I CONTENUTI DELLA 599 GTO

MOTORE E CAMBIO

Il motore è strettamente derivato da quello della 599XX, con le modifiche

necessarie all’omologazione. In particolare, è stato inserito il catalizzatore, uno per

bancata, e il silenziatore di scarico, che consentono l’omologazione secondo le

normative Euro 5 e Lev 2. Il motore 12 cilindri a V di 65° da 5.999 cm3, con

alesaggio di 92 mm e corsa di 75,2 mm, eroga 670 cavalli a 8.250 giri. La coppia

massima è di 620 Nm a 6.500 giri. La curva di potenza è così sempre in crescendo

senza però perdita di elasticità ai medi e bassi regimi. Questo risultato è stato

ottenuto lavorando sulla fluidodinamica e sulla meccanica per ridurre gli attriti

interni. Anche il sistema di aspirazione è di tipo racing, con un nuovo collettore a

imbocco divergente e condotti corti disegnati allo scopo di intonare la potenza

massima ad alti regimi e ridurre le perdite di carico. Per massimizzare il rendimento

volumetrico cilindro per cilindro, è stata inserita una compensazione tra le due

bancate tramite un collegamento anteriore: in questo modo si è riusciti a ottenere il

massimo delle prestazioni ad alti regimi. Un’accurata scelta dei materiali e della

geometria ha permesso di portare all’interno dell’abitacolo, in corretta

proporzione, ed enfatizzando alcune frequenze, la sonorità di aspirazione

armonizzata al suono dello scarico, che presentano uno schema dei collettori 6 in

1, esattamente come sulla vettura da pista. Il tempo di cambiata è di 60 ms ed il

software rende possibile la scalata multipla.

DINAMICA VEICOLO

Una delle innovazioni più significative è la stretta connessione tra l’assetto

meccanico, portato “al limite”, e i sistemi elettronici, la cui funzione è rivolta

innanzitutto al miglioramento della prestazione. Fin dalle primissime fasi dello

sviluppo, i tecnici di Maranello hanno lavorato perché queste due aree della vettura

fossero totalmente integrate, estremizzando così la reattività della vettura a tutto

vantaggio del divertimento di guida e con evidenti effetti positivi riscontrabili al

cronometro. Insieme a nuove molle e barra posteriore antirollio più rigida, l’assetto

elasto-cinematico si caratterizza per l’adozione di sospensioni a controllo

magnetoreologico di seconda generazione (SCM2). Le componenti meccaniche

lavorano insieme al controllo di stabilità VDC (Vechicle Dynamic Control) e al

controllo di trazione F1-Trac evoluto, rendendo la vettura estremamente reattiva ai

comandi del pilota, anche grazie all’adozione di un rapporto sterzo molto diretto,

quindi stabile in frenata, rapida nell’inserimento e nella percorrenza di curva,

pronta in uscita.

CONTENIMENTO PESI

Il carattere sportivo della 599 GTO è esaltato da uno sviluppo che ha seguito la

filosofia di lavoro propria della F1, permettendo di ottenere la riduzione del

sottosterzo e contestualmente l’incremento del contributo alla prestazione da parte

dei sistemi di controllo. Fondamentale in questo approccio il lavoro minuzioso

volto al contenimento dei pesi, che ha richiesto il largo utilizzo di materiali

compositi e tecnologie di lavorazione tipicamente racing in tutte le aree della

vettura: carrozzeria (riprogettata in molti punti) e superfici vetrate (i cui spessori

sono stati ridotti), freni (più piccoli e leggeri), trasmissione (alleggerita) e scarichi

(realizzati con la tecnologia dell’idroformatura) solo per citare qualche esempio. Il

risultato è una vettura da 1495 Kg (peso a secco) che assicura lo straordinario

rapporto peso potenza di 2,23 kg/CV.

AERODINAMICA

L’aerodinamica della 599 GTO beneficia in maniera determinante dell’esperienza

accumulata dai tecnici Ferrari in F1 e successivamente con la 599XX, un patrimonio

di conoscenza che ha permesso di migliorare significativamente il carico verticale

della vettura senza impattare sulla resistenza all’avanzamento. Grazie alle soluzioni

trasferite dalla vettura da pista a quella omologata stradale, la downforce

raggiunge sulla GTO il valore di 144 kg a 200 km/h. Gli interventi hanno riguardato

la parte anteriore, la fiancata, il fondo piatto e i flussi di raffreddamento. In

quest’ultimo caso, in particolare, sono stati ottimizzati i condotti di

raffreddamento dischi e pastiglie e installati dei wheel doughnuts, una paratia

posizionata all’esterno del disco freno che ha la funzione di ridurre le perdite di

energia nella scia che si stacca dal passaruota a tutto vantaggio della penetrazione

aerodinamica. Nella parte anteriore gli interventi hanno riguardato la carrozzeria

con l’obiettivo di ridurre la larghezza della scia e quindi ridurre la resistenza. Lo

splitter anteriore è invece diventato una vera e propria ala con la duplice funzione

di aumentare il carico verticale e migliorare il raffreddamento del radiatore

dell’olio. Sulla fiancata il brancardo presenta un profilo a spigolo per migliorare

l’efficienza della parte centrale del fondo. Modificato anche il disegno del fondo

aerodinamico grazie a nuovi scivoli anteriori posizionati davanti alle ruote e

diffusore con profilo a doppia curvatura.

