Vai al contenuto
el Nino

el Nino e le auto di famiglia

Messaggi Raccomandati

Orbene, dopo aver fatto una breve digressione SUL 128, passiamo oltre.

Avrei voluto creare un thread apposito anche sulle auto dei parenti, ma visto che da buoni Veneti la famiglia comprende pure zii, nonni e cugini, preferisco unificare il tutto qui e aggiungere alla bisogna qualche aneddoto ogniqualvolta fosse necessario. Nel nostro caso, siamo rimasti nel 1977, tre anni prima della mia nascita, con la Otto e mezzo che resta a casa dei nonni come auto di famiglia.

La sorella maggiore di mia madre, di cui vi ho parlato poco sopra, all'epoca guidava una 500 L bianca con interni rossi e lunette dei sedili bianche e paraurti premium, che a me sembravano baffi a dire il vero (contento dei dettagli Roy?? ;)). Che io ricordi, sono salito solo una volta nella mia intera vita su questo cinquino, perchè era la macchina più piccola del parentado e se c'era necessità di muoversi in quattro, non si prendeva quella...purtroppo sarà rottamata in cambio di una Fiesta mk3, con grande rimpianto di mio zio perchè era tenuta maniacalmente ed ora varrebbe parecchio.

500d.jpg 500int.jpg

Tornando alla 850, mio zio, capelluto ventenne con pantaloni a zampa d'elefante, appena tornato dal militare e bisognoso di una macchina, schifando la povera berlinetta color senape, si orienta su una francesina che all'epoca fece scalpore...la R5. Non chiedetemi l'allestimento perchè francamente non lo ricordo...era nera a tre porte e aveva la targa quadrotta.

renault53zoom.jpg quadrotta.jpg

Purtroppo io ero davvero piccolo e non ho ricordi della francesina, se non che nel cortile di mio nonno dava fastidio a noi cugini che giocavamo a palla...ma era in buona compagnia, perchè insieme alla 850 e alla R5 c'era pure il Maggiolone dorato dei "milanesi" (non ho mai capito la differenza, io lo chiamavo Maggiolone perchè aveva i fanali posteriori grandi e corredati di luci di retromarcia).

Piccolo momento "superquark". Negli anni 70 era consuetudine per gli abitanti di Milano avere una casa di villeggiatura al di fuori della città e il territorio del Varesotto, per i suoi ampi spazi verdi, era la meta di molti di essi. I miei nonni abitavano al piano terra di una tipica casa di ringhiera, di proprietà di questi "milanesi" (io li ho sempre sentiti chiamare così e il loro cognome rimane tuttora un mistero...), che per tre mesi all'anno "migravano" e si stabilivano nell'appartamento al piano superiore.

Tornando al cortile e al parco auto, ricordo che a me questi "milanesi" stavano proprio sulle balle. Perchè il suddetto cortile aveva una parte pavimentata in cemento per andare nel lavatoio e nel bagno (sì, era esterno alla casa e d'inverno non era affatto piacevole andarci...), ma il resto era in terra battuta con tanti sassolini colorati. E voi direte...dov'è il problema? Semplice, durante l'anno, se qualche sassolino finiva sulla 850 o sulla R5, al massimo ci scappava una sgridata, ma quando c'erano i "milanesi" non si poteva fare nulla per paura di rovinare il Maggiolone...come se non fosse già una rottura rastrellare per bene i sassolini ogni volta che si finiva di giocare...

Devo dire che all'epoca la R5 proprio non mi piaceva, a parte per la quadrotta, ma perchè se non erro aveva anche i fari di retromarcia a lato della targa. Vi chiederete il motivo di questo dubbio...semplice, la 850 resterà in casa dei miei nonni per altri due anni, fino alla patente dell'altra mia zia (all'epoca sedicenne), ma sarà venduta per comprare una...R5 bordeaux!

renault5rossa.jpg

Ora non ricordo se effettivamente i fari aggiuntivi di retromarcia furono inseriti con il restyling, se già c'erano sulla R5 nera di mio zio o se le due R5 in realtà erano una pre-restyling e una post-restyling...chiedo venia a riguardo perchè in teoria io nel 77 non ero ancora nato!

el Nino

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Se ricordo bene, le luci di retromarcia ai lati della targa furono inserite col restyling del '79 contestualmente all'entrata in listino della versione a 5 porte.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Madonne la faccenda inizia a farsi contorta ;) Ma io spero che la 500 pressata non sia esattamente quella della foto! Per una FIesta poi... Va beh che se era questa qui

1995-Ford-Fiesta-2-lg.jpg

non mi dispiaceva affatto, ma pressare una 500L in epoca tutto sommato recente (ai tempi della Fiesta III le 500 erano già storiche se non erro...) è un delitto...

