Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
_hainz

Sistemi per ridurre il consumo motore e il warm-up (sia motore che catalizzatori)

Recommended Posts

Ho letto recentemente che il 1,2 tsi Volkswagen (tra l'altro due valvole per cilindro) ha un circuito di raffreddamento diviso per testa motore e basamento nella quale quest'ultima non è in funzione finché l'olio non entra in temperatura. Ho deciso perciò di aprire un topic che permettesse di farsi un'idea su come le varie Case si muoveranno pe ridurre i consumi e anche il warm-up sia del motore che dei catalizzatori (infatti ricordiamo che i motori moderni bruciano più benzina del necessario all'avvio per mandare il prima possibile in temperatura questi catalizzatore e come questi siano di fatto entrati nel vano motore).

Vi sono anche altri sistemi come quelli Bmw:

- alternatore che funziona solo quando si è in rilascio;

- alette anteriore attive per migliorare sia l'aerodinamica (in inverno) che per mandare prima il motore in temperatura;

- pompa acqua disinseribile;

- pompa olio variabile.

Ma vi sono anche altri sistemi più radicali come ad esempio:

- avere scarichi motore dietro ad esso in modo da non ricevere direttamente l'aria fresca;

- incapsulamento del motore (pensato da Bmw).

Tra l'altro aggiungo un episodio con un 1,4 tsi da 122cv in coda in montagna l'inverno passato: il motore non entrava in temperatura anche dopo 20 minuti di coda praticamente fermi con fuori a -10° C!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su alcune ibride (Prius e Lexus) che hanno una sorta di thermos per il liquido di raffreddamento ;)

O sistemi che sfruttano il calore residuo dei gas di scarico per recuperare energia termica, utile principalmente per il riscaldamento dell'abitacolo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi è venuto in mente anche un'altro sistema: Bmw pensava di utilizzare i pannelli solari per scaldare l'olio nel differenziale! Tra l'altro penso che un bel miglioramento lo si otterrebbe scaldando anche l'olio nel cambio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me basterebbe fare un corso accellerato per gli automobilisti ;) visto che le case possono inventarsi tutto quello che vogliono (e farcelo pagare pure caro) ma finchè ci sono i furboni che:

_accendono l'auto e partono a razzo in salita anche con -30°

_accendono il naftone moderno alal mattina e lo lasciano acceso 20 minuti "per scaldarlo" e nel frattempo fanno colazione e vestono il figlio :roll: manco abitassero sull'Himalaya

ogni accorgimento sarà futile :roll: avremo sempre usura meccanica e/o alto inquinamento dovuto principalmente a comportamenti completamente errati.

Altra cosa: anche l'uso che se ne fa è molto importante...non concepirò mai chi compra il diesel per fare frequenti stop-and-go in città e si lamenta che l'indicatore non supera mai i 70°C :roll: e te credo bene :roll: hai completamente sbagliato tipo di auto.

Ora incapsuliamo pure il motore,mettiamo i thermos e tutto quello che volete ma anche qui rimango convinto che anzichè comprare motoroni enormi a gasolio che richiedono 10km di marcia per andare in temperatura non sarebbe molto meglio un piccolo e semplice motore a benzina? Avrà sicuramente le sue perdite e le sue inefficienze, innegabile, però anche in questo caso con semplici comportamenti e scelte corrette si potrebbero evitare complessità inutili sulle nostre auto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già che ci siamo, mi potreste spiegare perché i collettori di scarico si trovano sempre davanti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
incapsuliamo pure il motore,mettiamo i thermos e tutto quello che volete ma anche qui rimango convinto che anzichè comprare motoroni enormi a gasolio che richiedono 10km di marcia per andare in temperatura non sarebbe molto meglio un piccolo e semplice motore a benzina? Avrà sicuramente le sue perdite e le sue inefficienze, innegabile, però anche in questo caso con semplici comportamenti e scelte corrette si potrebbero evitare complessità inutili sulle nostre auto
Sicuramente ;) Visto però che i personaggi che hai descritto purtroppo esistono tanto vale che ci pensi qualcun altro...

Ad ogni modo la cosa diventa interessante nel caso di auto ibride, dove accensioni e riavvi son più frequenti ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Già che ci siamo, mi potreste spiegare perché i collettori di scarico si trovano sempre davanti?

Non sempre, casi di collettori dietro ci sono ;)

Si mettono davanti essenzialmente per maggiore sicurezza (in caso di urto gli iniettori sono coperti), per migliore raffreddamento e minore rumorosità.

Per contro hai problemi con la coppa dell'olio e il warm-up catalizzatore.

Tornando IT. Per ridurre i consumi e warm-up? Visto che il problema è molto sentito in città....la soluzione si chiama TRASPORTO PUBBLICO.

Non sta scritto da nessuna parte che è un diritto inalienabile prendere la propria macchina per andare a lavoro....se abiti in città:agree:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tornando IT. Per ridurre i consumi e warm-up? Visto che il problema è molto sentito in città....la soluzione si chiama TRASPORTO PUBBLICO.

