Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Recommended Posts

Perché purtroppo quando un'azienda di tali dimensioni va a soqquadro, l'impatto è molto più ampio dei suoi dipendenti diretti.

Pensa ad esempio, che il mercato dei ricambi vale 40 miliardi di euro, e gira soprattutto a case che fanno grandi volumi, come VW. Ora chiaro che non avrà un'inflessione mostruosa, ma in un momento in cui stava ingranando bene, trovarsi a subire anche un piccolo contraccolpo, non sarà di certo un buon toccasana per la ns. economia, occupazione e tutto ciò che ne consegue.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ora la frase ha senso: la Lamborghini non avrebbe senso in un gruppo dove c'è già la Ferrari. Ma la Bentley…

Ad ogni modo rassegnati: Cupidonne sta cercando di convincere la Signora Barra che lei è pazzamente innamorata di lui; solo che non se n'è ancora accorta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi Alfa si compra Volkswagen? :lol:

Vuoi fare sinergie? E beccati Porsche sputtanata con i naftoni 3.000 zozzoni. :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quindi Alfa si compra Volkswagen? :lol:

Vuoi fare sinergie? E beccati Porsche sputtanata con i naftoni 3.000 zozzoni. :mrgreen:


'17 Alfa Giulietta 1.6 120cv JTDm Super

'17 Alfa Giulia 2.2 150cv JTDm AT8

Share this post


Link to post
Share on other sites

a questo punto comincia a diventare difficile quantificare l'ammontare complessivo del botto.

Imho i 100 miliardi li superano di slancio tra sanzioni e class actions


Ogni volta che un DJ dice "IO SUONO" un musicista, nel mondo, muore...

Primo estratto del nostro nuovo album!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
http://www.autonews.com/article/20151102/OEM01/151109977/vw-porsche-audi-3-0-liter-diesels-also-have-defeat-devices-epa-says

The agency today issued a new Notice of Violation to Volkswagen, Audi and Porsche saying that the 2014 VW Touareg, 2015 Porsche Cayenne and 2016 Audi A6 Quattro, A7 Quattro, A8, A8L and Q5 crossover with 3.0-liter diesel engines contained the illegal defeat devices.

:shock::pz:disp2:

P.S.: se si continua così, non ne bastano 100 di mld.......:martellarsi:

mamma mia.

De profùndis clamàvi ad te, Dòmine;

Dòmine, exàudi vocem meam.

Fiant àures tuæ intendèntes

in vocem deprecatiònis meæ.

Si iniquitàtes observàveris, Dòmine,

Dòmine, quis sustinèbit?

Quia apud te propitiàtio est

et propter legem tuam sustìnui te, Dòmine.

Sustìnuit ànima mea in verbo ejus,

speràvit ànima mea in Dòmino.

A custòdia matutìna usque ad noctem,

speret Ìsraël in Dòmino,

quia apud Dòminum misericòrdia,

et copiòsa apud eum redèmptio.

Et ipse rèdimet Ìsraël ex òmnibus iniquitàtibus ejus.

- - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - -

Fosse così, Muller che è nel gruppo solo da 40 anni, ex capo di Porsche, marca che monta i 3.0 diesel, lo vendono come il nuovo che avanza e con la coscienza pulita? Ancora con la cantilena di pochi ingegneri brutti e cattivi?

ma io mi domando, ma coma c***o si fa ad eleggere CEO uno che sapevano bennissimo che dopo qualche giorno sarebbe stato direttamente coinvolto nello scandalo? Ma ora come pensano di avere ancora credibiità dopo tutte le manfrine che questo signore ha fatto nei giorni scorsi?

Ma in Germania sono stati preda di un virus che provoca il rincoglionimento-precoce generale? Giuro, stento a credere che possa esistere tanta imbecillità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come avranno fatto a taroccare il 3.0 diesel?

Nel senso, riconosceva la procedura di test pur con la trazione integrale?

Pattern di accelerazione, volante sempre dritto e simili... Insomma modi ce ne sono...

Curiosamente a spiegarlo è Quattroruote:

[...]

