Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
Sign in to follow this  
el Nino

el Nino e la bici vintage

Recommended Posts

allora il copricatena avrà sicuramente un attacco alla corona (quello è il nome, non pignoni che sono quelli dietro) davanti come hai indicato.

:oops::oops::oops: ecco...ora ho imparato come si chiama...

per discorso cambio mi fa strano, perchè per rimanere a metà il cambio deve essere collegato alla levetta. a meno che l'ex proprietario non abbia usato le viti di fine corsa per mettere il cambio in quella posizione e tolto il cavo che va dalla levetta al cambio.

Ovviamente sono andato subito a controllare...il furbone ha usato del nastro adesivo per vincolare il cavo del cambio al telaio...verniciando poi anche il nastro adesivo con la vernice...quindi il nastro non si vedeva! Ecco perchè il manettino si muoveva allentando il cavo ma senza trasferire il movimento alla catena!! Ci vorrà molta pazienza per cercare tutto il nastro adesivo colorato...

l'aggeggio che tende la catena è il cambio. visto che è arrivato fino a noi credo possa fare ancora molta strada.

:oops::oops::oops: bis...

per l'archetto freni forse è semplicemente molla la vite che lo attacca alla forcella e dovresti provare a serrarla. inoltre anche lo sterzo potrebbe essere lasco e magari ti fa l'effetto che sia l'archetto a cedere quando invece magari e la serie sterzo a essere lasca.

In sostanza devo controllare che lo sterzo sia ben vincolato al telaio con le viti alla base del manubrio, altrimenti la forcella si muove durante la frenata...ho capito giusto??

portarla da un meccanico costicchia però per non farlo occorre avere un minimo di manualità e il minimo di attrezzi.

Paradossalmente non ho problemi a cambiare filtri, lampadine e quant'altro sull'auto, ma non ho idea di come mettere a posto una bici...altro che homo sapiens! Ma penso che non sia una missione impossibile...

CUT - insomma con 40 euro o poco più la rimetti a nuovo esclusa la rivernicatura telaio che non so se ti conviene. al massimo solo un po di anti ruggine nei punti più esposti rovinati

Ecco, questa è una gran bella notizia! Sei stato utilissimo, grazie. Ora provo a fare un giretto fino al biciclettaio che ho trovato vicino casa e vediamo che mi dice.

Di certo dopo la tua esauriente spiegazione non potrà tentare di fregarmi...

el Nino

Share this post


Link to post
Share on other sites
:oops::oops::oops: ecco...ora ho imparato come si chiama...

Ovviamente sono andato subito a controllare...il furbone ha usato del nastro adesivo per vincolare il cavo del cambio al telaio...verniciando poi anche il nastro adesivo con la vernice...quindi il nastro non si vedeva! Ecco perchè il manettino si muoveva allentando il cavo ma senza trasferire il movimento alla catena!! Ci vorrà molta pazienza per cercare tutto il nastro adesivo colorato...

:oops::oops::oops: bis...

In sostanza devo controllare che lo sterzo sia ben vincolato al telaio con le viti alla base del manubrio, altrimenti la forcella si muove durante la frenata...ho capito giusto??

Paradossalmente non ho problemi a cambiare filtri, lampadine e quant'altro sull'auto, ma non ho idea di come mettere a posto una bici...altro che homo sapiens! Ma penso che non sia una missione impossibile...

Ecco, questa è una gran bella notizia! Sei stato utilissimo, grazie. Ora provo a fare un giretto fino al biciclettaio che ho trovato vicino casa e vediamo che mi dice.

Di certo dopo la tua esauriente spiegazione non potrà tentare di fregarmi...

el Nino

si praticamente se sei fermo e tieni frenato con il freno anteriore non ci deve essere lasco come se la forcella oscilla nel telaio. però come detto potrebbe essere anche l'archetto freni lievemente lasco. comunque si vede cosa cede se la forcella perchè i dadi di sterzo son laschi o se il freno perchè la vite di attacco è lasca.

si 40 euro a star larghi però facendo tutto da se. i 40 euro o meno son il costo dei componenti.

ripeto non è difficile basta fare le cose con calma. la parte più dura è lo smontaggio del movimento centrale ma non credo dovrai farlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco il punto della situazione dopo la visita ai due negozi.

