Jump to content

La transizione ecologica ed il futuro della mobilità


Message added by J-Gian,

 

Recommended Posts

Beh visto che siamo riusciti ad allargare i box dei palazzi dove i nostri genitori/nonni parcheggiavano la 127 e far sparire tutte le auto fino all'euro3 in tutto lo stivale, tra 13 anni sicuramente guideremo tutti auto elettriche ricaricandole ogni notte alla colonnina senza avere blackout continui e riconvertiremo tutto l'indotto legato al motore termico senza problemi sociali e di occupazione.

Ovviamente sparirà pure il trasporto su gomma per andare tutto su rotaia e furgoni elettrici.

  • I Like! 1
  • Haha! 2
  • Thanks! 3

1983 Citroen 2CV6 Charleston bordeaux/nera

2019 Citroen C3 1,2 110cv EAT6 Shine

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, J-Gian scrive:

Adesso devono solo trovare una soluzione per consentire alle persone di continuare a spostarsi entro i prossimi 15 anni. 

 

 

...e in addizione devono trovare una soluzione di produrre tutto questo corrente "green" necessario per una transizione che fa senso ecologico.

In Germania abbiamo una capacita installata della energia eolica di 63,2GW e una di energia solare di 56GW. Di questi due fonti sta pomeriggio alle 14:00 con "tempo non molto ecologica" escono soltanto 4,4GW eolico e 1,85GW solare. Quante Terrawatt dobbiamo installare per saltano fuori con questo tempo i GW in caso di bisogno per tutte le auto elettriche, per i nuovi riscaldamenti elettriche e per la nuova produzione acciaio "green

 

grafik.png.b3e6894208e8e4295783d62c63e5ddb6.png

 

  • Thanks! 3
Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, 4200blu scrive:

 

 

grafik.png.b3e6894208e8e4295783d62c63e5ddb6.png

 

 

Ma grazie 4200! Vedendo sto sito fighissimo in tempo reale sono andato a cercarlo per l'Italia!

 

Interessantissimo scoprire (come esempio) che alle 14 di oggi il meridione d'Italia aveva l'eolico come fonte di maggior produzione energetica, al 41%, e il secondo, gas metano per elettricità, al 23.5% 

 

per gli interessati, produzione elettrica per fonte, Co2 emessa, in tempo reale, compresi i flussi di import-export energia:

 

https://app.electricitymap.org/zone/IT-SO

 

Edited by Maxwell61
  • Thanks! 5
Link to comment
Share on other sites

Diciamo che nel 2035, anche nel best case, mantenendo come circolanti le 39M auto di adesso, le BEV potrebbero essere il 40% . 

Ma 60% sarebbero ICE. 

Nel 2050 anche nel best case ci sarebbe un 20% di ICE in giro. 

Poi vabbè se il circolante cala a metà dell'attuale potremmo essere verso il 100% anche prima. Ma questo vuole dire che i diversamente ricchi dovrebbero passare dall'auto di proprietà vecchiotta al cavallo di 

Santo Francesco 😁

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, Maxwell61 scrive:

 

Certo che la Norvegia è veramente un paradiso energetico, pur avendo il petrolio non ne usano neanche una goccia, riescono a produrre tutta l'elettricità che gli serve con idroelettrico ed eolico.

Ci credo che l'auto elettrica sia stata spinta e ormai rappresenti la totalità delle nuove immatricolazioni in Norvegia.

 

  

  • I Like! 4
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, xtom scrive:

 

Certo che la Norvegia è veramente un paradiso energetico, pur avendo il petrolio non ne usano neanche una goccia, riescono a produrre tutta l'elettricità che gli serve con idroelettrico ed eolico.

Ci credo che l'auto elettrica sia stata spinta e ormai rappresenti la totalità delle nuove immatricolazioni in Norvegia.