CERCHI E PNEUMATICI

Nel gruppo cerchio-pneumatico è stata rivista la proporzione tra dimensionamento

anteriore e posteriore. Davanti uno pneumatico da 285/30 su un canale da 9.5’’,

dietro da 315/35 su un canale da 11.5’’. I cerchi sono da 20’’. La distribuzione di

rigidezza-rollio è sbilanciata sul posteriore, per minimizzare il sottosterzo. Queste

soluzioni garantiscono maggiore tenuta laterale e quindi più facilità in inserimento.

IMPIANTO FRENANTE

La 599 GTO adotta l’impianto frenante carbo-ceramico Brembo CCM2. Rispetto

alla generazione precedente, il sistema CCM2 è più leggero e ancor più costante in

condizioni di alto carico di lavoro. La costanza del coefficiente di attrito dei freni

CCM2 ha permesso di sviluppare una calibrazione particolarmente prestazionale

dell’ABS, che concorre all’abbassamento del tempo sul giro in circuito grazie al

miglioramento dei valori di decelerazione e degli spazi di arresto. La frenata da 100

a 0 km/h si attesta così sul valore di 32,5 metri, una misura di assoluta eccellenza.

Le wheel doughnuts, dispositivo a disco di derivazione F1 che si adatta all’esterno

del profilo dello pneumatico, hanno una funzione principalmente aerodinamica

ma contribuiscono anche all’efficacia e all’efficienza della frenata grazie anche

all’ottimale raffreddamento dei freni che garantiscono.

INTERFACCIA UOMO/MACCHINA

L’interfaccia uomo/macchina è stata progettata per permettere al pilota di

raggiungere le massime prestazioni, grazie a un posizionamento dei comandi

funzionale a un controllo immediato e senza distrazioni. Il manettino, di tipo

racing, privilegia le impostazioni di guida sportiva specifiche da pista, offrendo

maggiori possibilità di configurare i parametri relativi ai controlli elettronici

(eliminazione della posizione ICE in favore dell’introduzione CT-Off). La vettura è

dotata di palette cambio F1 specifiche in carbonio più lunghe rispetto a quelle

tradizionali per una migliore ergonomia nella guida prestazionale. Sulla 599 GTO

inoltre il Virtual Race Engineer (VRE) offre il monitoraggio continuo delle

condizioni dello stato della vettura fornendo al pilota le informazioni sul livello di

prestazioni del veicolo.

Foto della 599 GTO sono scaricabili dal Ferrari Media Centre, all'indirizzo

www.media.ferrari.com

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa Ferrari

tel. 0536 949 337 - fax 0536 949 049

media@ferrari.com

www.ferrari.com - www.media.ferrari.com

SCHEDA TECNICA 599 GTO

DIMENSIONI E PESI

Lunghezza 4710 mm

Larghezza 1962 mm

Altezza 1326 mm

Passo 2750 mm

Carreggiata anteriore 1701 mm

Carreggiata posteriore 1618 mm

Peso a secco* 1495 kg

Peso in ordine di marcia* 1605 kg

Distribuzione dei pesi 47% Ant – 53% Post

Capacità serbatoio 105 l

Capacità vano baule 320 litri

MOTORE

Tipo V12 – 65°

Alesaggio e corsa 92 x 75,2 mm

Cilindrata unitaria 499,9 cm3

Cilindrata totale 5999 cm3

Rapporto di compressione 11,2:1

Potenza massima 500 kW (670 CV) a 8250 giri/min.

Coppia massima 620 Nm (63 kgm) a 6500 giri/m

CAMBIO

F1 a 6 marce + RM

SOSPENSIONI

SCM2 a Controllo di Smorzamento Magnetoreologico

PNEUMATICI

Anteriori 285/30 ZR20’’

Posteriori 315/35 ZR20’’

FRENI CARBO CERAMICI

Anteriori 398 x 38 mm

Posteriori 360 x 32 mm

CONTROLLI ELETTRONICI

CST con sistema F1-Trac Controllo stabilità e trazione

TPTMS Sistema di Controllo Pressione e Temperatura

Pneumatici

PRESTAZIONI

Velocità massima oltre 335 km/h

0-100 km/h 3,35 s

CONSUMI

Combinato ECE* 17,5 l/100 km

EMISSIONI CO2

Combinato ECE* 411 g/km

*Allestimento base Europa

'92 155 1.8 TS 8v Super

Link to comment
Share on other sites

Che spettacolo ragazzi. Che spettacolo.

Penso che darei addirittura £275,000 per averne una....... :)

...ma forse opterei per la versione liscia: più elegante e allo stesso tempo con prestazioni comunque fuori parametro.

http://dl.dropbox.com/u/1126539/nexus_s_boot_animation.gif

 

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente incredibile, ma non è il mio genere. La versione "normale" va già meglio, è più sobria ed elegante, anche se forse preferirei comunque il binomio DB9 + Caterham piuttosto che una 599.

La teoria è quando si conosce il funzionamento di qualcosa ma quel qualcosa non funziona.

La pratica è quando tutto funziona ma non si sa come.

Spesso si finisce con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

Link to comment
Share on other sites

L'unica cosa che un po' mi delude è che il cambio è solo 6 marce, non è DCT...

In sostanza la 599GTO sta alla 599 come la 430Scuderia alla F430...

Cioè non vera innovazione, ma affinamento del prodotto.

Questo spiega anche il prezzo non così eccessivo.

DCT 7m, I.D., Start&Stop ed ibridini verranno solo col modello nuovo, mi aspettavo qualcosa di più..

Comunque sarà un mostro.

Facciamo un favore a questo mondo... Meno SUV, più 4C e Lotus...

sony_xperia_u.png

Link to comment
Share on other sites

  • J-Gian featured this topic

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.

Or register (free) and login, to remove this warning.