Primo biciclettaio:

1) suggerisce di conservare la bici così com'è cambiando freni e gomme perchè è una serie economica e la spesa, qualsiasi, è superiore al valore della bici.

2) mi propone di dare una sistemata sommaria alla bici per renderla utilizzabile (quindi gomme, freni e cambio), visto che è da "turismo", e se poi dovessi veramente interessarmi alle bici vintage, di comprare una Legnano, una Ganna o una Bianchi da corsa conservate che ha disponibili in negozio per la cifra necessaria alla sistemazione totale del mio catorcio, perchè "con quel manubrio a U non fai salite"

3) sconsiglia la riverniciatura perchè l'effetto finale, senza un restauro totale, amplificherebbe i difetti...insomma, le cromature e i dettagli non sono tutti a posto e secondo lui poi sarei insoddisfatto del risultato perchè i carrozzieri non prestano molte attenzioni con le bici, che richiedono minori spessori per la vernice, al contrario delle automobili

4) mi mostra una bici uguale alla mia, verniciata nera opaco, completamente restaurata (solo la sella viene 120 euro...) e cromata...e io sbavo mandandolo a quel paese nel mio cervello...

Da un'analisi approfondita rileva:

1) cerchi, che sono uno di alluminio e uno di acciaio, probabilmente da cambiare in quanto leggermente storti, mozzi in condizioni buone

2) gomme e camere d'aria andate (dice che forse vanno bene quelle nere o nere/gialle perchè quelle a fascia bianca potrebbero essere troppo larghe per i parafanghi)

3) cavi del cambio compreso il manettino da sostituire, piuttosto facile da trovare come ricambio vintage

4) copricatena da cercare, su cui però mi avvisa della difficoltà del ricambio originale e mi avvisa che ci vorrà tempo, in alternativa, adattamento di un copricatena di un'altra bici simile

5) archetti freni e tamponi da cambiare, i primi mangiati dalla ruggine e con le molle arrugginite, i secondi ormai alla fine

6) lo sterzo appare in buone condizioni e bisognerà solo intervenire sui dadi per allineare il tutto

7) cromature da scartavetrare/ripulire: il faro è recuperabile, sotto al manubrio c'è della ruggine da levare prima che si estenda al resto (è l'unica parte sana...), le bacchette dei freni sono andate (quindi si gratta la ruggine e basta), le astine tra i mozzi e i parafanghi sono decenti, ma sconsiglia qualsiasi intervento di ricromatura perchè antieconomico (vedi i suggerimenti di cui sopra)

8) sella sfondata (e me ne sono accorto andando al negozio) e arrugginita sotto; possibile sostituzione con una sella attuale marrone o con una "vintage"; sconsiglia quelle di cuoio e rivetti per il costo e suggerisce di contattare un tappezziere per vedere se si può salvare il salvabile visto che è una Silpa originale (nutro seri dubbi sull'economicità della cosa); su ebay ne ho trovata una per 25 euro + spese "originale".

9) pedali non sulla stessa perpendicolare (me ne sono accorto pedalando che c'era un "salto"), da smontare e metter in quadra, ma assolutamente da tenere perchè dice che sono ben tenuti

10) fili della dinamo e luci da non toccare perchè secondo lui finisce che si spaccano; lui non si prende la responsabilità e chiarisce che qualora decidessi di dare il consenso ai lavori richiedendo di smontarli e qualcosa si rompesse, lui al massimo metterebbe in sostituzione due fari a led perchè "quella roba non la fa più nessuno".

Veniamo ai prezzi:

1) sistemazione sommaria max 80 euro compresa manodopera

2) ripristino della bici con sostituzione dei pezzi ammalorati/mancanti max 150 euro compresa manodopera

3) smontaggio completo, sostituzione dei pezzi mancanti, sella, campanello e cavalletto coerenti con la bici max 180 euro compresa manodopera, verniciatura a polvere extra di 50 euro

Secondo biciclettaio:

1) come vede la bici sentenzia che faccio prima a buttarla perchè è antieconomica da sistemare e "con questi affari si sa dove si inizia e mai dove si finisce...e le sorprese poi fanno incazzare i clienti"

2) propone una sistemazione di cerchi, ruote, cambio, cavi, freni e "qualche altra robetta" per 70-80 euro, ma mi chiede del tempo per redigere un preventivo scritto che potrò ritirare tra un paio di giorni.

