Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Recommended Posts

Ho aperto il topic per elencare quello che si sa di questo nuovo motore.

Non sarà esattamente lo stesso che utilizzerà Alfa Romeo sui suoi modelli.
 

Cita
2.2 L4 16v turbo VGT diesel Multijet II

Cilindrata: 2.184 cc

Alesaggio x corsa: 83,8 x 99 mm

Interasse canne: 90 mm

Rapporto compressione: 15:1

Alimentazione common-rail 2.000 bar con iniettori a solenoide e valvola bilanciata

Potenza: 136kW (185 CV) o 147kW (200 CV) a 3.500 giri

Coppia di picco: 440 Nm a 2.500 giri

Euro 6

Basamento in ghisa, testata in alluminio

Disposizione trasversale

La distribuzione a cinghia

Controalberi di equilibratura

 

 

post-8223-145026868274_thumb.jpeg

post-8223-14502686827_thumb.jpeg

post-8223-145026868265_thumb.jpeg

post-8223-145026868292_thumb.jpeg

post-8223-145026868301_thumb.jpeg

post-8223-145026868296_thumb.jpeg

post-8223-145026868278_thumb.jpeg

post-8223-145026868288_thumb.jpeg

post-8223-145026868285_thumb.jpeg

post-8223-145026868281_thumb.jpeg

 

 

Cita

 

  • Per la prima volta nel Gruppo FCA, debutta sulla Jeep Cherokee il nuovo motore turbodiesel 2.2 Multijet II, disponibile in due varianti di potenza (da 200 CV e da 185 CV) in abbinamento al cambio automatico a nove marce e alla trazione 4x4 Jeep Active Drive I o Jeep Active Drive II.
     
  • Tutti i propulsori diesel in gamma sono da oggi conformi alla normativa Euro 6, consentendo la riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi di carburante, unita a prestazioni migliori in termini di accelerazione.
     
  • Esordio in Italia dell'esclusivo allestimento Limited Plus che è proposto esclusivamente con il 2.2 Multijet II da 200 CV e il sistema di trazione 4x4 Jeep Active Drive II con marce ridotte. Di serie il tetto in vetro "Command View "e il pack "Technology Group".

 

Da oggi, in Italia è possibile ordinare la nuova motorizzazione 2.2 Multijet II che posiziona la Jeep Cherokee al vertice della sua categoria per prestazioni, efficienza e performance fuoristradistiche. Due le varianti di potenza per soddisfare qualunque esigenza d'impiego: 200 CV e 185 CV, entrambe con 440 Nm di coppia massima. Rispetto al motore precedente, il nuovo propulsore 2.2 da 200 CV migliora sia la coppia del 25%, sia l'accelerazione e la potenza che risultano aumentate del 17%, mentre le emissioni di CO2 diminuiscono del 3% raggiungendo i 150 g/km.

La variante da 200 CV è disponibile sulle versioni Limited e sulla nuova Limited Plus, con un listino prezzi che parte rispettivamente da 50.500 euro e da 54.000 euro, mentre il 185 CV è disponibile solo sulla Cherokee Longitude ed è proposto a partire da 45.900 euro.
 

Ma le novità non finiscono qui. La gamma della Jeep Cherokee, infatti, si rinnova con l'arricchimento degli allestimenti come dimostra, ad esempio, la versione Longitude che da oggi offre di serie sia il sistema di navigazione UconnectTM touchscreen con schermo da 8,4", sia il pack Comfort Group che include: portellone posteriore elettrico, tergicristalli con sensore pioggia, sensore crepuscolare, sedile regolabile elettricamente in 8 posizioni, sedile con regolazione lombare elettrica in 4 posizioni e specchietto retrovisore autoanabbagliante con microfono. La Jeep Cherokee Longitude è disponibile nelle motorizzazioni 2.0 Multijet II da 140 CV e 2.2 Multijet II da 185 CV e il listino prezzi parte da 39.900 euro.
 

Novità anche per gli allestimenti Limited e Trailhawk che da oggi offrono optional ancora più esclusivi, oltre ad essere dotati di serie del sistema di navigazione UconnectTM touchscreen con schermo da 8,4" di serie. Il listino prezzi parte rispettivamente da 44.500 euro e 53.500 euro.

