Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
contraxtor

Il futuro della mobilità

Recommended Posts

Oltre a questo, si cita il concetto di libertà di scelta individuale per la propria mobilità. E chi si becca le esternalità delle auto altrui, oltre a non trarre alcun beneficio, è libero di scegliere?

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, stev66 dice:

No.

Pagherà chi la macchina la usa, no chi non la usa . 

Ti faccio il mio esempio: io vado in giro con un vecchio scooter euro 2. Domani la mia città lo proibisse per emissioni , non farei la lotta pura senza paura per continuare ad usarlo, ma lo cambierei ,magari con un usato in regola. Perché resta un lusso mio :)

 

Al che un possessore di auto si potrebbe rifiutare di pagare tasse destinate ai mezzi pubblici. Lui non li usa, e il non avere traffico in città è un lusso. Dai, si può andare avanti così all'infinito.

31 minuti fa, Wilhem275 dice:

Oltre a questo, si cita il concetto di libertà di scelta individuale per la propria mobilità. E chi si becca le esternalità delle auto altrui, oltre a non trarre alcun beneficio, è libero di scegliere?

Anche qui, vale pure il discorso contrario. Come chi abita fuori città dovrebbe rassegnarsi o a cambiare casa, cambiare lavoro e muoversi poco (per il benessere sociale) chi abita in città dovrebbe rassegnarsi a traffico e più inquinamento (per il benessere sociale). E via così in eterno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uber-LOL....si sarà stancato di aspettare la Model 3 dopo aver dato del minchione a destra e manca? :pen: 

 

E comunque "ho ancora un'auto a benzina". E grazie al bigolo. Però devi permetterti il lusso di potere avere la "macchina di scorta" per fare l'ecologico. E lusso significa anche spazio dove tenerla......che nelle città è la spesa di mantenimento più alta.

 

Non volendo rientrare nel loop del ripensamento della mobilità dalla base, per una persona normale una plug-in è una cosa decisamente più fruibile di una elettrica pura.

  • I Like! 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto con interesse le esperienze di Attivissimo con la Ion.

Fatto la tara all'atto di fede che traspare da ogni affermazione ( si prenda come esempio l'invito alla pianificazione dei viaggi con sosta lunga :) ) , è chiaro che oggi l'auto elettrica , per lo meno in Italia è un oggetto per utenti dotati di garage, meglio se in casa singola . E considerando che l'80% degli italiani vive in condomini senza box ( tra l'altro soprattutto nelle grandi citta, dove l'auto elettrica servirebbe come il pane ) senza un break through tecnologico sulle batterie ed i tempi di ricarica che ad oggi non si vede ( per capirci raddoppiare la capacità delle prime e dimezzare i secondi ) l'auto elettrica resterà confinata nella riserva dell'altissima gamma e del car sharing.

 

Edited by stev66
  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'alternativa sarebbe la possibilità di ricaricarla in azienda.

 

Se offrissero questa possibilità, e sopratutto la possibilità all'azienda di detassare, come benefit, il canone di ricarica, potrebbe avere senso, come commuter car.

 

Però, in questo modo, lo stato non guadagna sulle accise dei carburanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, stev66 dice:

Ho letto con interesse le esperienze di Attivissimo con la Ion.

Fatto la tara all'atto di fede che traspare da ogni affermazione ( si prenda come esempio l'invito alla pianificazione dei viaggi con sosta lunga :) ) , è chiaro che oggi l'auto elettrica , per lo meno in Italia è un oggetto per utenti dotati di garage, meglio se in casa singola . E considerando che l'80% degli italiani vive in condomini senza box ( tra l'altro soprattutto nelle grandi citta, dove l'auto elettrica servirebbe come il pane ) senza un break through tecnologico sulle batterie ed i tempi di ricarica che ad oggi non si vede ( per capirci raddoppiare la capacità delle prime e dimezzare i secondi ) l'auto elettrica resterà confinata nella riserva dell'altissima gamma e del car sharing.

 

ne farei anche una questione di costi, ma anche per le plug in...

la Ioniq plugin costa 7mila euro più della ibrida, la Prius anche un 10mila...

attualmente le elettriche e le plugin sono principalmente un vezzo da ricco radical chic ecologista, moda importata dai quartieri residenziali americani dove dopo aver fatto da sempre la gara a chi ce l'ha più grosso, ora girano in Prius.

qua siamo in ritardo di una decina d'anni, ma il concetto è quello.

bisogna appunto risolvere questo problema, l'auto elettrica va bene principalmente in città, ma l'utente che potrebbe fruirne spesso abita in piccoli paesi nella villetta col garage.

  • I Like! 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tu però in cambio vieni per una settimana sotto il mio ufficio dalle 9:30 alle 10:30...ad assaporare le goie del prezzo da pagare alla mobilità privata che aspetta (a motore acceso) di entrare in ZTL.

 

P.s. L'ufficio sta a 50 metri dalla fermata della metropolitana, oltre che avere fermate nel giro di un isolato per DODICI linee diverse di tram/bus (pure elettrici) quindi una alternativa c'è.

Edited by TonyH

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.