Considerazioni:

1) all'inizio non mi è piaciuto il comportamento del secondo biciclettaio, però mi fa piacere che abbia voluto fare un preventivo scritto

2) sono un po' dubbioso sul prezzaccio del secondo biciclettaio, che è quasi la metà del primo, però ho lavorato per un paio di anni vicino a questo negozio e ho sempre visto i lavori che faceva esposti in vetrina (vespe e bici d'epoca), inoltre sembra proprio una bottega di quelle di una volta dove al pomeriggio i ragazzini vanno a lavorare sui loro motorini e non vorrei essere inutilmente prevenuto

3) parlandone con mio fratello, che mi ha regalato la bici e la cui opinione è importante per me, avremmo pensato di aspettare il preventivo del secondo biciclettaio e intanto farne redigere uno anche al primo. A quel punto si depennerebbe tutto ciò che non è prioritario (sella, campanello, cavalletto, ecc...) per risparmiare inizialmente qualche soldo e poter effettuare lo smontaggio completo e la riverniciatura (il cui costo è pari al costo degli accessori). Con calma, qualora entrasse qualche soldo extra, si aggiungerebbero i dettagli mancanti.

4) ritengo che non verniciare la bici sarebbe un errore, visto che al momento presenta tre colorazioni differenti: il blu metallizzato originale e 2 riverniciature fatte a caso (grigio e azzurro). Inoltre, se la tengo così, è vero che dimostra il suo vissuto, però se vorrò verniciarla in futuro dovrò pagare per farla smontare nuovamente. Riguardo al discorso del primo biciclettaio sulla vernice: è vero, avere una verniciatura impeccabile e dettagli "vissuti" è un controsenso, ma a me non importerebbe. Anche perchè ciò che ho sotto gli occhi, il manubrio, è bello cromato e comunque questo discorso non regge se poi ci metto una sella, un campanello e un cavalletto nuovi di pacca...

Che ne pensate??

el Nino

Edited by el Nino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ecco il punto della situazione dopo la visita ai due negozi.

Primo biciclettaio:

1) suggerisce di conservare la bici così com'è cambiando freni e gomme perchè è una serie economica e la spesa, qualsiasi, è superiore al valore della bici.

2) mi propone di dare una sistemata sommaria alla bici per renderla utilizzabile (quindi gomme, freni e cambio), visto che è da "turismo", e se poi dovessi veramente interessarmi alle bici vintage, di comprare una Legnano, una Ganna o una Bianchi da corsa conservate che ha disponibili in negozio per la cifra necessaria alla sistemazione totale del mio catorcio, perchè "con quel manubrio a U non fai salite"

3) sconsiglia la riverniciatura perchè l'effetto finale, senza un restauro totale, amplificherebbe i difetti...insomma, le cromature e i dettagli non sono tutti a posto e secondo lui poi sarei insoddisfatto del risultato perchè i carrozzieri non prestano molte attenzioni con le bici, che richiedono minori spessori per la vernice, al contrario delle automobili

4) mi mostra una bici uguale alla mia, verniciata nera opaco, completamente restaurata (solo la sella viene 120 euro...) e cromata...e io sbavo mandandolo a quel paese nel mio cervello...