Debutta infine la nuova versione Limited Plus che è proposta esclusivamente con il 2.2 Multijet II da 200 CV e il sistema di trazione Jeep Active Drive II (marce ridotte). L'allestimento al top della gamma offre di serie il tetto in vetro "Command View "e il pack "Technology Group" che include: sistema di frenata avanzato (Advanced Brake Assist); sistema di avviso di uscita dalla corsia (Lane Departure Warning Plus); fari con funzione Smartbeam che disattiva gli abbaglianti; sistema di avviso di avvicinamento a veicolo sulla stessa traiettoria (Full Speed Forward Collision Warning Plus); Cruise Control adattivo con Start&Stop; specchietto con rilevazione angolo cieco (Blind-Spot Monitoring); sistema di assistenza al parcheggio posteriore e parallelo.

 

Il nuovo motore turbodiesel 2.2 Multijet II

 

Prodotto nello stabilimento italiano di Pratola Serra (Avellino), il nuovo 2.2 Multijet II eroga una potenza di 200 CV (147 kW) a 3.500 giri/min. e una coppia di 440 Nm a 2.500 giri/min., valori che lo collocano tra i turbodiesel quattro cilindri più prestazionali presenti sul mercato.

Equipaggiato con l'innovativo cambio automatico a nove marce e la trazione 4x4 Jeep Active Drive I, la Cherokee 2.2 Multijet II da 200 CV raggiunge una velocità massima di 204 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi, con un consumo medio, sul ciclo combinato di omologazione, di 5,7 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 150 g/km.
 

La Cherokee 2.2 Multijet II da 200 CV è disponibile anche nella nuova top di gamma Limited+ che adotta di serie la trasmissione 4x4 Jeep Active Drive II con marce ridotte. In questo caso, la velocità massima è di 203 km/h e l'accelerazione 0-100 km/h avviene in 8,7 secondi. Per questa versione, il consumo medio sul ciclo combinato di omologazione è di 6,1 litri/100 km, corrispondenti a emissioni di CO2 pari a 160 g/km.

Per l'allestimento Longitude è disponibile una variante del 2.2 Multijet II da 185 CV (136 kW), in abbinamento alla trazione 4x4 Jeep Active Drive I e al cambio automatico a 9 marce. Così equipaggiata la Cherokee raggiunge una velocità massima di 201 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi. Consumi ed emissioni sul ciclo combinato di omologazione sono rispettivamente pari a 5,7 litri/100 km e 150 g/km.
 

La cilindrata del nuovo propulsore, di 2.184 cm3, è stata definita per raggiungere elevati standard in termini di potenza, erogazione della coppia ed efficienza nei consumi, in abbinamento con un sistema di trattamento dei gas di scarico ottimizzato. Quest'ultimo è composto da un "close couple DPF" con NSC (NOx storage catalyst) posizionato nel vano motore, che funziona in abbinamento alla gestione dell'EGR (sia ad alta, sia a bassa pressione). Il motore è conforme alla normativa antinquinamento Euro 6.
 

L'architettura del nuovo 4 cilindri 2.2 Multijet II prevede una specifica testata in alluminio bialbero a 16 valvole, progettata in funzione delle accresciute pressioni di esercizio del sistema common rail con Injection Rate Shaping, che lavora a 2.000 bar. Il disegno dei pistoni, delle bielle e dell'albero motore è ottimizzato nell'ottica del contenimento del peso.
 

La forma della camera di combustione e il rapporto di compressione ridotto garantiscono basse emissioni inquinanti di NOx ed elevate prestazioni, mentre gli inediti iniettori a solenoide nebulizzano molto finemente il combustibile, con vantaggi evidenti sia sul fronte della silenziosità di funzionamento, sia su quello del contenimento dei consumi.
 

La sovralimentazione del propulsore è realizzata mediante un inedito turbocompressore a geometria variabile integrato nel collettore di scarico: una soluzione che riduce il peso del motore e migliora la funzionalità del sistema di trattamento dei gas di scarico. Tra gli altri contenuti che contribuiscono a incrementare l'efficienza del nuovo propulsore, sono da segnalare l'alternatore intelligente, la pompa dell'olio a cilindrata variabile e lo Start&Stop.
 

