Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Caso De Tomaso-Rossignolo: troppe cose non tornano... (UPDATE: infatti è fallita)


Recommended Posts

Dovevano produrre un Suv, una sportiva compatta e avevamo mille altri progetti. Ma per la nascitura DeTomaso è appena arrivata la prima doccia gelata: la Commissione Europea non ha concesso il via libera ai finanziamenti attesi dalla marca per far partire i corsi di formazione per i 900 lavoratori dell'ex stabilimento Pininfarina di Grugliasco.

A questo punto non è chiaro entro quando prenderà una decisione definitiva e questo potrebbe comportare ritardi nell'avvio del piano industriale. La questione è stata affrontata nell'incontro fra l'azienda e i sindacati.

Intanto stanno terminando le ultime produzioni di vetture Pininfarina per i lavoratori di San Giorgio (a Bairo sono già finite) e un ritardo nella partenza dei corsi di formazione costringerebbe i lavoratori a un nuovo periodo di cassa integrazione.

"Siamo preoccupati tanto quanto e anche più dell'azienda - osserva Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil - perchè è evidente che il ritardo nel finanziamento europeo, oltre a mettere in discussione l'avvio del piano industriale, costringe tutti i lavoratori a ulteriori periodi di cassa integrazione e quindi a stipendi ridotti. Nei prossimi giorni, probabilmente il 2 novembre, chiederemo conto anche alla Regione degli impegni presi quasi un anno fa; riteniamo però opportuno anche un incontro a Roma con l'azienda, le regioni interessate e il governo, che è stato tra i firmatari degli accordi. I lavoratori e Torino non possono permettersi di perdere un'opportunità di rilancio di carattere industriale e occupazionale così importante".

DeTomaso, primo stop la Ue blocca tutto - Repubblica.it

Imho non concedono i finanziamenti perchè si tratta di un caso di "imprenditoria all' italiana" ovvero prendo i fondi e chiudo.

su 4r c'era un interessante articolo in cui veniva fuori che il loro sbandierato brevetto rivoluzionario, sia in realtà una cosa vecchia di 25 anni....

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

Imho non concedono i finanziamenti perchè si tratta di un caso di "imprenditoria all' italiana" ovvero prendo i fondi e chiudo.

su 4r c'era un interessante articolo in cui veniva fuori che il loro sbandierato brevetto rivoluzionario, sia in realtà una cosa vecchia di 25 anni....

quoto, rossignolo è rimasto al pentapartito+ PCI....questi non li compri con 4 mazzette...:lol:

Link to comment
Share on other sites

Io dico realisti.

Anche l'articolo di 4R a mio parere non aveva l'aria di un qualcosa di sconcertante, perchè affondava in una di quelle cose che in Italia "vanno così".

E guarda caso, gira e rigira (come fra le righe ma nemmeno troppo sostenevano loro) i personaggi son sempre quelli.

Ora, ti ritrovi guarda caso con i personaggi che son sempre quelli.

Lo spettacolo che va in scena cambia oggetti, cambia luoghi, cambia prospettive, ma la trama è quella lì.

Come succede spesso, quando qualcuno mette il dito (leggasi chiede un po' troppo) gli attori in scena si fanno impalpabili, non li trovi, non rispondono e nel frattempo annunciano cose pazzesche in rapporto a quello che si fa nell'automotive in realtà, come tempi e quant'altro (e qui sul foro son cose che si conoscono bene, nel senso che non ci vuole una laurea per capire che qualcosa non quadra).

Sembra di guardare una commedia a teatro, e ritrovarsi nella pausa tra il primo ed il secondo atto, parlando in platea di cosa accadrà nel secondo perchè ormai lo si è capito.

A volte arriva l'ìnghippo a posteriori, dopo che i soldi sono usciti e guarda caso toh.. è successo questo e quello, i soldi dove sono andati mah boh.

Altre volte magari qualcuno si sveglia prima e i soldi manco arrivano.

Una commedia talmente scontata che se fossi uno sceneggiatore, piuttosto che metterla in produzione appenderei un telo e proietterei Supercar.

  • I Like! 1

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to comment
Share on other sites

....per completare la commedia all'Italiana descritta da PaoloGTC ci mancava solo una presentazione in pompa magna dei prototipi a qualche salone...con annesso invito a politici....ricordo bene (conoscevo i personaggi con cui si era fatto qualcosina) gli affaire detomaso-uaz torino 2000, e ssyoung-"imprenditori romani" stand ms1996 entrambi per produrre fuoristrada in calabria.

Senza cuore saremmo solo macchine.......

Link to comment
Share on other sites

Beh io credo che quella magari facciamo anche tempo a vederla. Forse con annesse dichiarazioni tipo "stanno cercando di metterci i bastoni fra le ruote perchè hanno paura della nostra idea e della concorrenza che possiamo fare, non è colpa nostra. Ma noi ce la faremo!!"

  • I Like! 1

"... guarda la libidine sarebbe per il si, ma il pilota dopo il gran premio ha bisogno il suo descanso... e poi è scattata la regola numero due: perlustrazione del pueblo e ricerca de los amigos... ah Ivana, mi raccomando il panta nell'armadio, il pantalone bello diritto. E un po' d'ordine in stanza... see you later!" (Il Dogui, Vacanze di Natale)

Link to comment
Share on other sites

fare l'imprenditore senza investire di tasca proprio ormai è prassi, e non solo in Italia. Senza la BEI Spyker con saab neanche partiva. In questo caso evidentemente (nel vero senso della parola) il progetto era meno credibile

Rossignolo è uno dei Papabili, insieme a Cimino con la sua "sunny car" per rilevare Termini Imerese, indovinate con che fondi..

Edited by RS6plus
Link to comment
Share on other sites

E ora accadrà questo: la politica italiana prenderà posizioni contro i cattivoni dell' UE colpevoli di aver affossato un sublime progetto industriale destinato a produrre miiiillemila posti di lavoro....

ah no questo sarebbe accaduto 5-10 anni fa quando almeno facevano finta di preoccuparsi per il bene del paese, ora non fingono piu' se ne sbattono senza problemi...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By Touareg 2.5
      Il Marchio Tata non è più presente in Italia









      es.autoblog - omniauto
      Press Release :
    • By PaoloGTC
      Chiudo con due chicche un po' fuori dal seminato?
      Ve la ricordate? (fonte Quattroruote)


      Isotta Fraschini. Una storia, per quel che ne so, fatta di promesse, finanziamenti, mistero, bilanci sballati, raggiri, truffe e denunce. Una storia tutta italiana, insomma.
      Ricordo che da loro veniva dichiarata la collaborazione con Audi, che dal canto suo smentiva, e tutto ciò c'era in comune, era la A8 4.2 da cui era stata presa la meccanica, se non vado errato.
    • By Pawel72
      Se il progetto della P72 dovesse avere un seguito produttivo, come annunciato dal gruppo Ideal Venture, il marchio De Tomaso tornerebbe finalmente in vita con un modello di alto prestigio, erede della celebre one-off P70 del 1965. Tanti, del resto, sono i costruttori italiani che tra lo scorso secolo e il nuovo millennio hanno chiuso i battenti, con buona pace di molti appassionati, che oggi vorrebbero queste Case di nuovo in attività. Le abbiamo raccolte nella nostra galleria di immagini, dove troverete produttori dai grandi numeri, come la Innocenti, ma anche aziende specializzate in kit car, marchi di lusso, meteore dell’industria automotive e brand che hanno segnato la storia del motorsport.
      https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2019/10/12/marchi_spariti_quelle_case_italiane_che_non_ci_sono_piu_foto_gallery.html
       






×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.