Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Guest EC2277

Mi riallaccio alla questione dell'autorevolezza e della difficoltà di spiegare le cose come stanno: se era così chiaro che Vanna Marchi era una truffatrice, perché è stato praticamente impossibile fermarla?

Perché la gente crede ciò che vuole credere, ne più e ne meno.

Quando poi su quest'attitudine umana s'innesta la possibilità del guadagno, guadagno che si concretizza sotto forma di ascolti televisivi, di libri venduti, di confenrenze, allora ecco che spuntano i ciarlatani che dicono alla gente ciò che essa vuole sentirsi dire. A questo punto s'innesca una spirale perversa: la voce di chi sostiene delle ipotesi false sovrasta quella di chi dice le cose come stanno e finisce per acquisire un'autorevolezza presunta, che in realtà non dovrebbe avere.

Una prova evidente di ciò si ebbe nel 1938: Orson Welles trasmise nel suo programma radiofonico un adattamento de "La guerra dei mondi" e si scatenò il panico in tutti gli Stati Uniti poiché nessuno si accorse che non vi era traccia d'alieni. Lo stesso si è ripetuto pochi anni fa: la televisione nazionale belga trasmise un notiziario speciale nel quale si asseriva che la popolazione fiamminga aveva iniziato una guerra di secessione e scoppiò nuovamente il panico.

Anche qui, nel nostro piccolo vediamo quotidianamente scene simili. Chi si ricorda la discussione sul 3D della Dukic?

Anche in quel caso non fu possibile far capire la realtà ad uno che aveva deciso d'aver ragione.

Questo è un interessante articolo sull'argomento:I complotti e la teoria della montagna di merda, dal quale riporto un estratto.

“Prendiamo per esempio il processore del vostro PC: si potrebbe dire che possa parlare con l’aldilà . Se siamo ciarlatani, intendo. A quel punto arriverebbe un tizio che lavora in Verilog o in VHDL e ci spiegherebbe che niente in un processore parla con l’aldilà . La risposta del cialtrone a quel punto sara’ qualcosa di relativo alla fisica del silicio. Il guaio è che a quel punto l’esperto di Verilog esaurisce la sua competenza, perché la parte al silicio gli è nota solo in parte(…) Non esiste UNA SOLA persona in grado di discutere allo stato dell’arte di una CPU, ci vuole una squadra intera. Il problema è che radunare la suddetta squadra ci costerà uno sforzo immenso rispetto a quello che costa al cialtrone affermare di pingare la madonna in persona attraverso la sua vpn. In pratica, economicamente parlando vinceranno sempre i cialtroni, perché’ la competenza costa più dell’incompetenza.”

Edited by EC2277

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma la Marchi ha compiuto una circonvenzione di incapace.... Un conto è la potenze dei mass media (tutti gli esempi che hai citato), un altro sono gli avvistamenti dal vivo come quello di Phoenix. Lì non c'è stato nessun notiziaro a dire "ci sono gli alieni", sono stati i cittadini a guardare per un'oretta questi luci che si muovevano in maniera irreale su per il cielo. Secondo me in questo caso ci si è messo pure l'esercito che non so per quale motivo ha messo una pezza peggio del buco (hanno ufficialmente detto che erano dei loro bengala, non aerei in formazione) e questi testimoni si sono sentiti offesi.

La stessa cosa a Caronia, i vecchietti erano funestati da incendi improvvisi a casa loro (non nel bosco in cui i loro nipoti dovevano essere assunti come forestale). Ok, è una mano dolosa che incendia le case a questa gente, ma chi e perchè? Anche lì prima c'è stato il fenomeno e dopo la rincorsa televisiva. A Phoenix si parla di 10.000 testimoni oculari, possibile per tutto il territorio cittadino ci sia stato lo stesso effetto ottico? In genere gli effetti ottici si possono apprezzare da un angolazione molto limitata.

