Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Recommended Posts

lancia-delta-berlina-nera.jpg

Essendo una Lancia, vale la solita premessa: sono un pò prevenuto...:-)

L’auto provata è una Lancia Delta 1.6 120 CV Oro con cerchi da 16” e 33000 km

I km percorsi sono stati 480, in pratica tutti in autostrada

Esterni

La linea di Delta è particolare, la si amo o la si odia. A me piace moltissimo, e la considero uno delle proposte migliori , se non la migliore, del segmento. Il posteriore è riuscitissimo, il muso a punta non fa tradire ( troppo ) la derivazione da Bravo e la linea filante ne minimizza la lunghezza non comune. .Belli anche i colori “particolari” disponibili, le cromature ed i cerchi in lega ( che pur essendo da 16” non danno l’effetto “carrello della spesa ” come in altre auto )

Interni

Il design della plancia, uguale a quello di Bravo è dissimulato abilmente dall’uso di un materiale di qualità decisamente maggiore e da una console centrale “minimalista” di disegno leggermente diverso e di color chiaro ben più gradevole, nonché dall’uso ben più esteso di cromature. Belli anche i comandi del clima manuale. Grazie anche ad un montaggio molto più curato, l’effetto complessivo di qualità percepita è notevole, superiore a tutte le altre vetture del Gruppo della categoria ed anche superiori, ed all’altezza di quello dell’ Astra J, una delle vetture migliori da questo punto di vista. E per quanto la triade sia lontana, VW Golf non è poi così distante. Per contro stonano parecchio i sedili, comodi ma rivestiti di stoffa più robusta che lussuosa, ed i fianchetti porta di plastica dura e stoffa dozzinale. Rivestimenti e plastiche di montante e padiglione nella norma, bella la moquette.

Posto guida

Migliore di quello già buono di Bravo, ( i cm guadagnati in lunghezza si sentono positivamente ). Comodo e ben regolabile, il sedile è confortevole e più morbido .. Bello il volante, ben impugnabile e ben rivestito. Comodo il vanetto portacellulare sulla sinistra. Comandi tutti raggiungibili comodamente, con la sola parziale esclusione del regolatore di velocità, posto su un satellite sotto la leva sinistra.

La visibilità anteriore è buona, quella posteriore meno. Frizione leggera e con pedale alla stessa altezza dell’acceleratore..

Plancia e comandi

In pratica vale lo stesso giudizio di Bravo: il design con la console centrale orientata verso il guidatore è bello e comodo per le regolazioni., ma i comandi della climatizzazione sono un po’ troppo in basso( ed il clima è manuale ). I comandi radio al volante sono insufficienti ( manca lo scan delle frequenze ) comodo il trip master sulla levetta destra. Comandi principali illuminati. Specchietti piccolini. Un po’ brutti a vedersi i numerosi tasti inutilizzati intorno alla radio, ma è il prezzo da pagare alla standardizzazione.

Abitabilità

Molto buona anteriore e posteriore, dove i centimetri longitudinali in più rispetto a Bravo si sentono.

Bagagliaio

Molto buono anch’esso, completamente rivestito di moquette, è già coi sedili completamente arretrati più lungo di quello di Bravo. Il design particolare della coda sottrae qualche centimetro in alto, recuperabili comunque con il sedile posteriore scorrevole.

Accessori

Vale il discorso fatto per Bravo, con in più l’aggravante della marca: la dotazione è un po’ scarsina per una C che vuole essere premium o near premium: C’e’ tutto l’indispensabile compresa la bocchetta per i posti posteriori, le luci di ingombro su tutte le quattro porte ( ma non quelle di illuminazione piedi , chissà perché ) e l’ormai irrinunciabile cruise control, ma il clima è solo manuale e non c’e’ nessun accessorio “sfizioso” di serie. Ormai i concorrenti generalisti offrono di più, considerando anche che l’Oro non è neanche l’allestimento base.