 

  

si però ho visto che su un altro sito in norvegia si consumano in totale circa 120 miliardi di kwh di elettricità all'anno, contro i 300 dell'italia. In pratica in norvegia è facile coprire il fabbisogno di elettricità che è quasi un terzo di quello italiano, con fonti rinnovabili. Quindi vediamo: questo mi fa supporre che il paese con il redditto pro-capite in europa più alto, consuma poca elettricità, quindi in sostanza non ci sono fabbriche in Norvegia. Di che campano i norvegesi allora? Del petrolio che esportano ai paesi cattivi ed inquinatori come l'Italia, che appestano l'aria con le loro auto a combustione. Senza petrolio la norvegia non avrebbe tutta quell'energia pulita. E' un  paradosso, ma di fatto è così. Senza la ricchezza generata dal petrolio i norvegesi non si potrebbero mai permettere tutte quelle auto elettriche e no nsi potrebbero permettere tutta quell'elettricità prodotta da fonti rinnovabili, perchè è costosissima. Quindi direi che sarebbe anche ora di finirla di prendere come esmpio di paese virtuoso, greenne, ecc...ecc la Norvegia.

Sarebbe come a dire: sono un paese pacifista, ma sono maggior produttore di armi e le vendo a quelli che fanno la guerra. Troppo comodo così. Se la norvegias fosse veramente Green, allora dovrebbe chiudere tutti i pozzi e le piattaforme petrolifere di estrazione nel mare del nord. allroa sì che sarebbe un paese virtuoso.

 

Edited by infallibile_GF
  • I Like! 5
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, infallibile_GF scrive:

Quindi vediamo: questo mi fa supporre che il paese con il redditto pro-capite in europa più alto, consuma poca elettricità,

 

....come "consuma poco energia elettrica"....

 

a testa Norvegia consuma 4,5x del consumo in Italia

(dati di 2019)

Italia

grafik.png.5eebbbcf16a3dafc63918f1c1aeb672f.png

 

Norvegia

grafik.png.e1ee3430477a93ad822283b370c0af3d.png

 

 

2 ore fa, infallibile_GF scrive:

......e no nsi potrebbero permettere tutta quell'elettricità prodotta da fonti rinnovabili, perchè è costosissima.....

....sei sicuro??

Costo per 1 kWh per case private:

Norvegia - 0,12€

Italia - 0,22€

Germania - 0,31€

 

  • I Like! 3
Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, 4200blu scrive:

 

....come "consuma poco energia elettrica"....

 

a testa Norvegia consuma 4,5x del consumo in Italia

(dati di 2019)

Italia

grafik.png.5eebbbcf16a3dafc63918f1c1aeb672f.png

 

Norvegia

grafik.png.e1ee3430477a93ad822283b370c0af3d.png

 

 

....sei sicuro??

Costo per 1 kWh per case private:

Norvegia - 0,12€

Italia - 0,22€

Germania - 0,31€

 

non so dove hai preso questi dati.

su questo sito i dati sono ben diversi

https://www.indexmundi.com/g/g.aspx?c=no&v=81&l=it

 

Poi i costi che citi sono al netto delle tasse, oppure sono i costi alla produzione?

Ah ma quello è il consumo pro-capite, ma quello non c'entra nulla. Sta di fatto che come nazione la Norvegia consuma un terzo dell'Italia

 

Edited by infallibile_GF
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, infallibile_GF scrive:

Ah ma quello è il consumo pro-capite, ma quello non c'entra nulla. Sta di fatto che come nazione la Norvegia consuma un terzo dell'Italia

Che logica per favore e questo? Logico che 5,5Mio consumano in cifre assolute meno come 60Mio.

E come dici che Rocca di secco alto consuma meno come Milano 😂

 

  • I Like! 2
Link to comment
Share on other sites

In Norvegia, avendo abbondanza di energia idroelettrica, ne fanno (logicamente) abbondante uso anche se in modo poco efficiente, per esempio per il riscaldamento domestico (per il quale, con le tecnologie disponibili fino a pochi lustri fa, energeticamente si trattava di uno scempio alle latitudini dell'Italia, figuriamoci alle loro. Ora non saprei). 

Link to comment
Share on other sites

  • J-Gian changed the title to Elettrificazione: tecnologie per la sostenibilità ambientale e geopolitica
  • J-Gian locked this topic

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.