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Beh, la faccenda non è così contorta.

1) 850

2) 850 + R5 nera

3) R5 nera + R5 bordeaux

E la Fiesta 3 non è quella che hai postato (che a me fa molto sugo, soprattutto la versione Ghia con interni chiari e finta radica...).

Le generazioni Fiesta sono spesso confuse perchè in molti considerano la m.k.2 un semplice restyling della prima serie.

La 500 venne rottamata per la versione precedente a quella che hai postato, allestimento SX.

el Nino

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ma io spero che la 500 pressata non sia esattamente quella della foto! Per una FIesta poi... ma pressare una 500L in epoca tutto sommato recente [...] è un delitto...

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Molto gustosa questa incursione nei ricordi personali conditi da un pizzico di contesto storico.

Piccolo momento "superquark". Negli anni 70 era consuetudine per gli abitanti di Milano avere una casa di villeggiatura al di fuori della città e il territorio del Varesotto, per i suoi ampi spazi verdi, era la meta di molti di essi.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

La sorella maggiore di mia madre, di cui vi ho parlato poco sopra, all'epoca guidava una 500 L bianca con interni rossi e lunette dei sedili bianche e paraurti premium, che a me sembravano baffi a dire il vero (contento dei dettagli Roy?? ;)).

Certo che son contento dei dettagli,ma.......:o le 500L non avevano i sedili in similpelle a coste verticali? Quelli con le lunette bianche equipaggiavano le "F" e può darsi che sia stata una "F" taroccata ad "L",qui ce ne sono un casino così! :?

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

In effetti pure l'osservazione di Roy mi fa sorgere il dubbio...:pen: Infatti la 500 L color avorio di mio padre aveva gli interni in similpelle marroni a coste verticali e senza lunette.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Mazi, l'importante è esserci capiti. IMHO la Fiesta ha avuto la prima serie, la seconda con il muso liscio (che tu consideri restyling), la terza (coeva della Uno), la quarta (la più bella, "finisce l'era delle utilitarie"), la quarta restyling (orrida), la quinta serie (spigolosa con fari alti), la quinta restyling (stupenda, soprattutto color ciliegia) e la sesta serie attuale.

Avevo espresso il concetto la volta precedente, probabilmente non essendo chiaro: io asserisco semplicemente che,al di là delle denominazioni ufficiali di Ford (Mk1, Mk2 ecc...), la Fiesta Mk2 proponeva un corposo restyling ai lamierati del frontale e di minor entità al portellone, ma il corpo vettura di partenza, così come la meccanica, erano quelli della Mk1.

Da qui la mia considerazione (e ribadisco mia) che si trattasse più che altro di un restyling e non di un modello ex novo.

La Fiesta completamente nuova, intesa come progetto totalmente inedito, arriverà solo nell''89, cioè quella che comunemente conosciamo come Mk3, ma che in realtà è la seconda Fiesta nella storia Ford progettata da zero e non derivante da un modello precedente. Mi scuso per la divagazione ma ritenevo giusto precisare.

Ora, visto che vengo sistematicamente smentito e/o corretto dal buon Mazi e dal buon Roy, su questo fatto sono sicuro sicuro sicuro. Fin da piccolo ho sempre sentito parlare di questa fantomatica 500 che non aveva il tetto apribile perchè PRESA DIRETTAMENTE IN FABBRICA, ma non ho altre informazioni per confutare la mia tesi. PS: in rete ho trovato 3 denominazioni per il giallo della 850: giallo tufo, giallo Tahiti e giallo Pechino. A voi la scelta...

Precisando innanzitutto che le mie smentite e/o correzioni sono finalizzate al solo scopo, laddove si verifichi qualche tua comprensibile imprecisione o omissione dovute ai tanti anni passati, di integrare e fornire aiuto e/o supporto alla stesura del tuo racconto, e non per altro, sono ben lieto di confermare che il tuo ricordo è giustissimo.

Trattasi della 500 Francis Lombardi, dotata di tetto rigido ed altre piccole modifiche ai lamierati della calandra oltre che del tetto stesso.

751px-Fiat500FrancisLombardiMyCar-retro.jpg

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×