Vai al contenuto

Messaggi Raccomandati

41 minuti fa, Andreab21 scrive:

Io l’ho solo provata ed ho avuto questa impressione. Onestamente sulla Giulia di famiglia non c’è questa sensazione, anche se parliamo di un altro tip di trasmissione. 

la mia non era un'impressione...era proprio un datodi fatto...ci sono rimasto male.

Comunque se l'hai provata....magari era nuova pure quella?

E magari da nuovo il cambio si comporta in modo molto conservativo...

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

 Ciao, io ho fatto circa 230000 km con una giulietta 2000 tct ed ora ho una Stelvio. La Giulietta era del 2013. I cambi dei due mezzi non sono minimamente paragonabili. Il tct in generale ( almeno quello che avevo io) sicuramente è molto più lento, sebbene in dynamic diventasse  più reattivo. In scalata poi la differenza è ancora maggiore. Sicuramente almeno in parte la differenza è anche dovuta al fatto che la giulietta era 6 rapporti la Stelvio ne ha 8. Un altra differenza notevole è che il tct è mediamente molto più brusco. Ho anche una Passat con dsg... sempre Diesel. Cambio più lento del tct ma meno brusco. Tra i doppi frizione quelli che ho provato sulla a4 era il migliore. Quello attuale della Stelvio è in assoluto L automatico migliore che abbia mai provato. con le palette è davvero gustoso.

in definitiva le sensazioni che hai descritto mi sembrano simili a quelle che avevo io. Inizialmente deluso xche’..come dire..mi aspettavo qualcosa tipo formula uno..:) realisticamente le tempistiche di cambiata sn comunque più rapide del manuale ma non sono così immediate come si è portati a credere.

spero di non avere fatto troppa confusione :)

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Gli automatici ci mettono mediamente qualche centinaio di km a adattarsi allo stile del guidatore.

A cui si aggiunge da nuove la mappatura conservativa del motore per le prime migliaia di km.

 

Che poi alla fine la macchina viaggia non poco, andare a disquisire sul decimo più decimo meno che passa tra la pressione e il contagiri mi sembra una roba da sesso degli angeli

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
8 ore fa, TonyH scrive:

Ma ne hanno già fatti 

 

 

qua si sente anche il clic della paletta..passerà quanto? 1 decimo? Due? Giusto il tempo di completare l'inserimento.

Tanto la cosa importante è che non ci siano cali di spinta, e quelli non ci sono. Sennò non scenderebbe sotto i 6 secondi.

Ora l'ho sentito. Quella che ho provato io era come minimo il doppio più lenta 

2 ore fa, and scrive:

 Ciao, io ho fatto circa 230000 km con una giulietta 2000 tct ed ora ho una Stelvio. La Giulietta era del 2013. I cambi dei due mezzi non sono minimamente paragonabili. Il tct in generale ( almeno quello che avevo io) sicuramente è molto più lento, sebbene in dynamic diventasse  più reattivo. In scalata poi la differenza è ancora maggiore. Sicuramente almeno in parte la differenza è anche dovuta al fatto che la giulietta era 6 rapporti la Stelvio ne ha 8. Un altra differenza notevole è che il tct è mediamente molto più brusco. Ho anche una Passat con dsg... sempre Diesel. Cambio più lento del tct ma meno brusco. Tra i doppi frizione quelli che ho provato sulla a4 era il migliore. Quello attuale della Stelvio è in assoluto L automatico migliore che abbia mai provato. con le palette è davvero gustoso.

in definitiva le sensazioni che hai descritto mi sembrano simili a quelle che avevo io. Inizialmente deluso xche’..come dire..mi aspettavo qualcosa tipo formula uno..:) realisticamente le tempistiche di cambiata sn comunque più rapide del manuale ma non sono così immediate come si è portati a credere.

spero di non avere fatto troppa confusione :)

Beh sulla quadrifoglio che sia brusco diciamo che ci sta pure bene. A me è parso veloce come cambio... Solo che partiva in ritardo

2 ore fa, TonyH scrive:

Gli automatici ci mettono mediamente qualche centinaio di km a adattarsi allo stile del guidatore.

A cui si aggiunge da nuove la mappatura conservativa del motore per le prime migliaia di km.

 

Che poi alla fine la macchina viaggia non poco, andare a disquisire sul decimo più decimo meno che passa tra la pressione e il contagiri mi sembra una roba da sesso degli angeli

Guarda ti assicuro che quando l'ho provata (e ci ho dato giù col piede) volevo rimetterla automatica da quanto la cosa mi pareva mortificante. Mi ricordo che nel terza quarta ho avuto tempo di cambiare col paddle e iniziare la frase "perché non cambia?" 

Come ho detto l'auto era nuova (30km circa) 

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Tra ieri sera e oggi ho provato per curiosità a fare un po' di prove con le palette.

Non ho trovato particolari ritardi, c'è il click, e subito successivo il borbottio del cambio marcia. Forse giusto da 1a a 2a qualche centesimo di più.

Provato a salire, a scendere, in natural, in dynamic...

 

Quello che ho notato semmai è un filo di inerzia del contagiri. Ma non del motore, dello strumento.