Da un'analisi approfondita rileva:

1) cerchi, che sono uno di alluminio e uno di acciaio, probabilmente da cambiare in quanto leggermente storti, mozzi in condizioni buone

2) gomme e camere d'aria andate (dice che forse vanno bene quelle nere o nere/gialle perchè quelle a fascia bianca potrebbero essere troppo larghe per i parafanghi)

3) cavi del cambio compreso il manettino da sostituire, piuttosto facile da trovare come ricambio vintage

4) copricatena da cercare, su cui però mi avvisa della difficoltà del ricambio originale e mi avvisa che ci vorrà tempo, in alternativa, adattamento di un copricatena di un'altra bici simile

5) archetti freni e tamponi da cambiare, i primi mangiati dalla ruggine e con le molle arrugginite, i secondi ormai alla fine

6) lo sterzo appare in buone condizioni e bisognerà solo intervenire sui dadi per allineare il tutto

7) cromature da scartavetrare/ripulire: il faro è recuperabile, sotto al manubrio c'è della ruggine da levare prima che si estenda al resto (è l'unica parte sana...), le bacchette dei freni sono andate (quindi si gratta la ruggine e basta), le astine tra i mozzi e i parafanghi sono decenti, ma sconsiglia qualsiasi intervento di ricromatura perchè antieconomico (vedi i suggerimenti di cui sopra)

8) sella sfondata (e me ne sono accorto andando al negozio) e arrugginita sotto; possibile sostituzione con una sella attuale marrone o con una "vintage"; sconsiglia quelle di cuoio e rivetti per il costo e suggerisce di contattare un tappezziere per vedere se si può salvare il salvabile visto che è una Silpa originale (nutro seri dubbi sull'economicità della cosa); su ebay ne ho trovata una per 25 euro + spese "originale".

9) pedali non sulla stessa perpendicolare (me ne sono accorto pedalando che c'era un "salto"), da smontare e metter in quadra, ma assolutamente da tenere perchè dice che sono ben tenuti

10) fili della dinamo e luci da non toccare perchè secondo lui finisce che si spaccano; lui non si prende la responsabilità e chiarisce che qualora decidessi di dare il consenso ai lavori richiedendo di smontarli e qualcosa si rompesse, lui al massimo metterebbe in sostituzione due fari a led perchè "quella roba non la fa più nessuno".

Veniamo ai prezzi:

1) sistemazione sommaria max 80 euro compresa manodopera

2) ripristino della bici con sostituzione dei pezzi ammalorati/mancanti max 150 euro compresa manodopera

3) smontaggio completo, sostituzione dei pezzi mancanti, sella, campanello e cavalletto coerenti con la bici max 180 euro compresa manodopera, verniciatura a polvere extra di 50 euro

Secondo biciclettaio:

1) come vede la bici sentenzia che faccio prima a buttarla perchè è antieconomica da sistemare e "con questi affari si sa dove si inizia e mai dove si finisce...e le sorprese poi fanno incazzare i clienti"

2) propone una sistemazione di cerchi, ruote, cambio, cavi, freni e "qualche altra robetta" per 70-80 euro, ma mi chiede del tempo per redigere un preventivo scritto che potrò ritirare tra un paio di giorni.

Considerazioni:

1) all'inizio non mi è piaciuto il comportamento del secondo biciclettaio, però mi fa piacere che abbia voluto fare un preventivo scritto

2) sono un po' dubbioso sul prezzaccio del secondo biciclettaio, che è quasi la metà del primo, però ho lavorato per un paio di anni vicino a questo negozio e ho sempre visto i lavori che faceva esposti in vetrina (vespe e bici d'epoca), inoltre sembra proprio una bottega di quelle di una volta dove al pomeriggio i ragazzini vanno a lavorare sui loro motorini e non vorrei essere inutilmente prevenuto

3) parlandone con mio fratello, che mi ha regalato la bici e la cui opinione è importante per me, avremmo pensato di aspettare il preventivo del secondo biciclettaio e intanto farne redigere uno anche al primo. A quel punto si depennerebbe tutto ciò che non è prioritario (sella, campanello, cavalletto, ecc...) per risparmiare inizialmente qualche soldo e poter effettuare lo smontaggio completo e la riverniciatura (il cui costo è pari al costo degli accessori). Con calma, qualora entrasse qualche soldo extra, si aggiungerebbero i dettagli mancanti.

