Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!
  • 0

Question

  • 0

edit by Wilhem275:

La discussione nasce come spin-off da qui.

Parliamo di casi in cui si è stati vittima di qualche aggressione alla guida, e di come reagire a queste eventualità.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

State dimenticando una categoria di automobilisti: i coglioni psicopatici.

Qualche giorno fa, ero in vacanza in Sardegna, mi trovavo a percorrere pacificamente la SS 131 (ok, il 143 C.d.S. si applica anche alle superstrade). Si tratta di strada a due corsie per senso di marcia, con carreggiate separate da guard rail. Nello specchietto vedo arrivare a busso da lontano una Stilo grigia (io andavo circa a 100, loro IMHO facevano i 150) in corsia di sorpasso. Mi aspettavo che mi superasse ed invece no. Arrivati circa 10 metri dietro di me rallentano improvvisamente e si portano alla mia velocità, pur rimanendo in corsia di sorpasso. Abbiamo fatto diversi km in questo modo: quando io acceleravo, loro acceleravano, quando io rallentavo loro facevano altrettanto, sempre appaiati. Tengo a precisare che in nessun momento ho superato la velocità di codice (90 o 110 a seconda dei tratti). Diciamo che avrei potuto fermarmi in una piazzola di sosta, ma... :oops: mi sentivo più sicuro dentro una macchina in movimento (non si sa mai), anche perché in quella strada ci passano 4 gatti.

Ad un certo punto vedo in lontananza un furgoncino che procedeva a circa 50. Metto, con grande anticipo, la freccia per segnalare l'intenzione di effettuare un sorpasso e quelli della Stilo non fanno una piega. Restano 10 metri dietro a me. Provo a spostarmi di corsia e qulli cominciano a sfarfallare e pestare sul clacson. Ritorno nella mia corsia e rallento (ormai ero vicino al furgoncino che procedeva piano) e quelli mi affiancano. Il passeggero abbassa il finestrino ed io vengo investito dall'onda sonora della radio con bassi a pompa. Il passeggero, che avrà avuto circa 20 anni, mi mostra il dito medio ridendo. Il guidatore, che appariva della stessa età, guidava con una mano, con l'altra teneva il cellulare. Magari raccontava, in diretta, le sue prodezze a qualche compare.

Fortunatamente subito dopo decidono di essersi divertiti abbastanza, aprono il gas e vanno via a busso.

Il tutto sarà durato 10 minuti, ma mia moglie si è presa una bella strizza ed io pure, con la differenza che ho dato sfoggio della mia ampia conoscenza di insulti in 14 lingue diverse.

Edited by Wilhem275

Alfiat Bravetta senza pomello con 170 cavalli asmatici che vanno a broda; pack "Terrone Protervo" (by Cosimo) contro lo sguardo da triglia. Questa è la "culona".

Link to comment
Share on other sites

Recommended Posts

  • 0

Essendo da qualche anno autista N.C.C. Vorrei dare il mio contributo.

Per lavoro percorro oltre 100.000km l'anno,  qualcosa in più ma mai in meno.

Ebbene guidando spesso con ospiti, oltre a tenere una condotta di guida il più confortevole possibile, evito di frenare all'ultimo momento e accelero in modo molto progressivo per ridurre al minimo l'effetto della forza g sugli occupanti. Tutto questo spesso, almeno nella mia puglia, ma da quello che leggo succede anche al nord, si traduce in un comportamento spazientito da parte di alcuni automobilisti. Le situazioni più ricorrenti sono su strade extraurbane tortuose, laddove, vuoi perchè guido un Van Mercedes da 9 posti e oltre 3 tonnellate a pieno carico, vuoi perchè appunto devo " coccolare " gli occupanti, non posso tenere i 90 km/h costanti, ci sono casi in cui ti sfanalano o suonano, ed a volte gli occupanti non sono a conoscenza del fatto che lo facciano perchè proceda a velocità codice, ma possono pensare che stia procedendo commettendo qualche altra scorrettezza. Ovviamente, quando inveiscono con gestacci, cerco sempre di mantenere la calma e di spiegare agli ospiti, se posso anche con un pizzico di ironia, che chi suona è perchè qui da noi c'è l'usanza di usare il clacson per salutarsi tra amici, tutto ciò per non rovinare loro la vacanza, io in realtà son li che lavoro ma questi son dettagli.

