Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

 

 

Citroe-%20C-Elysee-3%5B2%5D.jpg

Citroe-%20C-Elysee-1%5B2%5D.jpg

Citroe-%20C-Elysee-2%5B2%5D.jpg

Citroe-%20C-Elysee-5%5B2%5D.jpg

12g9.jpg

Citroe-%20C-Elysee-1_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-2_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-3_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-4_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-5_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-6_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-7_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-8_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-9_thumb.jpg?imgmax=800Citroe-%20C-Elysee-10_thumb.jpg?imgmax=800 Citroe-%20C-Elysee-11_thumb.jpg?imgmax=800

carscoop

 

 

Press Release :

Cita
CITROËN STEPS UP ITS STRATEGY FOR INTERNATIONAL GROWTH

WITH TWO NEW MODELS

 

Citroën is stepping up its worldwide development and consolidating its standing as a global brand.

After Europe, Russia and Latin America, the DS line will be launched in China on 28 June. The brand is

also extending and modernising its main range with two new models. Citroën is strengthening its

product offering, in particular in the C segment, in order to break into high-growth international markets

such as the Mediterranean basin, China and Russia. The compact saloon market is the biggest

automotive market in the world, with more than 20 million vehicle registrations in 2011, representing

almost one third of all worldwide sales of passenger cars.

Citroën is launching the new Citroën C-Elysée and the C4 L, a ‘lounge’ version of the C4 to cover this

market, 43% of which is made up of three-box models in Russia, and even 79% in China. These two

saloons have highly specific personalities, form a tight fit in their respective market positioning and

respect the codes of their target segments. Harnessing all the expertise of Citroën's international teams,

these French-designed models embody the excellence of the Brand in terms of style, technology,

development and quality.

The new Citroën C-Elysée was designed to meet the expectations of a demanding clientele, looking for

a car that is both attractive and accessible. With its harmonious, prestigious and robust styling, it is

every inch a Citroën. The innovative design offers a roomy interior that is ideal for families (a rear

compartment befitting a saloon in the next higher category and a 506-litre VDA boot), thanks to the

2.65 m wheelbase, the longest in its category. It can also be fitted out with a broad range of comfort

equipment, from air conditioning with a digital readout, to the MP3 car radio with its Bluetooth handsfree

kit. On certain markets, the new Citroën C-Elysée will also be available with the latest-generation

VTi 72 engine, boasting technology that combines top performance with moderate fuel consumption

and durability. Finally, it also benefits from the Brand's full range of expert knowledge and know-how,

from the chassis and suspension, to quality assurance. The car's design (specific clearance, protective guards, etc.) was tested all over the world and under all driving conditions, guaranteeing reliability to

stand any test. Points that are all fundamental for very demanding customers who view their car as a

long-term investment. Manufactured in Vigo, Spain, this three-box saloon will initially be launched in

Turkey, Spain, Central Europe and Algeria at the end of 2012.

Citroen

 

LISTINO

 

Cita

Benzina:

 

1.2 PureTech (82 CV):

Exclusive: 13.750€

Diesel:

1.6 BlueHDi (100CV):

Exclusive: 16.750€

 

 

Cita

Questa, bruttarella è dir poco, è la gemella della 301 . Sarà riservata ai mercati emergenti, Europa Centrale, Spagna, Russia & co.

Modificato da superkappa125

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

un'altra brutta copia di una BMW....

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Piuttosto brutta, tanto da sembrar cinese. Non credo ne sentiremo la mancanza, sul nostro mercato.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

a me non dispiace affatto, è un'auto senza troppi fronzoli ma non banale.

Sti francesi continuano a sfornare modelli a tutta randa e sempre molto caratterizzati tra i due marchi, noi invece siamo qua che pur rimarchiando da un marchio all'altro non riusciamo ad avere neanche metà della loro gamma... scusate lo sfogo OT ma è veramente una tristezza... soprattutto se poi vengono ritardati anche modelli fondamentali come punto.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Ottimo rebadge della 301, ma rimane sempre un'auto non adatta a noi, forse una eventuale SW potrebbe dire la sua tra gli artigiani e commercianti.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

vista ieri su strada, agghindata per il servizio fotgrafico del lancio, immagino.

orribile. la Fiat Linea, che pure è bruttina e sproporzionata, in confronto sembra solida e slanciata.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
vista ieri su strada, agghindata per il servizio fotgrafico del lancio, immagino.

orribile. la Fiat Linea, che pure è bruttina e sproporzionata, in confronto sembra solida e slanciata.

mah ne dubito molto, aspetto di vedere le foto live ma già così dai rendering mi sa che questa gli da il giro alla Linea.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
mah ne dubito molto, aspetto di vedere le foto live ma già così dai rendering mi sa che questa gli da il giro alla Linea.

di cosa dubiti? forse non hai capito, io l'ho vista. da ferma e a 1 metro di distanza. una azzurrina e una grigio scuro con cerchi in lega. come proporzioni mi ha ricordato questa: http://3.bp.blogspot.com/-Z3FJAj5cSJk/TX9sjiQHOHI/AAAAAAAANco/qMUiVX5Qnm0/s1600/simca1150.jpg

poi i gusti sono gusti, se a te piace va benissimo.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Direi che guardandole di profilo si evince come sulla linea abbiamo una (orrenda per me) linea a cuneo in cui il terzo volume sembra appiccicato

47.jpg

su questa C-Elysee' pur essendo partiti dal principo di appiccicare la coda ad una 2V, la cosa sembra essere piu' naturale ed armonica (concetto variegato eh) in quanto sembra quasi essere nata come una 3V dei vecchi tempi (cioe' i boxes cofano-abitacolo-baule)

2013-CITROEN-C-ELYSEE-Side-View-800x533.jpg

poi ovvio che vista dal vivo puo' dare l'impressione negativa di cui parli.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da ykdg1984
      DS Automobilies schiera la pedina più importante della sua giovane storia. Infatti, la DS 3 Crossback  è la seconda delle sei auto totalmente inedite che il marchio presenterà entro il 2024, ma è la prima che rispetta la promessa di proporre una versione ibrida plug-in o una full-electric. È, quindi, con questo modello che DS inizia a proporre uno dei frutti del suo ruolo di leader dell’innovazione all’interno del gruppo PSA: l’elettrificazione.
       