4) ritengo che non verniciare la bici sarebbe un errore, visto che al momento presenta tre colorazioni differenti: il blu metallizzato originale e 2 riverniciature fatte a caso (grigio e azzurro). Inoltre, se la tengo così, è vero che dimostra il suo vissuto, però se vorrò verniciarla in futuro dovrò pagare per farla smontare nuovamente. Riguardo al discorso del primo biciclettaio sulla vernice: è vero, avere una verniciatura impeccabile e dettagli "vissuti" è un controsenso, ma a me non importerebbe. Anche perchè ciò che ho sotto gli occhi, il manubrio, è bello cromato e comunque questo discorso non regge se poi ci metto una sella, un campanello e un cavalletto nuovi di pacca...

Che ne pensate??

el Nino

boh, mi sembra che alla fine vuoi fare un lavoro da restauratore "vero"

un conto è sistemare la bici per usarla tutti i giorni, un altro per farne un oggetto relativamente vintage.

non so come siete presi da quelle parti ma qui a mestre una bici sistemata lasciata a catena 1 minuto dura 1 s. la mia ragazza ha una bici relativamente simile ma a parte renderla scorrevole e sicura è rimasta uguale perchè l'importante è che non dia nell'occhio e che sembri un catorcio.

tornando alla tua, mi sembrano tantini i soldi. considera che un cerchio con camera d'aria pneumatico e copri raggi sei sui 15 euro l'anteriore e 20 il posteriore. dopo tamponi, fili e guaine sei sui 5 euro. gli archetti dei freni li terrei a meno che non ti metti a fare discese impegnative. sella dipende quale ma max 20 euro, il comando del cambio non vedo come è preso ma lo terrei uguale cambiando filo e guaina 1 euro. ti rimane da sistemare catena e movimento centrale/pedali. per la verniciatura fatta bene chiaro che devi smontare tutto ma non so proprio se ne vale la pena. discorso elettrico non vedo problemi, eventualmente basta cambiare il filo dalla dinamo al faro posteriore e anteriore e non è niente di che.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi sei riuscito a scoprire che modello/anno è la tua bici?

questa è la mia...

19062012399.jpg

aveva anche il portapacchi posteriore,ma lo smontai perchè non mi piaceva...sella,cavalletto,pedale sinistro(quello destro si è un pò piegato e ruota a fatica,mi sà che dovrò cambiarlo con il gemello di quello sinistro che cambiai tempo fà perchè si spezzò),non sono originali,ah anche le gomme ovviamente,le originali erano a fascia laterale giallo/beige,ed erano quasi delle slick:lol:(non perchè consumate;-)),in discesa la bici volava(vola anche ora,giusto un pò meno),ma sul bagnato facevano pietà(innumerevoli le scivolate perdendo l'anteriore:lol:)...mi trovo benissimo con questa bici,leggerissima,veloce,comoda soprattutto come posizione di guida:),certo le ruote sono fine e non garantiscono il massimo comfort,ma ripagano in velocità...non la cambierei con nessuna,anche perchè mi ci sono affezionato oramai...

19062012402.jpg

ecco l'adesivo sui campionati del mondo vinti,l'ultimo riportato è 1986-1987,quindi sicuramente è post '87 :)...

Sul restauro della tua,mi spiace ma non posso esserti d'aiuto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che bella la tua bici!! Gli adesivi sono un pelo vistosi, ma il colore mi piace tantissimo e pure l'assenza del portapacchi.

Grazie a questa foto inizio a capire di che forma potrebbe essere il carter per la catena. A me piacerebbe trasformarla in qualcosa del genere come colori, visto che manopole e pedali della mia bici sono chiari e la sella marrone.

E' vero che l'azzurro originale è un bel colore, però tanto è stato ritoccato alla membro di segugio...

provahd.jpg

Riporto anche parte della mail di risposta di un blogger di bici, cui avevo scritto per avere qualche informazione, sebbene non riponessi molta fiducia nel risultato, visto che lui tratta bici d'epoca ma da corsa:

"Scusa se sono troppo franco, c'è poco da fare ragionamenti e seghe mentali...la bici non ha nessun valore nè storico, nè collezionistico, nè economico... è molto recente anni, '70/'80, di fabbricazione economica, marca ignota, per cui non ha alcun senso investire tempo e tanto meno denaro su questa bici. In ogni caso rimane una ottima bici da utilizzare tutti i giorni, sicuramente di qualità superiore a quelle prodotte oggigiorno. Lascia perdere tutto ciò che ti hanno detto i ciclomeccanici, fanno lo stesso ragionamento da commercianti, cambiare ciò che è possibile cambiare. La bici, salvo il carter che manca, è completa ed è in ottime condizioni. Non è vero che è stata riverniciata, quello è il colore originale...hanno colorato di argento (o forse si tratta di metalcrom per stufe) alcune parti cromate e di rosso solo il faro. Le parti che ti hanno detto di cambiare non sono da cambiare: le ganasce dei freni sono solo sporche non arrugginite e anche se ci fosse traccia di ruggine... si pulisce. La bici va solo smontata e pulita. La vernice posticcia su fanale e parti cromate della bici devi provare a eliminarla, sotto c'è di sicuro la cromatura originale, mal che vada per quanto riguarda il faro lo butti, e ne prendi un altro...non è un fanale anni '20 e non commetti nessun delitto a gettarlo via. Uno nuovo lo trovi senza difficoltà, ai mercatini un fanale del genere te lo regalano. Sui fili della dinamo, strappa via tutto e mettici dei fili nuovi, li vendono pure all'Iper...non stai lavorando su una Isotta Fraschini, ma su una bici anni 80!!! Sostituisci ciò che è logoro e fai ordinaria manutenzione: copertoni, tacchetti freno, guaine, cavi, fili elettrici, ed eventualmente la sella. Questi lavori li puoi fare anche te, non servono i ciclomeccanici e non devi avere paura di fare dei danni. In questo hobby bisogna sperimentare, sporcarsi le mani e fare esperienza. Dai su...rimboccati le maniche e buon lavoro! E divertiti!"

Francamente questa mail mi ha confortato e spiazzato. Da un lato, pare davvero che la bici sia in buone condizioni e che con poco possa tornare in sesto, nonostante ieri dal biciclettaio abbia visto che effettivamente qualche lavoretto allo sterzo e ai pedali va fatto (il primo balla un po' in frenata e i secondi non sono allineati), dall'altra mi pare che, biciclettai ed esperti (quindi non i forumisti di AP) vedano nella mia bici un catorcio e basta solo perchè è un modello economico e non da corsa. Cioè, se io VOLESSI spenderci dei soldi per farla come piace a me, MAGARI pure attraverso qualcuno di più esperto, che male ci sarebbe? Preferisco 1000 volte i consigli di RiRino e rickycbrjazz...che mi hanno aiutato con foto e qualche consiglio "pratico" su costi e metodo. Ovviamente senza alcuna vena polemica, ma giusto "pur parlè"...

Ciò detto, ho pensato di provare a smontare da solo la bici, se non altro per una questione di orgoglio personale. Posso fare tante foto per ricordare come rimontarla, smonto i pezzi poco per volta, pulisco con paglietta e prodotti adeguati vernice e cromature, metto la catena nella benzina, vado all'iper e in qualche mercatino a cercare pezzi di ricambi vari e mi faccio fare pure un preventivo per la riverniciatura da un mio amico carrozziere. Poi, con molta pazienza deciderò il da farsi e cercherò di rimontare la bici...e se non ci riuscirò, con molta umiltà andrò dal biciclettaio e gli chiederò di rimontarmela e mettere a posto quello che non sono riuscito a fare. Così ci metto solo la manodopera. Che ne dite? Tentar non nuoce!!

el Nino

Share this post


Link to post
Share on other sites
-cut-

Ciò detto, ho pensato di provare a smontare da solo la bici, se non altro per una questione di orgoglio personale. Posso fare tante foto per ricordare come rimontarla, smonto i pezzi poco per volta, pulisco con paglietta e prodotti adeguati vernice e cromature, metto la catena nella benzina, vado all'iper e in qualche mercatino a cercare pezzi di ricambi vari e mi faccio fare pure un preventivo per la riverniciatura da un mio amico carrozziere. Poi, con molta pazienza deciderò il da farsi e cercherò di rimontare la bici...e se non ci riuscirò, con molta umiltà andrò dal biciclettaio e gli chiederò di rimontarmela e mettere a posto quello che non sono riuscito a fare. Così ci metto solo la manodopera. Che ne dite? Tentar non nuoce!!