Il nuovo 2.2 Multijet II è stato pensato fin dall'inizio per esaltare le leggendarie capacità dell'impiego off-road, tipiche di una vettura Jeep: il motore dispone di un sistema d'aspirazione protetto dall'ingresso dell'acqua e può affrontare una profondità di guado fino a 48 cm. La corretta circolazione di tutti i liquidi all'interno del propulsore (oli e combustibile) è assicurata anche sulle forti pendenze (con inclinazioni longitudinali fino al 60% e trasversali fino al 45%).

 

Le novità di Jeep Cherokee: il nuovo motore 2.2 Multijet II da 200 CV e una gamma rinnovata - Press Releases - Fiat Chrysler Automobiles EMEA Press
 

Scheda tecnica PDF
 


Sotto i 6000rpm è un mezzo agricolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma un paio di immagini delle testate nuove? Il collettore di scarico con turbo integrato? Ufficio comunicazione Fiat, gente da spedire a tagliare l'erba in mezzo al Sahara!

Ario, magari riporta la cartella stampa nelle parti riguardanti il motore, meglio di niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma un paio di immagini delle testate nuove? Il collettore di scarico con turbo integrato? Ufficio comunicazione Fiat, gente da spedire a tagliare l'erba in mezzo al Sahara!

Ario, magari riporta la cartella stampa nelle parti riguardanti il motore, meglio di niente.

Di questa cosa si è certi?

I dati meramente tecnici vengono dalla scheda del Jeep Cherokee, mentre il resto l'ho riassunto dalla pagina sulla 952. Speravo appunto che spuntasse fuori qualcosa di nuovo o più chiaro.


Sotto i 6000rpm è un mezzo agricolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi riferivo a questi due passaggi, interessanti per il discorso del turbo integrato nel collettore di scarico e per le soluzioni mirate ad abbattere l'NOx (che indica una sua probabile esportazione negli USA).

"La forma della camera di combustione e il rapporto di compressione ridotto garantiscono basse emissioni inquinanti di NOx ed elevate prestazioni, mentre gli inediti iniettori a solenoide nebulizzano molto finemente il combustibile, con vantaggi evidenti sia sul fronte della silenziosità di funzionamento, sia su quello del contenimento dei consumi.

La sovralimentazione del propulsore è realizzata mediante un inedito turbocompressore a geometria variabile integrato nel collettore di scarico: una soluzione che riduce il peso del motore e migliora la funzionalità del sistema di trattamento dei gas di scarico. Tra gli altri contenuti che contribuiscono a incrementare l'efficienza del nuovo propulsore, sono da segnalare l'alternatore intelligente, la pompa dell'olio a cilindrata variabile e lo Start&Stop."

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi riferivo a questi due passaggi, interessanti per il discorso del turbo integrato nel collettore di scarico e per le soluzioni mirate ad abbattere l'NOx (che indica una sua probabile esportazione negli USA).

"La forma della camera di combustione e il rapporto di compressione ridotto garantiscono basse emissioni inquinanti di NOx ed elevate prestazioni, mentre gli inediti iniettori a solenoide nebulizzano molto finemente il combustibile, con vantaggi evidenti sia sul fronte della silenziosità di funzionamento, sia su quello del contenimento dei consumi.

La sovralimentazione del propulsore è realizzata mediante un inedito turbocompressore a geometria variabile integrato nel collettore di scarico: una soluzione che riduce il peso del motore e migliora la funzionalità del sistema di trattamento dei gas di scarico. Tra gli altri contenuti che contribuiscono a incrementare l'efficienza del nuovo propulsore, sono da segnalare l'alternatore intelligente, la pompa dell'olio a cilindrata variabile e lo Start&Stop."

A parte le veline parliamo di TENNICA ovvero...basamento di ghisa e solenoidi.

Non era più facile aspettarsi dati target attese e posizionamento dei piezo evoluti e costruzione tutta di alluminio, o magari mista nel basamento?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.