Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
gianmy86

Omicidio Stradale: revoca della Patente a vita. Cosa ne pensate?

Recommended Posts

Mi fate qualche esempio di situazioni in cui uno può avere colpa di un incidente avvenuto per cause al di fuori del suo controllo? :pen:

babbo del mio amico.

Doveva svoltare a sinistra. Zona 50 km\h con un lungo rettilineo

un motociclista proveniente dalla parte opposta a oltre 160 km\h ha colpito la parte laterale(quasi sulla ruota dietro) della sua vettura...lui non l'ha visto arrivare (ma anche se l'avesse visto da lontano...chi avrebbe immaginato andasse a 160?) purtroppo il motociclista è deceduto sul colpo.

E al babbo del mio amico hanno sospeso la patente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che sfiga Lucio il babbo del tuo amico. In un caso simile, con evidente colpa del motociclista, trovo assurdo sospendere la patente al padre del tuo amico.

Ad un mio amico anni fa è successa una cosa simile, ma per fortuna non c'è scappato il morto. Di notte ha preso in pieno un tizio che aveva rubato un motorino e procedeva contromano a velocità sostenuta con i fari spenti, il ladro non si è fermato allo stop ed è stato preso in pieno da questo ragazzo che si è ritrovato auto e patente sequestrate per qualche giorno finchè non è stata accertata la sua estraneità ai fatti. Ovviamente il danno alla macchina, dato che il ladro poi è fuggito dall'ospedale, è stato totalmente a carico del mio amico.

Nella stessa città lo scorso anno mi è quasi successa una cosa simile, per fortuna senza conseguenza alcuna. Una sera procedevo nella strada che costeggia la pineta a bassissima velocità perchè stavo cercando posto, ad un certo punto un ciclista mi sbuca contromano da una traversa senza guardare e senza fermarsi per entrare in pineta (probabilmente alla ricerca di una dose). Per pochi attimi non l'ho preso in pieno. Se l'avessi preso sarebbe stata colpa mia?

Tutto questo per dire che gli automobilisti hanno in mano un'arma carica ma anche pedoni (sempre più distratti da smartphone e ipod), ciclisti (che si credono immuni al CdS) e motociclisti troppo veloci devono fare la loro parte per la sicurezza stradale.

Detto questo sono favorevole alla revoca definitiva della patente a chi guida sotto effetto di alcool e droghe e ammetto solo e soltanto in questi casi l'omicidio stradale. In tutti gli altri casi è pura demagogia politica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che sfiga Lucio il babbo del tuo amico. In un caso simile, con evidente colpa del motociclista, trovo assurdo sospendere la patente al padre del tuo amico.

Ad un mio amico anni fa è successa una cosa simile, ma per fortuna non c'è scappato il morto. Di notte ha preso in pieno un tizio che aveva rubato un motorino e procedeva contromano a velocità sostenuta con i fari spenti, il ladro non si è fermato allo stop ed è stato preso in pieno da questo ragazzo che si è ritrovato auto e patente sequestrate per qualche giorno finchè non è stata accertata la sua estraneità ai fatti. Ovviamente il danno alla macchina, dato che il ladro poi è fuggito dall'ospedale, è stato totalmente a carico del mio amico.

Nella stessa città lo scorso anno mi è quasi successa una cosa simile, per fortuna senza conseguenza alcuna. Una sera procedevo nella strada che costeggia la pineta a bassissima velocità perchè stavo cercando posto, ad un certo punto un ciclista mi sbuca contromano da una traversa senza guardare e senza fermarsi per entrare in pineta (probabilmente alla ricerca di una dose). Per pochi attimi non l'ho preso in pieno. Se l'avessi preso sarebbe stata colpa mia?

Tutto questo per dire che gli automobilisti hanno in mano un'arma carica ma anche pedoni (sempre più distratti da smartphone e ipod), ciclisti (che si credono immuni al CdS) e motociclisti troppo veloci devono fare la loro parte per la sicurezza stradale.

Detto questo sono favorevole alla revoca definitiva della patente a chi guida sotto effetto di alcool e droghe e ammetto solo e soltanto in questi casi l'omicidio stradale. In tutti gli altri casi è pura demagogia politica.

eh purtroppo posso confermarti,da quantoho visto, che è una cosa che ti rovina la vita.

oltre al fatto di sapere che hai ucciso un uomo (colpa o non colpa) patente sospesda per oltre un anno (non so di preciso).

però io non capisco...se anche io ti vedessi arrivare da lontano (il rettilineo è decisamente lungo)...sono portato a pensare che tu vada auna velocità normale (50) o al massimo doppia(100)ricordo che il limite era 50 propri operchè è zona abitata.

Non mi immagino che tu stai andando a 160 e passa...quindi inizio a svoltare...e una volta iniziato a svoltare il danno è fatto...il motociclista non è riuscito ad evitarlo....

la velocità precisa non la so ma dicono sia rimasta sul display e pure il contagiri è rimasto dov'era al momento dello schianto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parliamo poi di ciclisti e motociclisti che pensano di essere i padroni della strada.

Io resto dell'idea che il problema è educazione e rispetto del prossimo... ma come dicevo in un post precedente è un problema irrisolvibile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

parlando di motociclisti la scorsa domenica sono stato superato da due che facevano MINIMO i 200 e in quel tratto di strada a quell'ora li ero l'unico veicolo ecc ecc.

