Jump to content

Recommended Posts

Non ero sicuro se postare qui, in quanto rilievi comparativi di consumo su auto specifica, oppure su Tecnologie per l'ambiente. Lascio decidere ai Mods.

Dopo circa 10,000 km fatti per tipo di pneumatico, voglio sottoporre gli incredibili risultati che si possono ottenere sostituendo pneumatici di bassa classe di rotolamento con dei classe migliore di rotolamento, la classe A.

1) Primo gruppo di dati, pneumatici 225/45/17 Dunlop Fast Response di primo equipaggiamento, classe E di rotolamento, e pneumatici invernali in classe C (venduti via e sostituiti da catene per emergenze)

dal sett 2013 a maggio 2014, 4,86 lt/100km , 20.6 km/lt reali alla pompa, 10,300 km percorsi

Details: Toyota - Auris Hybrid - Auris 2013 HSD Lounge - Spritmonitor.de

2) Secondo gruppo di dati con pneumatici TOYO Nanoenergy 2 in classe A rotolamento, classe C bagnato

dal maggio 2014 a ottobre 2014, 3.97 lt/100km , 25.2 km/lt reali alla pompa, 10670 km percorsi

Details: Toyota - Auris Hybrid - Auris 2013 HSD Lounge - Spritmonitor.de

Fa' una diminuzione di consumo pari al 18,3%.

Questa diminuzione deve tener conto che i primi km sono stati percorsi a temperature piu fredde autunnali-invernali-primaverili, dal 1° settembre al 10 maggio, ma i km primaverili-estivi-autunnali dei classe A vantano ben il 65% della loro percorrenza in autostrada (a bassa velocità comunque).

3) Per cercare un paragone a temperature piu simili, posso prendere un sottoperiodo fatto con i vecchi Dunlop estivi, che darebbe

dal febbraio 2014 a maggio 2014, 4.66 lt/100km , 21.4 km/lt reali alla pompa, 3100 km percorsi

Details: Toyota - Auris Hybrid - Auris 2013 HSD Lounge - Spritmonitor.de

e considerare questo ultimo dato come piu vicino a fini comparativi, piu simile al percorso "estivo" con gli A anche come tipo di percorsi, ma percentualmente con parecchia autostrada in meno rispetto ai classe A.

Fa' una diminuzione di consumo pari al 14,8%.

Bottom line: ha senso parlare di rivoluzionarie tecnologie quando sono già disponibili sul mercato metodi per abbassare drasticamente i consumi di un'auto? Ha senso che la Toyota annunci la nuova Prius ibrida 2016 con rivoluzionario sistema turbo downsizing a iniezione diretta per un previsto miglioramento rispetto all'attuale del 10% dei consumi, quando poi vende auto con pneumatici classe E?

Altro elemento: i pneumatici classe A-A costano uguale a quelli di classe inferiore e le variazioni di prezzo tra marche/modelli sono di gran lunga superiori a possibili delta di prezzo. Chi ha la fortuna di possedere misure 195/60/15 o 205/55/16 si vada a vedere per esempio i Bridgestone Ecopia 001S in doppia classe A su rotolamento e bagnato, il top, e li paragoni con altri di classe piu bassa, costano uguale.

Nel caso dei miei Toyo, poi costano meno, circa 105 euro a pneumatico contro i 125 dei Dunlop. Ma in questo caso si paga le mediocri performance sul bagnato della classe C, che però su auto non sportiva come la mia non si sono rivelate essere insufficienti. In compenso per la maggior morbidezza dei pneumatici l'auto è piu confortevole e anche di molto, avendo sospensioni piuttosto rigide e sportive.

Edited by Maxwell61
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 20
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

sicuramente il risparmio c'e', ma bisognerebbe fare un confronto a parità di periodo temporale ( temperatura esterna , della strada , etc ) , a parità di percorso e velocità.

Senza contare che l'auto stessa, maggiormente rodata, consuma meno.

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

Devi anche giurarmi di fare gli stessi percorsi , alla stessa velocità , e con lo stesso traffico ;) .

Può anche darsi che il tuo stile di guida sia migliorato, adattandoti sempre più all'auto ed alla particolare tipologia di guida.

Prova ad estrarre i soli dati di aprile - maggio 2014, ( gli ultimi coi vecchi pneumatici ) , e vediamo se c'e' una maggiore uniformità.

In ogni caso tienici allineati :)

Archepensevoli spanciasentire Socing.

Link to comment
Share on other sites

In realtà volevo dare una testimonianza reale da utente sull'effetto di questi pneumatici in classe A; i test comparativi che mi hanno indotto al'acquisto di questi pneumatici ci sono, e davano quasi il 13% di abbassamento consumo rispetto a dei pneumatici di riferimento in classe C. Se pensi che i miei sono classe E, il 15% ci sta tutto.

Vedo di trovare il test che era stato effettuato con misure, mi pare su Golf VII, e lo posto. Purtroppo il test era su rivista tedesca a pagamento, ce l'avevo pezzi e bocconi.

