Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Portaerei operative


justjames
 Share

Recommended Posts

On 21/6/2018 at 12:32, Martin Venator scrive:

Il rendering sullo schermo dietro al tavolo. 

 

lumKs9e.jpg

 

È una foto ufficiale di una riunione tra il CEO e alcuni progettisti del CSIC, principale gruppo cantieristica cinese, responsabile della costruzione di quasi tutte le unità della Plan, portaerei incluse. Non risultano dichiarazioni ufficiali associate alla foto, ma quella al centro sullo sfondo è chiaramente una catobar e permette di confermare alcune delle caratteristiche già note della terza portaerei cinese: tre catapulte, isola simile a quella del recentemente modificato mock up a Wuhan,  dimensioni incrementate rispetto alla Kuznetsov e derivate varie sebbene naturalmente inferiori alle CV USA. Apparentemente confermate le catapulte elettromagnetiche, di un tipo a corrente continua mentre le Emals americane adottano quella alternata. I rumors sulla propulsione nucleare si fanno più insistenti ma rimangono poco credibili, marcherebbe un'eccessiva discontinuità dalla tradizione cinese di introdurre miglioramenti graduali negli armamenti, senza le incognite delle rivoluzioni tecniche, specie considerando le apparentemente modeste prove date dai reattori navali cinesi fino a questo momento. Come previsto sembra presagirsi una Kitty Hawk cinese, un grosso salto in avanti ma non una game changer nella competizione per la superiorità tecnica delle marine del Pacifico. 

  • I Like! 1
Link to comment
Share on other sites

On 24/6/2018 at 10:37, stev66 scrive:

Non dimentichiamo  che i cinesi hanno comprato  dagli ucraini  le blue  print  della ulianovsk 

Anche se fosse non so quanto sarebbe loro d'aiuto: una volta acquisito il know how associato alla tipologia d'unità (che hanno acquisito studiando la Varyag e costruendo la sua gemella), il grosso sforzo sta nello sviluppo dei sistemi. E da quelli della Ulyanovsk hanno poco da carpire considerato che le catapulte che impiegheranno sono di tipo completamente diverse da quelle previste nel progetto sovietico (peraltro mai testate operativamente) e che difficilmente con i progetti della nave hanno trasferito anche la tecnologia dei reattori (sarebbero stati lo stesso tipo di quelli dei Kirov, quindi vorrebbe dire trasferire tecnologia sensibile per i russi perchè impiegata su unità in servizio attivo).

Link to comment
Share on other sites

Le ulianovsk  erano decisamente  più grandi  delle varyag  ed appunto erano catobar . E le blue print possono servire per valutare spazi , posizionamento ed ingombri dei sistemi, anche se poi i sistemi sono diversi, motori inclusi.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

35 minuti fa, stev66 scrive:

Le ulianovsk  erano decisamente  più grandi  delle varyag  ed appunto erano catobar . E le blue print possono servire per valutare spazi , posizionamento ed ingombri dei sistemi, anche se poi i sistemi sono diversi, motori inclusi.

Certo più grandi e parzialmente CATOBAR ma ispirate alla stessa concezione di ibrido portaerei/incrociatori missilistico della Kuznetsov, con la risultante inefficienza proprio nell'architettura interna. Se per la prima portaerei, non avendo esperienza in materia, hanno dovuto copiare un modello deficitario, dubito che adesso che hanno esperienza nella costruzione delle portaerei non cerchino di sviluppare un'unità il più efficiente possibile nelle operazioni aeree. Non dimentichiamo che quando hanno progettato le Ulyanovsk i sovietici avevano uguale o minore esperienza in materia di portaerei di quanta ne abbiano i cinesi adesso: le due Kuznetsov erano ancora in cantiere e le Kiev portavano solo aerei vstol. Anche per l'URSS era un'opera prima, quindi non certamente un progetto perfezionato dall'esperienza. Ho letto però che il capo progetto dellUlyanovsk è stato assunto come consulente dal CSIC, quindi qualche relazione tra i due progetti c'è anche se credo più in termini di trasferimento di competenze che propriamente di progetti. 

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Primo modulo in bacino della terza portaerei cinese, che dovrebbe essere un'unità a propulsione convenzionale con un dislocamento di 80-90000 tonnellate equipaggiata con 3 catapulte elettromagnetiche. La tecnica costruttiva sembra differire dalla precedente copia della Kuznetsov, per il fatto di adottare moduli molto più grandi e più completi in termini di equipaggiamenti e di allestimento ed è stata paragonata da alcuni insider a quella delle recenti QE inglesi. 

DjKwCvbVsAAhsOh.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
  • 2 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.