Una mattina in statale a due corsie per senso di marcia, mentre superavo un tir ai 110 km/h, c'era un tipo con la ford galaxy che suonava come un dannato perchè mi spostassi, per poi averlo ritrovato qualche km più avanti fermo in coda,.

 

I comportamenti più scorretti in media vengono commessi da Peugeot 3008, Audi e BMW in genere, Fiat Bravo 2a serie ( spesso guidate da ragazzi arroganti sportiveggianti )  Mercedes SUV ( i berlinari spesso son molto corretti a prescindere ). Range Rover evoque spesso sono condotte da gente scorretta, Ford suonano ma in genere finisce li. Tra i conducenti più corretti gli autisti di Volvo, Toyota, Honda, Mazda, Citroen.

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

  • 0
12 minuti fa, AngeloUPuglis scrive:

Essendo da qualche anno autista N.C.C. Vorrei dare il mio contributo.

Per lavoro percorro oltre 100.000km l'anno,  qualcosa in più ma mai in meno.

Ebbene guidando spesso con ospiti, oltre a tenere una condotta di guida il più confortevole possibile, evito di frenare all'ultimo momento e accelero in modo molto progressivo per ridurre al minimo l'effetto della forza g sugli occupanti. Tutto questo spesso, almeno nella mia puglia, ma da quello che leggo succede anche al nord, si traduce in un comportamento spazientito da parte di alcuni automobilisti. Le situazioni più ricorrenti sono su strade extraurbane tortuose, laddove, vuoi perchè guido un Van Mercedes da 9 posti e oltre 3 tonnellate a pieno carico, vuoi perchè appunto devo " coccolare " gli occupanti, non posso tenere i 90 km/h costanti, ci sono casi in cui ti sfanalano o suonano, ed a volte gli occupanti non sono a conoscenza del fatto che lo facciano perchè proceda a velocità codice, ma possono pensare che stia procedendo commettendo qualche altra scorrettezza. Ovviamente, quando inveiscono con gestacci, cerco sempre di mantenere la calma e di spiegare agli ospiti, se posso anche con un pizzico di ironia, che chi suona è perchè qui da noi c'è l'usanza di usare il clacson per salutarsi tra amici, tutto ciò per non rovinare loro la vacanza, io in realtà son li che lavoro ma questi son dettagli.

Una mattina in statale a due corsie per senso di marcia, mentre superavo un tir ai 110 km/h, c'era un tipo con la ford galaxy che suonava come un dannato perchè mi spostassi, per poi averlo ritrovato qualche km più avanti fermo in coda,.

Comunque è buona norma, e se non sbaglio è anche obbligatorio, se hai qualcuno dietro che potrebbe andare più veloce e la strada è libera, accostare per lasciarlo passare.

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
On 13/11/2019 at 22:26, hot500abarth scrive:

All’inizio la pensavo come te ma capita così spesso che ormai sono senza parole. Ti dirò ormai mi sono rotto così tanto le balle che ho quasi voglia di renderla una sleeper: togliere tutte le scritte, montare uno scarico più silenzioso e prepararla in modo cattivo di motore così da dare bastonate a chi rompe le balle e crede di trovarsi una normale 500 davanti.

 

TI capisco, però un paio di settimane fa si era incollata, sulla statale, una 500 Abarth come la tua che sfanalava insistentemente perchè accelerassi, nonostante stessi aspettando che passassero tutte le auto alla mia sx per poter superare il tir che avevo davanti; quando però ho messo la freccia per superare il tir, ed ho accelerato, è rimasto qualche metro dietro, dopodichè ho mollato perchè è un attimo a fare sciocchezze. Quando mi ha superato ho notato, a udito, che avesse il cambio automatico, una scritta che finiva con 95 ( non come la mia SAAB ma penso o 595 o 695 ) e 4 marmittine piccole piccole. Anche gli Abarthisti a volte ingarellano :)

75369124_2524190721185941_6484038034290376704_o.jpg

2 minuti fa, jameson scrive:

Comunque è buona norma, e se non sbaglio è anche obbligatorio, se hai qualcuno dietro che potrebbe andare più veloce e la strada è libera, accostare per lasciarlo passare.