Il funzionamento del software. "Il programma impiega un timer che, a un secondo dal termine della prima fase della procedura di controllo delle emissioni, attiva una modalità di gestione "normale", in cui i controlli stessi diventano immediatamente meno efficaci." Cambiano, tra l'altro "il timing delle iniezioni, i valori di ricircolo dei gas di scarico, e la pressione del common rail". Il risultato, conclude l'agenzia, sono valori di NOx superiori fino a nove volte il limite consentito. "La Volkswagen sapeva, o avrebbe dovuto sapere che il software sopra descritto aggira i controlli", aggiunge l'ente.

[...]

Dieselgate Volkswagen - L'Epa: "Irregolarità Anche Sui 3.0 TDI" - Quattroruote

Documento ufficiale EPA riguardo il 3.0 diesel: http://www3.epa.gov/otaq/cert/documents/vw-nov-2015-11-02.pdf

Copia PDF: EPA - Dieselgate - vw-nov-2015-11-02.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fortuna che c'è sempre il famigerato Ciferri che ci dice che va tutto bene:

http://www.autonews.com/article/20151102/BLOG06/311029897/diesel-scandals-winners-and-losers

[h=1]Diesel scandal's winners and losers[/h]AR-311029897.jpg&MaxW=700&cci_ts=20151102181327

Christine Hohmann-Dennhardt will move to VW Group from Daimler to become the troubled automaker's head of integrity and legal affairs. She starts Jan. 1.

November 2, 2015 - 12:01 am ET

Volkswagen Group’s diesel scandal is so complex and wide-reaching that it will take months -- if not years -- before the company settles all of the matters related to its cheating on diesel emissions tests. VW is not the only one feeling the effects as the entire industry has taken a hit because of the company’s misguided actions. While there are plenty of losers as a result of Dieselgate there are also some winners. We will look at a few of each.

One clear winner is the 65-year-old sweet-but-tough woman who, instead of retiring, will begin arguably the toughest job in the global auto industry. Christine Hohmann-Dennhardt starts as VW Group’s first board member for integrity and legal affairs on Jan. 1. She currently holds that same position at Daimler, which agreed to release her from her contract a year early to help VW clean up its mess. Hohmann-Dennhardt, who has a doctorate in law, left her job as a judge in the German Federal Constitutional Court to join Daimler in 2011. She arrived after the company was accused of bribery at its heavy truck division. She is the first female management board member in Daimler’s history and she will achieve that same milestone at VW Group.

Another winner is Ferdinand Piech. The architect of the VW Group as we know it today didn’t want Martin Winterkorn to succeed him as VW Group chairman. His wish was granted when VW passed over Winterkorn in favor of group finance chief Hans Dieter Poetsch, who is a longtime Piech ally. Piech also did not want Winterkorn to remain VW Group CEO. Piech’s bid to get Winterkorn fired cost him his post on the supervisory board in April, but within six months Winterkorn was gone and another Piech ally, former Porsche CEO Matthias Mueller, had Winterkorn’s old job.

Reports surfaced in April that while Piech was still chairman he was working behind the scenes to make Mueller VW Group CEO. Piech also falls into the loser category because the diesel scandal has wiped out a third of VW’s share value. That means the Piech-Porsche family’s VW investment has declined by roughly $9.9 billion since the scandal started.

Consumers and the environment are clear winners. Dieselgate should lead to quicker adoption of emissions test procedures that will reduce the pollution produced by new vehicles and hopefully finally end the wide disparity between test-bench performance and real world driving. According to a report from the International Council on Clean Transportation the difference between the manufacturer type-approval data and real driving in Europe has widened to an average of 38 percent in 2014 from 8 percent in 2001.

A final winner is VW itself. Europe’s largest automaker will pay high fines and face a long fight to re-establish its credibility, but it has the financial resources and the technical capabilities to do both.

List of losers

Topping the list of losers is the diesel engine. The powertrain is a non-factor in the world’s largest market, China. It also has a mere 5 percent share in the U.S. In Europe -- where more than half of new cars use diesel -- demand for the powertrain has been declining because of stricter rules on nitrogen oxide emissions and anti-diesel campaigns in cities such as Paris. There is no doubt, however, that diesel will survive in Europe, but with a lower share. What is difficult to predict is whether the U.S. or China will ever open their arms to the technology.