Non sta scritto da nessuna parte che è un diritto inalienabile prendere la propria macchina per andare a lavoro....se abiti in città:agree:

Vabbé... E' si ricollega al discorso che facevo prima :) Avete ragione, ma se partiamo così possiamo anche chiudere la discussione... :)

E visto che indipendentemente dal tuo valido consiglio ci sarà chi le auto continuerà ad usarle anche per fare 1 km, tanto vale che si pensi anche a farle lavorare il meglio possibile anche in queste circostanze ;)

A me ad esempio capita di tornare all'ora di cena e ripartire un'ora dopo: d'estate tutto bene, l'auto è come non averla spenta, perché quando riparto è ancora quasi alla temperatura di regime.

D'inverno invece purtroppo in quell'ora fa a tempo a raffreddarsi quasi del tutto. Per cui se esiste un modo non troppo complicato per evitar che si raffreddi eccessivamente, o quantomeno si riscaldi più velocemente, io sono solo che contento.

L'idea della pompa liquidi che si sconnette ad esempio mi piace, così come quella del thermos per il liquido di raffreddamento ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

E visto che indipendentemente dal tuo valido consiglio ci sarà chi le auto continuerà ad usarle anche per fare 1 km, tanto vale che si pensi anche a farle lavorare il meglio possibile anche in queste circostanze ;)

E che gli si rovini la macchina....così impara :D

Io sono dell'idea che se crei 2 problemi per risolvere 1.....c'è qualcosa che non va, forse è meglio "Think different".

E oramai questo è il caso dell'auto. Per permettere a tanta gente di abusarne, le complichiamo oltre il ragionevole. Con ripercussioni decisamente negative su costi e affidabilità. Ne vale davvero la pena? ;)

p.s. per il tuo caso, al limite, esistono i riscaldatori webasto, ma già da tempo :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
p.s. per il tuo caso, al limite, esistono i riscaldatori webasto, ma già da tempo :D
Ma devi usare gasolio anziché limitare lo spreco di energia ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By Pawel72
      Da leggere per gli appassionati..
      The 10 Most Unusual Engines of All Time ? Feature ? Car and Driver
    • Guest
      By Guest
      Ciao a tutti...
      ho letto questa notizia secondo cui Ford si concentrerà molto nel futuro prossimo su motori a benzina a basso consumo. La fonte è motorionline.com
      Ford si concentra sui motori benzina dopo il dieselgate
      Anche se la notizia è di fine settembre mi è parso utile riportarla! In un'altro articolo che non trovo al momento si era parlato di una cilindrata 1.2
      Vi riporto l'articolo sotto nel caso il link dasse problemi.
      Bridgend, la fabbrica Ford nel Galles del Sud dove si producono i motori per modelli come la Focus oppure la B-MAX, potrà usufruire di un investimento pari a 247 milioni di euro. Il marchio americano vorrebbe sviluppare un nuovo motore benzina dopo che molte persone stanno iniziando a perdere il loro interesse per i propulsori turbodiesel.
      Ford ha dato il suo benestare per un’importante investimento pari a 181.000.000 di sterline (247 milioni di euro) che sarà destinato alla sua fabbrica di motori di Bridgend, nel Galles del Sud.
      Dopo lo scandalo dei motori TDI 2.0 Volkswagen, molte persone stanno iniziando a perdere il loro interesse per i propulsori turbodiesel, così Ford si starebbe concentrando su’unità a benzina attraverso un’importante investimento per una nuova serie di “motori a benzina tecnologicamente avanzati e a basso consumo“. Il governo gallese sta aiutando Ford con 14.670.000 di sterline sul totale 181.000.000 previsti per lo sviluppo di questi nuovi motori che entreranno in produzione verso la fine del 2018.
      Ulteriori dettagli su questi nuovi propulsori Ford sono ancora scarsi fino ad ora, ma sappiamo che rappresenteranno uno sforzo congiunto proveniente dal Ford Dunton Technical Centre in Essex, il Centro Tecnico Ford di Merkenich Germania e anche il Centro di Ricerca e Innovazione Ford ad Aachen, in Germania. Ricordiamo che Ford ha aperto la sua fabbrica di motori di Bridgend nel 1980 e che attualmente impiega 1.860 dipendenti. Parliamo di un sito di 141,702 metri quadrati su 60 acri che lo scorso anno ha avuto una produzione di 701,392 unità. Qui si creano i motori per una varietà di modelli Ford come la Fiesta, la B-MAX, la Focus, la C-MAX, la Kuga e la Mondeo.
      Intanto, in Germania sono 2,8 milioni i veicoli circolanti coinvolti nello scandalo dei test truccati da parte del gruppo Volkswagen e, fra questi, vi sarebbero anche vetture di cilindrata 1.200, inferiore a quanto finora pensato, nonché alcuni furgoni. Lo ha dichiarato il ministro dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt, aggiungendo che le manomissioni sono senza dubbio “illegali“.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.