Bisogna che ci diamo tutti na regolata, purtroppo le cazzate ne abbiamo fatte tutti, molti possono ancora raccontarle, se ripenso a come guidavo appena presi la patente mi vien paura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che sfiga Lucio il babbo del tuo amico. In un caso simile, con evidente colpa del motociclista, trovo assurdo sospendere la patente al padre del tuo amico.

Ma in questi casi il problema non è che venga tolta la patente, ma che venga assegnata la colpa. E' un altro ordine di problemi, che è giusto siano affrontati, ma non spostano la questione.

Mettiamola così: è sensato non andare giù duri nei casi in cui non è possibile stabilire una certezza di colpa. Lì sì che puoi lasciare la seconda occasione.

Questo non toglie che uno che ha già commesso un errore pieno e riconosciuto non deve avere la possibilità di tornare a commetterlo.

Inoltre, è fuorviante basare il giudizio sugli effetti finali. Un errore alla guida può avere conseguenze molto diverse a seconda di una serie di varianti esterne, a partire da quali veicoli sono coinvolti.

Uno che fa un sorpasso in curva e si spalma contro un camion non va giudicato meno severamente che se si fosse trovato davanti un'utilitaria. La gravità sta nell'atto, non nelle conseguenze.

Nel nostro ordinamento dubito esista il concetto di "tentato omicidio colposo", ma è proprio ciò che andrebbe applicato nei confronti di quei milioni di atti di imperizia alla guida che solo per puro culo non si traducono in una tragedia.

Alla fine si torna al tema dei controlli, e che si traducano in sanzioni severe...

Riassumendo, per perdere l'abilitazione:

- seccare qualcuno non è condizione necessaria;

- seccare qualcuno è condizione sufficiente.

Il punto a cui voglio arrivare è la quantità di casi in cui la situazione va davvero oltre il proprio controllo è ridottissima, mentre invece mi pare che il guidatore medio si autoassolva da una larghissima fetta di propri errori; vuoi per vera e propria ignoranza dei rischi, vuoi perché ne è cosciente ma spera in San Culo...

Io non sono infallibile ma, perdiana, ci metto un grosso impegno sempre, per essere davvero focalizzato e cosciente alla guida, e non mi sta bene che gli altri invece si consentano delle scusanti.

Edited by Wilhem275

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi un altro punto: le stesse autorità cittadine toppano, mettendo il limite di 50 su strade che sembrano tangenziali con tanto di autovelox per fare cassa e 70 su strade di campagna strette con fossi o case a bordostrada...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui in Germania non é affatto raro trovare persone che Hanno perso la patente (guida in stato di ebrezza o sotto effetto di droghe) e non é raro trovare (specialmente nel fine settimane o nelle prime ore del mattino del sabato o domenica ) blocchi della polizia . Quindi gioco forza si riduce di molto la percentuale di pericoli al volante . La prassi per riottenere la patente é lunga e bisogna passare anche dallo psicologo , bisogna superare un test attitudinale detto MPU o volgarmente Idiotentest.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eh purtroppo posso confermarti,da quantoho visto, che è una cosa che ti rovina la vita.

oltre al fatto di sapere che hai ucciso un uomo (colpa o non colpa) patente sospesda per oltre un anno (non so di preciso).

però io non capisco...se anche io ti vedessi arrivare da lontano (il rettilineo è decisamente lungo)...sono portato a pensare che tu vada auna velocità normale (50) o al massimo doppia(100)ricordo che il limite era 50 propri operchè è zona abitata.

Non mi immagino che tu stai andando a 160 e passa...quindi inizio a svoltare...e una volta iniziato a svoltare il danno è fatto...il motociclista non è riuscito ad evitarlo....

la velocità precisa non la so ma dicono sia rimasta sul display e pure il contagiri è rimasto dov'era al momento dello schianto

Se gli hanno sospeso la patente, probabile che dai rilievi gli abbiano riconosciuto parte di responsabilità

(anche solo la classica leggerezza "provo a fare veloce e infilarmi". Che si fa, è comune, si vede ogni giorno).

E casi simili sono la dimostrazione che già una "leggerezza" può costare cara, figuriamoci una deliberata intenzionalità di violazione palese del CdS. E che quindi vanno stroncate....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se gli hanno sospeso la patente, probabile che dai rilievi gli abbiano riconosciuto parte di responsabilità

(anche solo la classica leggerezza "provo a fare veloce e infilarmi". Che si fa, è comune, si vede ogni giorno).

E casi simili sono la dimostrazione che già una "leggerezza" può costare cara, figuriamoci una deliberata intenzionalità di violazione palese del CdS. E che quindi vanno stroncate....

Ma una parte di responsabilità è ovvio che te la prendi....lui doveva svoltare a sinistra...quindi è come se non avesse dato la precedenza.Solo che come fai a dare la precedenza a uno che viaggia a oltre 160 km in un tratto dove c'è 50 come limite? Considera che l'impatto è avvenuto più o meno a questa velocità...immagino che il motociclista abbia frenato un po' no?

Quindi andava anche più forte.Di fatto,conoscendo la strada, quando il babbo del mio amico ha iniziato a svoltare...la moto manco si vedeva credo...a 150 km\h credo si facciano 100m in 2 secondi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.