Comfort

Ottimo, a livello delle migliori concorrenti, ed un deciso miglioramento rispetto a Bravo. Il motore è meno romboso in accelerazione ed a freddo, i fruscii aerodinamici quasi assenti, il rumore di rotolamento pneumatici ridotto. Tutto ciò unito alle buone caratteristiche dinamiche, all’ottimo assorbimento delle sospensioni, al comodo sedile ed al cruise control, rendono i confortevoli anche i viaggi più. lunghi. Solo in città il cambio poco maneggevole ( e le dimensioni importanti ) si fanno sentire negativamente.

Motore

Su questa Lancia il 1.6 Mjet 120 Cv si comporta meglio del “fratello” da me provato su Bravo, forse per una taratura leggermente diversa della centralina o dei rapporti. Elastico e potente in ogni situazione, per gradevolezza di utilizzo si avvicina al re della categoria ( e suo successore ) Mjet II 105 Cv, ed uguaglia o supera i suoi principali concorrenti, guadagnando anche un po’ di corpo in basso.

Accelerazione

Molto buona in ogni circostanza, permette di sfilarsi dai problemi in ogni situazione.

Ripresa

La rapportatura del cambio è leggermente più lunga di Bravo ( 2200 giri a 130 km/h in VI contro 2250 ), ma complice il cambio diverso od il motore più efficiente, la ripresa è decisamente migliore e molto buona in senso assoluto.

Cambio

Su questa versione dovrebbe essere stato adottato il 635 di Giulietta contro il 530.6 di Bravo.

Ciononostante, la manovrabilità è decisamente peggiore rispetto all’Alfa e solo di poco migliore rispetto alla Fiat. La corsa della leva è troppo lunga, e gli innesti un pochino gommosi e contrastati. Strano, ma forse si paga dazio ad una tiranteria diversa.

Sterzo

Rispetto a Bravo è altrettanto leggero in manovra ed in marcia, .ma decisamente più preciso e pronto ( anche se non arriva all’eccellenza di Giulietta ). Influiscono non poco le miglior caratteristiche dinamiche dell’auto, dovute al passo maggiore ed alla diversa taratura delle sospensioni.

Freni

Come per Bravo, impeccabili per potenza e modulabilità.

Tenuta di strada/Stabilità

Rispetto a Bravo, nonostante la parentela sottopelle, il miglioramento è evidente: l’allungamento del passo, che però non innesca comportamenti dondola tori del retrotreno ( che resta bello stabile ) come nel caso di Megane, e la diversa taratura delle sospensioni ne migliorano nettamente il comportamento in appoggio nei curvoni veloci, dove si va vicino, all’eccellenza di Giulietta. Inoltre l’assetto è piatto, e non si avvertono i dondolamenti di cassa della cugina torinese. Manca , è vero, l’agilità di Giulietta, ma l’obiettivo di quest’auto non è danzare tra le curve nel misto.

Consumo

A velocità codice , il consumo medio del mio viaggio è stato 5,6 litri/100 km ( verificato 5.8/5.9 ) . Ottimo risultato .

In conclusione

Lancia Delta è il canto del cigno di un modo di fare auto in FGA che è morto con la fusione con Chrysler. Come tale prende tutto il buono che già c’era in Bravo e lo migliora nei punti in cui Bravo era carente, soprattutto per quanto riguarda le doti stradali. Non sorprendentemente l’ultima della vecchia scuola è sorprendentemente vicina alla prima della nuova scuola ( Giulietta ) ed addirittura la sopravanza per stile, comfort e qualità percepita della plancia. Dove è il problema allora ? il problema come sempre è nel pesante marchio che porta. Non è a mio parere ammissibile che Lancia ( come nel caso di Ypsilon ) si sia sforzata con successo di migliorare la base meccanica comune, portandola probabilmente al massimo consentito, ma poi cada su difetti facilmente rimediabili come una dotazione di accessori risicata , o materiali e finiture francamente inaccettabili ( si vedano tessuti sedili o i fianchetti portiere ) su un’auto che vuole essere qualcosa di diverso dalle generaliste. A maggior ragione per una Marca che le finiture interne e della qualità percepita le ha quasi sempre curate, almeno nel segmento di riferimento ( si veda per confronto per esempio la Lybra o la Delta II ).

