Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
  • Autopareri era presente al Salone di Ginevra 2019 nelle giornate stampa del 5-6 marzo
  • Guarda le numerose immagini e video sulla nostra pagina Facebook!
Accedi per seguire   
el Nino

el Nino e la bici vintage

Messaggi Raccomandati

più che iper, che sicuramente qualcosa ha, andrei o di decatlon o di un negozio che vende bici e che spesso ha tutti i pezzi di ricambio. almeno qui da me ne ho parecchi di negozi di questo tipo con prezzi onesti e almeno un qualcuno a cui domandare perchè a volte i componenti sembrano andare ma non sempre è così

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Piccolo aggiornamento. L'iper ha solo camere d'aria e copertoni, pochi modelli di tamponi per i freni. Il resto latita.

Alla Decathlon un commesso molto preparato mi ha suggerito di usare un tira-raggi da 5 euro per raddrizzare i cerchi invece di cambiarli. Fatta da loro l'operazione viene 30 euro. Mi ha pure detto che gli archetti freno sono piuttosto difficili da trovare e suggerisce di forare la forcella per mettere i freni delle bici che vendono, che sono molto più efficaci in frenata. In pratica invece di avere l'archetto c'è un perno centrale rivestito in gomma...ma non so se sia il caso di forare addirittura la forcella, al massimo gli archetti me li faccio procurare dal biciclettaio. Per il resto alla Decathlon c'erano fili freno e cambio, qualche copertone da 28 sportivo e poco altro, forse perchè stavano aggiornando il materiale a magazzino. All'Auchan invece ho trovato fanale anteriore (il mio funziona, ma almeno so che c'è), cavi freno e cambi, tamponi freno, camere d'aria e copertoni (niente fascia bianca), ma niente sella e cerchi. Insomma, la ricerca dei pezzi continua...

el Nino

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Piccolo aggiornamento. L'iper ha solo camere d'aria e copertoni, pochi modelli di tamponi per i freni. Il resto latita.

Alla Decathlon un commesso molto preparato mi ha suggerito di usare un tira-raggi da 5 euro per raddrizzare i cerchi invece di cambiarli. Fatta da loro l'operazione viene 30 euro. Mi ha pure detto che gli archetti freno sono piuttosto difficili da trovare e suggerisce di forare la forcella per mettere i freni delle bici che vendono, che sono molto più efficaci in frenata. In pratica invece di avere l'archetto c'è un perno centrale rivestito in gomma...ma non so se sia il caso di forare addirittura la forcella, al massimo gli archetti me li faccio procurare dal biciclettaio. Per il resto alla Decathlon c'erano fili freno e cambio, qualche copertone da 28 sportivo e poco altro, forse perchè stavano aggiornando il materiale a magazzino. All'Auchan invece ho trovato fanale anteriore (il mio funziona, ma almeno so che c'è), cavi freno e cambi, tamponi freno, camere d'aria e copertoni (niente fascia bianca), ma niente sella e cerchi. Insomma, la ricerca dei pezzi continua...

el Nino

Ti sconsiglio il montaggio di un'impianto frenante moderno(perdipiù forando la forcella),sarà pure molto più efficace,ma ci stà come i cavoli a merenda su quella bici;)

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ulteriori aggiornamenti:

un mio amico carrozziere mi ha detto che per verniciare la bici ci vogliono circa 60 euro, di cui i 3/4 di manodopera perchè bisogna carteggiare la vernice fino al ferro e coprire con la carta tutte le parti da mantenere. Il resto è il costo della vernice, ma sostanzialmente la maggior parte si disperde nell'aria perchè il telaio è stretto rispetto allo spruzzo della pistola. E' possibile risparmiare qualcosa se carteggio e copro io con la carta il telaio (e questo lo so fare...). Per quanto riguarda la vernice: i colori opachi costano il triplo di uno standard perchè il trasparente in questo caso è opaco. So che sembra un controsenso, ma si chiama proprio così: "trasparente opaco" e asciugando perde lucidità. Per ovviare al costo, il mio amico carrozziere suggerisce di usare un colore pastello per auto d'epoca (che lui sistema per passione), tipo un grigio 126 o simile che potrebbe avere già a disposizione (per la bici ne servono 3 etti), perchè su questi colori di solito "si tira fuori" il lucido con la macchina per lucidare e non con mani e mani di trasparente di finitura. Direi che sono buone notizie...domani gli porto la bici e mi fa un preventivo definitivo.