The scandal has forced three key VW executives to fight for their careers. Heinz-Jakob Neusser, head of technical development at the core VW brand; Ulrich Hackenberg, Audi’s head of r&d; and Wolfgang Hatz, the VW Group’s engine chief and Porsche’s head of r&d all claim they are not to blame for the cheat software being installed in the 11 million affected vehicles. Reports say all three have been suspended -- but not fired -- pending the results of an investigation. It seems unlikely that any of these extremely skilled engineers will keep his job because being unaware of this problem constitutes a serious failure.

The biggest loser is Winterkorn, who resigned as CEO less than a week after the scandal started. In his resignation letter, Winterkorn said that he was stunned that “misconduct on such a scale was possible in the Volkswagen Group.” We still are.


. “There are varying degrees of hugs. I can hug you nicely, I can hug you tightly, I can hug you like a bear, I can really hug you. Everything starts with physical contact. Then it can degrade, but it starts with physical contact." SM su Autonews :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non so se la delegazione tedesca guidata dalla Merkel sia ancora in Cina. Certo che se lo è non so cosa darei per vedere le facce di questi personaggi e le espressioni dei leader cinesi dopo l'uscita di questa notizia che vede coinvolto pure il nuovo CEO di VW.

Qui non è questione di quante auto diesel vendono in Cina, ma di quanto truffaldina è questa azienda e tutto il managment che le gira attorno.

Io non credo che il governo cinese possa rischiare la faccia in questo modo. E certamente non senza avere qualcosa di pari valore in cambio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By J-Gian
      Raccolgo sempre più spesso lamentele di clienti scontenti delle prestazioni dei diesel aggiornati in conseguenza al caso "dieselgate". 
       
      Il caso più evidente riguarda alcuni dei 1.6 TDI, dove in molti lamentano un sensibile calo della reattività ai bassi giri (vuoto in basso) e talvolta problemi al gruppo EGR, che VAG fornisce assieme allo scambiatore di calore della stessa. 
       
      Quasi nessuna lamentela, almeno per ora, riguardo le prestazioni dei 2.0 TDI. 
       
       
      Mi rivolgo quindi ai proprietari delle auto coinvolte e che hanno eseguito l'aggiornamento: avete notato differenze rispetto a prima?
       
      V'invito a rispondere al sondaggio e ad integrare il tutto con un messaggio, indicando:
      - quale motore avete;
      - anno immatricolazione;
      - potenza in kW;
      - se possibile anche il codice motore (es. del 1.6 TDI esistono: CAY, CAYB, CAYC; CLH, CLHA, CLHB; CRK, CRKA, CRKB; CXX, CXXA, CXXB; CWVA; DBK, DBKA... Giusto per rendere l'idea del casino  )
       
       
      Attendo partecipazione, voti pubblici e possibilità di risposta multipla (per ovvie ragioni)  
       
       


       
    • By sicurauto
      L’aggiornamento dei motori Volkswagen non convince tutti, così SicurAUTO.it  ha chiesto al Ministero cosa succede in caso di controlli a chi ignora il richiamo.
       

       
      Il richiamo Volkswagen per l'aggiornamento dei motori EA189 coinvolti nel dieselgate ha scatenato il panico tra gli automobilisti che vorrebbero tenere l'auto così come l'hanno acquistata temendo un decadimento delle prestazioni o un aumento dei consumi. E quando SicurAUTO.it ha saputo da una sua lettrice che alcune concessionarie Volkswagen hanno fatto pressioni sui clienti, costringendoli a firmare documenti in cui si assumono tutte le responsabilità del mancato aggiornamento, ha voluto approfondire la questione con il Ministero e la Polizia Stradale e fare chiarezza su cosa rischia davvero chi rifiuta l'aggiornamento Volkswagen dei motori 1.2, 1.6 e 2.0 a gasolio durante un controllo su strada o in sede di revisione auto.
       
      Leggi tutto l'articolo -> Richiamo Volkswagen: cosa rischia davvero chi rifiuta l’aggiornamento?
      -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.