Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
contraxtor

Il futuro della mobilità

Recommended Posts

Se ne parla da un po', che ne pensate?

 

http://www.trekking.it/reportage/pista-ciclabile-vento-venezia-torino-po.html

 

Imho positivo sarebbe positivo, però poi penso che ci sono davvero tanti centri, anche maggiori, sprovvisti di una rete ciclabile degna di questo nome, e mi chiedo se non sia più urgente concentrare risorse lì, dove il fabbisogno di mobilità è più urgente e concreto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La ciclabile VENTO sarebbe una bella opera, le finalità sono prettamente turistiche, e il potenziale attrattivo c'è.

Per le ciclabili cittadine IMHO è più un problema di idee e percorsi che di risorse, o meglio, per farle le risorse le trovano, ma i percorsi sono scaturiti dalla follia umana e la manutenzione quasi inesistente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, vince-991 dice:

ma non e' che si puo' pensare di fermare la macchina in periferia e proseguire con altri mezzi.

Veramente questa sarebbe la normalità nelle città di tutto il mondo civilizzato.

  • I Like! 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, jameson said:

Veramente questa sarebbe la normalità nelle città di tutto il mondo civilizzato.

scusa ma non hai quotato la mia ultima frase.. oggi evidentemente non siamo (come paese Italia) nella normalita' del mondo civilizzato

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, vince-991 dice:

scusa ma non hai quotato la mia ultima frase.. oggi evidentemente non siamo (come paese Italia) nella normalita' del mondo civilizzato

Chiaro, ma mi riferivo al fatto che dici che non è pensabile: è pensabile e come, infatti lo penso spesso che vorrei che funzionasse in quel modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah... perdonatemi, ma sento troppo spesso la frase "non siamo nel mondo civilizzato", come ci fosse perennemente uno standard lontano al quale adeguarsi, ma che ovviamente un sacco di altra gente ha già trionfalmente raggiunto. Il mio caso preferito è quello norvegese, stato paladino del trasporto elettrico... risultato ottenuto vendendo petrolio agli altri. A me par normale, sinceramente, che lo spostarsi con i mezzi pubblici sia più comodo che spostarsi in automobile più o meno solo a Parigi o New York, e similari. La gente non vuole peggiorare le proprie abitudini di vita, tendenzialmente vuole risolvere i problemi senza ricadute. Non spostarsi tutti con mezzi pubblici (magari in una città di 100.000 abitanti), ma poter andare in giro in auto senza intossicarsi. Tenendo pure conto che, lo sappiamo tutti, quello dell'inquinamento automobilistico è da un certo punto di vista un falso problema, e quasi quasi inquina di più una mucca di un'Euro 6. Poi, obtorto collo, si fanno un sacco di cose... anche ritrovarsi bloccati in coda al semaforo, in bicicletta e sotto la neve, a Copenaghen...

Edited by Fede82

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, Fede82 dice:

Mah... perdonatemi, ma sento troppo spesso la frase "non siamo nel mondo civilizzato", come ci fosse perennemente uno standard lontano al quale adeguarsi, ma che ovviamente un sacco di altra gente ha già trionfalmente raggiunto. Il mio caso preferito è quello norvegese, stato paladino del trasporto elettrico... risultato ottenuto vendendo petrolio agli altri. A me par normale, sinceramente, che lo spostarsi con i mezzi pubblici sia più comodo che spostarsi in automobile più o meno solo a Parigi o New York, e similari. La gente non vuole peggiorare le proprie abitudini di vita, tendenzialmente vuole risolvere i problemi senza ricadute. Non spostarsi tutti con mezzi pubblici (magari in una città di 100.000 abitanti), ma poter andare in giro in auto senza intossicarsi. Tenendo pure conto che, lo sappiamo tutti, quello dell'inquinamento automobilistico è da un certo punto di vista un falso problema, e quasi quasi inquina di più una mucca di un'Euro 6. Poi, obtorto collo, si fanno un sacco di cose... anche ritrovarsi bloccati in coda al semaforo, in bicicletta e sotto la neve, a Copenaghen...

In tutte le città della Germania di medie dimensioni (di grandi non ce ne sono tranne Berlino) si può vivere al centro o in periferia facendo a meno dell'auto. Certo che la grande maggioranza del paese è campagna e quindi il discorso è diverso, ma a Amburgo, Francoforte, Monaco ecc. l'auto non è indispensabile. E si vede perché le code per traffico non esistono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma stare nel traffico, girare magari 20-30 minuti per trovare parcheggio, e pagare quest'ultimo salato.....è davvero qualità di vita? Io la trovo mediamente solo una gran rottura di scatole di cui cerco di farne a meno non appena ne intravedo la possibilità...(piedi, bici, bus, metro, carsharing con parcheggi dedicati....a seconda di distanza/destinazione)

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, TonyH dice:

Ma stare nel traffico, girare magari 20-30 minuti per trovare parcheggio, e pagare quest'ultimo salato.....è davvero qualità di vita? Io la trovo mediamente solo una gran rottura di scatole di cui cerco di farne a meno non appena ne intravedo la possibilità...(piedi, bici, bus, metro, carsharing con parcheggi dedicati....a seconda di distanza/destinazione)

No che non è qualità di vita. Ma scommetto quello che vuoi che i più vorrebbero parcheggi economici e una soluzione per le code, piuttosto che dover fare due o tre rotture di carico con i mezzi pubblici. (E te lo dice uno che i mezzi pubblici li ha utilizzati, e li utilizza, assai).

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Fede82 dice:

No che non è qualità di vita. Ma scommetto quello che vuoi che i più vorrebbero parcheggi economici e una soluzione per le code, piuttosto che dover fare due o tre rotture di carico con i mezzi pubblici. (E te lo dice uno che i mezzi pubblici li ha utilizzati, e li utilizza, assai).

 

Questo è un punto cruciale, pur riconoscendo che in provincia un'auto è fondamentale un punto sbagliato è la nostra mentalità.

Troppe volte non si considera la possibilità dei mezzi pubblici oppure il non utilizzo della macchina.

 

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.