Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Recommended Posts

Ottime le foto live..

sarebbe bello vedere anche la versione commerciale che di sicuro farà numeri maggiori del trasporto passeggeri.

(da dove arrivano queste foto??)

Speriamo che la versione furgone abbia protezioni in plastica nera più estese se no sono guai, un altro scudo/expert prima serie, tutti con ammaccature negli spigoli dietro!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo lavoro mi piace molto il frontale, anche un furgone può essere bello... non il solito copia e incolla....;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuna novitá su questi nuovi furgoni??

magari per la versione furgone.. Che avrá di sicuro un grande successo se li venderanno al giusto prezzo... Esteticamente...Non vedo proprio paragoni con trafic e vivaro, solo il transit Connect si avvicina,non parliamo poi dello scudo. Gli interni sono ancora top secret? Sarebbe interessante sapere qualcosa di piú concreto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

M_3ffce3f9-4715-41ec-9e52-9a3ab4c88ed1.jpg

M_fe307d72-abad-4178-8c97-4263a3408c1a.jpg

Image

M_096c7d9c-fddd-4070-b092-d592fd557b20.jpg

M_5aad628b-de21-4027-beb7-cff40234438e.jpg

Image associée

M_14b19e03-e5cc-4d23-b781-7118fc107652.jpg

Image associée

M_da673628-0fe9-40c4-9d92-003ba354aac7.jpg

Résultat de recherche d'images pour "peugeot traveller business vip long interiors"

Traveller Business Vip

/image/97/1/peugeot_traveller_gallery-2.77971.jpg

peugeot-traveller-4x4-dangel-6.jpg

peugeot-traveller-4x4-dangel-8.jpg

Peugeot Traveller 4x4 Dangel

Peugeot 4×4 by DANGEL

Dopo aver provato con scarso successo nella prima metà degli anni Settanta la trasfomazione di diverse vetture in fuoristrada per impieghi gravosi, Henry Dangel comprende che la Peugeot 504 che da anni viene prodotta negli stabilimenti di Sochaux – a soli 30 chilometri dalla sua azienda – potrebbe fornire alla sua attività una grande occasione di sviluppo.
Partendo da una versione station wagon, nel 1978 Dangel sostituisce le sospensioni anteriori McPherson con un telaietto, per sostenere sia le ruote indipendenti sia un differenziale, mantenendo al retrotreno il ponte rigido.
Al centro del veicolo troviamo però un riduttore (che dimezza la velocità delle marce) e un terzo differenziale facilmente bloccabile grazie a un comando pneumatico dall’interno della vettura.
La trasmissione del moto avviene sempre sulle quattro ruote sempre in presa, come nei veicoli più sofisticati. Su questo layout meccanico viene posizionata, a 22 cm da terra nel punto più basso, la carrozzeria della vettura, così com’è lussuosa ed estremamente capiente.
Nasce così nel 1980 la 504 SW 4×4 Dangel, capostipite di quella che è diventata una lunga e proficua collaborazione tra Peugeot e l’allestitore alsaziano.
Quanto al resto della meccanica, Dangel segue l’evoluzione delle versioni di serie di Peugeot: motori a benzina di 2 litri o diesel (anche turbo) e per quanto riguarda le carrozzerie, prima quella della 504 familiare a 5 o 7 posti, affiancata poi dalla pratica versione pick-up (1982) e infine quella della 505 SW (1986).
Dangel inizia anche a trasformare i veicoli commerciali Peugeot, soprattutto quelli destinati ai Paesi del Nord, alla Svizzera ed alle località alpine.
Il primo furgone a diventare 4×4 è stato il Peugeot J5 (1987). L’evoluzione della trazione integrale poi è passata attraverso i Peugeot Jumper e i Ranch/Partner degli Anni ‘90 fino agli attuali Peugeot Traveller Traction Control e Peugeot Traveller Traction Control.

