Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
Giuseppe1976

Hyundai - Nuovo dispositivo per il controllo della pressione dei pneumatici nelle auto future

Recommended Posts

Hyundai: nuovo dispositivo per il controllo della pressione dei pneumatici nelle auto future

Hyundai sta sviluppando in collaborazione con Mobis un

innovativo sistema di controllo della pressione dei pneumatici (TPMS),

sistema che verrà utilizzato sia sui futuri modelli della casa

Hyundai sta sviluppando in

collaborazione con Mobis un innovativo sistema di controllo della

pressione dei pneumatici (TPMS: Tire Pressure Monitoring System),

sistema che verrà utilizzato sia sui futuri modelli della casa. Questo

nuovo sistema arriva in un momento ottimale e per la casa coreana in

quanto entro il 2013 tutti i veicoli (con peso inferiore a 35 quintali)

dovranno necessariamente essere equipaggiati proprio con il TPMS. La

casa di conseguenza si è portata avanti con i tempi (e anche avanti alla

concorrenza): il nuovo sistema di controllo risulta infatti nettamente

superiore rispetto ai TPMS attuali grazie ad alcune caratteristiche

tecniche come la valvola in gomma, il peso leggero (minore di circa il

10% rispetto alla concorrenza attuale) e il risparmio in termini di

energia che riesce a garantire (circa 30% in meno).

TPMS-Hyndai.jpg

Il nuovo sistema di controllo consente

di monitorare costantemente la pressione dell’aria all’interno di ogni

singolo pneumatico e di inviare importanti informazioni al computer di

bordo, in modo da avvertire il conducente di eventuali anomalie come

perdita improvvisa della pressione di gonfiaggio e relativa autonomia

rimanente. Questo di Hyundai è sicuramente un passo avanti importante

per la mobilità e la sicurezza stradale: equipaggiare infatti tutte le

vetture con sistemi analoghi permetterebbe non solo di essere avvisati

repentinamente nelle situazioni pericolose ma consentirebbe anche a

molti automobilisti certe volte incuranti dell’importanza di una

corretta pressione di gonfiaggio di avere pieno controllo dello stato di usura – manutenzione delle proprie gomme.

Hyndai-TPMS.jpg

Fonte: Hyundai: nuovo dispositivo per il controllo della pressione dei pneumatici nelle auto future | Gomme Blog.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ammetto l'ignoranza... :lol: ma ci sono oggi in commercio auto equipaggiate con questo sistema (non quello di Hyundai, uno analogo)? E sono in buona percentuale, oppure concentrate in fasce di prezzo poco accessibili? :pen:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ammetto l'ignoranza... :lol: ma ci sono oggi in commercio auto equipaggiate con questo sistema (non quello di Hyundai, uno analogo)? E sono in buona percentuale, oppure concentrate in fasce di prezzo poco accessibili? :pen:

Che io sappia c'è nel gruppo VAG.

LA Octavia e lo Yeti lo montano, ad esempio (optional)

Share this post


Link to post
Share on other sites

si chiamano tpms, sono un accessorio non troppo venduto ma disponibile per molte auto. Fondamentalmente ce ne sono di due tipi.

Il primo, più caro, è diretto. In pratica funziona come quello sopra: sensori per ogni ruota alimentati a pile inviano informazioni a una centralina. Questo è quello più preciso.

I secondi invece sfruttano il sistema ABS e mi pare registrino le velocità relative delle ruote di ogni assale. Se la ruota si sgonfia il diametro diminuisce e la velocità di rotazione aumenta. Questo sistema però è meno preciso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capito, grazie. ;) Resta da vedere, e sarà interessante, come si attrezzeranno i vari produttori per rispettare quello che - mi par di capire - è un obbligo di legge...? Per alcuni ci sarà da equipaggiarsi ex novo, per altri ci sarà da competere con Hyundai, la quale a sua volta sarà da monitorare quanto alla possibilità che il prezzo complessivo della vettura resti concorrenziale anche con un prodotto così all'avanguardia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ho capito cosa cambia rispetto ai TPMS gia' in vendita, ad esempio, su amazon e ebay.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti questo non l'ho capito nemmeno io. Roba del genere l'ho vista pure dal gommista :pen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