 

Probabilmente su Giulia sono riusciti a rendere più reattiva la lancetta.

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social
1 ora fa, TonyH scrive:

Tra ieri sera e oggi ho provato per curiosità a fare un po' di prove con le palette.

Non ho trovato particolari ritardi, c'è il click, e subito successivo il borbottio del cambio marcia. Forse giusto da 1a a 2a qualche centesimo di più.

Provato a salire, a scendere, in natural, in dynamic...

 

Quello che ho notato semmai è un filo di inerzia del contagiri. Ma non del motore, dello strumento.

 

Probabilmente su Giulia sono riusciti a rendere più reattiva la lancetta.

Quello rilevato da me era di motore...

counque mi pare un caso che la lancetta "non segua" il motore

e penso a sto punto che sia derivante dai pochi km

 

Aspettiamo i video dell'altro utente :D

Condividi questo messaggio


Link diretto a questo messaggio
Condividi su altri Social

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere iscritto per commentare e visualizzare le sezioni protette!

Crea un account

Iscriviti nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Contenuti simili

    • Da Gianlu96
      Comprata usata con 22850km all'attivo ed un anno di vita, è l'unica auto di famiglia. L'utilizzo è principalmente cittadino, ma non ci facciamo mancare qualche trasferta extraurbana/autostradale. All'occorrenza sarà chiamata anche per compiere lunghi viaggi autostradali. 
       
      Esterni: 7/10
      Non fa impazzire, ma in allestimento Bcolor, e con le giuste cromature si fa notare e tutto sommato piacere. Il frontale, seppur troppo simile ad Adam é aggressivo, la fiancata è grosso modo quella del precedente modello, con qualche modifica al finestrino posteriore. Il posteriore riprende, invece, l'Astra J. Il risultato complessivo risente, secondo me, di equilibrio stilistico, tra anteriore e posteriore. Di sicuro, Clio, 208, sono decisamente meglio a livello estetico.
       
      Interni: 7,5/10
      Gli sforzi di Opel, si sono chiaramente concentrati qui. Il risultato è un ambiente piacevole e di qualità. La parte superiore è di plastica soft-touch, gran parte dei pannelli porta e della parte bassa è rigida, ma robusta e dall'aria tutt'altro che cheap. I comandi hanno un buon feeling (molti comuni ad altre Opel). Migliorerei i comandi del climatizzatore manuale. La parte orizzontale laccata, da un ulteriore senso di ordine nell'abitacolo. Belle anche le bocchette è il tessuto della Bcolor, di qualità e piacevole al tatto. Posizione dei comandi criticabile, ma ci tornerò più tardi.
       
      Abitabilità: 8,5/10
      Sicuramente uno dei punti di forza della Corsa. Davanti non vi è alcun problema e posteriormente c'è parecchio spazio per gambe e testa. Seduta posteriore un po' corta, ma comoda e ci si viaggia anche in 5. Baule in linea con le concorrenti, ma ben sfruttabile. Per 4metri di auto, è veramente spaziosa. Per certi versi, è più spaziosa della mia precedente Astra J, specialmente al posteriore.
       
      Accessori: 7/10
      La Bcolor, che si colloca a ridosso della Cosmo(top di gamma) sprizza l'occhio ai giovani ma ha una dotazione di alti e bassi. Di serie, ha radio con Bluetooth, clima manuale, volante in pelle con comandi al volante, cerchi 16, vetri oscurati, fari a led, fendinebbia, sedili più contenitivi, Cruise con limitatore. Inspiegabilmente sono solo a richiesta computer di bordo, divano frazionabile e un sistema di infotainment touch-screen che, al giorno d'oggi alcune concorrenti offrono di serie sin dall'allestimento intermedio.
       
      Posto guida: 6/10
      Comodo, arioso, con una discreta visibilità all'anteriore ed al posteriore. Si tende però, a stare un tantino in alto per i miei gusti e l'ergonomia è piuttosto criticabile. Qualche anno fa, qualche giornalista si lamentò dell'affollamento di tasti dell'Astra J, affermando che ci si sarebbe distratti fin troppo alla guida.
      Di li, in poi, tutti copiarono e incollarono quest'affermazione. Vi assicuro, che seppur tanti erano grandi, subito rintracciabili e al posto giusto. Su Corsa, ci sono una miriade di piccoli tasti, tutti vicini tra loro, in basso e con uno schermo microscopico oltre che in una posizione infelice, il che induce a togliere lo sguardo dalla strada.
       
      Comfort: 8/10
      Ambiente sempre silenzioso, ben isolato dalle asperità. Le sospensioni lavorano bene ed in silenzio, nonostante i cerchi non proprio piccini. Assorbe piuttosto bene anche le sconnessioni più marcate e ravvicinate, pur con un set up tutt'altro che morbido (ma nemmeno rigido) e senza molte differenze anteriormente e posteriormente (merito, probabilmente di un attenta progettazione). Molto silenziosa alle basse-medie andature, oltrepassati i 130 km/h, il comfort acustico inizia lentamente a decadere.
       