      Missione strategica. Di conseguenza, le caratteristiche più scontate della DS 3 Crossback sono la corporatura da Suv e la taglia compatta, dovuta alla lunghezza di 4,12 m. Il loro intreccio la collocano in uno dei settori accreditati di maggiore crescita nei prossimi anni e nel quale, in ossequio alle ambizioni premium del marchio, si propone come alternativa a modelli come l’Audi Q2 e la Mini Countryman. Parallelamente questa nuova Suv compatta accompagna in pensione la DS 3.
       
      Si proietta nel futuro, ma non tradisce il passato. Svolge questi compiti indossando vesti nelle quali s’intersecano stilemi evoluti dalla vettura che sostituirà con altri del tutto inediti. Si tratta, per esempio, della palpebra che sormonta i fari anteriori e degli elaborati scudi paraurti. Abbinandosi a tratti caratterizzanti come le “pinne di squalo” laterali ereditate dalla DS 3, le fiancate muscolose che insieme all’andamento orizzontale della coda tendono a esaltare l’autorevolezza della corporatura e l’altezza da terra rialzata originano un aspetto che non passa inosservato. Poi, la DS 3 Crossback sfoggia anche soluzioni raffinate come le maniglie delle porte retrattili, tipo quelle della Tesla e della Range Rover Velar. Inoltre, anteriormente inalbera accanto alla grande calandra DS dei gruppi ottici Matrix Led Vision Beam.
       
       
      Punta al'elettrico... Quella dei fari è una tecnologia inusuale su una vettura compatta, ma non è quella di maggiore spicco. Infatti, la DS 3 Crossback porta al debutto alcune importanti primizie. È questo il caso dell’architettura CMP (Common Modular Platform) studiata per ottimizzare la volumetria interna, soprattutto, in presenza della propulsione elettrica. Quest’ultima dà origine alla versione E-Tense ed è affidata a un’unità con una potenza di 136 CV e una coppia di 260 Nm, gestibile anche con le modalità Eco e Sport. È alimentata da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh ricaricabile completamente in 5 ore tramite wallbox e all’80% in 30 minuti utilizzando una colonnina rapida. Secondo la Casa è in grado di spingere la vettura a una velocità di 150 all’ora e sino a 100 orari in 8,7 secondi, con un’autonomia  superiore ai 300 chilometri, secondo il ciclo Wltp. Ma questo valore, al momento, non è ancora stato omologato.
       
      …pur non ripudiando benzina e gasolio. Ma le novità non mancano anche nello schieramento dei motori termici. Tra quelli a benzina PureTech, tra l’altro tutti con filtro antiparticolato, debutta il tre cilindri turbo di 1.2 litri con 155 CV, abbinato al cambio automatico a otto marce, al quale si affiancano quelli di analoga cilindrata da 100 e 130 CV. Il capitolo dei turbodiesel BlueHDi, invece, è composto dai recentissimi motori di 1.5 litri con potenze di 100 e 130 CV. Per le unità da 130 e 155 CV è previsto solo il cambio automatico a otto marce, mentre le meno potenti sono equipaggiate con il manuale a sei marce.
       
      L’artigianalità incontra l’hi-tech. All'interno si ritrovano le lavorazioni complesse che vogliono esaltare la ricercatezza del marchio e anche gli allestimenti Montmartre, Bastille, Rivoli e Opera, ai quali si aggiungono la sportiva Performance Line e quella in tiratura limitata La Première, che rimandano ad ambientazioni parigine. Ma questa Crossback è diversa dalle altre DS. L’arredamento, infatti, è il punto d’incontro tra materiali e lavorazioni che vogliono richiamare l’artigianalità e la sartorialità e soluzioni hi-tech come la strumentazione digitale, l’head-up display e il touch screen da 10,3” del sistema d’infotainment.
       
      Adas, connettività e servizi dedicati. La nuova Crossback porta con sé, di serie o a richiesta, il sistema di guida autonoma di livello 2 della più grossa DS 7, avanzati dispositivi di sicurezza, una connettività che permette di dialogare con la vettura anche solo con il Bluetooth e molte app dedicate. Tra queste, c’è anche quella che consente di assegnare l'auto, anche solo per periodi ben definiti, ad altri utenti. Infine, tra i molti pacchetti va segnalato DS Mobility. È destinato a chi acquista la E-Tense, perché offre la possibilità di utilizzare una DS 3 con motore termico quando non si è così certi di trovare facilmente punti di ricarica per la Crossback elettrica.
       
      Quattroruote.it
       










       
       
       
      TOPIC SPY ⤵️
       
       
    • Da Pawel72
      Press release:
       
       
      CITROËN 
       
      Spinta dal 1.6 turbobenzina PureTech da 180 CV abbinato a un motore elettrico da 80 kW che innalzerà la potenza complessiva a 225 CV e 337 Nm. L'unità elettrica, integrata all'interno della trasmissione automatica e-Eat8, permetterà di percorrere fino a 50 km a zero emissioni e sarà alimentata da un pacco batterie al litio ricaricabili.
×