Sono poche le cose che possiamo dire con certezza, anzi soltanto una: In diverse parti del mondo, ed in diverse epoche storiche degli individui hanno testimoniato la presenza di robe nel cielo che compievano movimenti che ad occhio sembravano innaturali. Le ipotesi sul tappeto quali possono essere? Ne abbiamo tre a quanto pare

1) veivoli militari sperimentali. Questa mi sento di escluderla a priori, possibile che gli eserciti di quasi tutto il mondo abbiano accesso a simili tecnologie e nessuno le abbia mai usate per scopi bellici o civili?

2) millantatori. Questa potrebbe essere una spiegazione valida, ma in alcuni casi trovo difficile applicarla, come nel caso di Caronia o di Phoenix, dove si sono mosse con particolare goffaggine politica esercito e accademici. Come ha fatto un piromane a tenere banco così a lungo tra così esimi scienziati?

3) illusioni ottiche. Questa è la soluzione che meno tollero per una questione metodologica. Spesso vengono tirate in ballo aprioristicamente senza cercare di capire perchè e per come queste illusioni hanno avuto luogo. Con la mole di avvistamenti che si sono registrati (parlo di dossier miitari come il RAPPORTO COMETA fatto in Francia) ormai i giochi ottici in ballo dovrebbero essere ben conosciuti, invece vengono sempre tirate in ballo in maniera sbrigativa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest EC2277

No, alcuni avvistamenti delle luci era dovuto ai flares (i bengala sono un'altra cosa) od ai chaffs, mentre il primo era legato agli aerei non sperimentali in formazione che svolgevano un'esercitazione e l'Aeronautica (non l'Esercito) hanno dato entrambe le spiegazioni.

Come ho detto è un'illusione ottica dovuta alla distanza: l'occhio umano non riesce a distinguere chiaramente le forme poste a svariati chilometri di distanza e pertanto quello che era un gruppo d'aerei in formazione da lontano sembravano un unico velivolo. Non si tratta di spiegare le cose in maniera sbrigativa o meno, si tratta di accettare la natura umana ed i suoi limiti. Se non avessimo tali limiti non avremo dovuto costruire i binocoli, i cannocchiali ed i telescopi.

Edited by EC2277

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi hanno visto contemporaneamente i flares e gli arei in formazione? io non prendo la tua spiegazione per buona, ma per buonissima, ma tutto ciò allora è ancora più inquietante. Non mi riferisco alle luci di questi aerei ma alla pervicacia dei testimoni ed in particolare a quella dell'ex governatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
l'eruzione di metano dai giacimenti nei fondali (tali eruzioni sono sufficientemente forti da provocare l'affondamento delle imbarcazioni) .

anche della deepwater horizon, agevoliamo l'immagine

Deepwater-Horizon-lapresse-258.jpg?uuid=1a093d02-e34c-11df-bce5-1ab4aedd9a42

Share this post


Link to post
Share on other sites
Veramente si tratta di casi svelati: si è accertato l'evento di Tunguska è stato causato da un enorme meteorite di ghiaccio, troppo grande per disciogliersi completamente prima d'impattare con la terra. L'Area 51 è una base militare dove vengono collaudati svariati velivoli sperimentali militari; B2 compreso. L'incidente di Roswell è lo schianto a terra di un pallone-sonda dell'Air Force (il Mogul numero 4), sul quale hanno poi speculato gli ufologi arrivando ad inventarsi un fantomatico ritrovamento di alieni, che in realtà erano solo manichini. Le sparizioni del Triangolo delle Bermude sono legate a due fenomeni diversi: l'eruzione di metano dai giacimenti nei fondali (tali eruzioni sono sufficientemente forti da provocare l'affondamento delle imbarcazioni) e la concormazione delle isole, che essendo tutte simili tendono a far perdere l'orientamento ai piloti dei piccoli aerei da turismo. Infine il mostro del Lago di Ness (loch in scozzese significa lago) è un'attrazione turistica.

La "battaglia di Los Angeles" è stata un falso allarme scatenato dall'ondata di paura generata dall'attacco a Pearl Arbour. Le luci di Phoenix e l'incidente di Rendlesham sono due eventi accaduti (stranamente) nei pressi di due basi dell'Air Force ed in concomitanza con delle esercitazioni aeree.