 

http://www.autoruote4x4.com/it/080201_peugeot_traveller_4wd_lo_shuttle_diventa_intergale.html#.WoYFeqjibIU

 

http://www.feline.cc/modeles/peugeot-traveller/traveller-business/

 

http://www.exchangeandmart.co.uk/car-reviews/peugeot/traveller

Edited by Pawel72

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Similar Content

    • By Beckervdo
      Beccato in Cina 
       
    • By Pawel72
      Ho raccolto diverse informazioni per quanto riguarda questo argomento.
       
      Auto Premium chi guadagna di più ?
      2018
      È la Ferrari il costruttore con la migliore redditività: 68.987 euro per ogni unità venduta, il 24,6% se si considera che per portare a casa un’auto del cavallino bisogna mettere in conto circa 279.978 euro.
      Se ci pensa Ferrari a tenere alto il tricolore italiano, di tutta risposta i tedeschi di Porsche e Bmw non rimangono a guardare. La casa di Stoccarda seconda classificata con una marginalità media unitaria del 18,4%, un risultato che frutta al marchio del gruppo Volkswagen 16.780 euro su ogni vettura venduta ad un prezzo medio di 91.309 euro.
      Seguono i connazionali di Monaco, nonostante lo scarto abbondante: vendere un’auto per Bmw vale a dire registrare un guadagno di 3.057 euro, il 9,2% dei 41.518 euro mediamente spesi da un cliente. Quarto e quinto posto per Audi e Mercedes-Benz, con profitti unitari pressoché identici (poco superiori ai 3.340 euro), così come è molto vicina la marginalità rispettivamente dell’8,8% e 8,7%. Volvo segna 7,9%: 2.425 euro su ogni unità immatricolata.
      Risultati meno entusiasmanti per Maserati. Il tridente segna una redditività del 6,7%, un profitto di 4.889 euro rispetto ai 73.444 euro medi per una vettura della casa modenese. Un valore mediocre rispetto ai concorrenti (Porsche fra tutti) destinato nei piani a migliorare: entro il 2022 l’obiettivo è di 100mila immatricolazioni a livello globale e una marginalità che dovrebbe salire al 15%.
      Deludono le premium di Jaguar Land Rover: complessivamente i marchi inglesi registrano un profitto medio unitario dell’1,7%, vale a dire solo 779 euro dei 45.652 incassati nei concessionari. Meglio di niente.
      Bocciate Tesla e Bentley: i due marchi più vendono più perdono soldi. La “B” alata registra profitti negativi per ogni auto immatricolata pari a 17.425 euro, il 10,6% rispetto al prezzo di vendita. Un risultato inaspettato per un brand della famiglia Volkswagen, che probabilmente non ha ancora raggiunto dei livelli di vendita tali da sopportare gli elevati costi produttivi. Al contrario, non stupiscono i risultati del costruttore californiano: record negativo per Tesla che brucia 10.931 per ogni unità venduta: si tratta del 16,4% dei 66.510 euro medi necessari per portarsi a casa un’elettrica di Musk.
       
       
      https://www.lautomobile.aci.it/articoli/2018/08/21/auto-premium-chi-guadagna-di-piu.html
       
       
      2018
      Suzuki sorpassa il BMW è il marchio più redditizio del mondo .
      La differenza è davvero risicata, ma i conti non mentono: 11,8% è il margine di profitto per Suzuki, contro 11,4% per BMW, che fino ad ora era in testa nella classifica mondiale dei marchi automobilistici più redditizi. Lo comunica con un tweet l’Handelsblatt Global.
      2019
      Peugeot e Skoda sono diventati più redditizi rispetto al BMW e Mercedes..!?
      https://www.fitnessfinanziario.it/2019/09/05/bmw-e-mercedes-sono-meno-redditizi-rispetto-a-psa/
       
      Industria automotive: profitti in calo.
      Purtroppo ( o per fortuna ? ) l ' elettrico non sfonda,  e soprattutto non porta proffitti.! 
      Dicono che i profitti di molte Case Auto hanno già evidenziato segni di deterioramento e da qui al 2023 potrebbero ridursi ulteriormente in maniera significativa..
       
    • By MikeMito
      Comunicato ufficiale PSA e FCA
       
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.