Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
contraxtor

Il futuro della mobilità

Recommended Posts

2 ore fa, Fede82 dice:

No che non è qualità di vita. Ma scommetto quello che vuoi che i più vorrebbero parcheggi economici e una soluzione per le code, piuttosto che dover fare due o tre rotture di carico con i mezzi pubblici. (E te lo dice uno che i mezzi pubblici li ha utilizzati, e li utilizza, assai).

 

E come pensano di averli? Spianando i centri storici? :dubbio: 

Sai che bel parcheggio verrebbe fuori al posto del Colosseo :si: 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, TonyH dice:

 

E come pensano di averli? Spianando i centri storici? :dubbio: 

Sai che bel parcheggio verrebbe fuori al posto del Colosseo :si: 

Tu ci scherzi ma, restando in zona, Via dei Fori Imperiali Mussolini l'ha fatta spianando un pezzo di centro storico.

Edited by jameson
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, TonyH dice:

 

E come pensano di averli? Spianando i centri storici? :dubbio: 

Sai che bel parcheggio verrebbe fuori al posto del Colosseo :si: 

Io non sto pensando al Colosseo. Sto pensando che, secondo programma, fra due anni non potrò entrare nella cittadina a fianco del mio comune con nessuna delle tre auto in possesso della mia famiglia, compresa una Euro 4. E mi girano un po'.

 

(A Roma, poi, sai che risate a fornire e utilizzare mezzi pubblici. Anche tenendo fuori dalla discussione la tragedia dell'ATAC, in una città come Parigi, paragonabile come dimensioni, ci sono 16 linee di metropolitana a 5 di RER (che adoro). Prova a scavarle a Roma, vediamo cosa succede :dubbio: )

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, jameson dice:

Tu ci scherzi ma, restando in zona, Via dei Fori Imperiali Mussolini l'ha fatta spianando un pezzo di centro storico.

Anche a Torino ha rifatto un pezzo di Via Roma tirando giù tre isolati di portici seicenteschi.

Direi che sono cose da non ripetere.

 

Anche perché appena parli di fare un parking sotterraneo o un sottopasso apriti cielo

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, jameson dice:

Tu ci scherzi ma, restando in zona, Via dei Fori Imperiali Mussolini l'ha fatta spianando un pezzo di centro storico.

 

E condannando a restare sepolti metà dei Fori Imperiali...

  • Sad! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Fede82 dice:

Io non sto pensando al Colosseo. Sto pensando che, secondo programma, fra due anni non potrò entrare nella cittadina a fianco del mio comune con nessuna delle tre auto in possesso della mia famiglia, compresa una Euro 4. E mi girano un po'.

 

(A Roma, poi, sai che risate a fornire e utilizzare mezzi pubblici. Anche tenendo fuori dalla discussione la tragedia dell'ATAC, in una città come Parigi, paragonabile come dimensioni, ci sono 16 linee di metropolitana a 5 di RER (che adoro). Prova a scavarle a Roma, vediamo cosa succede :dubbio: )

Però, mi ricito.

 

La quasi totalità  delle nostre città ha il centro edificato in epoca pre-motorizzazione. Come possiamo pretendere che assorbano traffico e auto all'infinito?

Non si tratta di benzina, diesel, elettrico...si tratta proprio che sono state pensate con altri criteri con cui dobbiamo convivere (o spianare tutto)

 

Siamo mica in America dove la gran parte delle città è apparsa dal nulla nel secolo scorso.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho la risposta per questo, purtroppo. E ovviamente hai ragione. Però, al di sotto di un certo limite, i mezzi pubblici non sono una soluzione. Farà ridere, ma martellare il trasporto via auto con la scusa dell'inquinamento non fa altro che penalizzare chi ha poche possibilità economiche e non può cambiare macchina, senza risolvere il problema dell'inquinamento.

  • I Like! 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio che è il contrario. NON investire in TPL serio danneggia chi ha poco.

Chi ha soldi, si comprerà la Tesla e girerà lo stesso. Alla peggio si comprerà casa in centro.

È chi abita in periferia e non può cambiare auto ogni 3 anni che dovrebbe essere il più feroce sostenitore di una rete pubblica efficiente....perché è alla sua portata e anzi gli liberebbe delle risorse che attualmente spende per il mezzo privato.

  • I Like! 6

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, TonyH dice:

Occhio che è il contrario. NON investire in TPL serio danneggia chi ha poco.

Chi ha soldi, si comprerà la Tesla e girerà lo stesso. Alla peggio si comprerà casa in centro.

È chi abita in periferia e non può cambiare auto ogni 3 anni che dovrebbe essere il più feroce sostenitore di una rete pubblica efficiente....perché è alla sua portata e anzi gli liberebbe delle risorse che attualmente spende per il mezzo privato.

Questo discorso può essere corretto per chi abita in città... ma per chi è fuori? Secondo me si fa sempre l'errore di pensare che tutti si abiti a Milano, Roma, Torino, Napoli e relative periferie. Continuando l'esempio di Vicenza, in tutta la provincia solo 190.000 persone abitano in centri con più di 30.000 abitanti, le altre 700.000 no. Che rete di mezzi pubblici vuoi mai creare in 2700 km quadrati di territorio con urbanizzazione frammentatissima? La macchina è obbligatoria. Ma non mi devi costringere ogni tot a cambiarla, però.

  • I Like! 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se si parte con questa idea non si cambierà mai. Il sistema di trasporto veneto lo conosco molto bene (e sto cercando di riorganizzarlo dall'interno).

 

Il punto lì (e in modo meno estremo vale per il resto della fogna padana) è che l'auto non potrà facilmente essere abolita, ma quantomeno ridotta ai minimissimi termini solo per arrivare alla stazione più vicina.

E a quel punto va benissimo uno spompatissimo benzina.

 

In tutti i casi se si soffrono delle limitazioni è il pegno che si paga per avere fatto la bella pensata di piazzarsi in 5 milioni a casaccio sulla mappa e allo stesso tempo pretendere di avere uno stile di vita attivo e urbano, il tutto in un posto con un clima del tutto inadatto alle automobili.

 

Nulla in contrario se uno vuole abitare in provincia per tranquillità, ma allora che si metta in testa che la sua mobilità è da provincia (spostamenti pochi e brevi, lavoro vicino casa, poche uscite la sera).

 

Il delirio di questo posto è che fare qualunque cosa significa metter l'auto in strada e buttarci su un 50 km MINIMO al colpo (e considerarlo progresso e comodità).

  • I Like! 2
  • Disagree 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.