el Nino

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)

il telaio è fatto sicuramente dalla Bianchi, su quello non ci sono dubbi, sono molto esperto su questo telaio perchè l'ho usato per 3 anni di fila (era di mio papà) ed anche se la componentistica è diversa è un buon telaio

per i freni non c'è nessun problema, le pastiglie sono le classiche con la vite, le usano anche le bici da corsa odierne, l'unico vero limite è la deformazione dei bracci in frenata, non sono dei v-brake ma fanno il loro dovere

images?q=tbn:ANd9GcSrgXP0ZirLUIzr9DrUeF8a1PVAv_P2SNR2T9dG1MpaS_NRN8EWejUjKO8T

con meno di 10€ li revisioni come nuovi, il cavo del freno costa meno di 1€ ed idem le guaine, devi solo avere un po' di pazienza nello smontarli, pulirli, lubrificarli e spessorarli perchè inevitabilmente la ruggine fa aumentare gli spessori

gli unici pezzi critici sono il cambio che non viene più prodotto con la vite singola ed i mozzi ruota che quelli odierni usano sfere di dimensioni diverse e sono un po' più corti ma essendo conici il problema è davvero infimo

per il resto dovrai sicuramente cambiare la cuscinettatura del manubrio (per il reggispinta non c'è la gabbia quindi è meglio procurarsi delle sfere maggiorate) e del movimento centrale, i perni che vincolano i pedali e la ruota libera e vedrai che torna come nuova ... per il tiraraggi ci vuole un minimo di esperienza quindi ti conviene armarti di pazienza

pl85s.jpgw7vv2.jpg

Modificato da braccobaldo

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)
Ulteriori aggiornamenti:

un mio amico carrozziere mi ha detto che per verniciare la bici ci vogliono circa 60 euro, di cui i 3/4 di manodopera perchè bisogna carteggiare la vernice fino al ferro e coprire con la carta tutte le parti da mantenere. Il resto è il costo della vernice, ma sostanzialmente la maggior parte si disperde nell'aria perchè il telaio è stretto rispetto allo spruzzo della pistola. E' possibile risparmiare qualcosa se carteggio e copro io con la carta il telaio (e questo lo so fare...). Per quanto riguarda la vernice: i colori opachi costano il triplo di uno standard perchè il trasparente in questo caso è opaco. So che sembra un controsenso, ma si chiama proprio così: "trasparente opaco" e asciugando perde lucidità. Per ovviare al costo, il mio amico carrozziere suggerisce di usare un colore pastello per auto d'epoca (che lui sistema per passione), tipo un grigio 126 o simile che potrebbe avere già a disposizione (per la bici ne servono 3 etti), perchè su questi colori di solito "si tira fuori" il lucido con la macchina per lucidare e non con mani e mani di trasparente di finitura. Direi che sono buone notizie...domani gli porto la bici e mi fa un preventivo definitivo.

el Nino

Modificato da RiRino

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

si il telaio è sicuramente quello poi la bici è stata fatta con altra componentistica dal costruttore ma sul telaio non ci sono dubbi perchè solo la bianchi usava quelle maschere di montaggio per i tubi senza le saldature a vista

basta una foto sul dettaglio di come si collegano i tubi al canotto di sterzo per esserne sicuri, comunque dovrebbe avere una cifra punzonata sul tubo obliquo proprio vicino al forellino per far passare il cavo elettrico per il faretto posteriore e tutto il codice nel movimento centrale

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
si il telaio è sicuramente quello poi la bici è stata fatta con altra componentistica dal costruttore ma sul telaio non ci sono dubbi perchè solo la bianchi usava quelle maschere di montaggio per i tubi senza le saldature a vista

basta una foto sul dettaglio di come si collegano i tubi al canotto di sterzo per esserne sicuri, comunque dovrebbe avere una cifra punzonata sul tubo obliquo proprio vicino al forellino per far passare il cavo elettrico per il faretto posteriore e tutto il codice nel movimento centrale

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

si esatto le biciclette sono fatte con parti comuni, standardizzate, non si producono quasi mai i pezzi direttamente dalle varie case, ad esempio su quella mia bici verde che ho postato solo il telaio, la forcella, il manubrio e le leve dei freni sono fatte dalla bianchi il resto è tutta componentistica presa da altri produttori ... lo si fa anche con le automobili, c'è chi produce i turbo, chi i cambi, chi i pistoni, chi i cuscinetti, chi le lampadine, chi gli pneumatici ... sono tutte parti scelte a catalogo

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
si esatto le biciclette sono fatte con parti comuni, standardizzate, non si producono quasi mai i pezzi direttamente dalle varie case, ad esempio su quella mia bici verde che ho postato solo il telaio, la forcella, il manubrio e le leve dei freni sono fatte dalla bianchi il resto è tutta componentistica presa da altri produttori ... lo si fa anche con le automobili, c'è chi produce i turbo, chi i cambi, chi i pistoni, chi i cuscinetti, chi le lampadine, chi gli pneumatici ... sono tutte parti scelte a catalogo

Ok:agree:

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire   

×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.