Ed a ,mio parere, il fatto che allestimenti più lussuosi a pagamento vengano offerti , non è una giustificazione.

Peccato, perché l’auto è un’ottima stradista, all’altezza, se non superiore, in questo della migliore concorrenza straniera anche blasonata ( qualcuno ha detto A3 SB ? ) anche in questo caso , un’occasione parzialmente mancata.

A mio parere, da comprare, ma in allestimento un pò più lussuoso ( ed in presenza di sconto )

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

ho letto con piacere la tua recensione. sono molto d'accordo su tutto quello che dici, visto che come sai ho lo stesso modello da circa 25.000km.

molto corretta la disamina finale che riassume bene il concetto che delta racchiude, nel bene e nel male.

due soli appunti:

-gli specchietti retrovisori non li ritengo piccoli ma adeguati e pure troppo rumorosi a livello di fruscio aerodinamico.

-ho letto che parli di stoffa dei sedili, ma la versione oro dovrebbe avere pelle e alcantara, almeno la mia è così.

quindi complimenti, in pochi chilometri hai ben analizzato quest'auto!

images?q=tbn:ANd9GcQp9RSdF-HR8Vwc0oocoqX2prbo4Fn-ErgF0uxXxBJLdr_0em8ncg
Link to comment
Share on other sites

Io ormai sono abituato agli spcchietti di Honda Jazz che hanno dimensione da furgone :) qundi mi paiono tutti piccoli.

La mia Delta aveva sedili in stoffa, ma magari era una versione speciale per il noleggio.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

Io ormai sono abituato agli spcchietti di Honda Jazz che hanno dimensione da furgone :) qundi mi paiono tutti piccoli.

La mia Delta aveva sedili in stoffa, ma magari era una versione speciale per il noleggio.

eh eh eh immagino, pure quando scendo dal doblò mi pare che delta non sia neppure provvista di specchietti!!!

leggo che sei di genova, come se la cava nel vostro caotico traffico? fino ad ora non ho fatto città, a parte la mia ma è talmente piccola...

images?q=tbn:ANd9GcQp9RSdF-HR8Vwc0oocoqX2prbo4Fn-ErgF0uxXxBJLdr_0em8ncg
Link to comment
Share on other sites

eh eh eh immagino, pure quando scendo dal doblò mi pare che delta non sia neppure provvista di specchietti!!!

leggo che sei di genova, come se la cava nel vostro caotico traffico? fino ad ora non ho fatto città, a parte la mia ma è talmente piccola...

Tutto sommato non male, ma è grandina....in certe strade strette e trafficate non mi azzarderei ad entrarci :)

La cosa che ho trovato più scomoda è il continuo I-II nel traffico ed in coda, poichè il cambio ha troppo la corsa lunga per i miei gusti.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

Bella recensione ;) Secondo me però è una Argento con cerchi in lega e cruise control ;) La oro, come ha già detto il Rocky, ha pelle/Alcantara ;)

E comunque, la Lybra base aveva i sedili in tessuto floccato ;)

"Ci sono persone che amano circondarsi di cose il cui valore concreto si esprime anche nel valore formale. Molto probabilmente una Lancia fa parte del loro mondo."

dsarygf.jpg

"Il successo non si improvvisa, ma al contrario è sempre frutto di fantasia, applicazione, dedizione e tenacia." (Vittorio Ghidella)

Link to comment
Share on other sites

Anche io ho trovato Delta decisamente migliore come posizione di guida rispetto a Bravo, fondamentalmente le regolazioni sono le stesse, ma la forma dei sedili cambia lievemente gli angoli degli arti, e grazie ad una bombatura sulla seduta le cosce sono meglio sostenute, per capirci:

3.jpg

5.jpg

Comfort

Ottimo, a livello delle migliori concorrenti, ed un deciso miglioramento rispetto a Bravo. Il motore è meno romboso in accelerazione ed a freddo, i fruscii aerodinamici quasi assenti, il rumore di rotolamento pneumatici ridotto. Tutto ciò unito alle buone caratteristiche dinamiche, all’ottimo assorbimento delle sospensioni, al comodo sedile ed al cruise control, rendono i confortevoli anche i viaggi più. lunghi. Solo in città il cambio poco maneggevole ( e le dimensioni importanti ) si fanno sentire negativamente.