Non se sono nei limiti, o meglio viaggio in corrispondenza dei limiti. 

Link to comment
Share on other sites

  • 0
7 minuti fa, AngeloUPuglis scrive:

Non se sono nei limiti, o meglio viaggio in corrispondenza dei limiti. 

Anche se sei al limite, per almeno tre motivi: non hai uno strumento esatto di misura e quindi magari stai 5-10 km/h sotto il limite, non sai chi hai dietro e potrebbe avere un'emergenza o essere un'auto civetta e quindi essere autorizzato ad andare più veloce, e infine perché comunque non sei un tutore dell'ordine e non spetta a te impedire i comportamenti illegittimi. Io lascio sempre passare quando possibile, indipendentemente dai limiti. Forse li stanno infrangendo, ma non ne posso essere sicuro. Su altre cose sono un nazi, tipo chi cerca a forza di immettersi in corsia quando è occupata, ma sulla velocità degli altri non mi impiccio.

Edited by jameson
  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
1 minuto fa, jameson scrive:

Anche se sei al limite, per almeno tre motivi: non hai uno strumento esatto di misura e quindi magari stai 5-10 km/h sotto il limite, non sai chi hai dietro e potrebbe avere un'emergenza o essere un'auto civetta e quindi essere autorizzato ad andare più veloce, e infine perché comunque non sei un tutore dell'ordine e non spetta a te impedire i comportamenti illegittimi. Io lascio sempre passare quando possibile, indipendentemente dai limiti. Forse li stanno infrangendo, ma non ne posso essere sicuro.

Certo... Specie su strade dove non c'è possibilità di accostare. 

Link to comment
Share on other sites

  • 0
3 minuti fa, AngeloUPuglis scrive:

Certo... Specie su strade dove non c'è possibilità di accostare. 

Se non si può non si può, quello dietro aspetta e sta zitto. Ma se si può trovo che sia meglio lasciar passare.

E aggiungo, anche per un motivo da ingegnere schizoide: il numero di veicoli su strada in media è dato dal numero medio di spostamenti al giorno moltiplicato per la durata media di uno spostamento (in giorni). Se le auto vanno più veloci, si diminuisce il secondo fattore e quindi il prodotto, cioè il numero medio di veicoli in strada, e quindi si diminuisce il traffico.

Edited by jameson
Link to comment
Share on other sites

  • 0
Adesso, jameson scrive:

Se non si può non si può, quello dietro aspetta e sta zitto. Ma se si può trovo che sia meglio lasciar passare.

Quello è ovvio, se vedo che l'auto mi segue attaccato perchè ha fretta, o rallento per farlo sorpassare per poi rimettermi alla velocità di crociera, oppure alla prima piazzola rallento, lo faccio passare e poi mi rimetto in carreggiata. Ma lo posso fare su strade che conosco ed in condizioni di illuminazione adeguate e determinate circostanze. Se becco nel retrovisore il tizio di turno che puntualmente è partito in ritardo e deve andare ai 130 laddove il limite è 90, di certo aspetto che la strada si liberi e lui possa sorpassarmi, ma non accosto per farlo passare. 

  • I Like! 1
  • Confused... 1
Link to comment
Share on other sites

  • 0
6 minuti fa, AngeloUPuglis scrive:

Quello è ovvio, se vedo che l'auto mi segue attaccato perchè ha fretta, o rallento per farlo sorpassare per poi rimettermi alla velocità di crociera, oppure alla prima piazzola rallento, lo faccio passare e poi mi rimetto in carreggiata. Ma lo posso fare su strade che conosco ed in condizioni di illuminazione adeguate e determinate circostanze. Se becco nel retrovisore il tizio di turno che puntualmente è partito in ritardo e deve andare ai 130 laddove il limite è 90, di certo aspetto che la strada si liberi e lui possa sorpassarmi, ma non accosto per farlo passare. 