el Nino

Credo sia la cosa migliore e se ti piaciono questo genere di lavori,potresti pure appassionarti alla cosa....imho una riverniciata ci vorrebbe,per le cromature una lucidata e via,il faro o trovi uno uguale in buono stato,oppure lo rivernici in una tinta(marrone o bianco,dipende da che colore la fai) cosi' da far abbinamento...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma che bella la tua bici!! Gli adesivi sono un pelo vistosi, ma il colore mi piace tantissimo e pure l'assenza del portapacchi.

Grazie a questa foto inizio a capire di che forma potrebbe essere il carter per la catena. A me piacerebbe trasformarla in qualcosa del genere come colori, visto che manopole e pedali della mia bici sono chiari e la sella marrone.

E' vero che l'azzurro originale è un bel colore, però tanto è stato ritoccato alla membro di segugio...

provahd.jpg

Riporto anche parte della mail di risposta di un blogger di bici, cui avevo scritto per avere qualche informazione, sebbene non riponessi molta fiducia nel risultato, visto che lui tratta bici d'epoca ma da corsa:

"Scusa se sono troppo franco, c'è poco da fare ragionamenti e seghe mentali...la bici non ha nessun valore nè storico, nè collezionistico, nè economico... è molto recente anni, '70/'80, di fabbricazione economica, marca ignota, per cui non ha alcun senso investire tempo e tanto meno denaro su questa bici. In ogni caso rimane una ottima bici da utilizzare tutti i giorni, sicuramente di qualità superiore a quelle prodotte oggigiorno. Lascia perdere tutto ciò che ti hanno detto i ciclomeccanici, fanno lo stesso ragionamento da commercianti, cambiare ciò che è possibile cambiare. La bici, salvo il carter che manca, è completa ed è in ottime condizioni. Non è vero che è stata riverniciata, quello è il colore originale...hanno colorato di argento (o forse si tratta di metalcrom per stufe) alcune parti cromate e di rosso solo il faro. Le parti che ti hanno detto di cambiare non sono da cambiare: le ganasce dei freni sono solo sporche non arrugginite e anche se ci fosse traccia di ruggine... si pulisce. La bici va solo smontata e pulita. La vernice posticcia su fanale e parti cromate della bici devi provare a eliminarla, sotto c'è di sicuro la cromatura originale, mal che vada per quanto riguarda il faro lo butti, e ne prendi un altro...non è un fanale anni '20 e non commetti nessun delitto a gettarlo via. Uno nuovo lo trovi senza difficoltà, ai mercatini un fanale del genere te lo regalano. Sui fili della dinamo, strappa via tutto e mettici dei fili nuovi, li vendono pure all'Iper...non stai lavorando su una Isotta Fraschini, ma su una bici anni 80!!! Sostituisci ciò che è logoro e fai ordinaria manutenzione: copertoni, tacchetti freno, guaine, cavi, fili elettrici, ed eventualmente la sella. Questi lavori li puoi fare anche te, non servono i ciclomeccanici e non devi avere paura di fare dei danni. In questo hobby bisogna sperimentare, sporcarsi le mani e fare esperienza. Dai su...rimboccati le maniche e buon lavoro! E divertiti!"

Francamente questa mail mi ha confortato e spiazzato. Da un lato, pare davvero che la bici sia in buone condizioni e che con poco possa tornare in sesto, nonostante ieri dal biciclettaio abbia visto che effettivamente qualche lavoretto allo sterzo e ai pedali va fatto (il primo balla un po' in frenata e i secondi non sono allineati), dall'altra mi pare che, biciclettai ed esperti (quindi non i forumisti di AP) vedano nella mia bici un catorcio e basta solo perchè è un modello economico e non da corsa. Cioè, se io VOLESSI spenderci dei soldi per farla come piace a me, MAGARI pure attraverso qualcuno di più esperto, che male ci sarebbe? Preferisco 1000 volte i consigli di RiRino e rickycbrjazz...che mi hanno aiutato con foto e qualche consiglio "pratico" su costi e metodo. Ovviamente senza alcuna vena polemica, ma giusto "pur parlè"...