Come insonorizzazione e assorbimento, hai trovato meglio Giulietta o Delta? ;)
Link to comment
Share on other sites

Noto ora che la Bravo ha l'ancoraggio della cintura sul sedile, mentre la Delta lo ha sul pavimento :oddio:

"Ci sono persone che amano circondarsi di cose il cui valore concreto si esprime anche nel valore formale. Molto probabilmente una Lancia fa parte del loro mondo."

dsarygf.jpg

"Il successo non si improvvisa, ma al contrario è sempre frutto di fantasia, applicazione, dedizione e tenacia." (Vittorio Ghidella)

Link to comment
Share on other sites

Io ormai sono abituato agli spcchietti di Honda Jazz che hanno dimensione da furgone :) qundi mi paiono tutti piccoli.

La mia Delta aveva sedili in stoffa, ma magari era una versione speciale per il noleggio.

La Oro ha di serie i sedili in pelle e tessuto con i pannelli porta in pelle (immagino eco pelle...)

Sicuro che la tua non fosse un'Argento? :pen:

I'M IN LOVE!:pippa:

"La 6° marcia, K@zzo!"

Link to comment
Share on other sites

pelle ed alcantara sulla oro, tessuto su argento. confermo! circa l'insonorizzazione tra delta e giulietta a cui faceva riferimeno j-gian devo dire che ho notato maggior silenziosità su delta. ma la giulietta l'ho provata per non più di 20 minuti quindi troppo poco per dare un giudizio affidabile.

images?q=tbn:ANd9GcQp9RSdF-HR8Vwc0oocoqX2prbo4Fn-ErgF0uxXxBJLdr_0em8ncg
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Similar Content

    • By stev66
      Ebbene sì oggi il mio amato papero compie 10 anni e 60k km percorsi in mano mia.

      Acquistato usato il 20 Marzo 2003 con 10 mesi di vita e 5000 km, siamo arrivati a 11 anni e 65 k km percorsi
      Scooter tranquillo , ma robusto e ben fatto , ha dimostrato un'affidabilità a tutta prova fino a due anni fa.
      Poi ha cominciato a perder colpi , nonostante una manutenzione scrupolosa.
      il problema più grave ? i residui carboniosi piantano le valvole impedendo l'accensione .
      Ora si è messo anche a perder olio
      Ma gli ho promesso che se non muore , andremo ancora avanti insieme ( anche perchè non ho i soldi per cambiarlo )
      In breve: attime plastiche e componentistica ( mai un problema ) , consumi ( 30,5 km/litro di media esclusivamente in citta' ) , buono il comfort grazie alle ruote cicciose, prestazioni non spintissime , ma più che sufficienti per il traffico cittadino e gli allunghi in tangenziale.
      Consumo delle gomme impercettibile.
      Ciclistica migliorabile, ma bisogna ricordarsi che non è una moto.
      Difetti: Freni un pò duri, tamburo posteriore poco modulabile ( ma c'e' la frenata combinata che aiuta ), frizione che tende a cristallizzare ed a strappare, d'estate scalda un pò, tagliandi ogni 4000 km.
      come già detto nessun problema fino a due anni fa, poi superati i 50k km, oltre ai difetti già indicati si sono rotti:
      1) Cavo AT della bobina
      2) pompa acqua
      ed appunto si è bloccata due volte la valvola di scarico per residui.
      Niente male, per uno dei figli minori della casa dell'ala

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.