Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
  • Autopareri era presente al Salone di Ginevra 2019 nelle giornate stampa del 5-6 marzo
  • Guarda le numerose immagini e video sulla nostra pagina Facebook!
xyzteam

8000 volte 737

Messaggi Raccomandati

Adesso, Damynavy scrive:

 

Se ti riferisci al caso da me citato: NO.

 

Rientrò il velivolo che li precedeva.

 

 

 

 

 

 

no dicevo quest'ultimo etiopico, sembra che non facesse quota, sembra che e' questo che ha detto il pilota

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
6 ore fa, Damynavy scrive:

Qui fu una tremenda "cappellata"...

 

L'ATR 42 finì sotto accusa e messo a terra per parecchio tempo.

https://www.ilgiorno.it/como/cronaca/conca-crezzo-30-anni-1.3464813

 

Il ĢIORNO, come tutti i giornali, quando parlano di aviazione sono "imprecisi. Diciamo così.

 

 

ma alla fine cosa capitò con l'atr? ero piccolo e mi ricordo che ne discutevano su volare  e jp4. Ricordo vagamente critiche ( o fprse era il 72?) , ma ho un ricordo molto vago. 

L'ho sempre trovato esteticamente carino 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

leggo adesso che sul 737 tipo "etiopico" il sistema antistallo puo essere annullato sul momento ma in seguito se il computer decide che serve ancora lo ripete, il tutto, leggo ancora, e' spiegato in fretta in dieci righe a pag 748 del manuale

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)
57 minuti fa, shadow_line scrive:

 

no dicevo quest'ultimo etiopico, sembra che non facesse quota, sembra che e' questo che ha detto il pilota

https://www.theguardian.com/world/2019/mar/13/ethiopian-airlines-pilot-reported-flight-control-problems-before-crash

 

Questo è quello che hanno dichiarato. Non parlano (per il momento) di problemi di quota.

 

Per quello che dici sopra...

Con il comando elettrico al volantino.

47 minuti fa, Cosimo scrive:

 

ma alla fine cosa capitò con l'atr? ero piccolo e mi ricordo che ne discutevano su volare  e jp4. Ricordo vagamente critiche ( o fprse era il 72?) , ma ho un ricordo molto vago. 

L'ho sempre trovato esteticamente carino 

 

Fecero ghiaccio. Non avevano la velocità corretta per tale condizione. (velocità inferiore)

Diminuirono la velocità di ulteriori 4 nodi. (non fu chiaro il perchè)

Ci fu uno stallo, lo ripresero, ma entrarono in uno stallo secondario. I due piloti entrarono in contrasto (tiralo su / picchia picchia), alla fine impattarono a una velocità stimata di 420 nodi.

Ho sintetizzato. 

 

Modificato da Damynavy
  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

minchia 

13 minuti fa, Damynavy scrive:

https://www.theguardian.com/world/2019/mar/13/ethiopian-airlines-pilot-reported-flight-control-problems-before-crash

 

Questo è quello che hanno dichiarato. Non parlano (per il momento) di problemi di quota.

 

Per quello che dici sopra...

Con il comando elettrico al volantino.

 

Fecero ghiaccio. Non avevano la velocità corretta per tale condizione. (velocità inferiore)

Diminuirono la velocità di ulteriori 4 nodi. (non fu chiaro il perchè)

Ci fu uno stallo, lo ripresero, ma entrarono in un stallo secondario. I due piloti entrarono in contrasto (tiralo su / picchia picchia), alla fine impattarono a una velocità stimata di 420 nodi.

Ho sintetizzato. 

 

minchia che botta, 420 nodi son quasi 800 all'ora 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
12 minuti fa, Cosimo scrive:

minchia 

minchia che botta, 420 nodi son quasi 800 all'ora 

 

 

20190313_191339.jpg

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
On 12/3/2019 at 12:16, itr83 scrive:

 

questo proprio non lo capisco: considerato che un guasto al sistema può causare una situazione d'emergenza perchè rendere più complicata la disattivazione?

oltretutto se il muso ti punta in basso a 300m dal suolo la cosa più istintiva è proprio tirare la barra di comando, non dimentichiamo che i piloti non possono sapere istantaneamente di che guasto si tratta e che un' emergenza reale è un tantino più stressante di una simulata.

 

Non è più complicata, è diversa. E il perché è semplice: il MAX soffre molto di più gli alti angoli di attacco

8 ore fa, Wilhem275 scrive:

A me queste reazioni sembrano ancora estremamente premature. Gli ordini di sospensione si sono diffusi di pari passo all'attenzione dei media, pur non avendo in mano niente per dare corpo alla notizia.

 

Anche la questione uscita ieri sull'aggiornamento software che Boeing starebbe diffondendo... al 99% è qualcosa che era già programmato da un pezzo ma che per le scimmie urlatrici della stampa è diretta conseguenza dell'incidente. Un aggiornamento mica lo sviluppi e metti fuori in due giorni... :roll:

Il blocco a terra è sacrosanto

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
16 ore fa, Nico87 scrive:



Su questo ci vedo molti paralleli con il mondo automotive, dove alcune auto non proprio sane di meccanica sono tenute a bada dall'ESP. E come nel caso del 737, alla fine è sempre un discorso di costi dove piuttosto che investire in nuove piattaforme, si cerca di rigirare le vecchie piattaforme adattandole a tecnologie e motorizzazioni nuove per rimanere competitivi con il minimo dei costi.

 

 

 il New York Times ha prodotto una serie di reportage sull’evento che hanno segnalato una serie di situazioni controverse. Secondo il quotidiano americano tutto nascerebbe dal potenziamento dei motori deciso dalla Boeing per il suo 737 Max 8 che ha richiesto un posizionamento sull’ala diverso rispetto alla versione precedente, con il risultato di modificarne l’assetto in volo, in particolare alle basse velocità.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
Inviato (modificato)
56 minuti fa, shadow_line scrive:

leggo adesso che sul 737 tipo "etiopico" il sistema antistallo puo essere annullato sul momento ma in seguito se il computer decide che serve ancora lo ripete,

 

un modo "veloce" per inibire l'azione del sistema sarebbe quello di azionare i flap, anche solo nella prima posizione: 1°

 

Questo potrebbe anche essere uno dei motivi per cui i problemi si presentano subito poco dopo il decollo: una volta rientrati i flap il MCAS prende il sopravvento

Modificato da ISO-8707

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
10 minuti fa, mauxmau scrive:

 

 il New York Times ha prodotto una serie di reportage sull’evento che hanno segnalato una serie di situazioni controverse. Secondo il quotidiano americano tutto nascerebbe dal potenziamento dei motori deciso dalla Boeing per il suo 737 Max 8 che ha richiesto un posizionamento sull’ala diverso rispetto alla versione precedente, con il risultato di modificarne l’assetto in volo, in particolare alle basse velocità.

 

Quello che dicevo prima. Sono stati scelti, correntemente col trend attuale, dei motori col fan dal diametro molto grande, che hanno maggior peso, ingombro e resistenza aerodinamica, ma che nel complesso portano a consumi più bassi.

 

È anche il motivo per cui hanno dovuto rifare il carrello per garantire abbastanza clearance nonostante il diametro maggiore dei motori

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.