      Motore: 9/10
      A giudicare da quel che avevo visto in Corsa C e D, avevo escluso a priori, il 1229. Invece, non ha niente a che fare con i precedenti. Elastico, silenzioso(al minimo si avverte al più un ronzio), pronto a prendere i giri anche dalle marce più alte. È possibile cambiare tranquillamente a 2000 giri, tanto è elastico, esente da vibrazioni. Sollecitandolo, risponde sempre pronto, con una progressione lineare e costante dal minimo fino a 5500/6000 giri. Ha quindi, un arco di utilizzo molto ampio, e da il meglio fino ai 110/120km/h. Oltre, inizia chiaramente a rallentare, ma i sorpassi non sono mai un problema, così come la marcia in salita, dove complice l'ottima resa ai bassi/medi regimi si procede piuttosto spediti, mentre altri turbodiesel di pari o maggior potenza chiedono la prima o la seconda marcia per poter avanzare.L'impressione è, quindi, di avere un auto con una cilindrata superiore ed una decina di cavalli in più.
       
      Acceleraziome: 7/10
      Con 70Cv non si possono strappare temponi sullo 0-100, ma se si ha bisogno di uno spunto veloce, basta portare il motore ai medi regimi e sorpassare tranquillamente, almeno sino ai 120km/h.
       
      Consumi: 5,5/10
      Da un 1.2 benzina moderno, mi sarei aspettato qualcosa in più. In circa 2.000km, ho un consumo medio di 8,30l/100 km con una buona prevalenza su percorsi cittadini. Non da mai l'impressione di essere particolarmente parca. In compenso ho notato che alle pompe bianche consuma un buon 10/15% in più a scapito di pochi centesimi di differenza, ma potrò essere preciso solo in seguito, quando avrò accumulato km e altre rilevazioni.
       
      Ripresa: 7,5/10
      Vale lo stesso discorso per l'accelerazione, riprende sempre abbastanza bene, anche dalle marce alte, ma il risultato è decisamente soddisfacente se pensiamo a cavalli, coppia e peso dell'automobile. Nei sorpassi più ostici e a pieno carico, come tutte le automobili, è preferibile mettere mano al cambio e scalare una marcia. 
       
      Cambio: 8/10
      Una buona unità, innesti precisi e secchi, con una escursione "giusta", senza alcun impuntamento, anche nelle cambiate veloci e ad alti regimi. Curioso di verificare il comportamento col tempo. Talvolta non entra la quarta, dovrei portarla in Opel, dato che è in garanzia.
       
      Frizione: 9/10
      Leggerissima, molto modulabile, perfetta per la Città. Anche fuori città, niente da segnalare. 
       
      Sterzo: 8,5/10
      Classico feeling Opel. Leggerissimo in città(quasi inutile la funzione City), si indurisce progressivamente col crescere della velocità. Preciso anche ai piccoli angoli, abbastanza e inaspettatamente reattivo, oltre che poco demoltiplicato. Molto intuitivo al limite, sincero, facilissimo per i meno esperti. Data la categoria dell'auto, è un ottimo sterzo. Non ottiene il massimo dei voti, perché in alcune circostanze, risulta "distaccato" col resto dell'auto. Qui entrano più che altro fattori di abitudine e soggettivi, ma ad alte velocità(autostradali), l'impressione è che lo sterzo sia fin troppo pronto, rispetto al telaio dell'auto, che interpreta il comando a modo suo e con più lentezza. Questo rende la vettura un po troppo reattiva all'anteriore e più posata al posteriore. Ho riscontrato questo comportamento principalmente su alcuni curvoni autostradali.
       
      Tenuta di strada/Guidabilità: 9/10
      Un Astra J in miniatura, solo molto più agile e reattiva, vuoi per il peso, per le dimensioni, per lo sterzo piu affilato. I limiti di aderenza, sembrano essere leggermente più bassi, a causa del baricentro e delle carreggiate più strette, ma sempre elevati. È molto sincera, poco sottosterzante a causa del ridotto peso all'anteriore. Anzi, al limite,  il comportamento è chiaramente sovrasterzante. L'ESP (mai escludibile) è poco invasivo e lascia piuttosto libera la vettura, il che permette un accenno di "evoluzione" da parte del posteriore. Un telaio, che fa divertire, lasciando in più un comportamento sempre abbastanza prevedibile e sicuro.
       
      Freni: 8,5/10
      Dischi all'anteriore, tamburi al posteriore. Frenata equilibrata, pedale ben modulabile, va benissimo sia in una guida tranquilla che sportiva. Davvero un buon , impianto.
       
      In conclusione.
      Un auto piuttosto comoda, adatta alla mission urbana e saltuariamente extraurbana/autostradale (12/15k km l'anno) ma piacevole da guidare, per sterzo, assetto e un motore inaspettatamente pronto. 
      Robusta, ben costruita( ad oltre un mese, ho percorso anche sterrati e tratturi, nemmeno uno scricchiolio), è un ottima proposta nel suo segmento. Peccato soltanto per l'ergonomia, un po' trascurata.
      La quadratura del cerchio, soprattuto se si cerca il divertimento alla guida, la si raggiunge coi 1.0 Turbo da 90 e 116Cv. 
×