magari e' di migliore qualita'... ma se non ho capito male, ogni volta che ti si "pianta" un sensore devi andare dal gommista, sostituirlo, far riequilibrare ecc... in teoria sti cosi dovrebbero durare "anni", in pratica... io so che Pirelli col PoliMi sta studiando una soluzione differente, ovvero il famoso "penumatico intelligente", che annega nella mescola sensori vari per misurare meglio le forze scambiate col terreno (migliorando quindi i sistemi ABS, ESP ecc) e, ovviamente, anche la pressione ecc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti credo che si tratti di un normalissimo sistema TPMS non integrato.

E se non ho capito male lo hanno sviluppato nell'ottica di venderlo, mettendolo sul mercato come fornitura per altri costruttori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Infatti credo che si tratti di un normalissimo sistema TPMS non integrato.

E se non ho capito male lo hanno sviluppato nell'ottica di venderlo, mettendolo sul mercato come fornitura per altri costruttori.

Però forse l'avanzamento che sono riusciti ad imprimere in alcune componenti sarà - o così dovrebbe essere nelle aspettative - un fattore non da poco sulla scelta di servirsi di quello piuttosto che di un altro produttore. Almeno così dichiarano. E poi non ho capito bene quel "sia" lasciato in sospeso: Hyundai è intenzionata a vendere a produzione completata, o a tenersi cauta e testarlo prima su proprie vetture? :pen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By sbonifaz
      Salve a tutti, 
      sto cercando qualcuno che sia incappato nello strano difetto della mia A4 cabriolet 1.8 T.
      Qualche settimana fa, l'impianto di climatizzazione automatico è andato completamente fuori controllo, con l'opzione 'auto' inserita usciva aria rovente dalle bocchette superiori anche impostando 'LO' come temperatura.
      L'ho dovuto mettere in 'off' e dopo una ventina di minuti, quando ho riprovato a rimetterlo in automatico, funzionava correttamente.
      Per qualche giorno (nel frattempo ho fatto qualche centinaio di km in autostrada) tutto ha funzionato regolarmente.
      Dopo una settimana circa dal primo evento, mi è successo l'opposto, cioè non usciva più aria calda, e anche questo problema si è risolto da solo dopo qualche decina di minuti.
       
      A breve però si è accesa la spia del livello refrigerante, quando ho aperto il cofano ho visto che si era 'aperto' un raccordo tra un tubicino di gomma e uno metallico stretto con una fascetta metallica, su un collegamento tra la vaschetta del refrigerante e il motore (non so se sia un ricircolo o qualcosa che ha a che fare con il raffreddamento del turbo, visto che si innesta al motore da quelle parti).
      Pensavo che il problema fosse solo una fascetta allentata così l'ho stretta, ho rabboccato il liquido e sono andato in officina per sicurezza per fargli dare una controllata da un occhio esperto.
       
      E qui è iniziato il calvario.
      Secondo la prima officina è sicuramente la guarnizione della testata o, se sono 'fortunato', la testata stessa.
      Io però ho voluto chiedere altri pareri ad altri professionisti, che, dopo alcuni esami e prove, non sono concordi sul fatto che sia la testata perchè:
      - le candele sono perfette
      - l'auto è sempre partita e tuttora parte benissimo sia a motore freddo che caldo
      - non fa fumo bianco allo scarico
      - l'indicatore di temperatura non è mai salito oltre il valore di funzionamento normale
      - nel tappo della vaschetta refrigerante non ci sono tracce biancastre, tipicamente presenti in caso di rottura della guarnizione della testata 
       
      L'unica certezza per ora è che quando il motore raggiunge la temperatura (mi pare che ci arrivi più velocemente del solito ma non posso dirlo con certezza in quanto non ci ho mai fatto caso 
      più di tanto) il circuito del refrigerante va in pressione (e questo credo sia stato il motivo per cui si è inizialmente 'aperto' il raccordo stretto con la fascetta) e il liquido cala, presumo perchè viene sfiatato dalla valvola di sicurezza del tappo vaschetta.
       