Share this post


Link to post
Share on other sites

è un peccato che la discussione sia stata bollata come bufala e leggenda, i fatti di Caronia sono reali e mi sarebbe piaciuto un approccio scientifico

Share this post


Link to post
Share on other sites
è un peccato che la discussione sia stata bollata come bufala e leggenda, i fatti di Caronia sono reali e mi sarebbe piaciuto un approccio scientifico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By Jack.Torrance
      Non ho trovato il vecchio topic, quindi ne apro un altro.
      Eventulamete unite col vecchio (col cerca non da nulla...)
       
       
      Sistema D****R: spezzata la catena che prometteva auto a_noleggio_a_prezzi_stracciati
       
      Da quattroruote.it
       
       
      Diciamo che puzzava da lontano un miglio...
       
      P.s.
      Com'è che mi ha messo gli asterischi?
    • By J-Gian
      In questi giorni su Facebook ed altri social network, hanno ripreso a circolare due immagini già viste almeno sei anni fa: raffigurano un dispositivo incastonato in un guardrail che secondo l'opinione della collettività dovrebbe rappresentare un "nuovo tipo di autovelox camuffato".
       
       
      Alcune fonti: uno - due - tre
       
      Una Bufala?
      SO...
       
      Il dispositivo che si vede nelle immagini esiste davvero, ma è solo una parte dell'apparato: si tratta del Traffic observer LMS-6 (Brochure).
      Quello all'interno del guardrail è il rilevatore. Ma come si può apprezzare nelle immagini seguenti, poco distante vi è anche una colonnina più alta e ben visibile contenente le fotocamere. Quindi nessun tentativo di mimetismo, ma solamente delle foto incomplete di un'apparecchiatura che per ragioni funzionali è un po' differente da quelle a cui siamo abituati.
       
       
      Credit: autovelox photored sicve-tutor sorpassometro: L'autovelox nel guard-rail
       
       
      Ma allora dobbiamo preoccuparci?
      NO...
       
      Se torniamo indietro di 6 anni, cioè al giorno in cui sono comparse le immagini di cui sopra, quel tipo di autovelox non era nemmeno utilizzato in Italia, quindi l'appello era tranquillamente passabile per una bufala (vedi Il Disinformatico). Ora le cose sono un po' cambiate, perché a tutti gli effetti può venire utilizzato anche nel nostro paese: l'omologazione (vedi documento) infatti è avvenuta nel 2008, anche se solamente come rilevatore di velocità. Ciò in ogni caso non costituisce un problema...
       
      Il tono allarmistico infatti è completamente fuori luogo, visto che l'apparecchio - per come è stato omologato - all'atto pratico funziona ne più e ne meno come un normale autovelox. Ad essere pignoli dobbiamo segnalare che riesce a lavorare su un raggio un po' più ampio, ma si parla di una decina di metri.
       
      Inoltre il dispositivo viene sempre segnalato, alla stessa maniera di tutte le altre postazioni fisse. Quindi nessun inganno, nessuna "furbata" per incastrare guidatori fuorilegge... Il che già di suo è il colmo dei colmi...
      Quindi niente paura! E se vedete qualche conoscente che va in escandescenza dopo aver abboccato all'ennesima riesumazione di qualche esaltato del web, mandatelo qui a sbollire...
       
       
       
      Allegati:


      Traffic observer LMS-6 - Autovelox Guardrail - Autopareri (1).pdf
      Traffic observer LMS-6 - Omologazione Autovelox Guardrail - Autopareri.PDF
    • By Мир
      L'ho messo in Off Topic perchè... ci sono un sacco di cretinate...
      Repubblica pubblica un articolo dove parrebbe che l'auto eolica sia oramai una quasi-realtà:
      Auto eolica, la Corea ci crede - Repubblica.it
      In realtà l'articolo originale parla di un device in grado di convertire il vento in energia, ma il giornalista confonde mW con MW.
      Qui la spiegazione: La Repubblica sbandiera?sciocchezze! | il blog della SCI

      Non ci sono più i giornalisti di una volta...
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.