Ciò detto, ho pensato di provare a smontare da solo la bici, se non altro per una questione di orgoglio personale. Posso fare tante foto per ricordare come rimontarla, smonto i pezzi poco per volta, pulisco con paglietta e prodotti adeguati vernice e cromature, metto la catena nella benzina, vado all'iper e in qualche mercatino a cercare pezzi di ricambi vari e mi faccio fare pure un preventivo per la riverniciatura da un mio amico carrozziere. Poi, con molta pazienza deciderò il da farsi e cercherò di rimontare la bici...e se non ci riuscirò, con molta umiltà andrò dal biciclettaio e gli chiederò di rimontarmela e mettere a posto quello che non sono riuscito a fare. Così ci metto solo la manodopera. Che ne dite? Tentar non nuoce!!

el Nino

ciao, però scusa ma in parte la mail di risposta del forum bici (che quoto) è simile alla mia solo un pelo più diretta. come detto anch'io sono dell'idea che basta sistemarla da se con qualche soldino. l'importante è che vada, sia scorrevole e sicura.

il copri catena non può essere quello che hai messo in foto perchè tu hai le marce e non esiste copri catena integrale con le marce. puoi mettere solo i semicarter che coprono la parte alta.

detto questo, vai di sistemazione e fischia se ti sorgono dubbi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nino, quella bicicletta è come una Uno FIRE.

Qualsiasi "esperto" (virgoletto, perchè sovente gli esperti mettono il portafoglio davanti alla passione) ti direbbe di raffazzonarla o buttarla.

A te quella bici piace, e se la vuoi avere tutta bella a posto, anche spendendoci dei soldini, fallo.

L'importante è che alla fine TU sia soddisfatto del possesso e dell'uso.

Il resto non conta ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
imho una riverniciata ci vorrebbe,per le cromature una lucidata e via,il faro o trovi uno uguale in buono stato,oppure lo rivernici in una tinta(marrone o bianco,dipende da che colore la fai) cosi' da far abbinamento...

Grazie del consiglio, non ci avevo pensato a verniciare il faro. Tra l'altro notavo che il mio è attaccato in alto sul manubrio, mentre il tuo è vicino al parafango.

ciao, però scusa ma in parte la mail di risposta del forum bici (che quoto) è simile alla mia solo un pelo più diretta. come detto anch'io sono dell'idea che basta sistemarla da se con qualche soldino. l'importante è che vada, sia scorrevole e sicura.

Ricky mi trovi d'accordo e chiarisco: ho trovato il suo blog, scrive che dà consigli e valutazioni di qualsiasi tipo e poi "demolisce" la mia bici e il pensiero di sistemarla un po' di più del normale. "A pelle" mi è sembrata una risposta un poco scocciata, quasi che ritenesse solo le bici da corsa del '15-'18 degne di attenzione e di una sistemazione meno sommaria ;););)

il copri catena non può essere quello che hai messo in foto perchè tu hai le marce e non esiste copri catena integrale con le marce. puoi mettere solo i semicarter che coprono la parte alta. detto questo, vai di sistemazione e fischia se ti sorgono dubbi

Ho inserito la foto solo per il colore, grigio opaco, che a mio parere è la morte sua con la sella marrone e pedali/manopole chiare. Ovviamente il carter non sarà quello...e prepara le orecchie perchè mi accingo a smontare la bici, cosa che non ho mai fatto...sai quanti fischi ti farò? Credi che all'Iper abbiano il minimo sindacale per iniziare (ruote, cavi, freni, ecc)??

Nino, quella bicicletta è come una Uno FIRE. -CUT- A te quella bici piace, e se la vuoi avere tutta bella a posto, anche spendendoci dei soldini, fallo. L'importante è che alla fine TU sia soddisfatto del possesso e dell'uso. Il resto non conta

Grazie Tony, credo tu abbia centrato il punto. Però la mia bici è una serie economica, più che la FIRE, è la Uno CS!! :D:D:D

el Nino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.