      L'ultima prova fatta da un meccanico ha verificato il fatto che dal tubicino che è collegato nella parte alta della vaschetta refrigerante (da quanto ne ho capito dovrebbe essere un ricircolo) non rientra nulla dentro la vaschetta e questo mi dicono che non è normale e potrebbe essere causato dalla rottura della girante della pompa acqua.
       
      Mi domando: è possibile che una parte del circuito (una elettrovalvola che non funziona, un tubo nella parte inferiore che si è schiacciato, un tubo occluso) causi una anomalia di pressione nel circuito come succede a me?
      Ringrazio di cuore tutti quanti vorranno aiutarmi a risolvere il problema.
       
    • By Bahalcubo
      Ciao a tutti!
      Domattina dovrei fare 2 ore di autostrada per andare in montagna con i miei amici. Ovviamente sono uno degli “autisti sobri designati”
      Oggi pomeriggio ho provveduto a mettere a punto la Puntozza, compresa ovviamente la pressione delle gomme.
      Da libretto, per il medio carico, la pressione consigliata è 2,3 davanti e 2,1 dietro.
      Oltre a controllare la pressione col manometro che ho sempre usato, ho voluto collaudare il manometro digitale abbinato al Quattroruote di dicembre. I due manometri danno risultati divergenti di 0,5 bar. Non mi fido di nessuno dei due, da una parte c'è il manometro di un compressore vecchio di 15 anni mai controllato/ri-tarato, e che mi ha sempre dato l'impressione di segnare una pressione più alta di quella effettiva (gomme vagamente più consumate ai lati; visivamente le anteriori sono sempre "un po' a terra"...anche se quest'ultima è una caratteristica delle Bridgestone Turanza, chi le conosce lo sa). Dall'altra un manometro digitale nuovo ma di natura piuttosto edicolosa. Al momento ho gonfiato le gomme dando ragione al digitale, secondo il quale ora sono a pressione da libretto (secondo l'analogico invece sono a 2,8 e 2,6). Facendo un giretto l'auto mi è sembrata molto più reattiva di sterzo e un po' più rigida ma non saprei dare giudizi valoriali sulle mie sensazioni.
      Fermo restando che la cosa migliore da fare sarebbe passare dal gommista, la domanda è: a livello di tenuta di strada, specie a velocità autostradale, è meno peggio uno pneumatico un po’ sgonfio, o uno un po’ troppo gonfio? Con un delta di 0,5 bar dalla pressione ideale, sia in un verso che nell’altro, vi sono differenze apprezzabili o no?
    • By J-Gian
      Nissan aggiunge all'ormai noto sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici, una funzione che aiuta a gonfiarli nella corretta misura, anche senza disporre di manometro (che spesso è starato...) e del dato della pressione.
      L'idea è semplice: a seconda del tipo di lampeggio dell'indicatore di direzione - meglio noto come "freccia" - l'utente che sta gonfiando la ruota può capire se la pressione è ancora troppo bassa, o superiore a quanto prescritto.

      Appena l'aria entra nel pneumatico, gl'indicatori di direzione iniziano a lampeggiare.
      Una volta raggiunta la pressione corretta, l'auto avvisa con un colpo di clacson.
      Se accidentalmente il gonfiaggio si protrae oltre l'avviso sonoro e la pressione adeguata viene superata, il lampeggio degli indicatori di direzione si velocizza ed il clacson suona 2 volte, invitandoci sgonfiare la gomma fintanto che il clacson ci riavviserà con un colpo solo.





×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.