Su questo hai ragione, ma io il secondo tipo lo farei passare comunque, ma per un motivo completamente diverso. Uno che fa così è un idiota e probabilmente anche incapace, e ha un'alta probabilità di causare incidenti. Preferisco che se lo deve fare se lo faccia da solo e comunque non coinvolgendo me, anche perché visto che percorro parecchia strada (anche se è una frazione di quella che fai tu) preferisco minimizzare la densità di probabilità di avere un incidente, visto che devo moltiplicarla per il numero di km percorsi per avere la probabilità di fare il botto prima di smettere di guidare (o comunque di andare in pensione) e preferirei che questa probabilità sia quanto più possibile trascurabile (in parole povere, non ho voglia di fare incidenti). Quei tipi prima o poi cercano di sorpassare a cazzo e magari possono farmi un frontale davanti coinvolgendo anche me, o rientrare di colpo venendomi addosso, o chissà che altro. Meglio lasciarli andare verso il loro destino.

Edited by jameson
  • I Like! 5
Link to comment
Share on other sites

  • 0
4 ore fa, jameson scrive:

Su questo hai ragione, ma io il secondo tipo lo farei passare comunque, ma per un motivo completamente diverso. Uno che fa così è un idiota e probabilmente anche incapace, e ha un'alta probabilità di causare incidenti. Preferisco che se lo deve fare se lo faccia da solo e comunque non coinvolgendo me, anche perché visto che percorro parecchia strada (anche se è una frazione di quella che fai tu) preferisco minimizzare la densità di probabilità di avere un incidente, visto che devo moltiplicarla per il numero di km percorsi per avere la probabilità di fare il botto prima di smettere di guidare (o comunque di andare in pensione) e preferirei che questa probabilità sia quanto più possibile trascurabile (in parole povere, non ho voglia di fare incidenti). Quei tipi prima o poi cercano di sorpassare a cazzo e magari possono farmi un frontale davanti coinvolgendo anche me, o rientrare di colpo venendomi addosso, o chissà che altro. Meglio lasciarli andare verso il loro destino.

D'accordo. Però da utente della strada, sai quanto sia difficile fare collimare la teoria con la pratica, ed è lo stesso motivo per il quale la guida autonoma è ancora lontanissima e, almeno in Italia, non credo arriverà prima del 2050. 

Perché magari noi che siamo attenti, quando possiamo, accostiamo ed evitiamo, per quanto possibile, situazione di potenziale pericolo, magari non causate da noi, ma quanti si accorgerebbero eventualmente di creare intralcio? E parlo di quelli che magari non viaggiano in corrispondenza del limite, ma addirittura anche 30 ed oltre km h sotto, con il retrovisore chiuso , anche loro a volte di indole facinorosa.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Answer this question...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By J-Gian
      Abbiamo pensato di dar spazio ai risultati del programma Euro NCAP (New Car Assestment Programm), dedicando una discussione ad ogni pubblicazione di risultati dei crash test che periodicamente vengono eseguiti sulle vetture in commercio. Nella stessa catalogazione anche alti test eseguiti da enti autorevoli.
       
       
    • By ilmerovingio
      http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/sicurezza/2016/05/17/ai-crash-test-indiani-tornata-di-auto-tutte-bocciate_383420c5-7149-40e7-b8fe-f0fc03732d43.html
       

       
    • By jeby
      Ciao ragazzi,
      per lavoro devo fare una presentazione (una slide o poco piu') sul pericolo degli oggetti lasciati liberi in abitacolo. Al di la' delle nozioni base del buon senso che mi portano a pensare alla classica bottiglia che finisce sotto al pedale dell'acceleratore o alla valigetta che ti sfonda la testa in caso di impatto, non sono riuscito a trovare granche' di documentato...
      qualcuno ha qualche dato? immagine? video? grazie

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.