E a questo proposito, pur non essendo un gomblottista :) , mi chiedo perchè si fa tanta fatica a trovare test comparativi misurati sui classe A....

PS: Aprile/maggio sempre lo stesso fa, visto che il primo dato di maggio in classe A, 600 km di autostrada troppo veloci rispetto al solito, non è rappresentativo. ;)

Link to comment
Share on other sites

Ciao Albe, per la marcia autostradale ho fatto uno studio apposito per calcolare quale fosse per me la velocità minima per il MIO concetto di dignità :mrgreen: nell'ipotesi, che nella mia vita è verificata sempre al 99,5%, che il mio tempo non vale molto e posso metterci un pò di piu per arrivare dove voglio partendo un pò prima. Questo significa anche che limito al minimo l'autostrada anche se percentualmente sui miei percorsi è rilevante, circa il 60-65%.

La strategia è questa: a 100 km/h lasci dietro i camion più veloci (ma non i pullman da turismo), quindi setto a 100 km/h il cruise control e mi metto in terza corsia, superando in seconda i camion e le auto lente man mano che arrivano, e senza mai ritrovarmeli dietro il sedere sfanalanti. In seconda corsia negli ultimi anni le velocità sono scese molto e i sorpassi a 100 km/h vanno benone.

Ma dal momento che le nostre autostrade sono tutte cunette e dossi, nei tratti in pendenza a favore, senza staccare il cruise control premo l'acceleratore lasciando accelerare l'auto al di sopra dei 100 km/h mantenendo la stessa potenza che usavo in salita. Questo nelle nostre ibride si può fare perchè abbiamo un indicatore della potenza, a lancetta: basta mantenere la lancetta sempre allo stesso punto e mantieni anche i consumi piu o meno costanti, ma se sei in discesa la velocità aumenta e anche di molto.

Di conseguenza le medie di velocità sono sempre superiori ai 100 tachimetrici che è una velocità minima mantenuta anche in salita, ma la media reale dipende dal tipo di autostrada. Mediamente a occhio la media direi è sui 105 km/h tachimetrici o forse un pò di più.

Edited by Maxwell61
Link to comment
Share on other sites

Post interessantissimo.

Max, gli pneumatici che fanno consumare meno sono, a livello prestazionale, paragonabili ad altri?

O in linea di massima da quache parte devi "cedere"?

Chesso', rumore di rotolamento, cornering, bagnato, asfalto freddo..

Di questi ne vendono a secchiate.

Vedrete.

[scritto in data 18 Luglio 2013 - Riferito a Jeep Cherokee]

Link to comment
Share on other sites

Ciao Albe, per la marcia autostradale ho fatto uno studio apposito per calcolare quale fosse per me la velocità minima per il MIO concetto di dignità :mrgreen: nell'ipotesi, che nella mia vita è verificata sempre al 99,5%, che il mio tempo non vale molto e posso metterci un pò di piu per arrivare dove voglio partendo un pò prima. Questo significa anche che limito al minimo l'autostrada anche se percentualmente sui miei percorsi è rilevante, circa il 60-65%.

La strategia è questa: a 100 km/h lasci dietro i camion più veloci (ma non i pullman da turismo), quindi setto a 100 km/h il cruise control e mi metto in terza corsia, superando in seconda i camion e le auto lente man mano che arrivano, e senza mai ritrovarmeli dietro il sedere sfanalanti. In seconda corsia negli ultimi anni le velocità sono scese molto e i sorpassi a 100 km/h vanno benone.

Ma dal momento che le nostre autostrade sono tutte cunette e dossi, nei tratti in pendenza a favore, senza staccare il cruise control premo l'acceleratore lasciando accelerare l'auto al di sopra dei 100 km/h mantenendo la stessa potenza che usavo in salita. Questo nelle nostre ibride si può fare perchè abbiamo un indicatore della potenza, a lancetta: basta mantenere la lancetta sempre allo stesso punto e mantieni anche i consumi piu o meno costanti, ma se sei in discesa la velocità aumenta e anche di molto.

Di conseguenza le medie di velocità sono sempre superiori ai 100 tachimetrici che è una velocità minima mantenuta anche in salita, ma la media reale dipende dal tipo di autostrada. Mediamente a occhio la media direi è sui 105 km/h tachimetrici o forse un pò di più.

Interessante!

Sto iniziando ad ninteressarmi a quest'anno, non la prenderò nell'immediato vediamo se il 2015 mi riserva qualche sorpresa economica :-)

Purtroppo a differenza tua sono sempre in ritardo(moglie e bimba piccola non aiutano) ma comunque rimango sempre dentro la velocità media da codice. Il tomtom ha la funzionalità integrata ma anche senza quello so che se la lancetta del tachimetro è sui 130/135, considerato anche lo scarto del tachimetro stesso, sono in regola.

Andare a 100kmh proprio non ce la faccio, magari con un altro tipo di auto è più facile.

Hai mai provato a fare dei tratti a velocità più sostenuta? Inoltre, come chiedeva J-Gian, la conoscenza dell'auto quanto aiuta a tenere i consumi bassi?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.